Un Natale a Valencia: l’alternativa per tutta la famiglia

il Natale a Valencia
il Natale a Valencia

Durante le feste natalizie, la città di Valencia è un tripudio di luci, colori e decorazioni, l’alternativa perfetta alla classica settimana bianca tra sole, gastronomia e tanti eventi.

l periodo delle feste natalizie è magico e suggestivo e la città di Valencia si prepara a celebrarlo con eventi a misura di famiglia, che si susseguiranno fino all’arrivo del nuovo anno. Le temperature miti anche d’inverno, permettono di godersi la città in ogni suo angolo dalle bancarelle del centro storico da cui si spandono profumi di castagne, torroni e mandorle, dalla pista di pattinaggio di Plaza del Ayuntamiento, alle calles addobbate in riva al mare.

La magia dei mercatini di Natale tra tradizione e novita’.

Chi non sa resistere allo shopping può lasciarsi sedurre dagli otto mercatini allestititi per le strade di Valencia, occasione irrinunciabile non solo per scovare il souvenir perfetto ma anche per visitare la città e i suoi tesori. Artigianato, gastronomia locale, ceramica e oggetti intagliati nel legno e oggetti di design si possono trovare al mercatino natalizio installato lungo le strade intorno al Mercato Central; alla Fiera Dell’Artigianato di Plaza de La Reina; alla Mostra dell’Artigianato del Mercado de Colòn, al Mercado Belenistas in cui trovare accessori per presepi realizzati dall’associazione presepistica della Comunità valenciana; al Mercado de Tapineria e all’impressionante Città della Arti e delle Scienze, che in occasione del Natale vedrà l’allestimento di 35 stand in cui respirare la magia del natale tra tradizione e modernità sullo sfondo di questo iconico monumento alla scienza. Chi ama il design può fare un salto al mercato di Jul Konstruktion per trovare una selezione di pezzi di artisti e designer di moda, accessori e decorazioni nella galleria Jorge Juan. Jul Konstruktion completa la sua offerta con una zona caffetteria, concerti dal vivo, laboratori, mostre e attività per bambini. Il mercatino più originale è senza dubbio quello dedicato ai Re Magi dal 3 al 5 gennaio nel Cabanal a due passi dal mare, il quartiere marinaro per eccellenza a Valencia.

Il natale dei bambini a Valencia.

Valencia è la destinazione ideale per un viaggio family-friendly in cui scoprire le tradizioni natalizie tra magia e divertimento grazie a Expojove, una fiera con spettacoli dal vivo, laboratori e aree di gioco che avrà luogo a Feria Valencia dal 26 dicembre al 4 gennaio.

Nella zona della marina, un’altra opzione è il Luna Park dove i più piccoli potranno divertirsi tra giochi, premi e zucchero filato, fino al 22 gennaio. Torna a Valencia anche la magia del circo per incantare grandi e piccini con esibizioni uniche: il Gran Circo Wonderland di fronte al Bioparc, il Circo Alaska sull’Avenida Tomás Sala e il Gran Fele a La Rambleta. Sempre al Bioparc i piccoli visitatori potranno lasciarsi sorprendere dal villaggio berbero e trascorrere qualche ora all’aria aperta tra giochi e laboratori a stretto contatto con la natura in un’atmosfera magica e fiabesca.

Un altro evento caratteristico di Valencia è certamente la cavalcata dei Re Magi prevista per il 5 gennaio alle 17. Dal porto di Valencia fino a Plaza Del Ayuntamiento gli attesissimi Re Magi percorreranno le vide di Valencia regalando dolciumi agli astanti.

A caccia di Presepi.

Tra le usanze più importanti spiccano a Valencia i presepi tradizionali esposti nelle zone emblematiche della città, alcuni con centinaia di figure. Decisamente suggestivo è il presepe che sarà presente in pieno centro, a Plaza de la Reina fino al 7 gennaio con statue a grandezza naturale. Altri presepi da visitare sono quello esposto nella Cattedrale, il famoso presepe napoletano del Museo Nazionale di Ceramica, il presepe allestito al Mercato di Colón e infine quello al Mercato Centrale.

Assaporare il Natale valenciano.

