“Yes I Know… Pino Daniele” edito da Hoepli

Cover Libro_b
Cover Libro_b

Hoepli

Dal 28 febbraio il libreria

Yes I Know… Pino Daniele

Tra pazzia e blues: storia di un Masaniello newpolitano

di Carmine Aymone

Venerdì 28 febbraio esce in tutte le librerie “Yes I Know… Pino Daniele” (Hoepli) di Carmine Aymone con la prefazione di Maurizio de Giovanni, la postfazione di Peppe Lanzetta e a cura di Ezio Guaitamacchi, direttore della fortunata collana di musica a marchio Hoepli.

In prossimità di un’importante ricorrenza, il 19 marzo 2020 – 5 anni dalla scomparsa e 65 anni dalla nascita – esce uno dei volumi più esaustivi sulla vita dell’artista napoletano più influente della musica italiana con testimonianze inedite e più di sessanta interviste al jet set italiano e internazionale. Camine Aymone ha intervistato e raccolto, in 30 anni di giornalismo “on the road” i contributi di: Chick Corea, Al Di Meola, Peter Erskine, Jim Kerr (Simple Mind), Phil Manzanera, Pat Metheny, Marcus Miller, Phil Palmer, Gino Vannelli, Edoardo Bennato, Roberto Vecchioni, Gino Paoli, Lucio Dalla, Negrita, Giuliano Sangiorgi, Niccolò Fabi…e di tutti gli eroi del neapolitan power.

Il libro si avvale della preziosa collaborazione di Alex Daniele e della “Pino Daniele Trust ONLUS” per aver condiviso, con l’autore, ricordi e aneddoti legati alla vita del “mascalzone latino”.

Pino Daniele è uno dei principali rappresentanti della canzone d’autore italiana, tra i primi ad aprirsi a collaborazioni con artisti internazionali. Il libro racconta la storia di un “suonautore”, cresciuto nel cuore del centro storico di una città fatta di sole e mare, di tufo e musica, nata dal canto della sirena Partenope. Un luogo dove una storia millenaria si mescola a miti e leggende, in ultimo proprio alla sua, a quella di un bluesman scugnizzo, di un lazzaro felice che, chitarra in spalla e con un cuore malato, ha saputo conquistare con le sue note forse non IL mondo, ma UN mondo: quello dei suoi tanti fan.

Autore dell’ultimo grande classico partenopeo “Napule è”, fin dal 1977 col suo primo album “Terra mia”, Pino Daniele ha riscritto le coordinate della canzone napoletana e d’autore, immergendola, col suo slang angloamericano-italiano-partenopeo, nei colori della fusion e della world music. Dall’infanzia nei vicoli di Napoli, ai suoi dischi, dalla super band, alle collaborazioni col gotha della musica mondiale, dalla sua amicizia con Massimo Troisi, alle sue chitarre, fino all’ultimo abbraccio della sua città in piazza del Plebiscito, davanti a centocinquantamila neri a metà col viso solcato dalle lacrime…questo è un racconto che si snoda attraverso scritti ad hoc e interviste realizzate dall’autore allo stesso Pino Daniele (dal 1989 al 2014), ai suoi familiari, amici e colleghi (circa 70), fatte in trent’anni di giornalismo, per quotidiani, mensili specializzati in musica e non, tv e radio.

Carmine Aymone – Napoletano, classe 1970. Giornalista professionista, critico musicale, scrittore, autore, press agent, musicista, storyteller, organizzatore di eventi, dj, speaker radiofonico. In trent’anni di giornalismo, ha lavorato per numerosi quotidiani locali e nazionali, mensili, agenzie di stampa, radio, tv, siti web. Scrive per il Corriere del mezzogiorno/Corriere della Sera e per il bimestrale PROG Italia. Ha all’attivo una ventina di pubblicazioni in cui ha narrato la storia del sound di Napoli, di James Senese, degli Osanna, del primo nero a metà Mario Musella (Showmen), del maestro Roberto De Simone, de Il Giardino dei semplici e degli Alunni del sole, di un altro scugnizzo napoletano Gigi D’Alessio, del genio di Paul McCartney, delle morti tragiche e misteriose di John Lennon, Elvis Presley, Jimi Hendrix, Michael Jackson, Whitney Houston, Nico (Velvet Underground), John Belushi, Dalida, Judy Garland, Fred Buscaglione, Luigi Tenco, Mia Martini… È co-ideatore e co-direttore della mostra internazionale ROCK! (Palazzo delle Arti di Napoli – PAN). Dal 2000 tiene corsi sulla Storia del Rock, del Jazz e sulla musica della sua città.

www.hoepli.it

 

Premio Bindi 2019

Premio Bindi
Premio Bindi

È in arrivo la quindicesima edizione del PREMIO BINDI.
Dal 5 al 7 luglio a Santa Margherita Ligure (GE) ritorna il fascino di una delle rassegne musicali più prestigiose della musica italiana, per tre serate che omaggeranno passato, presente e futuro della canzone d’autore.

