Giovanna de Sio: “Dimmi dove sei”

cover_giovanna_de_sio_dimmi_dove_sei
cover_giovanna_de_sio_dimmi_dove_sei

Dopo le importanti collaborazioni con nomi storici della scena musicale italiana come Mario Merola (con cui instaura un intenso rapporto lavorativo discografico e concertistico) e Nino D’Angelo (nel 2017 canta un brano all’interno della colonna sonora del film “FALCHI” di Toni D’Angelo con Fortunato Cerlino e Michele Riondino), arriva un brano di forte impatto dal sound mediterraneo prodotto da Francesco Comunale per Highlights.

“Dimmi dove sei” è la storia di un grande amore finito all’improvviso. La protagonista non riesce a realizzare l’assenza del suo lui e il tempo che passa inesorabile dal momento che tutto è cambiato. La canzone esalta la melodia italiana veicolando il racconto di una storia emotivamente coinvolgente.

Il duo Musica Nuda al Teatro Duse di Bologna

Musica Nuda ©_ANGELO_TRANI
Musica Nuda ©_ANGELO_TRANI

Il duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti torna al Teatro Duse di Bologna il 21 aprile per presentare il nuovo album “Leggera”. Dopo il successo di “Little Wonder”, Musica Nuda torna con un disco composto da brani inediti e cantato per la prima volta tutto in italiano.

Quella di Bologna è una tappa di un tour che dall’Italia diventerà internazionale toccando anche Francia e Stati Uniti.

Un album che parla di leggerezza, ma nel senso più calviniano del termine. Come diceva lo stesso Calvino, “Bisogna prendere la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.

Ed è un sentimento che si riverbera in tutti i brani dell’album, dotati come sono di una grazia lieve e di un’eleganza che ricordano la canzone italiana d’autore degli anni Sessanta.

Quella stessa grazia che rende unico il duo Musica Nuda, con quella speciale alchimia tra Ferruccio e Petra, quasi fosse una “condizione imprescindibile”, come titola un brano del loro album. Due spiriti affini che con la propria musica riescono ancora, oggi come 14 anni fa, a emozionare.

“Leggera” non è solo la celebrazione di un sodalizio artistico più che decennale, ma anche l’espressione più compiuta e matura di un duo di successo da sempre aperto alle collaborazioni.

MUSICA NUDA

BIGLIETTI
Platea intero € 27
Prima galleria intero € 23
Seconda galleria intero € 19

Informazioni e prenotazioni
Ufficio di biglietteria
Via Cartoleria, 42 Bologna
051 231836 – biglietteria@teatrodusebologna.it
teatrodusebologna.it

Defibrillatore su Italo Treno

Italo
Italo

Italo aumenta la sicurezza dei passeggeri in viaggio installando i defibrillatori salvavita a bordo. Da oggi infatti i 25 i treni che compongono la flotta di Italo sono equipaggiati di un defibrillatore semi-automatico esterno (DAE) da utilizzare in caso di emergenza.

Italo, da sempre attento alla sicurezza dei suoi viaggiatori, è il primo operatore ferroviario in Italia e tra i primi in Europa ad aver scelto l’installazione di questi strumenti di protezione sanitaria salvavita per offrire il massimo supporto ai propri viaggiatori  in caso di grave necessità.

La peculiarità di questi defibrillatori, collocati in corrispondenza della postazione del capotreno e indicati da un’apposita segnaletica, è la loro estrema facilità d’uso: tirando l’apposita maniglia l’apparecchio si accende e si attivano le istruzioni vocali.

Queste istruzioni sono regolate in base alle azioni dell’operatore e lo guidano durante l’intero processo, dal posizionamento di ciascun elettrodo sul paziente all’erogazione della scarica di defibrillazione.

I defibrillatori DAE sono inoltre “intelligenti” nel senso che sono capaci di stabilire in maniera autonoma la necessità della scarica elettrica in caso di bisogno.
Numerosi studi e ricerche dimostrano infatti come l’intervento tempestivo con defibrillatore entro i primi minuti dall’arresto cardiaco, possa salvare la vita in oltre il 50% dei casi . Proprio per questo Italo non solo ha dotato i suoi treni di defibrillatore, ma ha anche provveduto a formare il suo personale di bordo all’impiego di questi apparecchi che, per legge, possono essere utilizzati anche da personale non sanitario, purchè abilitato.

Il progetto è stato attuato in collaborazione con l’Azienda Regionale Emergenza Sanitaria del Lazio (ARES 118) che ha fornito il supporto nella redazione di procedure di sicurezza ad hoc per regolare l’utilizzo dei defibrillatori a bordo treno e nella formazione del personale, quest’ultima effettuata anche a cura della Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Bologna.
Partner di Italo sin dalla nascita del progetto è la Iredeem S.p.A. società che ha fornito i defibrillatori installati a bordo e distributore autorizzato in Italia per il mercato extra-ospedaliero dei prodotti Philips Healthcare.