Diabete: set di infusione MiniMed™ Mio™ Advance

MiniMed™ Mio™ Advance di Medtronic
MiniMed™ Mio™ Advance di Medtronicsalute,diabete,set d’infusione,insulina,

È disponibile anche in Italia, per i pazienti diabetici in terapia con microinfusore di insulina, il nuovo MiniMed™ Mio™ Advance di Medtronic, vera innovazione nel panorama dei set d’infusione. Le sue caratteristiche lo rendono semplice, veloce e intuitivo da sostituire ogni 2 o 3 giorni, agevolando la gestione della terapia con microinfusore nella quotidianità.

Il microinfusore è un dispositivo utilizzato nella terapia del diabete che consente l’infusione continua, 24 ore su 24, di insulina nel tessuto sottocutaneo. Contiene un serbatoio per l’insulina a cui è collegato un set di infusione (tubicino più cannula sottocutanea) che permette all’insulina necessaria alla persona diabetica di fluire al corpo.

Sostituire il set d’infusione e il serbatoio ogni 2 o 3 giorni garantisce un migliore controllo glicemico, riducendo il rischio di episodi di iperglicemia e evitando l’insorgere di effetti indesiderati al sito di infusione.

Aiuta, inoltre, a ridurre il rischio di interruzioni nell’infusione dovute, per esempio, a ostruzione, piegamento, attorcigliamento, fuoriuscita della cannula, migliorando così il controllo glicemico e prevenendo l’insorgenza di complicanze a breve e lungo termine.

Il nuovo set di infusione MiniMed™ Mio™ Advance, adatto a pazienti adulti e bambini, è stato studiato con un design intuitivo che consente l’inserimento della cannula nel sottocute con la pressione di un solo pulsante, anche con una sola mano, facilitando così l’utilizzo di zone altrimenti difficili da raggiungere, come la parte bassa della schiena.

Non presenta aghi visibili e, grazie al dispositivo di inserimento precaricato (serter), rende semplice il cambio del set anche per le persone che non hanno una elevata manualità.

Una volta rimossa la pellicola protettiva dell’adesivo alla base del set e il tappo di protezione che funge da fermo, basta posizionarlo sulla zona del corpo desiderata e premere il pulsante per inserire il set d’infusione.

Rende, quindi, rapida e semplice la sostituzione periodica del set e più agevole variare spesso il sito di infusione, così da evitare problemi cutanei.

L’obiettivo di Medtronic è da sempre migliorare la qualità di vita delle persone con diabete per garantire loro una maggiore libertà al di là della malattia. Nel periodo novembre 2017 – gennaio 2018, oltre 200 pazienti a livello mondiale hanno utilizzato il set di infusione MiniMed™ Mio™ Advance.

Di questi, oltre l’85 per cento lo ha ritenuto migliore del precedente e si è detto soddisfatto di questa innovazione. Il nuovo set, già disponibile anche nel mercato italiano, sta ricevendo un elevato apprezzamento.

«È davvero leggero, compatto e maneggevole rispetto ai precedenti. Il valore aggiunto per il piccolo paziente e per i genitori è sotto gli occhi di tutti; chi lo sta già utilizzando ha dato un riscontro più che positivo – ha affermato il dottor Riccardo Bonfanti della diabetologia pediatrica del Diabetes Research Institute, Ospedale San Raffaele di Milano -. È importante cambiare spesso la sede di posizionamento del set d’infusione perché l’insulina tende ad accumularsi ostacolando un perfetto assorbimento. In linea generale, visto che ogni due-tre giorni è necessario sostituire sia il set che il serbatoio, la praticità di Mio™ Advance agevola la gestione complessiva della terapia».

Diabete: con Alitalia viaggiare è più semplice.

-Alitalia-voli-aerei
Alitalia ha introdotto nuove regole a favore dei passeggeri affetti da diabete per facilitare i loro spostamenti.
Le nuove regole sono state messe a punto in collaborazione con Diabete Italia Onlus, l’organizzazione che riunisce molte tra le società scientifiche, associazioni di pazienti e operatori professionali del mondo del diabete.

Sono 3 milioni e mezzo le persone diabetiche in Italia, di cui 800.000 sono in trattamento con l’insulina e 20.000 di queste hanno meno di 18 anni.

Oggi i passeggeri con diabete che viaggiano Alitalia non devono più presentare il nullaosta sanitario, a condizione che non siano stati ricoverati nei 30 giorni che precedono il volo. Solo in questo caso, è necessario chiamare il Customer Center Alitalia al numero 06.65640 perottenere le istruzioni relative alla presentazione, prima del volo, della documentazione necessaria.

L’insulina, con i dispositivi necessari per la somministrazione, potrà essere trasportata nel bagaglio a mano e sarà quindi facilmente accessibile durante il volo, oltre che non soggetta al rischio di subire alterazioni per gli sbalzi di temperatura che si possono verificare in stiva. E’ consentito portare in cabina un quantitativo di insulina sufficiente per l’intero viaggio (volo di andata, soggiorno e volo di ritorno).

Per superare i controlli di sicurezza in aeroporto è sufficiente esibire il certificato in originale del medico curante, con data non anteriore a 30 giorni. Sui propri voli superiori alle tre ore Alitalia offre inoltre la possibilità di prenotare un pasto speciale per persone affette da diabete.

Il professor Giorgio Ricciardi-Tenore, Direttore Sanitario Medicina Aeronautica e del Lavoro di Alitalia, dichiara: «Grazie alle nuove terapie chi ha il diabete può avere una vita molto dinamica. Si tratta di persone che viaggiano anche spesso, per lavoro e per vacanza e non certo solo per ragioni sanitarie. Vogliamo offrire a tutti loro il meglio dell’esperienza di volo con Alitalia».

Il professor Salvatore Caputo, Presidente Diabete Italia, afferma: «Siamo molto felici di questa collaborazione con Alitalia che si è dimostrata da subito attenta alle nostre proposte a favore delle persone affette da diabete e dei loro familiari per rendere più semplice il viaggio in aereo».Le nuove linee guida sono consultabili sul sito alitalia.com (informazioni – organizza il tuo
viaggio – assistenze speciali).