Rally Due Valli

Rally Due Valli
Rally Due Valli

Al Rally Due Valli Nicola Cazzaro viene incoronato campione del Clio Trophy Italia

Davide Porta mette a segno la sua prima vittoria nel trofeo davanti a Cazzaro ed Enrico Spreafico

Una gara che non ha reso la vita facile a piloti e navigatori a causa delle condizioni dell’asfalto, quella del Rally Due Valli, che ha messo a dura prova gli equipaggi del Clio Trophy Italia.

 

Porsche Carrera Cup Italia 2020

David Fumanelli
David Fumanelli

Porsche Carrera Cup Italia 2020:
Il team Q8 Hi Perform nuovamente a podio sul tracciato del Mugello

David Fumanelli mantiene viva la lotta per il titolo con Iaquinta e Quaresmini, conquistando un importantissimo secondo posto in Gara 2, che lo mantiene a soli 22 punti dal nuovo leader della classifica. Sale l’adrenalina in vista del gran finale del prossimo novembre all’autodromo di Monza

5 ottobre 2020 – Il penultimo appuntamento della Porsche Carrera Cup Italia ha rimescolato le carte in tavola, con il sorpasso in classifica generale di Iaquinta su Quaresmini, e ha messo in luce la costanza e la determinazione del Team Q8 Hi Perform, con David Fumanelli a lottare per le prime posizioni, conquistando ancora una volta il secondo gradino del podio e candidandosi come possibile campione 2020 a soli 22 punti dalla vetta.

La gara di sabato si è corsa in condizioni di bagnato-umido, con alternanza di pioggia leggera. Una situazione che ha dato vita a una gara ricca di sorpassi. Dopo una partenza non perfetta dalla seconda piazza ottenuta in qualifica, David Fumanelli ha recuperato velocemente terreno, superando Moretti al secondo giro e mantenendosi alle spalle del primo fino all’ultimo minuto. Nel finale gli pneumatici della 911 GT3 del Team Q8 Hi Perform sono entrati in crisi, costringendo David a lottare con gli artigli per difendere la posizione dagli attacchi di Baldan. Nonostante l’impegno il pilota brianzolo si è dovuto arrendere, perdendo ulteriormente terreno dopo un contatto con Iaquinta alla Biondetti, avvantaggiando di fatto Laurini che ne ha approfittato per saltare entrambi e concludere terzo davanti a Fumanelli.

In Gara 2, scattato dalla terza posizione, David Fumanelli non ha avuto esitazioni in partenza e ha subito puntato la prima posizione. Con un ottimo passo di gara ha mantenuto la terza posizione fino a pochi minuti dalla fine, per poi superare Festante all’uscita dell’Arrabbiata 2, tagliando il traguardo in seconda posizione.

“Al Mugello abbiamo portato a termine in parte il nostro obiettivo e siamo ancora matematicamente in corsa per la conquista del campionato grazie al secondo posto ottenuto in Gara 2. Abbiamo le due gare di Monza per sfidare Iaquinta e Quaresmini e per recuperare 22 punti. Non sarà un’impresa facile, ma mi impegnerò al massimo per portare a casa il miglior risultato possibile.”, David Fumanelli, pilota Team Q8 Hi Perform

“Siamo ancora in lotta per il titolo e devo ringraziare David Fumanelli per non aver mai perso la propria determinazione e aver sempre dimostrato in pista una grinta eccezionale. Al Mugello siamo sempre stati nel gruppetto di testa e in Gara 1 abbiamo mantenuto per la quasi totalità della gara il secondo posto fino a pochi minuti dalla conclusione. Sono soddisfatto del secondo gradino del podio in Gara 2, anche se la vittoria avrebbe avuto tutto un altro sapore. Ci riproveremo a Monza, questo è sicuro!”, Gherardo Bisi, Direttore Marketing di Kuwait Petroleum Italia

Italian F4 Championship powered by Abarth

Pizzi Francesco, Tatuus F.4 T014 Abarth
Pizzi Francesco, Tatuus F.4 T014 Abarth

Va in scena questo fine settimana sullo spettacolare circuito austriaco Red Bull Ring la terza manche dell’Italian F4 Championship powered by Abarth, che vede al via 30 giovanissimi piloti, in rappresentanza di 18 nazioni, al volante delle agili e performanti monoposto spinte dal motore Abarth.

Dopo le prime 6 gare, nei primi 2 appuntamenti, la classifica del campionato è decisamente aperta, con il leader Francesco Pizzi (Van Amersfoort Racing) che ha un vantaggio di soli 2 punti su Gabriele Minì (Prema Powerteam). E’ il primo anno – dalla prima edizione del 2014 – che i piloti italiani sono i grandi protagonisti di questa serie dalla forte connotazione internazionale, avendo vinto finora 4 delle 6 gare disputate.

