Compilation in memoria di Lorenzo Orsetti

cover_Her dem amade me
cover_Her dem amade me

ESCE IL 4 DICEMBRE 2020

“HER DEM AMADE ME – Siamo sempre pronte, siamo sempre pronti”

LA COMPILATION IN MEMORIA DI LORENZO ORSETTI

Uscirà il 4 dicembre 2020 “Her dem amade me – Siamo sempre pronte, siamo sempre pronti”, la raccolta realizzata in memoria di Lorenzo Orsetti, ragazzo fiorentino morto in Siria per mano dell’ISIS il 18 marzo 2019, all’età di 33 anni.
“Her dem amade me” è un progetto curato da Lucio Leoni, prodotto da Blackcandy Produzioni in collaborazione con Arci Firenze, Associazione Lorenzo Orso Tekoşer, UIKI Onlus, WJAR- Weqfa Jina Azad a Rojava e Bao Publishing.

Si tratta di una raccolta fondi, i cui proventi saranno interamente devoluti al centro Alan’s Rainbow di Kobane per dotarlo di un ambulatorio pediatrico che sarà intitolato a Lorenzo Orsetti Tekoşer, partigiano internazionalista.

Il disco è pre-ordinabile al link a partire dal 5 novembre 2020:
www.blackcandyrecords.bigcartel.com/product/her-dem-amade-me

Un doppio cd con i brani di 24 Grana, Serena Altavilla, Assalti Frontali, Angela Baraldi, Cesare Basile, Paolo Benvegnù, Giorgio Canali, Pierpaolo Capovilla, Marco Colonna, Vittorio Continelli, Max Collini, Cristiano Crisci, Dagger Moth, Ginevra Di Marco, Er Tempesta, Giancane, La Rappresentate di Lista, Lucio Leoni, Malasuerte, Mokadelic, Nummiriun, Rita Lilith Oberti, Marco Parente, Carmelo Pipitone, Rapper C J A SAP, Marina Rei, Roncea, Rossofuoco, Tre Allegri Ragazzi Morti, Giovanni Truppi, Margherita Vicario, e il contributo artistico di Zerocalcare, che ha fornito le illustrazioni presenti nel booklet, tratte dal suo fumetto “Macelli”.

MISSION E DESTINAZIONE BENEFICA DEL PROGETTO

Ricordare Lorenzo significa continuare la sua lotta. Tutti i proventi derivati dall’acquisto del supporto fisico e, successivamente, da quelli della pubblicazione dello stesso in digitale saranno destinati alle popolazioni curdo siriane, che, insieme alle minoranze etniche del nord della Siria dal 2012, portano avanti il progetto di costruzione del Confederalismo Democratico, ovvero una società che abbia come pilastri fondamentali la democrazia diretta, la solidarietà, l’autodeterminazione delle donne, la laicità delle istituzioni pubbliche, il superamento del concetto di Stato-Nazione, l’ecologismo e lo sviluppo di una economia non capitalista.

Grazie ai partner con i quali abbiamo collaborato (Associazione Lorenzo Orso Tekoşer, UIKI Onlus, WJAR- Weqfa Jina Azad a Rojava e Arci Firenze APS) abbiamo identificato un progetto specifico che ci proponiamo di finanziare grazie al supporto di tutte e tutti.

