Febo: “Sognonauta”

FEBO
FEBO

È disponibile in digitale “SOGNONAUTA” , il nuovo album di FEBO: discocomposta da 12 tracce, 12 racconti, 12 strade che partono da luoghi e tempi diversi e distanti per arrivare nello stesso posto e nello stesso attimo.

“Questo album rappresenta l’evoluzione musicale che ho avuto nel tempo – racconta Febo -. Una tracklist di 12 brani che fa un viaggio attraverso storie d’amore e spaccati di vita, da qui il titolo “SOGNONAUTA”.

All’interno del disco duefeaturing importanti: nella canzone “Fino in fondo”, singolo di lancio dell’album,il feat. dell’attore italiano Giorgio Pasottie nel brano”L’amore (E’ o amor)”,invece, c’è la partecipazione di uno dei gruppi più importanti del Brasile,Pixote, che vanta milioni di streams e followers. Questa canzone sarà il singolo estivo e verrà lanciato contemporaneamente in Italia e in Brasile.

Qui la tracklist completa:
1. Se domani
2. Lontano (GUARDA VIDEO)
3. Hai loviù
4. Fino in fondo (feat Giorgio Pasotti)
5. L’uomo lunatico
6. Ciliegie (GUARDA VIDEO)
7. Bella gente (folk version)
8. L’amore (featPixote)
9. Nonostante tutto
10. Tokyo (GUARDA VIDEO)
11. Nonna dammi 4 numeri (GUARDA VIDEO)
12. Esseri liberi

Allaproduzione artistica dell’album tante collaborazioni importanti: Riccardo Piparo, Marta Venturini, Francesco “Katoo” Catitti e Fabio Raponi.Altrettanto importante la firma dell’autore Marco Rettani, come coautore di alcune canzoni dell’album stesso.

Davide Campione: “Time of Light” , nuovo album

Davide_Campione
Davide_Campione

È disponibile in digitale“Time of Light” il nuovo album del pianista palermitano Davide Campione: quattordici brani divisi in sette tracce per pianoforte e orchestra sinfonica (la F.A.M.E.’S. Macedonian Radio Symphonic Orchestra), quattro per pianoforte solo, due per pianoforte, orchestra e voce e una per pianoforte e voce.

A partire da martedì 19 gennaio sarà online il videoclip del secondo singolo estratto,“Behind a rainbow” (regia di Riccardo Gaglio): le immagini della clip narrano la storia di una donna che ha vissuto di musica per tutta la sua vita. Trovandosi in una casa di riposo per anziani musicisti (la famosa “Casa Verdi” di Milano) le riaffiora alla mente l’immagine di se stessa da giovane e tutti i ricordi legati al suo cammino e alle sue impronte lasciate nel tempo. Non sarà mai sola fin quando avrà dentro di sè la musica a farle compagnia.

Le orchestrazioni sono state curate dai Maestri Matteo Helfer, Marco Amico, Roberto Terranova e Davide Campione. La “Macedonian Radio Symphonic Orchstra” è stata diretta dal Maestro Oleg Kontradenko.

Per alcune composizioni Davide Campione si è avvalso della collaborazione alla scrittura dei Maestri Paolo Rubera, Marco Amico e Roberto Terranova. I synth e le programmazioni al computer sono state curate daRoberto Terranova. Quest’ultimo ha ricoperto il ruolo di produttore artistico registrando il disco presso la Jacklab Living Studio di Palermo. Le voci e i testi dei tre brani cantati sono di: Liliana Cimino, Gloria Collecchia e Barbara Tutrone.

