Italrugby: seconda partita al Guinness Sei Nazioni 2020. al Guinness Sei Nazioni 2020.

luca-bigi
luca-bigi

Una giornata fredda e grigia ha fatto da sfondo al Captain’s Run della Nazionale Italiana Rugby presso lo Stade de France di Parigi che domani alle 16 sarà teatro della seconda partita dell’Italrugby al Guinness Sei Nazioni 2020.

“La Francia è una squadra fisica – ha esordito capitan Bigi nella consueta conferenza stampa a chiusura dell’allenamento di rifinitura – mentre il Galles molto strutturata in tutti i reparti. I francesi hanno un pacchetto di mischia fisico, individualità importanti e trequarti molto veloci con tanti giovani di talento. E’ una squadra ben amalgamata con atleti che hanno vinto 2 mondiali di seguito a livello giovanile e si sono già integrati nel gruppo della prima squadra”.

“La nostra è stata una settimana ottima dal punto di vista lavorativo e sono fiducioso per domani. I punti di incontro sono stati una parte negativa della nostra partita contro il Galles. Abbiamo lavorato molto in settimana su questo fattore. Vogliamo essere consistenti, solidi, ordinati per cercare di mettere pressione alla Francia”.

Passaggio nel finale della conferenza sulla prestazione dell’Italia U20: “E’ una squadra agguerrita, hanno giocato un ottimo primo tempo. C’è equilibrio tra avanti e trequarti. E’ una squadra ottima che può dare frutti in futuro ed è giusto che ambiscano a conquistare un posto in Nazionale Maggiore”.

Quarta giornata del NatWest 6 Nazioni 2018

6-nazioni-italrugby-
6-nazioni-italrugby-

Al Principality Stadium di Cardiff il Galles batte l’Italia 38-14 nella quarta giornata del NatWest 6 Nazioni 2018. Avvio subito in salita per l’Italia che dopo sei minuti è già costretta a rincorrere due mete segnate dalla linea veloce dei padroni di casa.

La reazione italiana arriva quattro minuti più tardi con la meta dell’estremo Matteo Minozzi che trasformata da Allan riporta gli Azzurri a distanza di break. Sul finire di tempo è il Galles a portarsi ancora avanti dalla piazzola con il piede di Anscombe, che sposta il punteggio sul momentaneo 17-7 con cui le squadre vanno a riposo negli spogliatoi.

Ad inizio ripresa sono ancora i Dragoni a marcare, questa volta con Hill che va oltre la difesa azzurra. L’Italrugby a cavallo dei due tempi non riesce successivamente a sfruttare una doppia superiorità numerica per due cartellini gialli inflitti contro i Dragoni nonostante le occasioni avute.

La squadra di Warren Gatland successivamente continua a spingere segnando altre due mete nella ripresa, chiudendo il match e guadagnando anche il punto di bonus offensivo. Non basta la meta finale segnata da Mattia Bellini e trasformata da Carlo Canna per riportare gli Azzurri di Conor O’Shea sotto nel punteggio, dopo un secondo tempo in cui il Galles è riuscito a portare definitivamente a casa la partita.

Rugby: Italia raduno a Roma per Galles e Scozia

italrugby
italrugby

Dopo essersi ritrovata questa sera nella Capitale, l’Italrugby inizierà domani gli allenamenti in vista della trasferta gallese, volando giovedì a Cardiff in vista del test domenicale contro i Dragoni di Warren Gatland, fermi in classifica a una vittoria e due sconfitte nel Torneo.

Nella lista dei trentadue atleti convocati da O’Shea spiccano i rientri di Luca Morisi, da tre anni assente dal Torneo per una lunga serie di infortuni, del pilone sinistro Federico Zani – costretto da un problema fisico a saltare i primi turni de 6 Nazioni – e del mediano di mischia Guglielmo Palazzani, che prende il posto nel gruppo di Edoardo Gori, andatosi ad aggiungere dopo la trasferta marsigliese alla lista degli infortunati.

Questi gli Azzurri da questa sera in raduno a Roma:
Piloni
Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby Club, 20 caps)
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 11 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 23 caps)*
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 5 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 5 caps)*
Federico ZANI (Benetton Rugby, 6 caps)

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 9 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 92 caps)
Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club, 4 caps)

Seconde linee
George Fabio BIAGI (Zebre Rugby Club, 21 caps)
Dean BUDD (Benetton Rugby, 9 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 5 caps)*
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 102 caps)

Flanker/n.8
Giovanni LICATA (Fiamme Oro Rugby, 3 caps)*
Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 14 caps)*
Sebastian NEGRI DA OLEGGIO (Benetton Rugby, 5 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 132 caps) – capitano
Jake POLLEDRI (Gloucester Rugby, esordiente)
Abraham STEYN (Benetton Rugby, 18 caps)