La maggior parte dei ristoranti della città offrirà succulenti menù natalizi; chi volesse festeggiare il Natale e assaporare la gustosa gastronomia valenciana può scegliere ad esempio il ristorante Hispania e La Cigrona nel centro storico; oppure il Contrapunto nella zona della Città delle Arti e delle Scienze; il ristorante Vlue Arribar presso la Marina o La Ferrera sulla spiaggia di Pinedo.

Tra i prodotti tipici natalizi da provare o portare a casa sicuramente non può mancare il torrone oppure il cioccolato con churros o le frittelle in uno dei tanti locali della città che vendono horchata, come Daniel, presso il Mercado de Colón, o Bertal, in Plaza de la Reina.

Il giorno dell’Epifania non può mancare il dessert Roscón de Reyes, una ciambella di pasta fine a forma di anello, decorata con pezzi di frutta candita, che rappresenta i rubini e gli smeraldi che ornavano i mantelli colorati dei Magi d’Oriente. Nell’impasto si nasconde una piccola sorpresa e chi la trova viene incoronato re della casa. Ma c’è anche un fagiolo e chi lo trova si impegna ad acquistare il roscón l’anno successivo, magari di nuovo a Valencia! I migliori roscones, si trovano presso La Tahona del Abuelo (Plaza de España, 1), Las Comedias (Comedias, 11) e La Rosa de Jericó (Hernán Cortés, 14).

Winter Deaflympics 2019: in arrivo i giochi olimpici dei sordi

giochi olimpici dei sordi_Valtellina e Valchiavenna
giochi olimpici dei sordi_Valtellina e Valchiavenna

Dal 12 dicembre fino al 21 dicembre atleti provenienti da tutto il mondo si sfideranno sulle piste della Valtellina e della Valchiavenna.
Le Olimpiadi dei Sordi sono state presentate al pubblico e alla stampa in occasione della fiera Skipass tenutasi a Modena domenica 3 novembre allo stand FISI. Alla presentazione sono intervenuti Massimiliano Bucca, Team Manager e consigliere FSSI, Pieralessandro Samueli e Tommaso Graziosi, rispettivamente presidente e vicepresidente del Comitato Organizzatore, e Daniela Pilatti, Consigliere al turismo del Comune di Madesimo, intervenuta per i consorzi di Chiavenna e Madesimo. Inoltre, il Presidente FISI Flavio Roda e il presidente del CRAC Lombardia Franco Zecchini hanno avuto l’occasione di sottolineare l’importanza delle Olimpiadi Silenziose in Valtellina e Valchiavenna come evento sportivo turistico e sociale.
Sempre lo scorso weekend, in previsione delle prossime Olimpiadi dei Sordi, l’Unione Polisportiva Chiavennese ha organizzato nella splendida cornice del Palazzo del Ghiaccio di Madesimo un test event di curling. Alla prova hanno partecipato atleti italiani, svizzeri e croati.
“Ospitare una manifestazione di carattere internazionale come le Winter Deaflympics per noi è motivo di orgoglio” afferma Franco Masanti, sindaco di Madesimo “Le Olimpiadi dei Sordi sono una grande novità per il nostro territorio, che, per dieci giorni, diventerà il palcoscenico di questa emozionante kermesse sportiva. Non vediamo l’ora di dare il via per accogliere a braccia aperte e dare il benvenuto agli atleti provenienti da tutto il mondo”.
Il prossimo appuntamento è fissato per mercoledì 27 novembre alle ore 11.30 al Palazzo Lombardia con una conferenza stampa a cui saranno presenti vari rappresentanti del mondo paralimpico, tra cui Giacomo Pierbon, plurimedagliato nello sci alpino alle Olimpiadi invernali del 2015 che si sono svolte in Russia.

