“Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”

anziano
anziano

Anche quest’anno torna a Milano il tour di “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in piazza”, la campagna di controlli gratuiti dell’udito e dell’equilibrio promossa dall’omonima Onlus e che, per il decimo anno consecutivo, porta il tema della prevenzione in tutta Italia.

I medici e i tecnici della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, guidati dal professor Umberto Ambrosetti, direttore UOSD di Audiologia, saranno presenti domenica 22 settembre dalle ore 10 alle 19 in via Luca Beltrami (MM Cairoli) per effettuare gratuitamente il controllo dell’udito e anche un esame vestibolare per identificare il rischio di patologie labirintiche che, insieme ad altre condizioni cliniche, possano portare al rischio di cadute.

La decima edizione della campagna “L’Ospedale in piazza” parte il 22 settembre e il programma si snoda su cinque domeniche (fino al 20 ottobre) coinvolgendo gli ospedali di 36 città in 16 Regioni, con medici specialisti e tecnici dell’udito che per un’intera giornata sono a disposizione dei cittadini nelle piazze di riferimento dove saranno presenti anche associazioni sportive e ludiche del territorio per intrattenere tutte le fasce di età, con attività e consigli dedicati alla salute.

Sarà coinvolto un bacino di utenza potenziale di oltre 10 milioni di cittadini in tutta Italia a cui è offerta l’opportunità di effettuare controlli gratuiti dell’udito nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordia, grazie all’impegno dei partner nazionali e locali e con la collaborazione di 50 ospedali, 150 medici, 300 audioprotesisti e audiometristi e mille volontari.

“I milanesi – dichiara l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti – sono sempre più attenti e sensibili alle tematiche che riguardano la prevenzione. L’Amministrazione, da parte sua, ha il compito di sostenere questa inclinazione e mettere a disposizione dei cittadini tutti gli strumenti necessari, a partire dall’impegno per una diffusione sempre più capillare dei luoghi preposti all’assistenza sanitaria in ogni quartiere della città. Un ringraziamento, inoltre, è dovuto a tutte le associazioni che, come Nonno Ascoltami, ogni giorno lavorano per diffondere la cultura della prevenzione. A loro il Comune, in uno spirito di collaborazione con la Regione, cui è affidata la gestione della sanità, deve garantire il massimo supporto”.

“Il nostro impegno – spiegano Mauro Menzietti e Valentina Faricelli, rispettivamente fondatore e presidente di “Nonno Ascoltami!-Udito Italia Onlus” – è quello di avvicinare la sanità alla gente. Le nostre campagne sono cresciute enormemente, a dimostrazione che la gente ha bisogno di essere correttamente informata. L’udito è un senso molto importante, eppure, spesso viene sottovalutato; così ogni giorno rischiamo di comprometterlo con comportamenti scorretti. Infine, un’utile raccomandazione: è sconsigliabile ricorrere a soluzioni improvvisate o peggio al fai-da te. È sempre necessaria una visita dall’otorinolaringoiatra o dall’audioprotesista, i soli specialisti davvero in grado di individuare la causa della perdita uditiva e stabilire la soluzione più efficace”.

Secondo l’Oms, il 5% della popolazione mondiale vive con una perdita uditiva disabilitante e particolarmente a rischio sono gli adolescenti, tanto che sempre  l’Oms sottolinea che entro il 2050 oltre un miliardo di giovani potrebbe causarsi danni permanenti all’udito per l’uso improprio dei dispositivi audio.

C’è però un risvolto positivo: il 50% dei casi di ipoacusia potrebbe essere evitato con un’adeguata informazione ed educazione sanitaria.

Premio “Amministrazione, Cittadini, Imprese” 2019

Giulia Bongiorno Alessandro Russo
Giulia Bongiorno Alessandro Russo

“Migliore progetto di sistemi idrici integrati a controllo pubblico monoutility”. È questa la motivazione con cui Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano per un bacino totale di circa 2,5 milioni di abitanti, ha ricevuto oggi presso la Camera dei Deputati il primo Premio “Amministrazione, Cittadini, Imprese” 2019 di italiadecide, patrocinato dal Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione.