L’Alan’s Rainbow è un edificio dove vivono in sicurezza e in un ambiente comunitario fino a 50 bambine e bambini rimasti orfani a seguito dell’occupazione dell’ISIS di Kobanê. Oltre al semplice alloggio, in questa struttura viene offerto anche un sostegno alle bambine e ai bambini per superare le esperienze traumatiche degli attacchi di ISIS e della perdita di uno dei genitori o di entrambi. Grazie al progetto è stata creata una nuova comunità e le bambine e i bambini hanno la possibilità di crescere in un ambiente protetto e comunitario che gli permetta di superare le loro esperienze traumatiche e crearsi nuove prospettive di vita per il loro futuro.
I ricavati dalla vendita del disco saranno interamente devoluti a questo luogo con l’intenzione di dotare la struttura di un ambulatorio medico pediatrico che possa essere un centro di salute per gli ospiti dell’orfanotrofio, per tutti gli studenti e le studentesse del comprensorio formativo e per tutti gli abitanti che vivono nella zona. Per fare questo abbiamo diviso il progetto in due fasi. La prima fase doterà l’ambulatorio pediatrico degli adeguamenti e delle forniture indispensabili per poter entrare in funzione il prima possibile. La seconda fase verrà sviluppata in maniera modulare al termine della prima e dando priorità alle forniture che vengano ritenute necessarie dalla WJAR – Weqfa Jina Azad a Rojava e dall’esperienza maturata durante il primo periodo di funzionamento dell’ambulatorio.

L’ambulatorio pediatrico dell’Alan’s Rainbow sarà intitolato a Lorenzo Orsetti Tekoşer, partigiano internazionalista di Rifredi/Firenze che ha combattuto e dato la vita per la Liberazione dei popoli del Nordest della Siria.

Per ulteriori informazioni sul progetto: www.blackcandy.it/her-dem-amade-me

LA RACCOLTA

“Her dem amade me” vuole ricordare un uomo, Lorenzo Orsetti, mantenere viva la sua memoria. Allo stesso tempo è una presa di posizione netta determinata dall’urgenza di mantenere alta l’attenzione su quella che è una delle più imbarazzanti sconfitte politiche, umane, sociali e culturali del mondo occidentale contemporaneo: la questione curda, l’abbandono e l’indifferenza del mondo intero nei confronti di un popolo che lotta per libertà propria e quella di tutti ponendosi come ultima linea difensiva nei confronti del fanatismo religioso.

Lorenzo è partito da Rifredi, quartiere di Firenze per combattere al fianco dello YPG ed è caduto a Baghuz, in Siria, mentre combatteva l’ISIS il 18 marzo 2019. Lorenzo era un ragazzo di trentatrè anni.

La compilation è frutto di una direzione artistica collettiva; ogni artista ne ha coinvolto un altro in una catena che solo per motivi tecnici si è dovuta fermare a 24 canzoni. Tra band, collaborazioni e artisti dell’immagine che hanno confezionato il disco le voci coinvolte sono però molte di più.
Artisti che, come dice il titolo, si sono fatti trovare pronti ad alzare la voce in memoria di un uomo e al fianco di un popolo; al fianco, soprattutto, di un’idea diversa di mondo e di società. L’idea ha serpeggiato la penisola a partire dal marzo 2020 e ha preso forma nei mesi successivi grazie alla disponibilità e al lavoro di ciascun artista che in autonomia si è adoperato per produrre un brano, un canto, un’opera da offrire al progetto.

BlackCandy, promotrice dell’idea, fa da collettore e cornice ad un lavoro corale, un respiro simultaneo di musicisti e musiciste, grafici e grafiche, illustratori e illustratrici, autori e autrici che hanno donato il proprio lavoro. Sentitamente grazie ad Arci Firenze per il lavoro di progettazione e la cura dedicata alle riunioni e all’ascolto, a Bao Publishing per il supporto e soprattutto grazie alla famiglia Orsetti: Alessandro, Annalisa e Chiara, che con il loro affetto, il loro amore, hanno saputo aiutarci nel costruire questo piccolo pezzo di noi, che altro non è che un altro pezzo di Lorenzo sparso nel mondo, adesso.