Aquagranda Active You! Livigno: Pellegrini vs Pellegrino

Pellegrini-vs-Pellegrino-a-Livigno-sfida-nuoto
Pellegrini-vs-Pellegrino-a-Livigno-sfida-nuoto

Durante i loro allenamenti in altura a Livigno, la stella del nuoto azzurro e il campione di sci fondo si sono sfidati a ritmo di bracciate nella piscina di Aquagranda Active You!. Pellegrino, poi, sfida Federica sugli sci: appuntamento al prossimo autunno a Livigno?
Non serve essere campioni dello stesso sport per sfidarsi in una gara degna di essere ricordata: è successo questa mattina a Livigno, dove la campionessa Federica Pellegrini ha lanciato una sfida all’ultima bracciata a un atleta che in comune con lei ha ben poco. A varcare la soglia del centro Aquagranda pronto a gareggiare nei 50 metri con la stella del nuoto italiano è stato il campione mondiale dello sci di fondo Federico Pellegrino, che proprio in questi giorni ha iniziato la sua preparazione sull’anello di fondo di Livigno, aperto lo scorso 19 ottobre.
Entrambi a Livigno con le proprie nazionali per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2020 l’una e alle Gare di Coppa del Mondo l’altro, Federica e Federico si sono sfidati nella piscina semi olimpionica del centro sportivo e benessere Aquagranda Active You!: nonostante gareggiasse in uno sport totalmente differente da quello che è la sua specialità, Federico non ha voluto rinunciare al suo essere un campione di sci di fondo e ha affrontato Federica indossando non solo la sua tutina da fondo, ma anche la fascetta che sempre lo accompagna quando scende in pista.
Il grande impegno e grinta di Federico nulla hanno potuto però sull’esperienza e la tecnica di Federica Pellegrini, che alla fine della sfida ha però accolto l’invito del campione di fondo ad indossare gli sci per una rivincita sulla pista di fondo di Livigno: l’appuntamento quindi al prossimo anno, dopo le Olimpiadi di Tokyo.
Accomunati non solo dal nome e dall’essere vincitori di medaglie d’oro, ma anche dalla paronomasia legata ai loro cognomi, Federica e Federico si sono incontrati nel Piccolo Tibet con uno scopo comune: prepararsi alle diverse gare che li attendono sfruttando la versatilità, le strutture e soprattutto l’altezza di Livigno. Con i suoi 1816 metri, infatti, Livigno è il luogo ideale per svolgere una preparazione atletica in quota sfruttando tutti i benefici dell’altitude training, che agisce sui meccanismi di trasporto dell’ossigeno migliorando tutte le prestazioni del corpo.
Così, da ormai diverso tempo la vasca di 25 metri di Aquagranda è sede degli allenamenti della Nazionale Italiana di Nuoto: dalla metà dello scorso settembre, oltre a Federica Pellegrini hanno raggiunto Livigno per la loro preparazione anche il resto del team, tra cui spiccano Gregorio Paltrinieri, Simona Quadrella, Margherita Panziera e Gabriele Detti.
Anche la Nazionale Italiana di Sci di Fondo, insieme a quella francese, ceca, tedesca ed estone, ha raggiunto il Piccolo Tibet per iniziare gli allenamenti: già dallo scorso sabato 19 ottobre gli atleti hanno infatti potuto mettere gli sci ai piedi e solcare la neve dell’anello di fondo, realizzato con la neve conservata durante l’estate tramite lo Snowfarm. Questa tecnica consiste in un innovativo metodo di conservazione della neve basato sull’impiego di segatura e teli geotermici, che la proteggono dalle alte temperature estive impedendone lo scioglimento: non solo lo Snowfarming permette così di anticipare nettamente le altre località sull’inizio della stagione invernale, che a Livigno si apre prima che in ogni altra destinazione sciistica, ma favorisce un sostanziale risparmio energetico e di carburante altrimenti necessario per la movimentazione e la produzione di neve artificiale.

Natale 2019: a Singapore torna Christmas on A Great Street

Natale 2019 a Singapore
Natale 2019 a Singapore

I regali più belli e preziosi che si possono ricevere a Natale sono sicuramente i momenti di felicità condivisi con le persone care. Ecco perché quest’anno la Orchard Road Business Association (ORBA) di Singapore ha scelto, come tema per A Great Street 2019, le famose illuminazioni natalizie della Città del Leone, il tema “Il regalo più grande”, con l’obiettivo di diffondere i valori dell’amore, della pace e della gioia in occasione del Natale 2019. Saranno organizzate anche attività divertenti collaterali ed esperienze per grandi e piccoli, per regalare momenti di condivisione e collezionare indimenticabili ricordi per visitatori e locali.

