Master in Comunicazione Musicale

MCM_18-19
MCM_18-19

Sono aperte le iscrizioni al MASTER IN COMUNICAZIONE MUSICALE, il primo corso universitario post-laurea dedicato alla formazione dei professionisti del settore della musica e dell’industria dei media.

Giunto alla sua 18° edizione, il Master promosso dall’Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica continua a formare a 360° i suoi studenti, portando in cattedra docenti universitari, artisti e un numero sempre maggiore di ex alunni del Master.

Infatti, sono già all’attivo ben 8 corsi e laboratori tenuti da ex allievi, ormai affermati professionisti, e crescono sempre di più le testimonianze di ex studenti che ogni anno vengono chiamati in cattedra a tenere lezioni sulle case history delle aziende in cui ora lavorano.

«18 anni di corsi, lezioni e iniziative nel mondo della musica e della sua industria sono un bel traguardo. Ma il risultato che più conta è di aver contribuito a formare una nuova generazione di professionisti della musica – racconta Gianni Sibilla, direttore didattico del Master – È impossibile lavorare nell’industria musicale senza incontrare qualcuno che non sia passato dalle nostre aule. I nostri ex studenti sono diventati talmente bravi ed esperti che spesso passano dall’altro lato della cattedra, come docenti dei nuovi studenti del Master. È una delle cose che ci rende più orgogliosi».

Distintosi negli anni per il proprio livello di aggiornamento e innovazione, il Master si riconferma come il percorso di formazione più valido per chi desidera lavorare nel settore della comunicazione musicale. Gli strumenti sono corsi, laboratori, project work, incontri e case history.

Il Master in Comunicazione Musicale è stato il primo corso universitario in Italia rivolto a laureati e laureandi di qualsiasi facoltà (e/o titolo equipollente, es. diplomati al conservatorio) specificatamente dedicato allo studio dell’industria della musica pop e al suo rapporto con il mondo della comunicazione e dei media.

Agli studenti viene fornita una conoscenza teorica e pratica delle tecniche e dei processi di comunicazione per la diffusione del prodotto musicale attraverso tutti i media: radio, televisione, internet, uffici stampa, discografia, eventi, live.

Il percorso prevede inoltre un periodo di stage finalizzato all’inserimento formativo dello studente nel contesto reale del mondo del lavoro, sia presso aziende convenzionate, con cui il Master ha maturato una consolidata collaborazione negli anni, sia presso nuove realtà, ricercate ogni anno in base all’andamento del mercato musicale.

Con oltre 400 stage attivati presso etichette discografiche, agenzie media musicali, uffici stampa e promoter, le percentuali di placement si attestano tra il 66% e il 90% a soli sei mesi dal termine delle lezioni.

In 17 anni sono stati selezionati quasi 450 studenti tra le oltre 1500 domande di ammissione ricevute, per un totale di oltre 7000 ore in aula, tra incontri con gli operatori del settore, laboratori e lezioni sulla discografia, distribuzione, promozione e marketing, fino alle nuove frontiere dei big data e dello streaming.

Le testimonianze dei professori e degli ex studenti – oggi affermati professionisti del settore – sono disponibili sul sito ufficiale dell’ALMED nella sezione “Alumni” e sui canali social del Master.

Quest’anno il termine per la presentazione delle domande di ammissione è fissato per l’8 ottobre, i colloqui di selezione si svolgeranno il 18 e 19 ottobre, mentre le lezioni della diciottesima edizione cominceranno il 5 novembre 2018. A disposizione anche quest’anno due borse di studio parziali (a copertura di metà della retta d’iscrizione) per i primi due candidati della graduatoria.

A questo link https://www.youtube.com/watch?v=ovn5b4wG-W4 è disponibile il video-racconto realizzato durante l’esperienza della classe dell’edizione 2017/2018 del Master presso il Mediolanum Forum di Assago: accompagnati dai Prof. Gianni Sibilla, Gabriele Parisi (manager che in oltre vent’anni di esperienza ha curato gli interessi di artisti come Mannoia, Nek, Pausini, Raf e altri, e docente del corso di Artist Management), e Giovanni D’Amico, gli studenti hanno potuto assistere sul campo alla preparazione di un grande evento musicale come la prima delle due date milanesi del trio Max Pezzali, Nek e Francesco Renga.

Al Teatro Fontana di Milano, assemblea MIdJ

Ada Montellanico presidente MIdJ
Ada Montellanico presidente MIdJ

Milano è la città prescelta per la quinta importante assemblea nazionale di MIdJ, Musicisti Italiani di Jazz, appuntamento immancabile per tutti i musicisti e gli operatori del jazz italiano.