Un successo a testa per Pizzi e Minì (entrambi a Misano Adriatico), due per Andrea Rosso (uno a Misano e uno a Imola), che occupa il quarto posto nella classifica generale del campionato. Nelle due restanti corse, a Imola, si sono imposti il rumeno Ugran, attualmente 3° in classifica,e l’inglese Jonny Edgar, che occupa la quinta posizione nel ranking.

L’elevato numero di partecipanti alla gara del Red Bull Ring renderà tappa austriaca,la tappa Austriaca ancora più spettacolare del solito, con una decina di piloti che possono ambire al successo. Il programma del fine settimana austriaco prevede due turni di prove libere nella giornata di venerdì 11 settembre e le prove ufficiali di qualificazione sabato 12 alle ore 8,30. Nella stessa giornata, alle ore 12,30 si disputa Gara1. Le altre due manche sono in programma domenica 13 alle ore 10,30 e alle 15,05.

Abarth supporta da 7 stagioni la serie dedicata ai giovanissimi piloti provenienti dal kart, di età compresa tra i 15 e i 18 anni, che vogliano crescere professionalmente e agonisticamente nel fantastico mondo del motorsport e, soprattutto, che vogliano fare esperienza formativa alla guida di vetture formula.

Diretta streaming su www.acisport.it.

Motori, è l’estate dei “Road Trippers”

Vacanze on the road
Vacanze on the road

Motori, è l’estate dei “Road Trippers”: per una persona su 2 le vacanze sono on the road

Senso di libertà, possibilità di avere tutto sotto controllo scegliendo le tappe e fermandosi nelle destinazioni meno affollate: sono queste le caratteristiche che la rendono la vacanza ideale per un anno nel quale la salute è al primo posto nella lista delle preoccupazioni dei vacanzieri. Un trend esploso anche sui social dove l’hashtag #roadtrip colleziona oltre 54 milioni di post.

“La strada non conta quello che conta è sentire che vai” cantava Ligabue e mai come quest’anno i chilometri percorsi saranno la vera essenza delle vacanze: in un’estate particolare, nella quale la salute viene messa al primo posto, a tornare in auge è il road trip. Grazie al viaggio on the road, infatti, sarà possibile evitare le destinazioni più affollate, una delle principali fonti di ansia dei vacanzieri nel 2020 secondo Forbes. Come scrive la rivista statunitense, a preoccupare sono anche i viaggi in aereo tanto che 1 persona su 2 si dichiara più propensa a guidare oltre 5 ore anziché volare a destinazione. Un modo di viaggiare celebrato da film senza tempo come Thelma & Louise, Easy Rider, Little Miss Sunshine e cantato dai musicisti di tutto il mondo: dai Red Hot Chili Peppers con Road Trippin’ a Rotolando verso sud dei Negrita fino a un classico come Born to be wild. E anche sui social la tendenza si fa notare: sono 54 milioni i post di Instagram con l’hashtag #roadtrip. Non solo, questo trend è amato anche dalla star come riporta il Daily Mail: dall’attore Kurt Russell alla protagonista dalla serie The Politician, Zoey Deutch, che ha viaggiato dalla California al Wyoming, e ancora la modella Rachel Finch che è partita in compagnia della famiglia, fino ad arrivare al cantante Justin Bieber. Dal primo road trip di cui si ha notizia, che come racconta il National Geographic risale al 1903 e fu fatto da Horatio Jackson per tenere fede a una scommessa lanciatagli dal proprietario di un bar in California, è passato oltre un secolo, ma questo modo di viaggiare appare oggi incredibilmente attuale. Senso di libertà e possibilità di avere tutto sotto il proprio controllo sono infatti le due caratteristiche che, secondo il New York Times porteranno i viaggiatori a optare per un’estate on the road. Non solo, dal momento che la maggior parte dei vacanzieri sceglierà di restare vicino a casa, sottolinea CNBC, scegliere un viaggio a tappe, godendosi la strada permette di allargare i propri orizzonti scoprendo nuovi paesaggi e scorci inaspettati.

“Il road trip in moto è perfetto per godersi una vacanza in tutta libertà. Grazie alle due ruote, infatti, è possibile vivere un’emozionante esperienza di viaggio, godendosi i profumi dei luoghi che si attraversano e lasciandosi assorbire completamente dal paesaggio circostante – spiega Eliana Macrì, fondatrice della scuola di guida sicura BikerX – Per chi vuole trascorrere una vacanza in tutta sicurezza, ma senza perdere il piacere della compagnia, BikerX offre pacchetti per trascorrere weekend nel segno del mototurismo in Sardegna, Toscana e Dolomiti. Grande attenzione è posta anche sulla sicurezza: i nostri istruttori faranno da guide e saranno a completa disposizione dei partecipanti per dispensare consigli e chiarire eventuali incertezze”.

