Nasce “Lana in fiore”

Festa della fioritura
Festa della fioritura

La “Festa della Fioritura” e le “Settimane gastronomiche delle erbe selvatiche” si fondono: nasce “Lana in fiore”

Regione Lana all’opera per l’organizzazione della prima edizione

Aprile sarà un mese di festa per Regione Lana, la zona dell’Alto Adige che unisce a Lana, appunto, i paesi limitrofi di Cermes, Pavicolo, Postal, Gargazzone, Foiana e Monte San Vigilio. Da quest’anno, infatti, nasce “Lana in fiore”, la prima edizione della manifestazione che celebra la primavera e, nello specifico, la meravigliosa fioritura dei meli, che trasforma questo territorio in una distesa profumata dai toni bianco/rosa.

“Lana in fiore” è l’esito di due importanti eventi che si fondono e che da sempre hanno riscosso un grande successo di pubblico: la “Festa della Fioritura” e le “Settimane delle erbe selvatiche – sane e genuine”. Protagonisti di “Lana in fiore” saranno ovviamente i fiori e le erbe selvatiche.

Dal 1° al 30 aprile 2021 un ricco calendario di appuntamenti scandirà le giornate, con workshop, laboratori creativi, conferenze, corsi di cucina e di decorazione, escursioni e molte altre sorprese.

Il programma è ancora in fase di definizione (www.lanainfiore.it), ma restano garantiti due must della Festa della Fioritura: I Sapori del Maso (sabato 10 aprile), il mercato contadino nella zona pedonale di Lana dove i contadini locali propongono i propri prodotti da assaggiare, comprare e gustare, e la Festa dei masi in fiore, una giornata (domenica 18 aprile) in cui i tipici masi altoatesini aprono i loro battenti ai visitatori, svelando i loro tesori architettonici, tradizionali e gastronomici con merende e assaggi di prodotti genuini fatti in casa.

Per ulteriori informazioni su Regione Lana: lanaregion.it.

 

Las.fair, manifestazione artisti emergenti

Las.fair
Las.fair

LAS.fair

una nuova manifestazione rivolta agli artisti emergenti

Fino al 7 febbraio 2021 è possibile inviare le domande di partecipazione: www.lasfair.com

La città di Pescara è nota per il suo singolare apporto nel mondo dell’arte contemporanea, soprattutto a partire dagli anni ’70, e grazie all’impegno e all’ingegno di numerose personalità che si sono affermate nel panorama delle arti e del mecenatismo.

Da questo orizzonte culturale, vivace e propulsivo, nasce LAS.fair, una nuova manifestazione d’arte contemporanea rivolta agli artisti emergenti che si terrà il 28, 29 e 30 maggio 2021 presso l’Aurum – iconica architettura a ridosso della Pineta Dannunziana – e on line sul sito www.lasfair.com.

Fino al 7 febbraio 2021 alla pagina https://lasfair.com/iscrizione/ artisti e collettivi di artisti potranno sottoporre la domanda di partecipazione all’evento.

Le candidature sono riservate agli artisti emergenti che lavorano con la fotografia, le arti visive, la grafica e l’illustrazione. Saranno ammessi alla manifestazione:

– 50 artisti all’interno degli spazi espositivi dell’Aurum

– 25 artisti nella fiera digitale

– 25 artisti per l’e-commerce: questi ultimi avranno la possibilità di mettere in vendita un massimo di 3 opere all’interno dello spazio virtuale del sito www.lasfair.com

Per garantire la qualità delle opere presentate, la selezione sarà valutata da un team curatoriale composto da Alberto Dambruoso, storico dell’arte e curatore indipendente, direttore artistico LAS.fair; Giuliana Benassi, curatrice indipendente e storica dell’arte; Valentino Catricalà, studioso, curatore e critico d’arte; Manuela De Leonardis, storica dell’arte, giornalista e curatrice indipendente; Maria Chiara Valacchi, critica d’arte e curatrice indipendente.

LAS.fair

Tre sale espositive attrezzate per un totale di oltre 1000 mq, un auditorium da 70 posti per ospitare talk con esperti e protagonisti del mondo dell’arte contemporanea e attività come workshop e masterclass.