Una vetrina musicale per gli artisti emergenti, un happening per la promozione di progetti di qualità, un’occasione per le nuove realtà musicali di confrontarsi su un palco prestigioso, davanti ad una giuria di esperti e di addetti ai lavori: tre serate con ospiti di prestigio, a significare la continuità artistica tra artisti affermati e cantautori in rampa di lancio. Il Premio Bindi, dedicato al mai dimenticato Umberto Bindi, è da sempre una realtà di incontro, di scambio e di crescita artistica.

“Il Premio Bindi non è soltanto un appuntamento fisso dell’estate di Santa Margherita Ligure: si è consolidato nel panorama della musica cantautorale italiana diventando un punto di riferimento per tanti giovani artisti. Ed è tuttora un piccolo grande contributo per tener vivo il ricordo di Umberto Bindi, un uomo gentile, buono e un grande artista” (Paolo Donadoni, sindaco di Santa Margherita Ligure)

I finalisti di questa edizione, che si esibiranno sabato 6, saranno (in ordine alfabetico) Daniele Aliperti, Lamine, Leanò, Francesco Lettieri, Nevruz, Sale, Micaela Tempesta e Il Terzo Istante. Ogni finalista si esibirà davanti alla giuria due volte: al pomeriggio, sul palco sul lungomare, proporrà due propri brani in versione acustica, mentre alla sera, sul palco dell’anfiteatro Bindi, toccherà all’interpretazione di un brano di Umberto Bindi e di un proprio brano.

La giuria, proveniente dal mondo dell’industria e del giornalismo musicale italiano sarà composta da: Massimo Poggini (giornalista/direttore Spettakolo.it), presidente di giuria, Roberta Balzotti (Rai), Claudio Cabona (critico musicale), Daniela Cappelletti (Radio Italia), Armando Corsi (musicista), Massimo Cotto (autore/conduttore), Daniela Esposito (ufficio stampa), Guido Festinese (critico musicale), Riccardo Loda (Warner Chappell italiana), Elisabetta Malantrucco (RadioRai), Lucia Marchiò (Repubblica), Marco Mori (AudioCoop), Francesco Paracchini (rivista L’Isola che non c’era), Ezio Poli (organizzatore).

Sempre sabato verrà assegnato il Premio Bindi New Generation. Quest’anno sarà premiato Venerus, una delle note più liete tra le nuove proposte dello scenario musicale indipendente. Con il debut EP A Che Punto È La Notte (Asian Fake), una delle sorprese discografiche dello scorso anno, e il recente EP Love Anthem, l’artista milanese ha conquistato pubblico e critica.

Il palco del Bindi ha ospitato negli anni grandi nomi della musica italiana come Gino Paoli, Mauro Pagani, Antonella Ruggiero, Eugenio Finardi, Morgan, Niccolò Fabi, Andrea Mirò, Frankie Hi NRG, Ron, Cristina Donà, Francesco Baccini, Pacifico, Paolo Jannacci, Alberto Fortis, Fausto Mesolella, Avion Travel, Vittorio De Scalzi, Maurizio Lauzi, Carlo Fava, Massimo Bubola, Quintorigo, Renzo Rubino, Enzo Iacchetti, Filippo Graziani, Cristina Donà, Mario Venuti, Izi e Coma_Cose.

Il Premio Bindi è sostenuto dal contributo del Comune di Santa Margherita Ligure, della Regione Liguria e della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.musica,premio bindi,

Main Partner: Warner Chappell Music Italiana.

Partner: NuovoImaie, Platonica, Astarte Agency, UnipolSai Annichiarico Assicurazioni , Targa Quirici, Storti Strumenti Musicali, Spettakolo.it, TWebNews, Radio Aldebaran

Pacifico

Pacifico
Pacifico

PROSEGUE CON 2 APPUNTAMENTI LIVE IL “BASTASSE IL CIELO TOUR”

 VENERDÌ 17 MAGGIO – OFFICINA DEGLI ESORDI – BARI

SABATO 18 MAGGIO – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA – ROMA

 Prosegue il “BASTASSE IL CIELO TOUR di PACIFICO (organizzato e prodotto da Ponderosa Music&Art), il tour con cui il cantautore presenta live al pubblico i suoi più grandi successi e i brani estratti dal suo nuovo e sesto disco di inediti “BASTASSE IL CIELO” (Ponderosa Music Records / Artist First), attualmente disponibile nei negozi fisici e digitali.

