MILOŠ : The Moon & The Forest

Milos_moon_cover
Milos_moon_cover

Per celebrare i 10 anni con Universal Music, MILOŠ pubblica un nuovissimo album con la prima registrazione mondiale di due eccezionali concerti, entrambi commissionati appositamente per il musicista superstar e autentico “Classical Guitar God” (The Times) a testimonianza di un’eccezionale abilità musicale e spirito pionieristico nell’offrire a livello internazionale un nuovo repertorio per chitarra.

The Moon & The Forest, in uscita il 30 aprile 2021, contiene brani per chitarra e orchestra dei pluripremiati compositori Howard Shore (Il Signore degli Anelli, The Departed) e Joby Talbot (The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy, Winter’s Tale). Ispirati dalla sua abilità artistica ormai leggendaria e dalla sua personalità unica, sia Shore che Talbot hanno lavorato a stretto contatto con MILOŠ per creare due partiture innovative.

Dice MILOŠ: “Desideravo da molto tempo stimolare i compositori a scrivere per la chitarra classica, in particolare per quanto riguarda il repertorio dei concerti. Per secoli, questo strumento ha interessato molte persone in tutto il mondo e tuttavia il suo repertorio rimane molto sottorappresentato nel mainstream classico. È esattamente questo che mi ha ispirato a cercare nuove idee e ad avvicinarmi a Joby e Howard in primo luogo. The Moon & the Forest, con due nuovissimi concerti che adoro e che posso chiamare umilmente miei, è un sogno che diventa realtà. “

Celebre per le sue epiche colonne sonore per i film Il Signore degli Anelli e Hobbit, con il suo concerto per chitarra  Howard Shore si discosta parzialmente dalle opere per il grande schermo, attingendo invece alla relazione simbiotica tra le persone e la terra. Il Montenegro e le sue foreste ombrose sono state fonte di ispirazione per Howard e MILOŠ sin dall’inizio, quando il lavoro è stato commissionato dal National Arts Centre canadese.

Shore dichiara: “Anch’io vivo in un luogo in cui sono avvolto da cose che crescono, fioriscono e svaniscono. È una continua evoluzione, un’incessante ricerca di equilibrio e armonia. Trovo questa interconnessione e interdipendenza stimolante. Queste sono idee che porto con me e spesso sono la fonte da cui esprimo le mie idee musicali “.

Roberto Fabbri: “Hammam”

Roberto Fabbri
Roberto Fabbri

Da oggi, giovedì 18 febbraio, è online il video di “HAMMAM”, il singolo del chitarrista ROBERTO FABBRI, proposto in un’inedita versione con EDIN KARAMAZOV, uno dei più grandi liutisti del panorama internazionale, noto per aver collaborato con Sting in “Song From The Labyrinth”.

Per la religione musulmana l’Hammam è la principale pratica per la purificazione spirituale, durante la quale le persone rinunciano ai propri beni materiali, raggiungendo una condizione di parità con gli altri esseri umani.

In “Hammam” la chitarra e il liuto vogliono rappresentare idealmente l’Occidente e l’Oriente: la musica unisce le due culture così diverse tra di loro e il suono della chitarra e del liuto si incontrano in una melodia incalzante dal grande potere ipnotico ed immaginifico. La fusione delle due culture viene raffigurata nel video attraverso l’incontro delle note del chitarrista romano, che si elevano da Piazza San Pietro in Vaticano, con quelle del liutista Karamazov, intento a suonare davanti alla “rinata” moschea di Santa Sofia a Istanbul, porta d’ingresso dell’occidente verso l’Oriente.

«Ho conosciuto Edin nel febbraio del 2009 – racconta Fabbri – eravamo in cartellone entrambi per il Guitar Art Festival di Belgrado, lui suonava in duo con Sting ed io il giorno successivo avrei aperto il concerto di Ennio Morricone all’Arena della città serba davanti a 20.000 persone. Ci riproponemmo di fare in futuro un progetto insieme ed ora abbiamo realizzato quel proposito, anche se a distanza causa Covid. La scelta del cartoon è naturalmente dettata dall’impossibilità di incontrarci realmente per suonare, tuttavia questo conferisce ancora più forza al messaggio di rinascita del video stesso. La scritta “Rispetto” che appare in tutte le lingue del pianeta serve a dare un messaggio di speranza per il futuro.»

“Woman” – il videoclip

Aristide Garofalo FOTO
Aristide Garofalo FOTO

Oggi esce il videoclip di “Woman”, nuovo singolo del chitarrista, compositore e cantante blues campano Aristide Garofalo, attualmente disponibile in digitale (ascolta su Spotify) e in rotazione radiofonica.