L’obiettivo di LAS.fair è quello di offrire ai giovani artisti l’opportunità di presentare fisicamente i loro lavori in un contesto aperto e stimolante, ma anche favorire momenti di incontro, discussione, scambio e crescita che diano vita a sinergie, collaborazioni, nuove opportunità e progetti. Un movimento creativo, dunque, che si propone di contribuire al tessuto culturale e artistico della città, con l’inevitabile proposito di affermarsi, nel lungo periodo, come una realtà significativa nel panorama dell’arte contemporanea del nostro paese.

Contestualmente alla fiera verrà organizzato anche un ricco programma di eventi collaterali in presenza e on line che andrà a costituire un vero e proprio festival, coinvolgendo artisti di rilevanza nazionale e internazionale, ma anche realtà impegnate nella ricerca e nella promozione, nell’ottica della costruzione di un grande network per l’arte contemporanea.

Scopo della manifestazione è inoltre richiamare l’interesse dei visitatori, dei galleristi e dei collezionisti d’arte contemporanea sulla produzione dei giovani artisti e sull’attività delle realtà culturali che si occupano della loro valorizzazione.

LAS.fair è ideata e organizzata dall’associazione culturale Limite Arti Sicure di Pescara, fondata da Federica Di Ninni, architetto, e Francesca De Salvia, restauratrice e storica dell’arte.

 

Miniartextil Como 2020

miniartextil
miniartextil

MINIARTEXTIL COMO 2020

La storica manifestazione dedicata alla Fiber Art contemporanea, annuncia le nuove date della sua trentesima edizione

Dal 30 gennaio al 9 maggio 2021

Pinacoteca Civica, Broletto e Mercato Coperto

ospitano opere di grandi maestri interazionali e installazioni site specific

una mostra diffusa in tutta la città di Como

cui si aggiunge anche Villa Olmo con la mostra METAMORPHOSIS

Miniartextil la storica manifestazione comasca dedicata alla Fiber Art, nonostante le difficoltà causate dalla pandemia di Covid 19, non rinuncia al progetto pensato per celebrare la trentesima edizione, e annuncia ufficialmente le sue nuove date: dal 30 gennaio al 9 maggio 2021, tutta la città di Como viene coinvolta in una mostra diffusa, tra opere di grandi Maestri e installazioni site specific, allestite negli spazi della Pinacoteca Civica, del Palazzo del Broletto e del Padiglione Grossisti del Mercato Coperto.

Ideata da Mimmo Totaro e Nazzarena Bortolaso, promossa e organizzata dall’Associazione ARTE&ARTE in collaborazione con il Comune di Como, dal 1991 Miniartextil porta a Como le visioni evocative e la creatività di grandi nomi dell’arte nazionale e internazionale e di giovani emergenti. La manifestazione ruota attorno all’esposizione di 54 opere di piccolo formato (20×20 cm), i minitessili da cui prende il nome, cui dal 1997 si affiancano installazioni site-specific e opere di grandi artisti.

 

 

 

MEI 2020: Si arricchisce il cast

Mei2019 panoramica
Mei2019 panoramica

Si aggiungono altri ospiti al cast del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, il più importante festival della musica indipendente, in programma dal 2 al 4 ottobre a Faenza (Ravenna).

Sabato 3 ottobre sarà presente a Faenza anche il musicista e compositore CLAUDIO SIMONETTI, fondatore della storica rock band Goblin in qualità di testimonial del contest “Arrangiami! 100 ANNI PER IL FUTURO”, prima di partire per un importante tour internazionale.

Quest’anno il MEI collabora anche con la Cina, grazie alla figura dello scrittore e mediatore culturale SEAN WHITE (Zhang Changxiao), che da anni si interessa alla musica italiana. È stato il primo ad esportare nel proprio Paese di origine la musica dei grandi cantautori, in primis Fabrizio De André, e si è dedicato all’organizzazione di più di 200 concerti per gli artisti italiani in Cina e in Italia, guadagnandosi il titolo di “Marco Polo della musica italiana”. White sarà protagonista, il 3 ottobre presso il MEI festival di Faenza, di un incontro durante il quale parlerà della reciproca influenza musicale e culturale tra Cina e Italia nel mondo della musica Indie Rock.

