Jazz al Piccolo: Omaggio a Luigi Pestalozza

jazz al piccolo _original
jazz al picolo _original

Lunedì 26 febbraio, ore 21, presso il Piccolo Teatro – Teatro Strehler, secondo appuntamento con Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro – Teatro d’Europa

A un anno esatto dalla scomparsa di Luigi Pestalozza, storico della musica tra i più rilevanti del Novecento italiano, ma anche uomo politico e grande organizzatore culturale, Jazz al Piccolo propone una serata in suo onore con un singolare  programma borderline perfettamente in linea con la grande apertura culturale di Pestalozza.

Un concerto realizzato in collaborazione con Amici di Musica/Realtà, l’associazione legata alla prestigiosa pubblicazione da lui fondata negli anni settanta e oggi diretta da Roberto Favaro.

Il programma unisce aspetti del jazz contemporaneo, come Per una serenata di Intra, che presenta conductions e parti pseudo seriali, a pagine in cui grandi musicisti europei hanno incontrato il jazz o le musiche di derivazione africana/americana: dai pezzi pianistici di Stravinskj e Milhaud alla straordinaria scrittura imitativa di una band jazz di Sweet Basil di Franco Donatoni, dal colore degli ottoni del quartetto di Giacomo Manzoni, il compositore più vicino, anche sul piano umano, al dedicatario della serata, ad Alessandro Melchiorre, la cui composizione per quartetto d’archi e voce recitante apre la sua partitura agli interventi improvvisati del pianoforte di Enrico Intra.

Il programma si pone sulla linea di confine tra musiche diverse in dialogo tra loro, trovando la maniera di fondersi in qualcosa di nuovo e particolare che è, forse, il senso più profondo della dimensione musicale contemporanea e del pensiero dell’ultimo Pestalozza, che alla parola “musica” preferiva “le musiche”.

“Jazz al Piccolo: La Canzone Jazzata”

interno piccolo teatro strelher
interno piccolo teatro strelher

Lunedì 29 gennaio, ore 21, presso il Piccolo Teatro – Teatro Strehler, torna protagonista Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro – Teatro d’Europa

LA CANZONE JAZZATA
DA NATALINO OTTO A FRED BUSCAGLIONE
Arrangiamenti originali
Ospite FREDDY COLT (mandolino e voce)
con la partecipazione straordinaria di FRANCO CERRI
in occasione del suo novantaduesimo compleanno

ENSEMBLE DELLA CIVICA JAZZ BAND
solisti Emilio Soana (tromba), Roberto Rossi (trombone), Giulio Visibelli (sassofoni e flauto), Marco Vaggi (contrabbasso), Tony Arco (batteria) e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica C.Abbado di Milano

Direttore ENRICO INTRA

Programma:
composizioni e arrangiamenti originali di Pippo Barzizza, Enzo Ceragioli, Francesco Ferrari, Lelio Luttazzi, Fred Buscaglione, Gorni Kramer, Leo Chiosso, Natalino Otto, Piero Pizzigoni, Freddy Colt

Introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco

Jazz al Piccolo: Ultimo appuntamento

la mia napoli - jazz al piccolo
la mia napoli – jazz al piccolo

Lunedì 10aprile, ore 21, presso il Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza), si terrà l’ultimo appuntamento con Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi in collaborazione con il Piccolo Teatro – Teatro d’Europa

LA MIA NAPOLI

solista ospitee arrangiatore:SANDRO CERINO (sassofoni, flauti, clarinetto basso)

voce solista: LAURA FEDELE

con la
CIVICA JAZZ BAND
solisti: solisti: Emilio Soana (tromba), Andrea Andreoli(trombone), Giulio Visibelli(sassofoni e flauto), Marco Vaggi(contrabbasso), Tony Arco (batteria) e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica C.Abbado di Milano

Direttore ENRICO INTRA

Programma:
canzoni della tradizione napoletana arrangiate in chiave jazz da Sandro Cerino

Reginella / Si’ e Napule pur’ tu / LacremeNapolitane / Funiculìfuniculà / O’ paese do sole / O sole mio / Je te voglio bene assaje / Core n’grato

Inoltre, in prima esecuzione, Echoes of Napuledi Sandro Cerino

Introduzione al concerto a cura diMaurizio Franco

“Jazz al Piccolo”, lunedì 7 dicembre

jazzband01

Lunedì 7 dicembre, alle ore 11, presso il Piccolo Teatro Strehler (largo Greppi – M2 Lanza), si apre la XVIII edizione di Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzato dall’Associazione Culturale Musica Oggi  in collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Dopo l’anteprima del 30 novembre e con il consueto appuntamento della mattina di Sant’Ambrogio, riparte Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, la rassegna imperniata sulla Civica Jazz Band di Enrico Intra, formazione che riunisce i migliori studenti e i prestigiosi docenti dei Civici Corsi di Jazz di Milano (parte integrante della Civica Scuola di Musica  C.Abbado).