Accompagnato sul palco dai musicisti Mirco Mariani, Alfredo Nuti e Luigi Savino, Pacifico sarà in concerto venerdì 17 maggio all’OFFICINA DEGLI ESORDI di BARI e sabato 18 maggio all’Auditorium Parco della Musica di ROMA e darà vita a un live pieno di energia che alternerà momenti di divertimento e commozione.

                             

“BASTASSE IL CIELO(prodotto da Alberto Fabris) è un album composto da 10 brani, pensato, scritto e realizzato a Parigi.

«Un disco rimbalzato da una parte all’altra del pianeta – spiega PACIFICO – Catapultato da un fuso orario all’altro grazie a una semplice pressione sul tasto Invio. Un disco transitato nei Cloud, dove ha fatto anticamera nell’attesa di essere ascoltato. È partito da Parigi, ha atteso sopra India, Turchia, Inghilterra, Stati Uniti, Italia. È un disco di attenzioni e gentilezza dovrei aggiungere “oserei dire”, perché sono parole che bisogna osare dire, tanto sembrano svenevoli».

Questa la tracklist di BASTASSE IL CIELO: “Bastasse il cielo”, “Sarà come abbracciarsi”, “Canzone fragile”, “A casa”, “Semplicemente”, “Il destino di tutti”, “Electropo”, “Molecole”, “Salto all’indietro”, “Quello che so dell’amore”.

Cantautore e autore tra i più stimati del panorama italiano, Pacifico ha all’attivo 6 dischi (Pacifico, Musica Leggera, Dal giardino tropicale, Dentro ogni casa, Una voce non basta, Bastasse il cielo), ha vinto il Premio Tenco per l’opera prima e numerosi altri riconoscimenti, ha partecipato al Festival di Sanremo in qualità di interprete nel 2004, vincendo il premio per la miglior musica, e ha duettato con alcuni dei più grandi artisti italiani e internazionali (Gianna Nannini, Ivano Fossati, Malika Ayane, Marisa Monte, Ana Moura). Nell’aprile 2015 ha scritto e interpretato con Samuele Bersani il brano “Le storie che non conosci”, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini. Il brano si è aggiudicato la Targa Tenco 2015 come Migliore canzone dell’anno. Ha scritto per il cinema (da Gabriele Muccino a Roberta Torre), e ha scritto e portato in scena il monologo teatrale “Boxe a Milano”. Ha pubblicato per Baldini e Castoldi, il romanzo “Ti ho dato un bacio mentre dormivi. Come autore collabora con i più importanti artisti italiani. Oltre al decennale sodalizio con Gianna Nannini, ha scritto per Andrea Bocelli, per Gianni Morandi, per Adriano Celentano, per Malika Ayane, per Eros Ramazzotti, per Zucchero, per Giorgia, per Antonello Venditti e molti altri. Pacifico ha partecipato al 68° Festival di Sanremo in duetto con Ornella Vanoni e Tony Bungaro con il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è anche autore del testo. Oltre che come artista in gara, ha partecipato al Festival di Sanremo 2018 anche in qualità di autore con il brano “Il segreto del tempo” (scritto per il duo Roby Facchinetti e Riccardo Fogli) e il brano “Il coraggio di ogni giorno” (scritto per Enzo Avitabile e Peppe Servillo).

www.pacificomilano.comwww.twitter.com/PacificoGinowww.facebook.com/pacificomilano

Concerto del Primo Maggio 2018

Carmen Consoli_foto Primo Maggio_b
Carmen Consoli_foto Primo Maggio_b

Torna il CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO di ROMA, uno degli eventi più amati e seguiti del panorama musicale nazionale, promosso da CGIL, CISL e UIL e organizzato da iCompany.

Ecco i nomi dei primi artisti che saranno sul palco dell’edizione 2018 del Concertone: FATBOY SLIM, CARMEN CONSOLI, CANOVA, NITRO, CALIBRO 35, DARDUST feat. JOAN THIELE, FRAH QUINTALE, WRONGONYOU e WILLIE PEYOTE.

Il Concerto del Primo Maggio 2018 punterà i suoi riflettori sulla nuova musica italiana: nel pomeriggio sarà quindi vetrina per i giovani artisti che stanno cambiando – con nuove idee, coraggio e qualità – i connotati all’attuale scena nazionale; la sera una passerella per artisti già affermati e noti al pubblico nazional-popolare, artisti che pur nel successo ottenuto, hanno saputo mantenere coerenza e qualità nel corso della loro carriera.