CREDITI

Un progetto di Blackcandy Produzioni
Ideato da: Leonardo Giacomelli, Lucio Leoni e Alessandro Orsetti
Direzione Artistica: Collettiva
Coordinamento Artistico: Lucio Leoni & Alessandro Gallicchio
Coordinamento Tecnico: Lorenzo Buzzigoli
Coordinamento del Progetto: Martina Di Loreto
Progetto grafico: Livia Massaccesi
Illustrazioni: di Zerocalcare tratte dal fumetto “Macelli” edizioni Bao Publishing
Si ringraziano GRS Studio Firenze e Tommaso Bianchi e il White sound Studio Mastering Studio

 

Lucio Leoni, “Nastro Magnetico”

LucioLeoniMartaCoratella3
LucioLeoniMartaCoratella3

Esce oggi martedì 29 settembre “Nastro Magnetico” il brano e videoclip che anticipa il nuovo disco di inediti di Lucio Leoni (Lapidarie Incisioni – Blackcandy Produzioni)

I PROSSIMI CONCERTI
29.10 Milano – Arci Bellezza – Aspetta Primavera, Bellezza
(ore 21.30; biglietti https://www.mailticket.it/manifestazione/AD30/LUCIO_LEONI__MAESTRO_PELLEGRINI)

30.10 Bologna – Mercato Sonato
(ore 21.30, ingresso 7€ + commissioni biglietteria online, Tessera Arci obbligatoria)

Esce oggi, martedì 29 settembre, “NASTRO MAGNETICO”, il brano e videoclip che anticipa il nuovo disco di inediti di LUCIO LEONI. In questa pellicola testuale e sonora l’artista si avvale della preziosa collaborazione dei Mokadelic, maestri della musica per cinema che realizzano la perfetta ambientazione sonora per la sceneggiatura scritta da Lucio Leoni.

Link al videoclip su YouTube di “Nastro Magnetico”:
https://www.youtube.com/watch?v=7YQ-HDjQYEQ&feature=youtu.be

“Nastro Magnetico” è il primo estratto dal disco “Dove sei pt.2”, capitolo conclusivo del doppio album di Lucio Leoni, inaugurato lo scorso 8 maggio con la pubblicazione della prima parte (“Dove sei pt.1”): un lavoro che ha riscosso, fin da subito, un ampio consenso e interesse da parte della critica che lo ha recensito con entusiasmo sulle principali testate.

Con la parte 2, attesa in uscita il prossimo 15 ottobre, Lucio Leoni completa un percorso che lo ha visto concepire un universo musicale estremamente variegato e un approccio sonoro frutto di molteplici ispirazioni, dal teatro canzone al rap, dal cantautorato allo spoken word.

GUIDA AL BRANO E AL VIDEO “NASTRO MAGNETICO” FEAT. MOKADELIC

‘Nastro Magnetico’ è una sceneggiatura da ascoltare: nasce per essere prima di tutto raccontata, poi musicata e infine filmata. Una trama contorta, non lineare, di quelle da film d’autore che non è detto abbiano ben chiaro dove andare a parare e che confonde la linea del tempo, centro nevralgico e tematico del disco, così come quel “dove sei” senza punto interrogativo, che in questo non-film emerge come costante.
Il matrimonio tra narrazione e musica nasce grazie alla preziosa collaborazione con i Mokadelic diventati ormai un punto di riferimento della composizione di musica per cinema che hanno sposato l’idea e realizzato una sinfonia imponente per accompagnare la narrazione. L’idea si è poi fatta “cinema” grazie alla collaborazione con il collettivo Zero che ne ha realizzato un cortometraggio riscrivendo in parte il soggetto e stratificandone così i livelli e le possibili interpretazioni.

CREDITI TECNICI E ARTISTICI DEL BRANO

‘Nastro Magnetico’ è un brano scritto da Lucio Leoni e dai Mokadelic.
Registrato e mixato nell’Agosto del 2020, Masterizzato da C.Gruer at Pisistudio.

