Caso Lorys Stival a “Quarto Grado-La Domenica”

quarto grado
quarto grado

Nel corso della puntata in onda questa sera, alle 20:30 su Retequattro, “Quarto Grado-La Domenica”, intervista Davide Stival, padre di Lorys, il bambino di 8 anni di Santa Croce Camerina (Ragusa), ucciso il 29 novembre 2014.
Per il delitto, lo scorso 17 ottobre, è stata condannata in primo grado a 30 anni di reclusione la madre Veronica Panarello, moglie di Davide. La donna si trova attualmente in carcere.

Caso Lorys: Parla per la prima volta papà Davide

NUZZI
NUZZI

Nuova puntata di “Quarto Grado – La domenica”: lo spazio di riflessione sui maggiori casi di cronaca condotto da Gianluigi Nuzzi è in onda il 5 marzo, nell’access prime-time di Retequattro.

Il domenicale a cura di Siria Magri si occupa del caso di Lorys Stival – il bambino di 8 anni ucciso a Santa Croce Camerina nel novembre 2014 – partendo da un punto di vista familiare.
Sotto i riflettori, quindi, i genitori del bimbo: da una parte Veronica Panarello, accusata per il delitto e per questo condannata in primo grado a 30 anni di reclusione, e dall’altra Davide, una persona schiva e riservata, che da oltre due anni vive esclusivamente nel ricordo del figlio.
L’uomo per la prima volta accetta un’intervista televisiva e parla ai microfoni di “Quarto Grado-La domenica”, soffermandosi anche sul rapporto con la moglie.

Nuzzi, insieme a ospiti ed esperti in studio e in collegamento, espone dunque la legislatura in merito alla potestà genitoriale, in particolare nei casi di omicidio.

Sushi “All You Can Eat”: Cosa mangiamo?

sushi-all-you-can-eat-milano
sushi-all-you-can-eat-milano

Domani, domenica 5 marzo in prima serata su Italia 1, nuovo appuntamento con “Le Iene Show”. Conducono Nadia Toffa, Andrea Agresti, Paolo Calabresi, Giulio Golia e Matteo Viviani.

Tra i servizi della puntata di domani:
– Da qualche anno in tutte le grandi città italiane aprono sempre più ristoranti che offrono la cosiddetta formula “all you can eat”, dove, sia a pranzo che a cena, è possibile mangiare senza limiti spendendo un esiguo prezzo fisso. La maggior parte di questi esercizi serve cibo giapponese, tra cui il sushi.

È possibile consumare pesce crudo fresco e spendere solo poche decine di euro? Nuova inchiesta di Nadia Toffa sulla sicurezza alimentare che, con l’aiuto di un esperto “sushi man”, si reca in alcuni di questi ristoranti a Milano per valutare, tramite un primo impatto visivo, olfattivo, gustativo e tattile, la qualità del cibo offerto.

Successivamente, l’inviata decide di far analizzare alcuni campioni di pesce prelevati all’interno di otto “all you can eat” milanesi per testare il loro stato igienico-sanitario. Tre di questi riportano risultati discretamente soddisfacenti, mentre negli altri cinque casi viene riscontrata un’elevata presenza di batteri all’interno del pesce, da escherichia coli a stafilococco.

Secondo questo esame, se nel sushi di prestigiosi e rinomati ristoranti giapponesi il valore di riferimento dei batteri si colloca a 100, nei campioni dei cinque “all you can eat” risultati negativi, i parametri arrivano fino a 860.000. In due casi è stata anche rilevata la presenza di istamina, una sostanza che può provocare addirittura il soffocamento in individui particolarmente allergici.

Infine, la Iena incontra il famoso chef di origine nipponiche e brasiliane Ricardo Takamitsu che fornisce un vademecum per riconoscere il sushi fresco.

 

A “Verissimo” Michele Bravi

BRAVI TOFFANIN
BRAVI TOFFANIN

DOMANI, SABATO 4 MARZO 2017, ALLE ORE 16.30, SU CANALE 5

“Su di me c’è stato un po’ un accanimento personale. Poteva esserci un po’ più di umanità nel farmi conoscere questo mondo che è la discografia. A 18 anni mi hanno detto praticamente che ero finito, morto”.

Queste le parole di Michele Bravi, uno dei protagonisti assoluti dell’ultimo Festival di Sanremo, parlando a Verissimo del periodo buio che ha vissuto dopo aver vinto appena maggiorenne il talent X Factor.
“All’inizio ci ho creduto – dichiara il cantante – poiché sono molto rispettoso di chi ha più esperienza di me. Poi, mi sono messo in discussione e ho capito che la musica è una cosa mia, nessuno può togliermela. Ho iniziato a farmi meno paranoie e a togliere ogni filtro”.

Proprio questa libertà espressiva ha permesso a Michele di parlare con naturalezza della sua visione dell’amore. A tal proposito chiarisce: “Io non posso avere paura a raccontare quello che vivo. Ho soltanto chiarito, in maniera molto naturale, il racconto che uno poi trova attraverso la mia musica. Nel disco parlo di una storia finita con un ragazzo. Volevo raccontare quello che è l’amore per la mia generazione. Io parlo sempre di una grossa fluidità delle emozioni. Ho capito che per me e quelli della mia generazione – aggiunge – è importante avere davanti prima di tutto una persona. La sessualità viene dopo, anche se fortunatamente a 20 anni c’è anche quella”.

E a Silvia Toffanin che gli chiede di questo amore sofferto, Michele risponde:
“E’ stata una storia complicata. Non so esattamente quanto siamo stati insieme, perché è stato un tira e molla. E’ stata la prima persona importante. Una di quelle persone che, in bene o in male, mi hanno cambiato la vita. Se non l’avessi conosciuto ora sarei un altro”.

“Verissimo”: gli ospiti della Toffanin, il 4 marzo

Silvia Toffanin- Verissimo
Silvia Toffanin- Verissimo

Sabato 4 marzo 2017, alle ore 16.30 su Canale 5, appuntamento con Verissimo, condotto da Silvia Toffanin.

E’ un’attrice amatissima e festeggia vent’anni di carriera. Ospite del talk show Gabriella Pession.

In studio si racconta uno dei protagonisti assoluti dell’ultimo Festival di Sanremo Michele Bravi.

Con il mitico gruppo comico il ‘Trio’ ha fatto divertire per anni tutta Italia. Per la prima volta a Verissimo l’attore Tullio Solenghi.

L’attore Massimo Ceccherini sarà a Verissimo per parlare della sua vita e della sua seconda esperienza come naufrago all’Isola dei Famosi. In studio anche l’ex naufraga Nathalie Caldonazzo.

Infine, per lo spazio dedicato a ‘Il Segreto’, sarà ospite Severo (Chico Garcia).