In questi anni l’associazione si è consolidata enormemente acquisendo sempre più un’identità nazionale e autorevolezza, anche dal punto di vista politico. Il lavoro portato avanti dal direttivo e dalle delegazioni regionali ha dato molti risultati in poco tempo e gettato le basi per una strada nuova, da percorrere con idee chiare e intenti positivi per il futuro prossimo, per traghettare la categoria dei musicisti e la musica jazz verso quel riconoscimento che merita.

MIdJ è stata in grado di lavorare sempre su due binari: quello istituzionale e quello culturale diventando promotori di importanti iniziative che non erano mai state realizzate in Italia, una su tutte il progetto AIR, l’importante iniziativa di residenze per artisti all’estero promosso da SIAE.

Ma questa è solo la punta di diamante di una promozione costante, che diventerà anche materia di discussione durante la giornata dell’8 aprile.
Sono passati quattro anni dalla nascita di MIdJ, anche se sembrano molti di più visti i risultati ottenuti e l’identità raggiunta dall’associazione.

“Il lavoro è stato molto e notevole l’impegno – dichiara Ada Montellanico, presidente MIdJ – ma la passione, la determinazione e l’esigenza di cambiare lo stato della nostra musica nel nostro Paese hanno rappresentato uno stimolo forte per andare avanti nella costruzione di un nuovo percorso.
Ora siamo arrivati al passaggio di staffetta e c’è bisogno di tutta la vostra partecipazione e il vostro coinvolgimento per rafforzare e far crescere sempre di più la nostra associazione”.

Domenica 8 aprile infatti si rinnoverà il consiglio direttivo. L’appuntamento per tutti gli operatori del settore (non solo i musicisti, ma anche i direttori artistici, i gestori dei jazz club, gli organizzatori di festival e rassegne musicali e così via) è al Teatro Fontana di Milano, dalle ore 10.30 alle 18.

I candidati alle nuove elezioni sono (in ordine alfabetico) Marcello Allulli, Romina Capitani, Claudio Carboni, Franco Caroni, Gabriele Coen, Donatello D’Attoma, Lucrezio De Seta, Claudio Fasoli, Alessandro Fedrigo, Stefano Giuliano, Simone Graziano, Lucia Ianiello, Antonio Ribatti e Gianni Taglialatela.

Le votazioni saranno aperte fino al 3 aprile (si può inviare una mail all’indirizzo info@musicisti-jazz.it, fino a un massimo di nove preferenze), ma sarà possibile esprimere la propria preferenza anche durante l’assemblea nazionale di Milano, presso il Teatro Fontana.

Accademia Internazionale del Musical – sede torinese

AccademiaMusicalTorino
AccademiaMusicalTorino

Per la formazione della classe del primo anno accademico, la prima sessione di audizioni è prevista Domenica 15 Maggio alle ore 10 presso l’attuale sede di CASA BIT (Via Breglio, 83 – Torino Bus 10 e 75).

Un’occasione imperdibile per tutti coloro che desiderano cominciare un percorso accademico con i professionisti del musical.

L’Audizione è gratuita e senza vincoli di iscrizione.

Per partecipare, è obbligatorio prenotare o confermare la presenza all’audizione al Numero Verde gratuito 800.913575 oppure tramite mail indicando dati anagrafici e un recapito telefonico all’indirizzo aidmusicaltorino@gmail.com

I Corsi Accademici saranno a numero chiuso e l’inizio dei corsi è previsto a fine Ottobre 2016 presso la NUOVA CASA BIT in Via San Donato, 92 (che si trova a 15 minuti dalla stazione ferroviaria Porta Susa)

I candidati all’audizione dovranno presentarsi muniti di:  foto (anche foto tessera), copia del documento e Codice fiscale, abbigliamento comodo, basi Musicali (cd o pen drive) / Spartiti.

All’audizione è possibile partecipare come “esperti” o come “principianti”.

Per l’audizione candidati “esperti” è obbligatorio presentare almeno 2 delle 3 performance a scelta tra danza, canto e recitazione: Monologo (o scena con spalla); 1 brano cantato con base (cd o pen drive); 1 coreografia di danza (qualsiasi stile).

Per l’audizione candidati “principianti” è obbligatorio presentare almeno 1 delle 3 performance a scelta tra danza, canto, recitazione: Monologo / Poesia; 1 brano cantato con base (cd o pen drive), 1 coreografia di danza (qualsiasi stile).

Per informazioni su docenti e discipline dell’Accademia: www.aidmusical.it

Per informazioni e aggiornamenti sulla nuova sede di Torino: https://www.facebook.com/aidmusicaltorino/?fref=nf