Il riconoscimento è stato consegnato da Giulia Bongiorno, Ministra per la Pubblica Amministrazione, ad Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. La premiazione, avvenuta in occasione della presentazione del Rapporto 2019 di italiadecide, intende far conoscere esempi di attività virtuose di una Pubblica Amministrazione che risponda ai cittadini e alle imprese, sia in termini di qualità dei servizi erogati, sia in termini di produttività ed efficienza, e quindi di proficuo impiego delle risorse pubbliche e private.

“Siamo molto orgogliosi per questo importantissimo riconoscimento, frutto dell’impegno quotidiano di tutti coloro che lavorano in Gruppo CAP, commenta Alessandro Russo.Un premio che sottolinea l’importanza della nostra visione di governance del sistema idrico integrato, fatta di costante innovazione, ricerca, sviluppo per adottare i migliori processi industriali e le tecnologie all’avanguardia. Una gestione industriale che guarda allo sviluppo del territorio avvalendosi dello stretto rapporto con la cittadinanza e con le amministrazioni locali, secondo criteri di trasparenza e ascolto”.

La gestione e distribuzione dell’acquaè il tema scelto dalla Commissione aggiudicatrice per questo 2019, che individua ogni anno il settore (o i settori) dell’amministrazione ai quali indirizzare il premioe i candidati da premiare, con l’intento di valorizzare le eccellenze che operano nell’ambito dei servizi pubblici. Quest’anno la scelta è caduta sulle monoutility, le società pubbliche o a controllo pubblico, che si occupano della gestione di un bene prezioso ed essenziale come l’acqua, dalla captazione alla distribuzione, dalla raccolta dei reflui alla depurazione, allo smaltimento e al riciclo, ai progetti di sviluppo, ai rapporti con l’utenza.

La Commissione, oltre al primo premio assegnato a Gruppo CAP, hasegnalato l’attività di altre 3 realtà pubbliche: SMAT, ABBANOA e GORI S.p.a., avvalendosi del supporto di Istituzioni Pubbliche che governano o rappresentano il sistema idrico integrato: ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, UTILITALIA, Associazione delle imprese idriche energetiche e ambientali e UTILITATIS, Istituto Per Studi E Ricerche Sui Servizi Idrici – Pro Aqua.

“Eurocities”: partecipazione del Comune di Milano

Assessore Lorenzo Lipparini
Assessore Lorenzo Lipparini

Si è conclusa oggi a Edimburgo l’edizione 2018 di “Eurocities”, la tre giorni di scambi, tavole rotonde e networking tra i rappresentanti delle 140 città, di 30 diversi paesi, che aderiscono all’organizzazione europea fondata nel 1986. Il Comune di Milano ha preso parte alla manifestazione con l’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data Lorenzo Lipparini, che ha animato l’incontro “Involve: inclusion and empowerment through culture”, insieme al sindaco di Bristol, Marvin Rees e al Vice Presidente del Consiglio di Nantes André Sobczat.

“Ho portato l’esperienza di Milano nel campo della partecipazione e del coinvolgimento della cittadinanza per una reale amministrazione condivisa della città – dichiara Lorenzo Lipparini –. Ho parlato dell’edizione 2018 del Bilancio Partecipativo e del regolamento dei beni comuni che abbiamo avviato in maniera sperimentale e di tutte le iniziative che l’Amministrazione comunale ha messo in campo per ascoltare i cittadini prima di prendere importanti decisioni, come il dibattito pubblico sul Progetto Navigli”.

“Grazie al network ‘Eurocities’ – aggiunge l’assessore – Milano dialoga con le altre città, superando i confini nazionali e confrontandosi direttamente sulle buone pratiche per rendere le Amministrazioni comunali sempre più vicine ai cittadini e in dialogo costante con loro. Al termine della tre giorni, insieme ai miei colleghi delle altre città – sindaci, assessori, amministratori a più livelli – abbiamo sottoscritto la ‘Dichiarazione sull’impegno dei cittadini’ per migliorare e promuovere il dialogo con i cittadini sul futuro delle nostre città, ispirare i governi a tutti i livelli perché costruiscano società dove le persone vengono prima di tutto e avere un impatto positivo sul modo in cui vengono prese le decisioni. Le grandi città sono sempre più il terreno dove si sviluppano la ricerca, l’innovazione, la convivenza e l’integrazione e dove si realizza l’incontro tra le idee e la partecipazione civica. Per questo vogliamo che le città abbiano sempre più voce, contribuendo a migliorare la qualità della democrazia in Europa e negli stati”.