Light-Up Ceremony
I festeggiamenti partiranno dal 16 novembre 2019 per concludersi il 1° gennaio 2020. Come da tradizione, anche quest’anno verrà organizzata la famosa Light-Up Ceremony presso la Ngee Ann City Civic Plaza, proprio sabato 16 novembre.

Orchard Road
Orchard Road, adorna di luci colorate e scintillanti, accoglierà i visitatori con tanti piccoli Babbo Natale che pendono dagli alberi e dagli archi luccicanti. Quest’anno le decorazioni natalizie sono state pensate per offrire un’esperienza coinvolgente ai passanti che camminano lungo le vie di Singapore: Tanglin, Orchard e Somerset saranno adornate in base a differenti temi per stupire e lasciare tutti a bocca aperta di fronte alle scintillanti decorazioni tra cui Babbo Natale, palline natalizie, scatole regalo o fiocchi di neve. Inoltre, la novità di quest’anno è uno splendente arco di benvenuto all’incrocio tra Tanglin e Grange Road e più di trenta biglietti di auguri alti tre metri lungo Orchard Road. Per la prima volta, le decorazioni per le strade si estenderanno anche verso Grange Road e Orchard Link e, nel suo trentaseiesimo anno, la firma Christmas on A Great Street includerà anche pezzi unici interattivi sui marciapiedi di Orchard Road; i visitatori potranno posare con un gigante Babbo Natale che cavalca la sua renna o camminare attraverso un tunnel alto quattro metri adornato da grandi simboli natalizi.

Il Great Christmas Village
Il Great Christmas Village, uno dei momenti clou dei festeggiamenti, ritorna per il terzo anno con un concept rinnovato: visto il grande successo della precedente edizione, quest’anno l’evento sarà sviluppato su tre diverse location: * SCAPE, Grange Road Car Park e Shaw House Urban Plaza. Il Great Christmas Village si svolgerà dal 23 novembre al 26 dicembre 2019 e ospiterà oltre 30 giostre e attrazioni che lasceranno affascinati grandi e piccoli: i villaggi di Natale presso * SCAPE e Shaw House Urban Plaza ospiteranno giostre per famiglie e una nave pirata. Nel Great Christmas Village al Grange Road Car Park, i giovani potranno divertirsi con corse emozionanti come autoscontri e attrazioni adrenaliniche.
Un’altra delle novità di quest’anno sono i due pop-up tematici nel Great Christmas Village e 14 food trucks, dove si potrà gustare il meglio dello street food singaporiano. I più piccoli potranno immergersi in un mondo di giocattoli Hasbro presso Mini TOYBOX, che presenterà marchi famosi come NERF, My Little Pony e MONOPOLY. Ma non finisce qui, il Great Christmas Village ospiterà anche spettacoli serali di cantanti quali Estelle Fly, Shye e Charlene Su, che accompagneranno con un concerto il conto alla rovescia della Vigilia di Natale. Infine, per gli amanti dello shopping, grandi marchi internazionali e locali come Bvlgari, Chomel, IRVINS Salted Egg, SingTel e Vivo apriranno negozi pop-up per offrire esperienze di shopping esperienziali ai visitatori attraverso prodotti esclusivi, display interattivi e attività speciali.
I crediti per il Great Christmas Village saranno già in vendita online con interessanti promozioni, dal 22 ottobre 2019, mentre quando inizieranno i festeggiamenti, saranno venduti agli sportelli delle tre sedi.

Appuntamento con Li Tea Gourmand, Livigno

Livigno-li-tea-gourmand-post-evento-2019
Livigno-li-tea-gourmand-post-evento-2019