Giovanna Carone, “Dolcissime Radici”

Giovanna Carone
Giovanna Carone

Digressione Music tiene a battesimo il nuovo album
della cantante pugliese Giovanna Carone

Online su YouTube il video della superba rilettura di
“O vezzosetta dalla chioma d’oro” di Andrea Falconieri

DOLCISSIME RADICI
GIOVANNA CARONE
Digressione Music, 2020

La cantante barese Giovanna Carone ha dato alle stampe per Digressione Music “Dolcissime Radici”, album nel quale ha raccolto undici brani che compendiano il suo articolato background artistico e formativo e spazia attraverso sette secoli di storia della musica, dal Trecento alla musica barocca per toccare la moderna canzone d’autore. Filo conduttore del disco è il personale percorso ricerca dell’artista pugliese intorno alla lingua italiana e alla sua evoluzione in relazione alla musica e alla poesia.
Ad accompagnare Giovanna Carone in questa nuova avventura musicale è un gruppo a geometrie variabili composto da alcuni tra i migliori strumentisti della scena musicale italiana: Leo Gadaleta (arrangiamenti, violino acustico ed elettrico, piano Rhodes, chitarra classica, chitarra synth e chitarra portoghese, samples ed elettronica), Vince Abbracciante (fisarmonica), Pippo D’Ambrosio (percussioni), Nando Di Modugno(chitarra classica ed elettrica), Guido Morini (clavicembalo, pianoforte), Roberto Ottaviano (sax soprano), Mirko Signorile (pianoforte) e Giorgio Vendola (contrabasso).
Dal punto di vista prettamente musicale l’album si muove tra il jazz e la musica contemporanea con addentellati che rimandano alla musica del Seicento italiano e quella cameristica.
Aperto dalla splendida rilettura di “O vezzosetta dalla chioma d’oro” di Andrea Falconieri – primo singolo estratto dal disco del quale è stato presentato in anteprima il videoclip nel corso dello streaming di Capitani Coraggiosi – il disco è un susseguirsi continuo di perle che vanno da “Lamento di Apollo” di Francesco Cavalli a “Giovine Vagha” e “Ecco la primavera” di Landini, passa per “Se l’aura spira” di Frescobaldi per toccare la canzone napoletana con “Passione di Libero Bovio” e i Cantacronache con “Un paese vuol dire” di Mario Pogliotti. L’approdo è alla canzone d’autore è sorprendente con “Un giorno dopo l’altro” di Luigi Tenco e “Un anno d’amore” di Mogol ma soprattutto con le brillanti versioni di “Di sole e d’azzurro” di Zucchero Fornaciari e “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” di Max Gazzè.

Il video di “O vezzosetta dalla chioma d’oro” è disponibile al seguente link: https://youtu.be/B2xcKXtQLYU

Le mie dolcissime radici…
Cercavo un nome per il disco ed è arrivato per caso, con stupore e come un regalo inatteso, mentre cantavo il Lamento di Apollo di Francesco Cavalli. Dolcissime le mie radici e non solo. C’è una radice comune nei brani che ho scelto. È la nostra lingua meravigliosa, il sapore della parola ricercata, i bassi ostinati, la morbidezza della melodia italiana, la poesia. Senza tempo, nel tempo. Sono cresciuta attraverso la musica strumentale, mi sono innamorata del canto “da grande” e ho imparato ad usare la voce nella complessità della musica polifonica, nella parola cantata della musica del ‘600. Se l’aura spira di G. Frescobaldi è una delle prime arie a voce sola che ho imparato e Giovine e vagha di F. Landini, ascoltata da una ispirata cantante tedesca durante un corso sul Trecento italiano tenuto da P. Memelsdorff, mi ha rapita al primo ascolto. Ho scoperto per caso la voce naturale attraverso il repertorio yiddish e ho continuato a cercarla in altre lingue. Dovevo per necessità approdare all’italiano. Sono partita da qui. Ho provato a cantare con leggerezza, a contaminare i miei amori, cercare connessioni tra i bassi ostinati del barocco e quelli della nostra musica leggera. Con naturalezza tutto si è incontrato e reinventato. Ho cercato un complice e Leo Gadaleta, amico e musicista sapiente ed entusiasta, mi ha accolta, sostenuta, accompagnata, sollecitata ad avere una meta, a volte senza meta. E in fondo, ha fatto anche suo questo progetto. Non smetterò mai di ringraziarlo. Guido Morini, Mirko Signorile, Nando Di Modugno, Vince Abbracciante, Pippo D’Ambrosio, Giorgio Vendola e Roberto Ottaviano hanno arricchito, colorato e definito con la loro arte il percorso. Sono onorata della loro fiducia e disponibilità. Fra loro ci sono affetti cari e musicisti che hanno segnato in modo importante il mio cammino musicale.

