Al cinema con i maestri

pubblico Anteo Palazzo del Cinema
pubblico Anteo Palazzo del Cinema

Grande successo per il primo appuntamento del progetto
Al cinema con i maestri:
Claudio Giovannesi e Gianni Canova incontrano oltre 4500 studenti in collegamento da tutta Italia

Al cinema con i maestri è un progetto ideato e prodotto da Anteo e Lumière & Co. Rivolto agli studenti, prevede la proiezione di una selezione di alcuni tra i film italiani più significativi dell’ultima stagione alla presenza dei registi che raccontano al giovane pubblico la propria opera, nel formato di una Lezione di Cinema, guidati dal critico cinematografico e rettore dell’Università IULM di Milano Gianni Canova.

Il progetto si è aggiudicato il bando Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival, iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da Miur e Mibac.

Il primo appuntamento si è svolto venerdì 18 ottobre presso la Sala Excelsior di Anteo Palazzo del Cinema, che ha trasmesso l’incontro con Claudio Giovannesi e Gianni Canova – a introduzione del film La paranza dei bambini – in diretta satellitare, raggiungendo 30 sale cinematografiche ubicate in tutta Italia. Gli studenti, oltre ad assistere all’incontro, hanno potuto condividere le proprie foto e porre le proprie domande a Claudio Giovannesi tramite la pagina Instagram dell’iniziativa (@AlCinemaConIMaestri), utilizzando il proprio smartphone.  Il primo appuntamento ha registrato un grande successo: a confermare il grande coinvolgimento e interesse degli studenti sono state le oltre 500 interazioni sui social, a dimostrazione di quanto l’educazione al cinema e la promozione di intrattenimento possano consentire l’interazione con un pubblico giovane.

I successivi incontri di Al Cinema con i Maestri vedranno protagonisti Marco Bellocchio con il suo Il Traditore (venerdì 22 novembre) e Gabriele Salvatores con il suo Tutto il mio folle amore (giovedì 12 dicembre), sempre accompagnati da Gianni Canova.

I NUMERI DEL PRIMO APPUNTAMENTO:

  • 30 cinema aderenti all’iniziativa
  • oltre 4500 studenti coinvolti
  • oltre 500 interazioni sulla pagina Instagram dedicata all’iniziativa

 

 

 

Spazio Teatro Rem

Spazio Teatro Rem
Spazio Teatro Rem

Se hai fatto già un corso di teatro, se non lo hai mai fatto, se non sai cos’è, se sei curioso…Intanto vieni a provare!

Giovedì 3 ottobre dalle ore 21 alle 23 è possibile provare una lezione di Teatro e improvvisazione!
Facci sapere via mail o telefono se vuoi venire, così ti aspettiamo!

Informazioni sul corso:
“TEATRO e IMPROVVISAZIONE” per adulti è un percorso di ricerca che intende far vivere all’allievo alcuni passaggi fondamentali del lavoro dell’attore. Tra questi: il training fisico e vocale, l’improvvisazione, le tecniche di mimo e espressione corporea e l’esperienza della messa in scena.
Gli scopi sono quelli di fare conoscenza delle proprie e altrui qualità espressive, sviluppare nuove qualità di comunicazione verbale e non verbale, cimentarsi con la lettura scenica e l’approfondimento di testi teatrali o elaborare le proprie composizioni e favorire un’importante esperienza di gruppo.
Il corso è tenuto da insegnanti, Giorgio Branca e Nadia Pedrazzini, che lavorano da anni come registi e attori e che privilegiano il lavoro dedicato alla persona, potenziandone le risorse e con una visione al gruppo, scoprendone e incentivandone le peculiarità.

Altre informazioni su www.spazioteatrorem.it

Spazio Teatro Rem
via Leopardi 3. Bollate
0249782935 – 3311408151
spazioteatrorem@gmail.com

Trasporto pubblico: Nuovo sistema tariffario

Trasporti: Milano; Atm, autobus
Trasporti: Milano; Atm, autobus

Da lunedì 15 luglio parte il nuovo sistema tariffario e cambia il trasporto pubblico nella grande Milano per 4,2 milioni di cittadini e 213 Comuni.

Queste le principali novità: il biglietto singolo che passa da 1,50 a 2 euro, potrà essere timbrato più volte nei 90’ anche in metropolitana, avrà validità su un’area più estesa, non solo a Milano ma anche nei 21 comuni di prima fascia, tra cui Rho Fiera, Sesto San Giovanni, Rozzano, San Donato, Bresso, Bollate, Segrate, Cinisello Balsamo, Vimodrone, Cesano Boscone, Corsico, Settimo Milanese, Novate, Cologno Monzese, Peschiera Borromeo. A favore delle famiglie lo sconto del 50% sul costo dell’abbonamento annuale per i genitori con tre figli a carico. Il biglietto e tutti gli abbonamenti varranno anche sui treni di Trenord, in tutto il territorio della Città metropolitana di Milano e Monza e Brianza.