Mediani di mischia
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 22 caps)
Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Mediani d’apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 36 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 27 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 3 caps)

Centri-Ali-Estremi
Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 48 caps)*
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 7 caps)*
Tommaso BONI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 8 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 6 caps)
Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club, 6 caps)*
Luca MORISI (Benetton Rugby, 16 caps)*
*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

non considerati per infortunio: Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs)*, Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby)*, Ornel GEGA (Benetton Rugby), Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club)*, Edoardo GORI (Benetton Rugby)*, Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club)*, Marco RICCIONI (Benetton Rugby)*, Leonardo SARTO (Glasgow Warriors)*, Tito TEBALDI (Benetton Rugby)

Sudafrica – Italia

italia_sudafrica_test_match_rugfby_2017_getty
italia_sudafrica_test_match_rugfby_2017_getty

Allo Stadio “Euganeo” gli Springboks si aggiudicano il terzo dei Crèdit Agricole Cariparma Test Match di Novembre battendo l’Italrugby 35 a 6. Buon avvio dell’Italia nel primo tempo, che con il piede di Canna si portava in vantaggio al 10’ dopo numerose azioni nei 22 ospiti. Il Sudafrica reagiva prontamente allo svantaggio e si portava avanti con tre mete di ottima fattura, due delle quali segnate dai potenti uomini di mischia sudafricani.

Dopo il calcio di punizione realizzato al 20’ il mediano d’apertura azzurro Carlo Canna non riusciva a centrare nuovamente i pali al termine della prima frazione, chiusa in vantaggio dal Sudafrica per 21-6. Ad inizio ripresa gli Springboks trovavano la quarta meta nuovamente con un drive da touche, successivamente trasformata dal man of the match Handrè Pollard per il 28 a 6 ospite.

Un’Italia propositiva per tutto il secondo tempo non riusciva però a trovare la meta per accorciare le distanze a causa dell’attenta difesa sudafricana. Sul finire della ripresa gli Springboks chiudevano definitivamente il match con la meta su ripartenza del subentrato seconda linea Mostert per il 35 a 6 conclusivo.

Padova, Stadio Euganeo – sabato 25 novembre 2017, ore 15.00
Crédit Agricole Cariparma Test Match
Italia v Sudafrica 35-6 (21-6)
Marcatori: p.t.10’ cp Canna (3-0), 14’ m Louw tr Pollard (3-7), 20’ cp Canna (6-7), 25’ m. Mbonambi tr Pollard (6-14), 37’ m Venter tr Pollard (6-21) s.t. 44’ m Kitshoff tr Pollard (6-28), 76’ m Mostert tr Jantjies (6-35)
Italia: Hayward; Esposito, Boni, Castello (72’ Minozzi), Bellini; Canna (56’ Mckinley), Violi (48’ Gori); Parisse (cap), Steyn (48’ Giammarioli), Licata; Budd, Fuser (70’ Minto); Ferrari (61’ Pasquali), Bigi (48’ Ghiraldini), Lovotti (48’ Zani)
all. O’Shea
Sudafrica: Coetzee; Leyds, Kriel, Venter, Skosan (61’ Gelant); Pollard (68’ Jantjies), Cronje (55’ Paige); Vermeulen, du Toit (75’ Du Preez), Louw F.; De Jager, Ezzebeth (cap) (61’ Mostert); Louw W. (66’ Louw), Mbonambi (61’ Ralepelle), Mtawarira (30’ Kitshoff)
all. Coetzee
arb. Poite (Francia)
Calciatori: Canna (Italia) 2/3, Pollard (Sudafrica) 4/4, Jantjies (Sudafrica) 1/1

 

Italia vs Sudafrica, Stadio Euganeo verso il tutto esaurito

Stadio_Euganeo
Stadio_Euganeo

Entra nella fase finale l’avvicinamento al terzo e ultimo Crédit Agricole Cariparma Test Match dell’autunno 2017 e, a tre giorni dal calcio d’inizio di Italia v Sudafrica (sabato ore 15, diretta DMax canale 52 dalle 14.15), Padova è pronta a far sentire alla Nazionale tutto il proprio sostegno.

Lo Stadio Euganeo, che torna ad ospitare l’Italrugby per la terza volta nelle ultime quattro stagioni, viaggia verso il tutto esaurito: limitata la disponibilità in tutti i settori dell’impianto della Città del Santo, con la possibilità di continuare sino a sabato ad acquistare i tagliandi sia online su TicketOne.it che nei punti vendita o tramite il Call Center (892.101) del ticketing partner di FIR.

I botteghini dell’Euganeo, aperti sabato mattina, metteranno in vendita gli ultimi tagliandi disponibili per la sfida che chiude il 2017 di Parisse e compagni.