Bollate: Sanificazione delle vie cittadine

sanificazione - gaia servizi
sanificazione – gaia servizi

Il Sindaco Francesco Vassallo in prima linea con Gaia servizi per l’avvio della pulizia straordinaria delle strade di Bollate con i prodotti igienizzanti utili a disinfettare. In attesa che Regione Lombardia emani le linee guida sui comportamenti da tenere per lo spazzamento cittadino, in città si parte con attività utili a rispondere alle nuove esigenze determinate dal dilagare del coronavirus.

La pulizia è partita oggi, sabato 14 marzo alle ore 15, da Ospiate e proseguirà in tutta la città. Si proseguirà anche nei prossimi giorni fino a toccare ogni angolo di Bollate. Nessuna prescrizione particolare per i cittadini, se non quella di restare in casa come dice il Decreto del Presidente del Consiglio. Non è nemmeno necessario scendere in strada per spostare le auto perché il Comune ha sospeso le multe per questa attività.

“Visto il periodo particolare e l’emergenza che tutti stiamo vivendo – ha detto il Sindaco Francesco Vassallo – abbiamo deciso di intervenire con questa pulizia straordinaria delle strade che prevede l’aggiunta di prodotti igienizzanti all’acqua utilizzata per la sanificazione sia manuale (marciapiedi) che meccanica delle strade. Ricordiamo ai cittadini di rimanere in casa, non tanto per la pulizia che stiamo facendo, ma per le regole legate alla prevenzione della diffusione del contagio”.

Bollate: “area Dal Verme di Ospiate”

Bollate
Bollate

Tecnicamente si chiama “area Vallesse”, ma i bollatesi la conoscono meglio come “area dal Verme di Ospiate”.
Quasi 37 mila metri quadrati di proprietà comunale, all’interno del Parco delle Groane che si sviluppano tra il campo da Softball di via Novara e la via Trento (Varesina) e che, grazie a un finanziamento regionale integrato da risorse proprie del comune di Bollate, saranno riqualificati e abbelliti con interventi di vario genere: si va dal miglioramento dell’esistente, alla creazione di zone umide, da imboschimenti e rinfoltimenti alla realizzazione di prati fioriti e di siepi e arbusti.

Il tutto per un costo complessivo di 132.800 euro, di cui 20mila a carico del Comune a titolo di cofinanziamento, e 112.800 euro ottenuti dalla Regione.

Ecco le piante che verranno inserite, per un totale di 8.620 nuove essenze:
2050 farnie (Quercus peduncolata), 600 carpini bianchi (Carpinus betulus), 370 aceri campestri (Acer campestre), 450 ciliegi (Prunus avium), 1.200 sanguinelle (Cornus sanguinea), 200 ontani neri (Alnus glutinosa), 350 frassini maggiori (Fraxinus excelsior), 100 evomini (Euonymus europaeus), 100 pallone di neve (Viburnum opulus), 700 Querce (Quercus pedunculata), 900 Biancospini (Crataegus monogyna), 800 Noccioli (Corylus avellana), 800 Prugnoli (Prunus spinosa).

Nuovi giochi per asilo Munari di Ospiate

Asilo Munari
Asilo Munari

Nuovi giochi nel giardino della scuola materna Munari di Ospiate. È quello che troveranno i piccoli all’inizio del nuovo anno scolastico, dal prossimo mese di settembre. Anche per ringraziare di questas bella novità, alcuni bambini della scuola, accompagnati dalle loro insegnanti, sono venuti a trovare il Sindaco Francesco Vassallo che li ha accolti in sala giunta e ha spiegato loro cosa significa fare l’Amministratore pubblico e quali e quante cose si devono e si possono fare per il bene della città.

Ma come saranno i nuovi giochi? Si tratta di un Tunnel mangia mela, del Lombrico a molla, della Piramide a corde e del Piccolo cespuglio dotato di due scivoli e altre corde per l’arrampicata. “Era una promessa che avevo fatto – dice il Sindaco Vassallo – e appena vista la possibilità, l’abbiamo concretizzata”.

L’impegno di spesa si aggira sui 10mila euro e le risorse sono state recuperate dall’avanzo di Bilancio.

Bollate e Arese, Variante Varesina

 

francesco vassallo bollate
francesco vassallo bollate

Un’opera che i nostri territori aspettano da almeno 25 anni e che, finalmente, grazie all’impegno della Vice Sindaca metropolitana Arianna Censi, dei settori Progettazione e manutenzione strade, Appalti e Ragioneria della Città metropolitana di Milano vedrà la realizzazione entro i prossimi due anni.

Da tempo abbiamo sostenuto ai tavoli di lavoro con Città Metropolitana, l’urgenza di questo intervento; un’infrastruttura imprescindibile per il nostro territorio, ponendoci con fermezza e determinazione, rendendo evidente la necessità di dare attuazione a questa opera viabilistica, anche a dispetto di coloro che esternavano tutto il proprio scetticismo rispetto alla capacità economica e tecnica di Città metropolitana di riuscire a far fronte a questo impegno: i fatti ci hanno dato ragione.

Siamo persone abituate ad amminstrare con concretezza e senso del dovere i nostri territori e a parlare solo nel momento in cui quanto promesso trova la sua realizzazione.

Oggi quel momento è arrivato. Grazie ad un lavoro di squadra che ha ci ha visti impegnati in prima persona, con la collaborazione e con il superamento degli egoismi localistici, si possono raggiungere risultati importanti.

Ora l’opera seguirà l’iter per l’assegnazione dei lavori che partiranno, verosimilmente, in autunno: quasi tre chilometri di strada per la nuova bretella che libererà i centri abitati di Arese, Ospiate e Baranzate dagli ingenti volumi di traffico calcolati in circa 30.000 veicoli giornalieri e che snoderà il proprio tragitto alle spalle del polo industriale posto sulla via Ghisalba di Ospiate, spostando il flusso automobilistico e trasformando così l’attuale tratto della “Varesina” tra Arese, Bollate e Baranzate in una strada comunale.

Michela Palestra    Francesco Vassallo
Sindaca di Arese     Sindaco di Bollate

Bollate: M’illumino di Meno

Bollate
Bollate

Quest’anno il Comune di Bollate aderisce alla XIV edizione dell’iniziativa M’illumino di Meno promossa da Radio2 e Caterpillar in occasione della Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. Il tema è la bellezza del camminare e dell’andare a piedi, perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

Servono 555milioni di passi e anche Bollate vuole dare il suo contributo.
Partecipare, insieme al Comune, all’iniziativa è facile: basta presentarsi davanti alla Biblioteca, in piazza C.A. Dalla Chiesa alle ore 17,45 del 23 febbraio. Da lì incomincia il viaggio bollatese verso il Parco centrale e il calcolo dei passi che, insieme a tutti quelli raccolti in tutta Italia, renderanno possibile a tutti raggiungere simbolicamente la luna a piedi.

L’iniziativa è organizzata dal Settore Sostenibilità ambientale e Arredo urbano del Comune di Bollate con la collaborazione dei bibliotecari, dei Gruppi di cammino, dell’associazione Amici di Castellazzo, del gruppo podistico Avisino Bollate, dell’AVIS sez. di Bollate, Novate, Baranzate, del Gruppo Doppio passo di Ospiate,

Per un impegno in più:
Ecco il decalogo del Comune per risparmiare sui consumi di energia:
 Spegnere le luci quando non servono e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
 Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
 Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
 Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
 Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
 Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
 Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
 Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
 Utilizzare meno l’automobile e, se possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto.
 Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.