Cinema Mexico: proiezione “Quando sei con me”

Docufilm di Vidas
Docufilm di Vidas

Lunedì 10 febbraio 2020, ore 21 – Cinema Mexico (via Savona 57 Milano)

Quando sei con me

Il fine vita raccontato dai giovani studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti

in un docufilm realizzato in collaborazione con VIDAS

Le storie di Paolo, Santa, Giuseppina e quelle di chi si prende cura di loro, lo scorrere del tempo e il senso di un’esistenza, che persiste anche quando la vita sta per finire. È quanto racconta in maniera diretta e commovente ma mai scontata Quando sei con me, docufilm realizzato dagli studenti della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti in collaborazione con VIDAS, associazione che offre assistenza sociosanitaria ai malati inguaribili.

L’opera, diretta da Andrés Testa Herranz, sarà in sala lunedì 10 febbraio alle ore 21 al Cinema Mexico (via Savona 57), ingresso € 5,50.

Già selezionato al Filmmaker Festival 2019 all’interno del Concorso Prospettive dedicato alle opere realizzate da giovani autori, Quando sei con me è un documentario di osservazione girato con macchina a mano e luce naturale a Casa Vidas, la struttura che a Milano accoglie chi non può essere curato a domicilio. Un luogo in cui numerose persone, di età differenti, vengono accompagnate con competenza e dolcezza nei loro ultimi momenti.

Storie e testimonianze che si incrociano, attimi duri e drammatici ma anche frammenti di una quotidianità che a volte, nonostante il dolore della malattia, riesce a strappare qualche sorriso. Una narrazione corale, filtrata dall’occhio di un gruppo di giovani cineasti guidati da Tonino Curagi, che coinvolge tutti coloro che vivono l’hospice, dai pazienti ai familiari, dagli operatori sanitari ai volontari, e che ben trasmette l’insostituibile valore del “prendersi cura”.

Vidas ogni anno assiste, 24 ore su 24, oltre 1.800 pazienti a Milano, Monza e in 112 comuni dell’hinterland.

Quando sei con me

Soggetto e ricerca: Carlo Knol, Andrea Saleri, Andrés Testa Herranz

Produzione: Francesco Tanzi e Letizia Zatti

Fotografia: Daniele Catenazzi, Gaetano Gagliaro, Teresa Gusso, Michele Ricciardelli

Suono: Vito De Mola, Emanuele Hall

Montaggio: Riccardo Pesare, Davide Vitola

Durata: 62’

Vidas difende il diritto del malato a vivere anche gli ultimi momenti di vita con dignità. È un’associazione di volontariato laica, fondata da Giovanna Cavazzoni a Milano nel 1982. Offre assistenza socio-sanitaria completa e gratuita ai malati con patologie inguaribili a domicilio e nell’hospice Casa Vidas: degenza e day-hospice. Un servizio garantito grazie all’intervento di proprie équipe socio-sanitarie, formate da figure professionali tutte specializzate in cure palliative, affiancate da volontari selezionati. Un percorso di 37 anni accanto a chi soffre e che ha raggiunto oltre 35.000 persone: anziani, adulti e dal 2015 anche bambini. Per loro nel 2019 è stata inaugurata Casa Sollievo Bimbi, primo hospice pediatrico della Lombardia per l’accoglienza di minori gravemente malati e il sostegno alle famiglie. L’attività di formazione per operatori e di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza accompagnano da sempre quella assistenziale.

vidas.it; noidividas.it

Arriva al cinema: “Maledetto Modigliani”

MaledettoModigliani_POSTER
MaledettoModigliani_POSTER

In occasione delle celebrazioni a 100 anni dalla morte di Modigliani, arriva al cinema solo il 30 e 31 marzo e l’1 aprile Maledetto Modigliani, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital. Diretto da Valeria Parisi e scritto con Arianna Marelli su soggetto di Didi Gnocchi, il docufilm racconta la vita e la produzione di Amedeo Modigliani (1884-1920), un artista d’avanguardia diventato un classico contemporaneo amato e imitato in tutto il mondo.

Livornese dalla vita breve e tormentata, Dedo o Modì, come fu soprannominato, viene qui narrato da un punto di vista originale: quello di Jeanne Hébuterne, l’ultima giovane compagna, che si suicidò due giorni dopo la morte dell’amato, avvenuta all’Hôpital de la Charité di Parigi il 24 gennaio del 1920.

All’epoca Jeanne era incinta e lasciava una figlia di un anno. È proprio a partire dalla sua figura e dalla lettura di un passo dai “Canti di Maldoror”, il libro che Modigliani teneva sempre con sé, che si apre il nuovo docufilm della stagione 2020 della Grande Arte al Cinema.