GRATUITÀ
Gratuità del servizio trasporti fino a 14 anni d’età, per dare un aiuto concreto alle famiglie. Gratuito anche l’abbonamento per gli over 65 con Isee inferiore a 16mila euro. Potranno viaggiare gratuitamente le insegnanti (una ogni 10 ragazzi) che accompagnano le scolaresche in gita. La gratuità sarà applicata anche agli animali d’affezione.

GIOVANI
Resta invariato il costo dell’abbonamento ridotto per i giovani, che potranno beneficiarne fino ai 27 anni anziché 26; inoltre vengono estese le agevolazioni fino ai 30 anni con Isee sotto i 28mila euro (mensile e annuale rispettivamente a 22 e 200 euro) a prezzo invariato rispetto a oggi. Un aiuto concreto a chi oggi ha più difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro.
Dedicata ai giovani anche un’altra novità: fino ai 27 anni d’età, per chi è abbonato al trasporto pubblico, scende da 29 a 12 euro il costo dell’abbonamento al BikeMi; dai 28 anni il costo passa da 29 a 24 euro.

OVER 65
Facilitazioni sugli abbonamenti per gli over 65 con reddito Isee tra 16 e 28mila euro: il costo dell’annuale sarà di 200 euro. Ancora più conveniente il nuovo ‘Senior Off Peak’ che, a parità di costo, varrà in superficie da inizio servizio (e non solo dalle 9.30), ovunque e sempre anche nel fine settimana e sarà disponibile per tutti dai 65 anni di età e per i pensionati dai 60 anni.

SCONTI
Viene introdotto un abbonamento annuale a 50 euro per persone con Isee inferiore ai 6mila euro, per i disoccupati con Isee inferiore ai 16.900 euro e per i detenuti in permesso lavorativo esterno al luogo di detenzione.

Qualche esempio concreto: una famiglia milanese da lunedì ha sconti che oscillano tra il 19% e il 42% rispetto alla tariffazione attuale, se risiede nella Città metropolitana e nella Provincia di Monza e Brianza lo sconto è tra il 15% e il 26%. Oggi 2.000 famiglie milanesi spendono 200 euro all’anno per l’abbonamento per il figlio che va a scuola media ma dal 15 luglio avranno la tessera gratuita “under 14″ e cioè un risparmio netto di 200 euro. Fuori Milano c’è il nuovo sconto del 25% per abbonamenti fino a 26 anni per le famiglie per ogni figlio delle superiori o università. A Milano ci sono 16.000 famiglie con 3 figli: dal 15 luglio le famiglie spenderanno per il loro abbonamento annuale 165 euro quindi il 50% in meno. La famiglia milanese con 2 genitori, 1 figlio alle medie, 1 alle superiori e 1 all’università, anche in affido, per l’anno scolastico 2019-2020 spenderà per i 5 abbonamenti solo 730 euro all’anno, e non più 1.260 euro come aveva speso nell’anno scolastico 2018-2019: 530 euro risparmiati pari al 42%.

I biglietti acquistati e non utilizzati prima di lunedì 15 luglio possono essere usati fino al 12 ottobre e gli abbonamenti in corso sono fino al termine della validità.

“Abbiamo realizzato una profonda riforma del sistema tariffario a favore di chi sceglie il trasporto pubblico – dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori pubblici – . Noi stiamo investendo sullo sviluppo della rete, anche a fronte di minori risorse da parte del Governo e della Regione, e teniamo alta la qualità del servizio. Con questa riforma, sebbene sia aumentato il costo del singolo biglietto, abbiamo tutelato di più lavoratori, pendolari, famiglie, giovani e anziani rispetto a turisti e utenti occasionali. Una rete di trasporto collettivo efficiente, veloce, capillare con tariffe eque su un territorio sempre più ampio è la risposta al crescente bisogno di mobilità di cittadini e utenti e alla necessità di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo”.