Tracklist

1. O vezzosetta dalla chioma d’oro
2. Passione
3. Lamento di Apollo
4. Un paese vuol dire non essere soli
5. Giovine vaga
6. Un giorno dopo l’altro
7. Ecco la primavera
8. Fantasia – Se l’aura spira
9. Un anno d’amore
10. Di sole e d’azzurro
11. La leggenda di Cristalda e Pizzomunno

 

Paolo Simoni: “Porno Società”

Paolo Simoni_Ph Ray Tarantino
Paolo Simoni_Ph Ray Tarantino

Da venerdì 8 gennaio 2021 sarà in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “PORNO SOCIETÀ”, il singolo di PAOLO SIMONI che anticipa “ANIMA”, il suo nuovo album di inediti, piano e voce, in uscita il 5 febbraio (pubblicato da Riservarossa Records e distribuito da Warner Music).

“Porno Società” è un brano dalle sonorità jazz con cui il cantautore emiliano-romagnolo ironicamente descrive la società occidentale che insegue le mode.

Nato a Comacchio (Ferrara) l’8 gennaio 1985, Paolo Simoni compie i primi passi nel mondo della musica iniziando a studiare, sin da bambino, la chitarra e l’organo. Ha frequentato il Conservatorio di Ferrara dove ha studiato pianoforte e teoria musicale. È stato allievo del maestro Pasquale Morgante con cui, più tardi, perfeziona lo studio dello strumento e della composizione musicale, e di Iskra Menarini, con cui ha studiato canto moderno. Nel 2004 consegue il diploma di sassofono presso la Scuola di Musica Moderna di Ferrara. Nel 2007 il sodalizio discografico con la Warner Music.

Evanescence: “The Bitter Truth”

Approved 2020 Band Shot - Credit_ P R Brown
Approved 2020 Band Shot – Credit_ P R Brown

A 10 anni di distanza dall’ultimo disco di inediti, gli EVANESCENCE tornano con il nuovo album “THE BITTER TRUTH” (Sony Music), in uscita il 26 marzo 2021!

Da oggi è possibile pre-ordinare il disco, disponibile in versione digitale, CD, doppio vinile e nella speciale versione Limited Edition Deluxe contenente un CD, una rivista, un poster e una musicassetta con esclusivi contenuti audio del making of di “The Bitter Truth” (https://evanescence.lnk.to/TheBitterTruthPR).

Quest’anno gli Evanescence hanno già pubblicato i tre brani “Wasted On You”, “The Game Is Over”, “Use My Voice”, a si aggiunge il nuovo singolo “YEAH RIGHT”, da oggi in digitale (https://smi.lnk.to/EvanescenceTheBitterTruth).

Dominato dalla presenza di chitarre e atmosfere epiche, “The Bitter Truth” è una raccolta di tracce che si ispirano alle realtà spesso amare di questo XXI secolo. In “Yeah Right”, brano caratterizzato da un travolgente sound industrial, Amy Lee racconta con cinismo l’esperienza della band maturata fino ad oggi nell’industria musicale.

Domani, sabato 5 dicembre, alle ore 22.00, sul sito www.evanescencelive.com si terrà “EVANESCENCE: A LIVE SESSION FROM ROCK FALCON STUDIO”: un imperdibile show in live streaming in cui gli EVANESCENCE porteranno sul palco le loro hit ed eseguiranno per la prima volta dal vivo i singoli estratti da “The Bitter Truth”. A questo link una piccola anticipazione dello show, nella performance di “Use My Voce”: https://youtu.be/YcHxeXN9uBc.

I biglietti per il live streaming sono disponibili al seguente link: https://evanescencelive.com/.