Il docufilm trae ispirazione anche dalla mostra “Modigliani – Picasso. The Primitivist Revolution” curata da Marc Restellini che aprirà all’Albertina di Vienna nel settembre del 2020 ed è arricchito dalle immagini di opere esposte sia all’Albertina, sia alla National Gallery of Art di Washington, nei musei e nelle collezioni di Parigi e nella grande mostra “Modigliani e l’avventura di Montparnasse” del Museo della Città di Livorno.

Nel docufilm sono  i suoi dipinti ripresi in set dedicati, da “La Filette en Bleu” al ritratto di Jeanne Hébuterne, a parlarci. Giocando tra riprese della città di oggi e foto e filmati d’archivio in bianco e nero, la voce narrante di Jeanne racconta di quella Parigi di inizio secolo: la ville lumière, la metropoli, il centro della modernità, già mercato d’arte e polo d’attrazione per pittori e scultori da tutta Europa.

“Freedom”, il nuovo singolo di Silvia Nair

Silvia Nair ph Fabrizio Fenucci_
Silvia Nair ph Fabrizio Fenucci_

Da venerdì 29 novembre, è online il video di “FREEDOM”, il nuovo singolo della cantautrice e compositrice SILVIA NAIR già disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

“Freedom” è il leitmotiv della colonna sonora de “El numero Nueve – Gabriel Batistuta”, il docufilm prodotto da SenseMedia che celebra la vita e la carriera del campione argentino Gabriel Batistuta presentato in anteprima alla festa del cinema di Roma.

Il videoclip, anch’esso diretto da Pablo Benedetti, già regista del film “El numero nueve – Gabriel Batistuta”, immagini e momenti estratti dal docufilm si alternano alla figura elegante e raffinata della cantautrice Silvia Nair che attraverso la sua possente voce e le note del pianoforte evoca il ricordo degli anni di gloria di Gabriel Batistuta.

“Timoria – Viaggio senza vento”

Foto @ Riccardo Trudi Diotallevi Photography www.facebook.com/trudiphotography
Foto @ Riccardo Trudi Diotallevi Photography

Il 2 dicembre OMAR PEDRINI sarà protagonista al Fabrique di Milano con “TIMORIA- VIAGGIO SENZA VENTO, l’ultimo concerto”, un evento unico per celebrare uno degli album dei Timoria che ha cambiato le sorti del rock italiano anni 90, a 26 anni dall’uscita.
Non solo un concerto ma un vero e proprio “art rock party”, come lo stesso Pedrini lo definisce: un incontro tra musica, letteratura, cinema per una giornata all’insegna dell’arte e della cultura.

Ai tanti ospiti già confermati all’evento, si aggiunge anche ENSI, artista fortemente voluto da Omar Pedrini: «Sono felicissimo e onorato di avere anche il king del rap italiano tra gli ospiti di questo evento a cui tengo molto, perché l’ho visto dal vivo e lui è davvero una bomba. Ho quindi voluto invitarlo e sono felicissimo che abbia accettato il mio invito».

Oltre a lui saranno sul palco: Nicolai Lilin (scrittore e tatuatore siberiano) che parlerà del rock in Russia ai tempi del comunismo e della situazione globale climatica, Matteo Guarnaccia (artista e scrittore, figura fondamentale della psichedelia italiana), ma anche Eugenio Finardi e Mauro Pagani, ospiti dell’originale “Viaggio Senza Vento” che, per la prima volta dopo 25 anni, duetteranno con Omar rispettivamente sulle note di Verso Oriente e Lombardia.
Inoltre, ci sarà la proiezione del docufilm “Lawrence. A Life in poetry” di Giada Diano ed Elisa Polimeni, uno straordinario documento su e con l’amico ed editore, “papà” della Beat Generation, Lawrence Ferlinghetti.

Ma non finisce qui…ci sarà anche spazio per un rock DJ set a cura di DJ DULI da Vigevano e DJ JOAO da Brescia per far ballare il pubblico prima e dopo il concerto.

“TIMORIA- VIAGGIO SENZA VENTO, l’ultimo concerto” sarà una vera e propria festa per augurare lunga vita al rock and roll e a tutte le arti che dialogano col rock, che non è solo musica ma tanto altro…

Anteo Palazzo del Cinema: Diva – docufilm

locandina diva docufilm
locandina diva docufilm

Giovedì 7 giugno Anteo Palazzo del Cinema dedica una serata ad una diva italiana del teatro e del cinema di tutto il mondo, Valentina Cortese.
Alle ore 20.00 la proiezione del docufilm DIVA!, presentato alla 74ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, sarà introdotta dal regista Francesco Patierno e da Franco Zuliani di Officine Ubu.

Otto grandi attrici ripercorrono la vita di Valentina Cortese interpretando le sue stesse parole tratte dall’autobiografia “Quanti sono i domani passati” pubblicata in occasione dei suoi 90 anni. Un viaggio attraverso i suoi ricordi e le sue interpretazioni. Un’analisi pensata per lasciare un segno indelebile sul suo stile, sul cinema e sul costume delle varie epoche che ha rappresentato.

Con Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli, Greta Scarano e Michele Riondino.