ROXETTE: la band svedese torna a far parlare di sè

Roxette

 

Il fenomeno pop svedese ROXETTE torna a far parlare di sè con l’uscita del nuovo singolo “It’s Possible”, in rotazione radiofonica da domani

venerdì 2 marzo, e con la pubblicazione dell’album “Travelling” prevista per il 27 marzo.

 

La straordinaria carriera che Marie Fredriksson e Per Gessle  portano avanti dagli anni 90 è pronta a ripartire con un primo singolo estratto dal nuovo

album che svela sonorità pop solari e contagiose.

E’ possibile pre-ascoltare “It’s Possible” da questo link: http://soundcloud.com/emi-sweden/roxette-its-possible/s-HTDLj

 

I ROXETTE hanno fatto la storia del pop-rock mondiale con successi intramontabili come “Listen To Your Heart”, “It Must Have Been Love”,

“Sleeping in my car”, “Wish I could fly”, “Stars” solo per citarne alcune.

“Listen To Your Heart” e “It Must Have Been Love” sono state trasmesse oltre 4 milioni di volte dalle radio americane e si sono confemate

per oltre 4 anni consecutivi nella classifica Billboard Top 100! Marie Fredriksson e Per Gessle sono inarrestabili e da oltre 25 anni portano il sole

nell’airplay radiofonico, con il loro pop contagioso e sempre contemporaneo.

Da oltre un anno sono impegnati con un tour di grande successo (quasi 1 milione di biglietti venduti e già 85 concerti fatti in oltre 30 paesi), che è stato fonte di ispirazione per

comporre nuova musica e pubblicare un nuovo album, che cattura le emozioni e le vibrazioni di una band superattiva e in costante movimento.

Il risultato è un’affascinante cartolina composta da 15 brani, per la maggior parte inediti, ma anche classici della band rivisitati e incisioni rare che per varie ragioni non hanno

mai visto la luce del sole prima d’ora.

I ROXETTE oggi sono una band solida, raccolta intorno al genio compositivo di Per Gessle, che dimostra nuovamente il suo talento nel creare hit di sicuro successo e sorprende con un

innato senso della melodia.

 

www.roxette.se

www.facebook.com/RealRoxette

www.facebook.com/partypleaser

ITALIAN “YOUNG” JAZZ GRAFFITI

Lunedì 5 marzo, alle ore 21, presso il Piccolo Teatro Strehler, si terrà il quarto appuntamento della quattordicesima edizione della rassegna Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzata dal Piccolo Teatro di Milano e dall’Associazione Culturale Musica Oggi.

Uno degli appuntamenti più attesi di Orchestra Senza Confini è la serata Italian Jazz Graffiti, che offre uno spaccato della scena jazzistica nazionale configurandosi come una festa-incontro tra musicisti, stili e tendenze. Anche quest’anno, con la consueta formula del solista che suona il proprio brano con la Civica Jazz Band, lo sguardo è rivolto alle nuove realtà del jazz italiano, mentre il concerto verrà diretto, come tradizione, da Enrico Intra e da un direttore ospite. Anche stavolta, come già lo fu per l’edizione scorsa, sarà il contrabbassista e compositore Roberto Bonati ad affiancare il direttore musicale dell’orchestra dei Civici Corsi di Jazz nella direzione della band. Il cast degli ospiti e assolutamente eterogeneo: dal trombettista Luca Aquino, vincitore lo scorso anno del Top Jazz, il referendum della critica italiana indetto dalla prestigiosa rivista Musica Jazz, nella categoria nuovi talenti, al giovane chitarrista Luca Perciballi, che vanta una significativa esperienza in Europa.  Da Mauro Ottolini, affermato leader e strumentista che ha arrangiato per il prossimo disco di Enrico Rava i brani di Michael Jackson, alla cantante Alice Ricciardi, uscita dai Civici Corsi di Milano e oggi impegnata in una carriera che la vede al fianco di grandi personalità della nostra scena jazzistica, come per esempio Fabrizio Bosso; dalla sassofonista Carla Marciano, una delle principali strumentiste del jazz europeo, a un formidabile talento siciliano del vibrafono quale Cesare Carbonini, per chiudere con il pianista romagnolo Michele Francesconi, leader del Recital Trio e membro dell’ensemble di Paolo Damiani. Come lo scorso anno, anche per questa edizione Enrico Intra ha scritto un brano da eseguire insieme ai sette nuovi talenti del jazz italiano.