Per ogni ulteriore dettaglio sulla riforma tariffaria è possibile consultare il sito o l’app Atm a questo indirizzo: https://nuovosistematariffario.atm.it/

Bollate: M’illumino di Meno

Bollate
Bollate

Quest’anno il Comune di Bollate aderisce alla XIV edizione dell’iniziativa M’illumino di Meno promossa da Radio2 e Caterpillar in occasione della Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili. Il tema è la bellezza del camminare e dell’andare a piedi, perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

Servono 555milioni di passi e anche Bollate vuole dare il suo contributo.
Partecipare, insieme al Comune, all’iniziativa è facile: basta presentarsi davanti alla Biblioteca, in piazza C.A. Dalla Chiesa alle ore 17,45 del 23 febbraio. Da lì incomincia il viaggio bollatese verso il Parco centrale e il calcolo dei passi che, insieme a tutti quelli raccolti in tutta Italia, renderanno possibile a tutti raggiungere simbolicamente la luna a piedi.

L’iniziativa è organizzata dal Settore Sostenibilità ambientale e Arredo urbano del Comune di Bollate con la collaborazione dei bibliotecari, dei Gruppi di cammino, dell’associazione Amici di Castellazzo, del gruppo podistico Avisino Bollate, dell’AVIS sez. di Bollate, Novate, Baranzate, del Gruppo Doppio passo di Ospiate,

Per un impegno in più:
Ecco il decalogo del Comune per risparmiare sui consumi di energia:
 Spegnere le luci quando non servono e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
 Sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
 Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
 Se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
 Ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
 Utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
 Non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
 Inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
 Utilizzare meno l’automobile e, se possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto.
 Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Bollate: Asfaltatura di via Piave

Via Piave Bollate
Via Piave Bollate

Cantieri aperti da lunedì 16 ottobre per l’asfaltatura di via Piave. La durata prevista dei lavori, salvo maltempo, è di circa una settimana. A fasi alterne, in base alla tabella lavori, verrà chiusa una delle due corsie. Garantito il transito delle ambulanze per e dall’ospedale.

Ecco le varie fasi di intervento:
FASE 1: Chiusura della corsia di via Piave, lato ospedale (direz. sud) nel tratto compreso tra piazza Solferino e via Varalli.
LAVORAZIONE: fresatura della carreggiata
DEVIAZIONE: i mezzi e gli autobus diretti verso sud saranno deviati lungo via 4 Novembre con svolta in via L. da vinci, via Varalli e successivo rientro su via Piave
TRANSITO: chiuso a tutti i mezzi. Consentito l’ingresso alle ambulanze, ai mezzi diretti all’ospedale. Gli accessi ai passi carrai privati seguiranno il percorso consentito.

FASE 2: Apertura della corsia di Via piave, lato Ospedale, e chiusura della corsia lato parco (direz. nord) nel tratto compreso tra via Varalli e piazza Solferino
LAVORAZIONE: fresatura della carreggiata
DEVIAZIONE: i mezzi diretti verso nord, provenienti da Novate, saranno deviati con svolta a destra in via Varalli, svolta a sinistra in via L. da vinci e successiva svolta in via 4 Novembre. Gli autobus scolastici provenienti da nord diretti alle scuole potranno continuare a fare il solito percorso, per il ritorno (in direz. centro Bollate), da via Varalli svolteranno a destra in via L. da vinci e poi a sinistra in via 4 Novembre.
TRANSITO: chiuso a tutti i mezzi. Consentito l’ingresso alle ambulanze, ai mezzi diretti all’ospedale. Gli accessi ai passi carrai privati seguiranno il percorso consentito.

FASE 3: Chiusura della corsia di via Piave, lato Ospedale (direz. sud), nel tratto compreso tra piazza Solferino e via Varalli
LAVORAZIONE: asfaltatura della carreggiata
DEVIAZIONE: i mezzi e gli autobus diretti verso sud saranno deviati lungo via 4 Novembre con svolta in via L. da vinci, via Varalli e successivo rientro su via Piave
TRANSITO: chiuso a tutti i mezzi. Consentito l’ingresso alle ambulanze, ai mezzi diretti all’ospedale. Gli accessi ai passi carrai privati seguiranno il percorso consentito.

FASE 4: Apertura della corsia di via Piave, lato Ospedale e chiusura della corsia lato parco (direz. nord) nel tratto compreso tra via Varalli e piazza Solferino
LAVORAZIONE: asfaltatura della carreggiata
DEVIAZIONE: i mezzi diretti verso nord provenienti da Novate saranno deviati con svolta a destra in via Varalli, svolta a sinistra in via L. da vinci e successiva svolta in via 4 Novembre. Gli autobus scolastici provenienti da nord diretti alle scuole potranno continuare a fare il solito percorso, per il ritorno (in direz. centro Bollate), da via varalli svolteranno a destra in via L. da Vinci e poi a sinistra in via 4 novembre
TRANSITO: chiuso a tutti i mezzi. Consentito l’ingresso alle ambulanze, ai mezzi diretti all’ospedale. Gli accessi ai passi carrai privati seguiranno il percorso consentito.