Notizie Italrugby

Rugby
Rugby

ITALRUGBY, Lazzaroni: “Atmosfera giusta per preparare il prossimo match”

Giornata di lavoro divisa in gruppi per la Nazionale Italiana Rugby che prosegue la propria marcia di avvicinamento verso l’esordio nella prima edizione della Autumn Nations Cup. Gli Azzurri affronteranno sabato 14 novembre la Scozia allo stadio Franchi di Firenze alle 13.45 nella prima giornata del torneo, partita che sarà trasmessa in diretta su Mediaset Canale 20 con la telecronaca di Gianluca Barca e il commento tecnico dell’ex flanker Mauro Bergamasco.

Nella mattinata focus sul campo dedicato alle mischie e al lavoro con il reparto degli avanti e, in contemporanea, i trequarti impegnati in palestra. Nel pomeriggio i due gruppi si sono invertiti lavorando sempre sotto l’occhio vigile dello staff tecnico suddiviso in modo da seguire attentamente tutti i giocatori.

“Stiamo lavorando tanto e bene in vista del prossimo impegno. E’ una nuova competizione – ha esordito Marco Lazzaroni nell’incontro stampa odierno via Starleaf – e di conseguenza c’è ancora più entusiasmo e curiosità nell’affrontarla. L’atmosfera qui è quella giusta per preparare un match di livello internazionale. Continuiamo a lavorare su quello che non ha funzionato nelle scorse due uscite per cercare di essere sempre più performanti”.

Friulano di origine come la leggenda della palla ovale, Alessandro Zanni, alla domanda sulla possibile “eredità” da raccogliere sul campo Lazzaroni ha risposto: “Non so se sarò io o qualcun altro. Alessandro per me rappresenta un idolo, un amico e una sorta di fratello maggiore. Lo conosco sin da piccolo e da sempre mi ha fornito consigli preziosi. Io penso a svolgere nel miglior modo possibile il mio lavoro e apprezzo ogni giorno che ho a disposizione per allenarmi in raduno con la Nazionale e dare il mio contributo alla squadra” ha dichiarato la seconda linea di Italrugby e Benetton Rugby.

Al raduno romano si è aggiunto anche Tiziano Pasquali. Il pilone, classe 1994 in forza al Benetton Rugby, è stato convocato e proseguirà insieme all’Italrugby la preparazione verso la partita contro la Scozia.

 

Notizie Italrugby

Franco Smith
Franco Smith

Italrugby, il XV di Smith per la sfida all’Inghilterra

Franco Smith, Capo Allenatore della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che sabato 31 ottobre alle 17.45 affronterà l’Inghilterra allo Stadio Olimpico di Roma nel secondo dei due recuperi del Guinness Sei Nazioni 2020, quinta ed ultima giornata del torneo. La partita sarà trasmessa in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

Due i cambi tra i 23 giocatori a lista gara rispetto a sabato scorso. Torna a vestire la maglia numero 15 Matteo Minozzi – reduce dalla finale di Premiership con gli Wasps – che andrà a comporre il triangolo allargato con Edoardo Padovani – al rientro in azzurro con meta a Dublino nella trasferta di sabato scorso contro l’Irlanda – e Mattia Bellini. Al centro confermata la coppia Canna-Morisi – alla quinta volta consecutiva da titolare – e la mediana vista nella capitale irlandese con Violi e Garbisi, autore di 12 punti (tra cui una meta) all’esordio con la maglia dell’Italia.

Terza linea con Polledri, Steyn – che ha toccato quota 40 caps in azzurro nella scorsa partita – e Sebastian Negri. Quinta presenza da titolare in questo Sei Nazioni per Niccolò Cannone che sarà affiancato da Marco Lazzaroni. Prima linea di marchio Zebre con Zilocchi, capitan Bigi e Fischetti.

In panchina troveranno spazio Lucchesi – che ha esordito a Dublino – Ferrari, Ceccarelli, Sisi, Meyer, Mbandà, Palazzani – al rientro in maglia Azzurra – e Mori, reduce dal primo cap come il tallonatore toscano.

“In Irlanda si sono visti sprazzi del nostro gioco e qualcosa di positivo, ma siamo consapevoli che abbiamo tanto lavoro davanti a noi. Siamo una squadra giovane e che ha voglia di emergere. Proseguiamo nella nostra strada per costruire una identità precisa” ha dichiarato Smith.