Giovedì 3 ottobre, livignaschi e visitatori hanno potuto provare l’esperienza unica de Li Tea Gourmand, organizzato dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno per sorprendere i palati degli ospiti con 5 diversi menu.
Sotto il cielo stellato del Piccolo Tibet, in posizioni privilegiate da cui ammirare tutta la bellezza di una Livigno illuminata, visitatori e livignaschi hanno potuto vivere l’emozione unica de Li Tea Gourmand, organizzato dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno, che da anni riunisce tutta la passione, l’entusiasmo e la creatività di chef e pastry chef livignaschi.
Anche quest’anno, con Li Tea Gourmand Livigno è stata teatro di cinque cene che si sono svolte in contemporanea in cinque diverse location e di cui protagonisti indiscussi sono stati i sapori, la tradizione più autentica e lo spirito innovatore degli chef e dei pasticceri dell’Associazione.
A rendere ancora più speciale l’evento, le location scelte per la serata: le cinque cene, infatti, si sono svolte in cinque diverse Tee, le baite tipiche della tradizione, per l’occasione allestite ad hoc a ricreare una calda e accogliente atmosfera di condivisione.
Sono stati 30 gli chef e pasticceri che, divisi in brigate, hanno creato e servito agli ospiti cinque diversi menù gourmet, ognuno dei quali ha avuto come ingrediente protagonista un prodotto differente, scelto tra i prodotti tipici della stagione autunnale. Ad accompagnare ogni menu, grazie all’aiuto dei Sommelier del luogo, sono stati calici di vini valtellinesi selezionati.
Le cinque Tee private scelte per ospitare le cene, dislocate in località Pemont, Luleta e Camposc’tin, sono trasformate in luoghi incantati e suggestivi, per far rivivere ad ogni ospite la sensazione di accoglienza e calore che da sempre si respira nei luoghi simbolo della tradizione. La loro posizione davvero panoramica, unita all’attenzione per gli allestimenti, hanno contribuito a rendere ogni cena un’emozione unica da vivere e raccontare: i dettagli curati degli interni ma anche degli esterni, la musica a fare da leggero sottofondo, il calore di focolari, legno e camini si sono sposati alla perfezione con il cielo stellato e la vista panoramica dall’alto sulla Livigno illuminata, regalando agli ospiti l’atmosfera perfetta per assaporare la tradizione e la creatività portate in tavola da chef e pasticceri.
Degni di nota, i menu preparati dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno: presso La Téa da Doménia da Bernàrd dal Móni, protagonista di ogni piatto è stata la carota, accompagnata dalla lepre e dal lampone, mentre accanto ai frutti rossi, da Al Baita dal Magro da Luléta, hanno primeggiato il coniglio e il tartufo. Presso La Téa da Domeniòn, è stato invece servito un menu che ha reso protagonista la zucca, accompagnata dall’anatra e dalla castagna. I menu serviti invece presso La Téa da Róco da Francésc’ch da Filipp e La Téa da Doméni da Ménc hanno avuto invece come ingredienti principali con piatti rispettivamente l’uva, insieme alla mela e al capriolo, e la pera, accompagnata in ogni portata dai porcini e dal cervo.
Per rendere davvero unica e indimenticabile la serata, le portate di ogni menu sono state accompagnate da un abbinamento molto particolare: ogni piatto è stato infatti gustato non solo con il gusto, ma anche con tutti gli altri sensi. In ogni Tea gli ospiti hanno potuto vivere una vera e propria esperienza sensoriale e hanno gustato le creazioni degli chef con olfatto, tatto, udito, vista e, naturalmente, gusto.
<<Siamo davvero contenti del successo e dell’ottima riuscita di questo evento – ha commentato Michele Bormolini, Presidente dell’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno, al termine della serata – Siamo orgogliosi che iniziative come questa, legate non solo al cibo e all’enogastronomia ma anche alle più grandi tradizioni e alla storia di Livigno raccolgano l’approvazione e l’interesse di così tante persone. Per questa edizione de Li Tea Gourmand, addirittura, i posti sono andati sold-out il giorno stesso in cui sono state aperte le iscrizioni, per un totale di 110 partecipanti. Oltre a ciò – ha continuato il presidente dell’ACPL – da ammirare sono la grande passione, determinazione, disponibilità e creatività degli chef e dei pasticceri che scelgono ogni giorno, e soprattutto in occasioni come questa, di mettere al servizio di tutti, livignaschi e turisti, le loro abilità e conoscenze per regalare momenti unici e indimenticabili, che racchiudono l’essenza e la tradizione della nostra valle>>.
Per conoscere tutte le iniziative portate avanti dall’Associazione Cuochi e Pasticceri di Livigno e per consultare il calendario completo degli eventi in programma nel Piccolo Tibet: livigno.eu