 

Ingresso 16 euro – Per informazioni e prenotazioni tel. 848800304

 

Ultimo appuntamento

 

Piccolo Teatro Studio Expo – 2 aprile, ore 21

IL MONDO MUSICALE DI GEORGE GRUNTZ

Solista ospite FRANCO AMBROSETTI tromba, direttore GEORGE GRUNTZ

 

HEINEKEN JAMMIN’ FESTIVAL 2012

 

The Cure e Red Hot Chili Peppers: saranno loro gli headliner di due delle tre serate di

Heineken Jammin’ Festival 2012, che torna giovedì 5, venerdì 6 e sabato 7 luglio nella

nuova location di Fiera Milano Live, Rho. Tre giorni da vivere live, tre giorni di grande

musica arricchiti dalle performance di molti altri artisti, italiani e stranieri, che andranno a

completare il cast.

L’evento – organizzato da Live Nation, promosso da Heineken Italia e ospitato Fiera Milano

e dal Comune di Rho – nella sua nuova edizione milanese offrirà numerosissimi concerti

per tre giorni consecutivi con una formula collaudata in 13 edizioni, proponendosi come

l’appuntamento estivo più atteso non solo in Italia ma anche all’estero.

Il 5 luglio, reduci dai sold out di Milano e Torino e a 10 anni dalla loro ultima esibizione sul

palco dell’Heineken Jammin’ Festival, i Red Hot Chili Peppers porteranno on stage i brani

tratti dal loro ultimo album I’m with you, oltre ai grandi successi che li hanno resi indiscussi

protagonisti della scena rock mondiale, tanto da meritare quest’anno un posto nella

prestigiosa Rock and Roll Hall of Fame; il 7 luglio The Cure, icone internazionale della

musica new wave e post punk, torneranno sul palco dell’Heineken Jammin’ Festival a

distanza di 8 anni: suoneranno i brani tratti dai loro 14 album e, ovviamente, dall’epico

disco “Wish” che proprio nel 2012 festeggia 20 anni dalla data di pubblicazione.

Ma Heineken Jammin’ Festival, da sempre, non è solo musica: nel nuovo spazio di Fiera

Milano Live, Rho verranno allestite infatti aree tematiche di intrattenimento che

consentiranno agli appassionati di respirare l’atmosfera dell’evento anche attraverso

sport, relax e divertimento, avendo così la possibilità di vivere un’esperienza unica, anche

nel corso della giornata e non solo durante le performance degli artisti.

Un marchio diventato negli anni una garanzia che in tutte le sue edizioni ha portato in

Italia gli artisti più famosi del mondo – dai Pearl Jam agli Aerosmith, dai Rem agli Iron

Maiden, dai Metallica a Marylin Manson, dai Muse agli Oasis, ai Red Hot Chili Peppers, ai

Massive Attack, ai Black Eyed Peas, ai Coldplay – e quelli più apprezzati in Italia, i

Negramaro, Cesare Cremonini, Fabri Fibra, Vasco Rossi che con la sua performance ha

tenuto a battesimo la prima edizione dell’ Heineken Jammin’ Festival nel 1998.

 

Prezzi

Biglietto per una giornata: 55 euro + diritti di prevendita

Biglietto “Pit Fronte Palco”: 65 euro + diritti di prevendita

Abbonamenti per le 3 giornate del Festival: 150 euro + diritti di prevendita

I biglietti sono in vendita su TicketOne.it e presso tutti i punti vendita, rivenditori autorizzati e i sistemi

di vendita di Ticket One, Charta, Nuovo Box Office Firenze, Circuito Green Ticket Orbis (Roma),

Unicredit.

Per maggiori informazioni LIVE NATION ITALIA (02.53006501 – www.livenation.it)

“Ogni cosa di me” primo singolo dall’album di Sergio Cammariere

sergio cammariere

“Ogni Cosa di Me “ è la canzone che anticipa il nuovo album di Sergio Cammariere in uscita il 13 marzo, (Sony Music) un brano dal ritmo fluido e trascinante che accarezza il cuore come una danza.