Nella giornata odierna Giulio Bisegni, Jacopo Trulla e Cristian Stoian faranno ritorno presso il proprio club di appartenenza e saranno a disposizione per il prossimo impegno in campionato.

L’arbitro dell’incontro sarà il francese Pascal Gauzere.

Questa la formazione che scenderà in campo:

15 Matteo MINOZZI (London Wasps, 19 caps)*

14 Edoardo PADOVANI (Benetton Rugby, 24 caps)*

13 Luca MORISI (Benetton Rugby, 33 caps)*

12 Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 27 caps)

11 Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 26 caps)

10 Paolo GARBISI (Benetton Rugby, 1 cap)*

9 Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 16 caps)*

8 Jake POLLEDRI (Gloucester Rugby, 17 caps)

7 Braam STEYN (Benetton Rugby, 40 caps)

6 Sebastian NEGRI (Benetton Rugby, 26 caps)

5 Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 4 caps)*

4 Marco LAZZARONI (Benetton Rugby, 7 caps)*

3 Giosuè ZILOCCHI (Zebre Rugby Club, 6 caps)*

2 Luca BIGI (Zebre Rugby Club, 28 caps) – capitano

1 Danilo FISCHETTI (Zebre Rugby Club, 4 caps)*

A disposizione

16 Gianmarco LUCCHESI (Benetton Rugby, 1 cap)*

17 Simone FERRARI (Benetton Rugby, 30 caps)*

18 Pietro CECCARELLI (Brive, 10 caps)*

19 David SISI (Zebre Rugby Club, 10 caps)

20 Johan MEYER (Zebre Rugby Club 5 caps)

21 Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 21 caps)*

22 Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 39 caps)

23 Federico MORI (Kawasaki Robot Calvisano, 1 cap)*

*membro dell’Accademia FIR Ivan Francescato

 

Italrugby: seconda partita al Guinness Sei Nazioni 2020. al Guinness Sei Nazioni 2020.

luca-bigi
luca-bigi

Una giornata fredda e grigia ha fatto da sfondo al Captain’s Run della Nazionale Italiana Rugby presso lo Stade de France di Parigi che domani alle 16 sarà teatro della seconda partita dell’Italrugby al Guinness Sei Nazioni 2020.

“La Francia è una squadra fisica – ha esordito capitan Bigi nella consueta conferenza stampa a chiusura dell’allenamento di rifinitura – mentre il Galles molto strutturata in tutti i reparti. I francesi hanno un pacchetto di mischia fisico, individualità importanti e trequarti molto veloci con tanti giovani di talento. E’ una squadra ben amalgamata con atleti che hanno vinto 2 mondiali di seguito a livello giovanile e si sono già integrati nel gruppo della prima squadra”.

“La nostra è stata una settimana ottima dal punto di vista lavorativo e sono fiducioso per domani. I punti di incontro sono stati una parte negativa della nostra partita contro il Galles. Abbiamo lavorato molto in settimana su questo fattore. Vogliamo essere consistenti, solidi, ordinati per cercare di mettere pressione alla Francia”.

Passaggio nel finale della conferenza sulla prestazione dell’Italia U20: “E’ una squadra agguerrita, hanno giocato un ottimo primo tempo. C’è equilibrio tra avanti e trequarti. E’ una squadra ottima che può dare frutti in futuro ed è giusto che ambiscano a conquistare un posto in Nazionale Maggiore”.

Quarta giornata del NatWest 6 Nazioni 2018

6-nazioni-italrugby-
6-nazioni-italrugby-

Al Principality Stadium di Cardiff il Galles batte l’Italia 38-14 nella quarta giornata del NatWest 6 Nazioni 2018. Avvio subito in salita per l’Italia che dopo sei minuti è già costretta a rincorrere due mete segnate dalla linea veloce dei padroni di casa.

La reazione italiana arriva quattro minuti più tardi con la meta dell’estremo Matteo Minozzi che trasformata da Allan riporta gli Azzurri a distanza di break. Sul finire di tempo è il Galles a portarsi ancora avanti dalla piazzola con il piede di Anscombe, che sposta il punteggio sul momentaneo 17-7 con cui le squadre vanno a riposo negli spogliatoi.