Come sempre legata a progetti speciali che le conferiscono assoluta originalità programmatica, la stagione jazz riprende con la versione originale del febbraio del 1924 della celeberrima Rapsodia di Gershwin, una delle pagine più amate dell’intero novecento musicale.

Eseguita guardando all’originale organico, viene ulteriormente aperta al linguaggio jazz da una versione che contempla una ritmica decisamente più moderna e swingante dell’originale e non perde di vista le elaborazioni improvvisate della parte pianistica, del resto presenti anche nella prima esecuzione ad opera dello stesso Gershwin.

Per l’occasione, l’orchestra verrà ampliata da un piccolo gruppo d’archi, presente nella partitura originale, scritta e arrangiata per l’orchestra di Paul Whiteman, proveniente dalla Civica Scuola di Musica C. Abbado, casa madre dei corsi di jazz., e da due solisti d’eccezione: Marco Gotti, clarinettista, sassofonista e compositore (leader della J.W. orchestra), spesso ospite della band di Intra, e Michele Di Toro, uno dei più completi pianisti della scena jazzistica italiana contemporanea.

Eccellente interprete, improvvisatore di alto profilo, autentico virtuoso dello strumento, Di Toro è uno specialista dell’esecuzione della Rapsodia, ma anche un improvvisatore a tutto tondo che affronterà alcune pagine particolari di Gershwin, come il ragtime Rialto Ripples e il secondo Preludio, aprendole al gioco delle variazioni improvvisate.

Ultimo appuntamento di “Jazz al Piccolo”

Lunedì 2 aprile, alle ore 21, presso il Piccolo Teatro Studio, si terrà l’ultimo appuntamento della quattordicesima edizione della rassegna Jazz al Piccolo – Orchestra Senza Confini, organizzata dal Piccolo Teatro di Milano e dall’Associazione Culturale Musica Oggi.

IL MONDO MUSICALE DI GEORGE GRUNTZ

 

CIVICA JAZZ BAND

solisti e prime parti:    Sergio Orlandi e Umberto Marcandalli (trombe),

Roberto Rossi (trombone), Giulio Visibelli (sassofoni e flauto),

Marco Gotti (sassofoni), Marco Vaggi (contrabbasso),

Mino Fabiano (basso elettrico), Tony Arco (batteria)

e gli studenti dei Civici Corsi di Jazz

solista ospite FRANCO AMBROSETTI   tromba

direttore GEORGE GRUNTZ

assistente Luca Missiti

 

programma:

George Gruntz    Franco’s Delight / So: What Serious Fun / Merryteria

Franco Ambrosetti  His Master’s Choice

Dave Liebman  Get Me Back To The Apple

John Coltrane  Big Nick

David Bargeron  Berne Burn # 2

Marvin Stamm   When She Looks At Me

Danny McCaslin  2nd Line Sally

 

introduzione al concerto a cura di Maurizio Franco

 

Il concerto conclusivo della quattordicesima stagione della rassegna imperniata sulla Civica Jazz Band di Enrico Intra, fiore all’occhiello dei Civici Corsi di Jazz, ospita il grande pianista, compositore e direttore d’orchestra svizzero George Gruntz in occasione dei suoi ottant’anni e dei quarant’anni della Concert Jazz Band, l’orchestra internazionale da lui fondata nel 1972 e diventata una delle band più prestigiose del jazz contemporaneo. Gruntz, che nel corso del concerto riceverà dal Piccolo teatro e da Musica Oggi una targa alla carriera, dirigerà la Civica Jazz Band eseguendo pagine storiche che spaziano lungo tutto l’arco della storia della band, avvalendosi anche della presenza di un solista di eccezione, amico e partner di Gruntz da almeno cinquant’anni: il grande trombettista svizzero Franco Ambrosetti. Proprio con il padre di Franco Ambrosetti, l’altosassofonista Flavio, Gruntz ha iniziato giovanissimo la sua carriera, sunando con un gran numero di musicisti americani di passaggio in Svizzera, vincendo concorsi internazionali, entrando quindi a far parte della favolosa European Rhythm Machine che il sassofonista Phil Woods guidava alla fine degli anni sessanta. Da quel clima musicale, nacque la Concert jazz Band, nella quale hanno militato grandiosi solisti americani ed europei. Per questo articolato concerto, la Civica Jazz band ospita nelle sue fila tre musicisti del J.W. Orchestra di Marco Gotti, cioé lo stesso leader e i trombettist Orlandi e Marcandalli.

 

Ingresso 16 euro – Per informazioni e prenotazioni tel. 848800304