Prodotto da Lapidarie Incisioni
Etichette: Lapidarie Incisioni – Blackcandy Produzioni
Ufficio stampa e promozione per Lucio Leoni: Big Time pressoff@bigimeweb.it
Booking: Locusta Booking lucioleoni@locusta.net

CREDITI DEL VIDEOCLIP

Un video di ZERO

Scritto e diretto da Niccolò Falsetti e Stefano De Marco
Con Concetto Calafiore, Eva Grieco
Dop Alessandro Veridiani
Scenografia Vito Zito
Props Maker Francesco Ciccimarra
Make-up Alice Gentili
Aiuto Operatore Mael Raspanti, Nicola De Pinto
Teatro di posa Nero Studio

Grazie a
Barbara Simone Roberti, Bnjamin Maier, Carlo Avella, Daniele Gargasole, F.lli Cartocci, Gianluca Battelli, Ginevra De Carolis, Martina Franci, Milena Cocozza, Leonardo Mirabilia, Kizia Galfo

Nel 2020 Lucio Leoni annuncia l’uscita del suo nuovo progetto discografico “Dove Sei”: un lavoro che vede la luce in due distinti capitoli che saranno rilasciati nel corso dell’anno.

L’8 maggio 2020 esce la prima parte, anticipata dal video e singolo “Mi dai dei soldi” feat. Andrea Cosentino, seguito dal secondo estratto, il brano “Il fraintendimento di John Cage” e dal singolo e video “Il sorpasso” feat. C.U.B.A Cabbal.

Link al videoclip de “Il sorpasso” su YouTube:

Link all’ascolto del brano “Il fraintendimento di John Cage”:

Link al videoclip di “Mi dai dei soldi” su YouTube: https://youtu.be/Rwuc8G-x1cE

“Dove sei pt.1” è stato presentato con un’ampia intervista in anteprima su Il Venerdì de La Repubblica e con interviste e recensioni su Il Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Il Manifesto, Left, Rumore, Vinile, Blow Up, Raro Più, Buscadero e sulle principali testate online. Oltre 150 siti infatti hanno parlato di “Dove sei pt.1” e di Lucio Leoni, tra questi: XL La Repubblica, Fanpage, Skytg24, Rockit, Sentireascoltare, Rockon, All Music Italia, Corriere.it, Webnotte di giorno su La Repubblica, Artwave, Oaplus, Le Rane e moltissimi altri.

L’album, inoltre, è stato presentato con interventi anche in numerose trasmissioni radio e tv di qualità, tra cui Rai Radio1 Music Club, Rai Radio1 In Viva Voce, Rai Radio1 Un giorno da Gambero, Rai Radio2 Lo Stato Sociale Show, Rai Radio2 Prendila Così, Rai Radio2 Le Lunatiche, Rai Radio3 La Lingua Batte, Radio24, GR1 Rai, Rai Radio Live, Sky Arte Luce Social Club, Rai5 Save The Date, Rainews24, Rai3 Tgr Lazio, Rai3 Tgr Toscana, Rai Italia L’Italia con voi e moltissime altre.

Il 15 ottobre 2020 uscirà la parte conclusiva, “Dove sei pt.2”.

Concerto Lucio Leoni

LucioLeoni_Cecchetti
LucioLeoni_Cecchetti

LUCIO LEONI DOPO IL PRECEDENTE SOLD OUT TORNA IN CONCERTO A ROMA PER PRESENTARE “DOVE SEI PT.1”

IL NUOVO ALBUM DI INEDITI

(Lapidarie Incisioni – Blackcandy Produzioni)

10/09 Roma – Effimera: l’estate popolare. Fusolab, Viale della Bella Villa, 94

(ore 21.30; ingresso gratuito previa prenotazione su effimera.net)

Formazione Live

Lucio Leoni – voce; Lorenzo Lemme – batteria; Daniele Borsato – chitarra; Giorgio Distante – tromba elettronica

A un mese dal sold out realizzato questa estate, LUCIO LEONI torna dal vivo a Roma per presentare il suo ultimo album di inediti “DOVE SEI PT.1”. L’artista si esibirà nuovamente negli spazi del Fusolab per ‘Effimera: l’estate popolare’ il prossimo 10 settembre. Un’ulteriore occasione per far conoscere anche al pubblico della propria città l’ultimo lavoro discografico.