Domenica 4 ottobre, la giornalista e autrice FRANCESCA AMODIO presenterà il suo libro “L’OSTERIA DEL PALCO. Storie gastromusicali di musicisti on the road” con la prefazione di OMAR PEDRINI. Il libro è un omaggio ai 25 anni del MEI, e celebra lo sposalizio tra musica, viaggio e gastronomia attraverso i racconti di 25 artisti che sono passati per le vie di Faenza durante l’ultimo quarto di secolo. Il libro verrà presentato in anteprima al Passaggi Festival di Fano il 29 agosto, in un incontro con l’autrice, Giordano Sangiorgi e Ivana Stepjanovic. Al termine della presentazione si esibiranno i MEGANOIDI, tra i 25 protagonisti del libro

MEI 2020 – “A Basso Volume”

Mei2019 panoramica
Mei2019 panoramica

Domenica 19 luglio, dalle ore 19.00, in diretta streaming sul sito e sui social ufficiali del MEI, si terrà l’anteprima MEI 2020 “A Basso Volume”, una manifestazione dedicata a Paolo Borsellino in occasione dell’anniversario della sua morte.

L’evento indagherà il rapporto tra musica e lotta alla criminalità attraverso brani, interventi, letture, video e tanti altri contributi. Saranno vari i partecipanti all’iniziativa, tra associazioni, istituzioni e artisti.

Fra gli ospiti musicali, confermati i cantautori Francesco Baccini e Peppe Voltarelli, il rapper Maurizio Musumeci in arte Dinastia, Daniele Guastella feat. Luca Madonia (già vincitore di Musica contro le Mafie), Le Frequenze di Tesla e l’Orchestra “Falcone Borsellino” dell’ente no profit La Città Invisibile.

Tutti gli artisti sono invitati a partecipare all’evento inviando brani sul tema. Gli operatori della filiera musicale potranno inviare video contenenti la descrizione di eventuali iniziative svolte o da svolgersi in tal senso. Per adesioni scrivere a mei@materialimusicali.it o alle pagine Facebook collegate (AudioCoop, AIA Artisti Italiani Associati, Rete dei Festival, It – Folk).

L’iniziativa è organizzata da Claudia Barcellona con Giuliano Biasin e Renato Marengo, insieme al MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti e agli Stati Generali della Musica Indipendente ed Emergente.

Mancano poche settimane alla chiusura delle iscrizioni a MEI SUPERSTAGE, il contest gratuito rivolto agli artisti emergenti under 30, con in palio la possibilità di esibirsi sul palco del MEI 2020, la più importante rassegna della musica indipendente italiana in programma il 2, 3 e 4 ottobre a FAENZA (Ravenna).
Il concorso, in scadenza il 30 luglio, è realizzato in collaborazione con AudioCoop (Coordinamento Etichette Discografiche Indipendenti), AIA (Associazione Artisti Indipendenti) e Rete dei Festival (network nazionale dei contest).

Giunto al suo 25° anno, il MEI 2020 proporrà una speciale edizione che affiancherà alla tradizionale serie di concerti, presentazioni letterarie, convegni e mostre nelle principali piazze faentine, il nuovo format online ExtraMeiWeb, con contenuti esclusivi in streaming sul sito e sulle pagine social ufficiali della manifestazione.

Intanto, il MEI e gli Stati Generali della Musica Indipendente ed Emergente hanno presentato in audizione alla 7^ Commissione del Senato dedicata alla cultura un piano di rilancio del settore musicale e degli spettacoli dal vivo, in seguito all’impatto dovuto all’emergenza sanitaria.

A rappresentare 20 associazioni, 1000 aziende, 3 mila artisti e 100 festival del settore, il patron del MEI Giordano Sangiorgi, che ha parlato in veste di coordinatore degli Stati Generali
«È fondamentale attivare un tavolo culturale, politico e tecnico che sia unitario e metta a pari dignità i grandi e i piccoli protagonisti della filiera musicale, che insieme costruiscono il futuro della musica del nostro paese – ha dichiarato Giordano Sangiorgi – È necessario coinvolgere tutti quelli che possono essere coinvolti, perché il settore degli spettacoli trovi finalmente un inquadramento legislativo e giuridico definitivo e attuale»