Una lunga maratona musicale trasmessa come sempre in diretta da tv da Rai 3 e in diretta radio da Radio2.

Prestigioso anche il team di autori che lavorerà assieme all’organizzazione di iCompany per la realizzazione del Concertone 2018.
Capo progetto sarà Massimo Martelli e con lui ci saranno anche Giorgio Cappozzo e Paolo Biamonte.

La direzione di produzione del Concerto del Primo Maggio 2018 sarà seguita da Massimo Ferranti, figura di spicco del settore, noto per la sua esperienza ultra-decennale (Pink Floyd a Venezia, Heineken Jammin’ Festival, Cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Torino 2006 e dell’EXPO 2015, e tanto altro).

Blein

Blein

Il gruppo nasce ufficialmente nel maggio del 2012, ma forse è sempre esistito!

Ci conosciamo da sempre, due di noi, Francesco e Simone sono fratelli, e già da poco più che bambini strimpellavamo e cantavamo insieme. 

Nel corso degli anni ognuno di noi ha sviluppato una sua strada in ambito musicale, studiando con vari insegnanti e affrontando molteplici stili musicali. 

Nella Primavera del 2012 ci siamo ritrovati per creare qualcosa di nuovo insieme, ignari di quello che il destino aveva in serbo per noi. 

La formazione originale è anche quella attuale: Tony Gargiulo chitarra e voce, Francesco Papalini chitarra e voce, Simone Papalini basso e voce, Gabriele Panariello batteria e voce.

Pochi giorni dopo l’inizio dei “lavori” c’è stato l’incontro con il nostro manager Davide Pierucci che ci ha notati su internet. Davide ha permesso di realizzare questo nostro sogno. La sua fiducia ci ha spronato a credere in noi dal punto di vista della composizione, ambito per noi quasi totalmente inesplorato. 

Essendo anche lui un musicista, chitarrista, compositore e arrangiatore ha subito cominciato a lavorare sui nostri brani apportando tutta la sua esperienza. Il lavoro svolto è stato notevole è i nostri brani, da acerbi e mal strutturati, sono diventati delle ottime canzoni.

Successivamente a questa fase, Davide, forte delle sue conoscenze, ci ha procurato un paio di incontri con il grandissimo produttore Massimo Varini. Massimo ha prodotto decine e decine di grandissimi successi di altrettanto grandissimi artisti: Nek, Bocelli, Mina, Celentano, Ramazzotti, Vasco Rossi, Renato Zero, Pausini ecc ecc. Il suo incontro è stato molto importante per ciò che riguarda la composizione e la struttura dei brani. 

Nel frattempo la nostra carriera di musicisti si arricchiva di concerti ed eventi come quello del luglio 2013 che ci ha visto support band dei Pooh in un loro concerto .

Abbiamo partecipato anche ad un concorso nazionale indetto da  Radio RAI Uno condotto da Lorella Cuccarini: il nostro singolo” Solo due Soli” è stato trasmesso su Radio RAI Uno ed il video è stato postato sulla pagina facebook di “Citofonare Cuccarini” che, ottenendo più “mi piace”, ha vinto la gara come video e brano più ascoltato. Ciò ci ha permesso di essere ospiti della Cuccarini nella sua trasmissione in diretta e ci permetterà di partecipare alla finalissima che si terrà a Roma ad aprile 2014.

Sempre grazie al nostro manager, nel 2013 c’è stato anche l’incontro con Max Marcolini, rinomato produttore e arrangiatore. Gli ultimi album di Zucchero sono opera sua. Tanto basta per far capire di chi stiamo parlando… Max ci ha fatto un audizione e, capendo il nostro potenziale, ci ha detto che sarebbe stato molto felice di essere nostro produttore. Noi ovviamente non ce lo siamo fatto scappare e abbiamo subito cominciato a lavorare su una decina di brani che poi, sono diventati sei, quei sei, appunto,  che fanno parte del nostro primo album che uscirà a marzo.

 Sicuramente è stato un punto a nostro favore il fatto di essere amici da sempre ed aver condiviso numerose esperienze insieme; proprio da una di queste, durante un viaggio a Madrid nell’estate 2011, è nata la promessa di formare un gruppo tra noi, ispirandoci, per il nome, alle opere dadaiste dell’artista Yves Klein, che ci avevano incantato, nella visita al museo Reina Sofia, con il colore che lo ha reso celebre: il blu.

Il nostro nome infatti è la crasi delle parole Blu e Klein: BLEIN !!

Ora siamo qui, in attesa dell’uscita dell’album e dell’inizio della promozione che, speriamo, ci possa portare a livelli nazionali pronti a scalare le classifiche!