Brillante, eclettico e visionario, Lucio Leoni spazia, con ironia e fantasia, dal teatro canzone al rap, dal folk alla canzone d’autore, approdando a uno stile proprio e riconoscibile che sintetizza poesia e sperimentazioni sonore.

“Dove sei pt.1” rappresenta il primo capitolo di un disco doppio che vedrà la luce in due diverse uscite nel corso del 2020: la prima è stata rilasciata a maggio e una seconda è in arrivo nei mesi autunnali.

In questo lavoro discografico, l’artista presenta i primi otto brani di un corpus di sedici, che si immergono nel dove del tempo e dello spazio. Una sorta di capitolo finale di una trilogia iniziata con i precedenti album, “Lorem Ipsum (gli spazi comunicativi)” e “Il “Lupo Cattivo (il bosco da attraversare)”, e che conclude adesso con “Dove sei”, un lavoro che si presenta già dal titolo senza punti interrogativi né esclamativi, bensì solo con la consapevolezza di essere qui, adesso.

“Dove sei pt.1” è stato anticipato ad aprile dal singolo e videoclip “Il sorpasso” feat. C.U.B.A Cabbal.

Link al videoclip de “Il sorpasso” su YouTube:  

https://www.youtube.com/watch?v=3_opNwiS0P8&feature=youtu.be

Altri estratti dal disco sono il brano “Il fraintendimento di John Cage”, rilasciato a marzo, e il videoclip “Mi dai dei soldi” pubblicato a dicembre 2019, che vede la collaborazione con il drammaturgo e attore Andrea Cosentino, vincitore del Premio Speciale Ubu 2018.

Link all’ascolto del brano “Il fraintendimento di John Cage”:

https://www.youtube.com/watch?v=qWAfbYUuvjc

Link al videoclip di “Mi dai dei soldi” su YouTube: https://youtu.be/Rwuc8G-x1cE

“Dove sei pt.1” è stato presentato con un’ampia intervista in anteprima su Il Venerdì de La Repubblica e con interviste su Il Corriere della Sera, Il Fatto Quotidiano, Il Manifesto, Left, riscuotendo, fin da subito, un ampio consenso da parte della critica che ha recensito con entusiasmo il disco sulle pagine di magazine come Rumore, Vinile, Blow Up, Raro Più, Buscadero e sulle principali testate online. Oltre 150 siti, infatti, hanno parlato di “Dove sei pt.1” e di Lucio Leoni, tra questi: XL La Repubblica, Fanpage, Skytg24, Corriere.it, Rockit, Sentireascoltare, Rockon, All Music Italia, Webnotte di giorno su La Repubblica, Artwave, Oaplus, Le Rane e moltissimi altri.

 

Lucio Leoni – “Il Lupo cattivo” Tour

LucioLeoni_perMail
LucioLeoni_perMail

Continua il tour di Lucio Leoni per la presentazione di “Il Lupo Cattivo”, il nuovo disco di inediti pubblicato da Lapidarie Incisioni/iCompany, distribuzione Sony, che gli ha permesso di vincere a dicembre la prima edizione del Premio Freak, il premio dedicato alla figura di Freak Antoni lanciato dal MEI, COOP Alleanza 3.0 e dall’ Associazione We Love Freak, con il sostegno della Regione Emilia Romagna.

“Il Lupo Cattivo” è il terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana.

“IL LUPO CATTIVO TOUR”
18.05 Pisa – Pisa Rock Fest w/ Effepunto
02.06 Varese – Fuori Chi Legge Fest
03.06 Sermoneta (LT)– Maggio Sermonetano
29/06 Roma – I-Fest
07/07 Trevignano Romano (RM) – Riva Fest w/ Le Capre a Sonagli
21/07 Fiano Romano (RM) – Scrigni

“Il Lupo Cattivo” è il terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana.