Nel video il cantante campano racconta il brano attraverso flash, fotografie e immagini molto significative: “È un animale selvatico racchiuso in quattro mura di pelle angelica ad essere immortalato in un bianco e nero sporco, consumato. È un ossimoro suadente, è una donna che fuma brutalmente il suo tabacco e che al contempo danza lieve nel buio di una stanza.

È istinto, brace, è un corpo che fluisce al suono di un blues rude, uno sguardo che stride come corde, che lascia le sue impronte come passi pesanti che sollevano polvere e confondono la vista.

È Madre Natura, la più severa, è l’amante accogliente, è l’animale che non conosce compassione quando la sopravvivenza è l’unica matrice d’impeti.

Racconta anche di come è nato questa canzone: “L’intenzione era quella di scrivere un brano Delta Blues ma poi, in studio, il brano è evoluto in altro, perché ne abbiamo alterato la “grammatica”, pur restando aggrappati alla struttura iniziale – spiega Aristide Garofalo -. Credo che la radice blues sia comunque tangibile, nonostante la canzone suoni molto più attuale. L’evoluzione del brano, dalle sonorità molto vicine ad alcune composizioni dell’artista statunitense Fantastic Negrito, ha subito una forte virata grazie al lavoro portato avanti da me insieme al producer Maurizio Sarnicola all’interno della Goldmine Record.”

Leo Meconi: “Angels & Outlaws”

Leo Meconi
Leo Meconi

Invitato a suonare sul palco di San Siro a soli 12 anni da Bruce Springsteen e ribattezzato, in seguito alla sua performance sorprendente, “Guitar Man” dallo stesso “Boss”, LEO MECONI è un cantautore e un chitarrista prodigio! È online il video del nuovo singolo “ANGELS & OUTLAWS”.

«Il video di “Angels & Outlaws” – spiega Leo – è una sorta di viaggio immaginario con il quale ho voluto raccontare il momento storico che stiamo vivendo utilizzando le immagini che avevo in testa quando ho scritto questa canzone, che racconta il disagio delle persone causato dal lockdown ma anche dalle discriminazioni sociali, dalla povertà e dalle guerre.»

Il video del brano, diretto da Mimmo Fuggiano, alterna immagini che ritraggono la situazione che stiamo vivendo e che “Angels & Outlaws”, con una scrittura essenziale e un sound moderno, descrive.
Il brano, scritto e composto dallo stesso Leo Meconi e prodotto insieme a Filadelfo Castro e Renato Droghetti, è schietto e diretto e mostra il punto di vista di Leo, un giovane ragazzo portavoce della sua generazione, un po’ più incerta sul proprio futuro, ma allo stesso tempo speranzosa.

didio, “Intenso”

didio @ Marco Cattaneo_b
didio @ Marco Cattaneo_b

didio

È online e in streaming

INTENSO

Il nuovo singolo del cantautore italiano, già chitarrista di FRANCO BATTIATO, EROS RAMAZZOTTI e CRISTIANO DE ANDRÈ

È disponibile da oggi in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Intenso” (Adesiva Discografica/The Orchard), il nuovo singolo di didio, il nuovo progetto cantautorale di Osvaldo Di Dio, già chitarrista e collaboratore di artisti italiani del calibro di Franco Battiato, Cristiano De André ed Eros Ramazzotti.

Il brano racconta il tormento di un amore che non lascia scampo, al quale non si può far altro che arrendersi. Il protagonista è ossessionato da lei, la vede in sogno, la pensa continuamente e quando per caso la incontra “gli tremano i polsi e gli suda la vita”. Ma non vuole che i suoi timori e le sue insicurezze gli facciano sprecare questa occasione, come già successo in passato, “quando penso ai treni che ho perso mi sento un po’ giù…”. La sonorità del brano è suadente e sinuosa, perfettamente aderente al chiaro scuro del testo, un tango elettronico che ben rappresenta l’amore in questa epoca digitale.

“Intenso” arriva dopo la pubblicazione di altri quattro brani, “Mi gira la testa”, “Naufraghi”, “Inevitabile” e “I sogni di un’estate” (Adesiva Discografica), testo e musica di didio, con la produzione artistica di Osvaldo Di Dio e Paolo Iafelice mentre è stato mixato e masterizzato da Paolo Iafelice per Adesiva Discografica.

https://www.osvaldodidio.com/