Nel videoclip, scritto e diretto dal regista Jan Michelini, la canzone è rappresentata con un vero e proprio “corto d’autore” sognante, delicato e avvincente, che scava profondamente nelle dinamiche dell’amore con mano leggera e offre una chiave di lettura positiva, con un lieto fine senza scontati sentimentalismi.



Protagonisti del videoclip, un intenso Sergio Cammariere
e il suo doppio, che evoca certi personaggi surreali di Renè Magritte, con la bella ed espressiva attrice italiana Carolina Crescentini, valorizzati da una splendida fotografia in bianco e nero.

Il video vuole rappresentare il dualismo di una storia d’amore al limite dell’equilibrio, dove il protagonista si sdoppia tra realtà e sogno e, come un “altro se stesso”, va alla ricerca di una foto che gli ricorda la donna amata, per poi decidere di andare alla sua riconquista.

“Ho voluto creare un’atmosfera onirica, descrivere con le immagini il valore di inseguire un sogno, il coraggio di ritornare sui propri passi, salire su un’umile scaletta fin sulla luna per trovare la forza di donare ogni cosa di sé e ritrovare l’amore”
, questo scrive Jan Michelini, (già aiuto regista di personaggi quali Pupi Avati e Mel Gibson) sintetizzando il senso simbolico della canzone.

“6 MILIONI DI DOMANDE“

nico pistolesi

 

Ecco il primo Ep (Piano Solo) di Nico Pistolesi, talentuoso pianista Toscano classe 1985, “6 Milioni di Domande”, prodotto da Giovanni Germanelli e Roberto Salvadori.

Per il suo primo disco, Nico Pistolesi ha scelto di far parlare il suo pianoforte. E’ un album comunque Pop, che ricrea il mondo interiore dell’artista che è sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove storie da ascoltare. Si definisce come “Pianista, Elaboratore di idee“, a causa delle mille idee che affollano la sua testa e degli innumerevoli cantieri musicali che ha all’attivo da più di dieci anni di Musica.

La scelta del Piano Solo per il suo l’album di debutto, è nata dalla necessità di esprimere idee semplici e romantiche. Grazie alla possibilità di raccontare in musica le sue esperienze di vita, è nato un disco che vede come filo conduttore la semplicità.
In un mondo pieno di Grandi ideali, Nico preferisce lasciare spazio alla vita da vivere, senza fermarsi mai a guardare indietro, perché è così che si arriva ad ottenere un immagine reale dell’artista che c’è in noi.

Lasciatevi trasportare dentro il suo mondo musicale.

Narimar’s Tales
Il brano di punta che apre il disco è dedicato ad una ragazza semplice, venuta da lontano. Le esperienze di vita, vanno a sommarsi fino a regalare al pianista, il “racconto” che può presentare “6 Milioni Di Domande”. E’ un brano costruito sui ricordi e sulle sensazioni che si provano ad affrontare un racconto, parola con cui Nico definisce il suo modo di suonare : raccontare.
La musica è un arte che serve a regalare emozioni a chi la ascolta, grazie anche ad un linguaggio musicale corretto. Narimar’s ha da poco intrapreso un lungo viaggio, del quale avrà molto da ricordare una volta tornata. Ed è a questo che serve raccontare con la musica. A ricordare.


Ecco le prime date in Toscana del Tour Promozionale, che proseguirà, con buone probabilità in primavera, anche in Francia ed in Spagna:

24 Marzo @ Accademia Musicale del Golfo (Follonica -GR)

25 Marzo @ Tenuta di Paganico (Grosseto)

03 Aprile @ Castel Fiorentino (Firenze)

14 Aprile @ Libreriacafè Sottobosco (Pisa)

15 Aprile @ Libreriacafè La Cité (Firenze)

18 Aprile @ Libreria Ancilli (Siena)

19 Aprile @ Libreria Fahrenheit (San Giovanni Valdarno – Arezzo)

21 Aprile @ Urban ConceptStore (Castiglione della Pescaia -Grosseto) 

 

 

Link youtube: http://youtu.be/Zhr80K2dtFE

Tutte le info su:

www.nicopistolesi.it

www.facebook.com/nicopistolesi.music

www.twitter.com/nico_pistolesi

www.youtube.com/nicopistolesi