Milano – Piano Quartieri, continua il tour

Milano- Piano quartieri
Milano- Piano quartieri

Il Piano Quartieri torna in tour domenica 18 novembre per far conoscere ai cittadini i progetti e le opere che il Comune sta realizzando e realizzerà.

Per la seconda tappa, il tour si fermerà nei Municipi 4, 5 e 6. Dalle 9:30 alle 14, dirigenti e tecnici saranno a disposizione nella scuola primaria ‘T. Grossi’ di via Monte Velino 2/4 (Municipio 4), nella primaria ‘C. Peroni’ di via San Giacomo 1 (Municipio 5) e nella secondaria di I grado ‘Gramsci’ di via Franco Tosi 21 (Municipio 6).

Durante il percorso i cittadini potranno osservare schemi, dati e mappe sui pannelli allestiti nelle stanze e, al termine della visita, ognuno potrà compilare una scheda per esprimere opinioni e suggerimenti che contribuiranno a definire l’utilizzo dei futuri investimenti.

Il Piano Quartieri descrive infatti progetti per un investimento complessivo di oltre 1,6 miliardi di euro: 1,2 miliardi riguardano opere già definite, in corso o in fase avanzata di progettazione, 382 milioni di euro sono destinati ad opere che devono essere ancora progettate.

Di questi, in particolare, una ‘fetta’ di 200 milioni sarà a disposizione di progetti da realizzare nei quartieri e che saranno definiti al termine dei nove appuntamenti.

Amsa: Nuovi automezzi per raccolta differenziata

automezzi_amsa-2
automezzi_amsa-2

Sono entrati nel parco aziendale di Amsa 43 nuovi automezzi alimentati a metano per la raccolta differenziata. Si tratta di automezzi Iveco dalla capacità di 10 metri cubi utilizzati principalmente per la raccolta dell’umido e della plastica.

Salgono così a 146 gli automezzi alimentati a metano destinati alla raccolta differenziata su 313 utilizzati nella città di Milano, ovvero il 47% della composizione del parco Amsa per la raccolta dei rifiuti.

Ogni autocompattatore per la raccolta differenziata ogni giorno percorre una media di 50 km per svuotare i cassonetti condominiali per l’umido, la carta o il vetro e ritirare i sacchi gialli per la plastica, oltre 15.000 chilometri all’anno.

L’investimento in automezzi a basso impatto ambientale di Amsa è uno degli obiettivi del Piano di Sostenibilità del Gruppo A2A, che scaturiscono dalle priorità dell’Agenda ONU al 2030, tra i quali gestire in modo sostenibile i rifiuti durante tutto il ciclo di vita e contribuire al raggiungimento degli obiettivi nazionali e comunitari di riduzione delle emissioni di gas effetto serra.

“La città è a una svolta significativa nelle sue politiche contro l’inquinamento. Per questo è importante che non solo i cittadini ma anche i servizi della città facciano uso di veicoli più sostenibili. – dichiara l’Assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli – Siamo felici che anche Amsa accetti la sfida. Ora è fondamentale che i costruttori ci vengano dietro rapidamente e sviluppino celermente tecnologie non inquinanti come stanno chiedendo tutte le città”.

“Amsa ha già investito più di 5 milioni di euro e nel 2019 entreranno nella flotta aziendale più di 30 nuovi automezzi alimentati a metano – ha dichiarato Mauro De Cillis, Direttore Operativo di Amsa, società del Gruppo A2A – La motorizzazione a metano è una tecnologia indispensabile e immediatamente disponibile per ridurre al minimo le emissioni derivanti dai servizi ambientali, basti pensare che ogni mattino dalle prime luci dell’alba sono circa 250 le squadre dedicate alla raccolta differenziata che circolano nelle vie di Milano”.

Entro la fine dell’anno Amsa inaugurerà un nuovo impianto di rifornimento metano nel dipartimento di via Olgettina, che si aggiungerà ai due distributori a metano installati nelle sedi Amsa di via Zama e di via Silla.