Ad inizio ripresa sono ancora i Dragoni a marcare, questa volta con Hill che va oltre la difesa azzurra. L’Italrugby a cavallo dei due tempi non riesce successivamente a sfruttare una doppia superiorità numerica per due cartellini gialli inflitti contro i Dragoni nonostante le occasioni avute.

La squadra di Warren Gatland successivamente continua a spingere segnando altre due mete nella ripresa, chiudendo il match e guadagnando anche il punto di bonus offensivo. Non basta la meta finale segnata da Mattia Bellini e trasformata da Carlo Canna per riportare gli Azzurri di Conor O’Shea sotto nel punteggio, dopo un secondo tempo in cui il Galles è riuscito a portare definitivamente a casa la partita.

Rugby: Italia raduno a Roma per Galles e Scozia

italrugby
italrugby

Dopo essersi ritrovata questa sera nella Capitale, l’Italrugby inizierà domani gli allenamenti in vista della trasferta gallese, volando giovedì a Cardiff in vista del test domenicale contro i Dragoni di Warren Gatland, fermi in classifica a una vittoria e due sconfitte nel Torneo.

Nella lista dei trentadue atleti convocati da O’Shea spiccano i rientri di Luca Morisi, da tre anni assente dal Torneo per una lunga serie di infortuni, del pilone sinistro Federico Zani – costretto da un problema fisico a saltare i primi turni de 6 Nazioni – e del mediano di mischia Guglielmo Palazzani, che prende il posto nel gruppo di Edoardo Gori, andatosi ad aggiungere dopo la trasferta marsigliese alla lista degli infortunati.

Questi gli Azzurri da questa sera in raduno a Roma:
Piloni
Dario CHISTOLINI (Zebre Rugby Club, 20 caps)
Simone FERRARI (Benetton Rugby, 11 caps)
Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby Club, 23 caps)*
Tiziano PASQUALI (Benetton Rugby, 5 caps)
Nicola QUAGLIO (Benetton Rugby, 5 caps)*
Federico ZANI (Benetton Rugby, 6 caps)

Tallonatori
Luca BIGI (Benetton Rugby, 9 caps)
Leonardo GHIRALDINI (Stade Toulousain, 92 caps)
Oliviero FABIANI (Zebre Rugby Club, 4 caps)

Seconde linee
George Fabio BIAGI (Zebre Rugby Club, 21 caps)
Dean BUDD (Benetton Rugby, 9 caps)
Federico RUZZA (Benetton Rugby, 5 caps)*
Alessandro ZANNI (Benetton Rugby, 102 caps)

Flanker/n.8
Giovanni LICATA (Fiamme Oro Rugby, 3 caps)*
Maxime Mata MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 14 caps)*
Sebastian NEGRI DA OLEGGIO (Benetton Rugby, 5 caps)
Sergio PARISSE (Stade Francais, 132 caps) – capitano
Jake POLLEDRI (Gloucester Rugby, esordiente)
Abraham STEYN (Benetton Rugby, 18 caps)

Mediani di mischia
Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 22 caps)
Marcello VIOLI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Mediani d’apertura
Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 36 caps)
Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 27 caps)
Ian MCKINLEY (Benetton Rugby, 3 caps)

Centri-Ali-Estremi
Mattia BELLINI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Tommaso BENVENUTI (Benetton Rugby, 48 caps)*
Giulio BISEGNI (Zebre Rugby Club, 7 caps)*
Tommaso BONI (Zebre Rugby Club, 11 caps)*
Tommaso CASTELLO (Zebre Rugby Club, 8 caps)
Jayden HAYWARD (Benetton Rugby, 6 caps)
Matteo MINOZZI (Zebre Rugby Club, 6 caps)*
Luca MORISI (Benetton Rugby, 16 caps)*
*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

non considerati per infortunio: Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs)*, Angelo ESPOSITO (Benetton Rugby)*, Ornel GEGA (Benetton Rugby), Renato GIAMMARIOLI (Zebre Rugby Club)*, Edoardo GORI (Benetton Rugby)*, Edoardo PADOVANI (Zebre Rugby Club)*, Marco RICCIONI (Benetton Rugby)*, Leonardo SARTO (Glasgow Warriors)*, Tito TEBALDI (Benetton Rugby)