Brillante e provocatorio, Lucio Leoni usa l’espediente del Lupo Cattivo per parlare di emozioni universali e concetti senza tempo, per costruire una sorta di “saggio sull’esistenza” che non porti con sé una data di scadenza. Significati e i significanti si mescolano in costruzioni logiche o illogiche, per farsi dialogo interiore o racconto.

Dieci brani originali e un’inedita rielaborazione di una canzone di Luigi Tenco, “Io sono uno”: Lucio le ha dato nuova veste, arricchendola con le parole, sempre di Tenco, estratte da un Intervento al “beat 72” su “La canzone di Protesta” (Roma, novembre 1966).

“Il Lupo Cattivo” – Lucio Leoni

Lucio Leoni Web
Lucio Leoni Web

Avrà inizio il 24 novembre, dal Monk Circolo Arci di Roma, il tour di Lucio Leoni per la presentazione di “IL LUPO CATTIVO”, il nuovo disco di inediti. Si tratta del terzo album per uno dei pochi artisti, in Italia, capaci portare in canzone i monologhi viscerali tipici del teatro interiore, strutture rap e impeti punk, pur mantenendo un forte legame con la tradizione cantautorale italiana.

Venerdì 24 novembre
LUCIO LEONI
“Il Lupo Cattivo” live at MONK Circolo Arci
via Giuseppe Mirri 35, Roma
Inizio ore 23.00
Ingresso 8 euro + Tessera ARCI

Il tour poi continuerà in Toscana:
Venerdì 1 dicembre – Barberino di Mugello (FI) – Liberamente Circolo Arci
Giovedì 23 dicembre – Grosseto – FAQ Live

Il 10 novembre è uscito in anteprima su ROLLINGSTONE.IT il singolo “STILE LIBERO”, secondo estratto dal disco:
http://www.rollingstone.it/musica/news-musica/lucio-leoni-il-video-di-stile-libero-in-anteprima/2017-11-10/

Attorno a “STILE LIBERO” Lucio Leoni ha realizzato, in questi giorni, la prima campagna di “Fundcrowding” al mondo, che ha presentato nel programma Kudos di Rai 4. Una campagna su Facebook per invitare Tiziano Ferro, di cui Lucio è da sempre fan, a prendere parte al brano, che ha raggiunto grandi risultati: in tre giorni, oltre mille condivisioni e 130mila visualizzazioni.

LUCIO LEONI
“IL LUPO CATTIVO”
IL NUOVO DISCO DI INEDITI
(Lapidarie Incisioni/iCompany – distr. Sony)

Brillante e provocatorio, Lucio Leoni usa l’espediente del Lupo Cattivo per parlare di emozioni universali e concetti senza tempo, per costruire una sorta di “saggio sull’esistenza” che non porti con sé una data di scadenza. Significati e i significanti si mescolano in costruzioni logiche o illogiche, per farsi dialogo interiore o racconto.

Dieci brani originali e un’inedita rielaborazione di una canzone di Luigi Tenco, “Io sono uno”: Lucio le ha dato nuova veste, arricchendola con le parole, sempre di Tenco, estratte da un Intervento al “beat 72” su “La canzone di Protesta” (Roma, novembre 1966).

Tra gli ascolti che hanno portato la nascita del disco, lo spoken word inglese degli ultimi anni (Tricky, Riz Mc, The Streets, Ghostpoet), il teatro e la narrazione fiabesca, dove voce e strumenti si fondono (La Gatta Cenerentola di De Simone e il prewar Folk americano), ma anche il post rock con le chitarre sporche ed oblique (Slint, Karate, Tortoise) ed esteti della parola prestati alla musica, come Stromae e James Blake.