Quando si parla di road trip, la moto è senza dubbio il mezzo per eccellenza nell’immaginario collettivo in quanto rappresenta, più di qualsiasi altro veicolo, il simbolo della libertà, una caratteristica che quest’anno, dopo mesi passati tra le mura di casa, sembra essere ancora più apprezzata. Non a caso, come riporta Bloomberg, le vendite delle due ruote sembrano aver subito meno le ricadute della crisi rispetto a quelle delle auto: nel primo quadrimestre del 2020, infatti, i veicoli a quattro ruote sono scesi del 12%, contro il 10,6% delle moto. Occorre però ricordare che quando ci si mette in sella per un lungo viaggio sicurezza è la parola d’ordine: il suggerimento è scegliere abiti realizzati con materiale tecnico, meglio se studiati per la stagione estiva e dotati di protezioni certificate. Massima attenzione anche al casco: il 9,1% dei motociclisti coinvolti in incidenti, infatti, lo perde nell’impatto perché allacciato male. Fondamentale è poi un’attenta manutenzione del veicolo. Non bisogna infine dimenticare che nel 70% dei casi la causa primaria d’incidente è l’errore umano da parte del conducente dovuto alla mancanza di percezione della moto e alla distrazione, ecco perché seguire un corso di guida sicura può rivelarsi un vero e proprio salvavita.

Oltre alle due ruote, fra i mezzi prediletti per il road trip c’è anche il camper che secondo Quartz sarà scelto da 46 milioni di americani nel 2020, ben il 120% in più rispetto allo scorso anno. A lasciarsi sedurre dal fascino di questo tipo di vacanza sono stati anche Justin Bieber e la moglie Hailey che, come riporta il Daily Mail, sono partiti per le strade americane su un lussuoso camper dotato addirittura di camino, guardaroba e sauna. Per chi, pur non avendo a disposizione il budget del cantante canadese, non vuole rinunciare alla comodità e non si sente pronto per tenda e sacco a pelo, il suggerimento è quello di scegliere il glamping, una soluzione in forte crescita e amata particolarmente dai più giovani come segnala Vox. È bene ricordare che per chi intende trascorrere una notte in campeggio, prenotarlo con anticipo è buona norma per assicurarsi un posto in strutture che vedono la propria capacità di accoglienza ridotta. Fra i viaggi on the road da ricordare anche quello di due giornalisti del National Geographic che hanno attraversato gli Stati Uniti da una costa all’altra a bordo di un’auto elettrica, arrivando fino a Washington dopo numerose tappe alle stazioni di ricarica, per sensibilizzare sul tema dell’inquinamento.

Ecco i 5 vantaggi del road trip:
1) Viaggiando a bordo del proprio veicolo si limitano al massimo i contatti con altre persone
2) Permette di fermarsi in luoghi poco conosciuti lungo il percorso
3) Consente di evitare le affollate mete turistiche di massa
4) Garantisce un grande senso di libertà
5) È adatto per chi non vuole allontanarsi troppo da casa, ma vuole espandere i propri orizzonti

E i 5 consigli per chi sta per mettersi in viaggio:
1) Controlla che tutti i componenti del veicolo utilizzato per partire siano in buono stato
2) Guida sempre con prudenza e segui un corso di guida sicura prima di partire
3) Porta con te dispositivi di protezioni come mascherine e gel disinfettante
4) Non esagerare con i bagagli, soprattutto sulle due ruote: potrebbero essere fonte di destabilizzazione dell’assetto della moto
5) Se scegli il campeggio prenota con largo anticipo per non rischiare di non trovare posto

Accordo tra Mv Agusta ed Akrapovic

Mv Agusta
Mv Agusta

Importante accordo tra Mv Agusta ed Akrapovic

Il marchio sloveno fornirà a MV Agusta impianti di scarico

MV Agusta annuncia una nuova e importante partnership industriale con Akrapovič il produttore sloveno di impianti di scarico, tra i leader mondiali del settore. È stato siglato un accordo per la fornitura di scarichi progettati e prodotti esclusivamente per i modelli MV Agusta. Akrapovič è un pioniere nell’uso innovativo di materiali come il titanio e le leghe di alluminio, ed è all’avanguardia nella realizzazione di componenti in fibra di carbonio. Fondata dal campione Igor Akrapovič, l’azienda lavora a stretto contatto con i più importanti team di MotoGP, Superbike e MXGP. L’esperienza ed il know-how acquisiti sui circuiti, trasferiti ai componenti destinati ai modelli di serie, garantiscono performance e qualità senza pari.

Ⓒ MV AGUSTA Motor S.p.A – Via G. Macchi, 144-21100 Varese

MV Agusta raccomanda Motul