Alberto Fortis: “NYente Da Dire”

alberto fortis
alberto fortis

Questo brano inedito, registrato a Milano e masterizzato a New York da Greg Calbi, presso gli studi Sterling Sound, è stato realizzato ed arrangiato dallo stesso Fortis insieme allo storico collaboratore Franco Cristaldi.
NYenteDaDiRe è dedicato a chi sa esistere senza gridare.
Dedicato a Seneca.

“Sono felice di questo progetto che mi vede di nuovo a bordo della label che ha battezzato l’inizio della mia carriera. Unitamente all’equipaggio che mi accompagna, navigando in un mare artistico oggi fatto di onde alte e impegnative. Ma abbiamo una bella mappa di viaggio e ho fiducia. Per il resto non ho NYente Da DiRe”.

NGHFB: Come On Outside”

NGHFB - Photo - Credit Mitch Ikeda_S
NGHFB – Photo – Credit Mitch Ikeda_S

Noel Gallagher’s High Flying Birds pubblicano oggi il nuovo brano inedito “Come On Outside” – la terza traccia tratta dall’EP in uscita il 6 marzo “Blue Moon Rising”.

Parlando di “Come On Outside” Noel ha raccontato: “Sto rovistando dietro il divano e trovo questo caXXo di pezzo. Forse l’ultimo grande pezzo degli Oasis, forse no”.

Questo brano è tratto dall’EP in uscita il 6 marzo e già disponibile per il preorder “BLUE MOON RISING” da cui sono stati tratti anche i brani “‘Wandering Star’ e ‘Blue Moon Rising’.

Questa la tracklist completa:
1. Blue Moon Rising
2. Wandering Star
3. Come On Outside
4. Blue Moon Rising (The Reflex Revision)
5. Blue Moon Rising (7” Mix)

È stata annunciata da poco anche una serie di nuove date live in Inghilterra previste per marzo 2020. La band suonerà per due serate nella città di Noel, Manchester, sul palco dell’O2 Apollo il 24 ed il 25 marzo.
NOEL GALLAGHER e GLI HIGH FLYING BIRDS suoneranno anche nella prestigiosa Royal Albert Hall di Londra il 27 marzo, partecipando alla serie di concerti di beneficenza della “Teenage Cancer Trust” che si terrà in quella settimana. (Tutte le informazioni sui concerti qui: noelgallagher.com/live).
Sono state annunciate anche altre date per il 2020, incluso uno show all’Hampstead Heath di Londra e una performance da headline al Bristol Canon’s Marsh Amphitheatre.

Queste tutte le date:
24th March O2 Apollo, Manchester
25th March O2 Apollo, Manchester
27th March Royal Albert Hall for Teenage Cancer Trust, London
18th June Thetford Forest, Suffolk
19th June Cannock Chase Forest, Staffordshire SOLD OUT
21st June Kenwood House, London
23rd June Eden Sessions, Eden Project, Cornwall (headlining)
24th June Bristol Sounds, Bristol (headlining)
26th June Sherwood Pines, Nottinghamshire

Avicii: “Heaven”

AVICII_cover album_TIM
AVICII_cover album_TIM

È disponibile per la programmazione radiofonica “HEAVEN”, il brano inedito di AVICII contenuto in “TIM” (https://lnk.to/TIMAlbum), l’album che raccoglie gli inediti dell’acclamato producer, musicista, autore e performer Tim Bergling, in arte AVICII.

“Heaven” è uno dei brani che AVICII aveva completato prima della sua scomparsa. Il brano, scritto e realizzato con Chris Martin, ha un forte legame con l’Italia.

Per registrare le sue nuove produzioni Tim si era trasferito nel 2016 in un castello a sud di Siena e da lì era partito alla scoperta della Toscana e di Firenze. A colpirlo gli scritti di Dante e la sua Divina Commedia tanto che ad ispirare “HEAVEN” sono stati i canti dedicati al Paradiso e all’ Inferno.

A ricordare la nascita di “HEAVEN” l’amico e referente della sua casa discografica Per Sundin (CEO di Universal Music Sweden), tra le ultime persone che TIM ha sentito mentre era in Oman per parlare della produzione delle sue nuove canzoni.
Sundin ha raccontato: “Tim mi ha parlato molto di Dante, di Firenze e del suo Inferno. Poi ha suonato una nuova canzone, che ha realizzato con Chris Martin. È stato ispirato da tutti questi pensieri sul Paradiso e l’Inferno. Era così bello… la parte al piano mi aveva completamente rapito. Sarà sempre speciale per me”.

Forse non molti sanno che Avici in sanscrito vuol dire letteralmente senza onde e rappresenta nel buddhismo l’ultimo livello dell’inferno.

Prima della sua prematura scomparsa, AVICII aveva completato molti dei 12 brani che compongono “TIM”, compresa “Heaven”. Tim e Chris Martin hanno inciso “Heaven” nel 2014, Tim l’ha poi conclusa nel 2016 – e, da allora, non è più stata toccata. Con l’eccezione dell’ultimo verso, che è stato aggiunto dopo la morte di AVICII, anche “Heart Upon My Sleeve (feat. IMAGINE DRAGONS)” era conclusa.

Il singolo è accompagnato da un commovente video che ritrae Avicii durante una vacanza in Madagascar con l’amico d’infanzia Awat e il regista proprio dopo l’ultimo show nel 2016 ed è visibile su https://youtu.be/fqzhtvLWefA.

Le altre canzoni erano pronte al 90%. Le rifiniture sono poi state fatte dai tre producer con cui Tim ha collaborato nel corso della sua carriera. I tre hanno seguito attentamente le istruzioni dettagliate che Tim aveva lasciato.
Il primo singolo estratto dall’album è stato “SOS (Feat Aloe Blacc)”, brano che ha raccolto oltre 260 milioni di stream raggiungendo la terza posizione della Spotify Global Top 200, oltre ad aver raggiunto la top 10 dell’airplay italiano.

Tim ha rivoluzionato lo standard della performance nella musica elettronica, definendo il suono e la struttura dell’EDM nel mondo. Nell’annunciare il suo ritiro dai palchi scrisse “Non lascerò mai la musica. Continuerò a parlare ai miei fan attraverso di essa”. Ed è quello che sta accadendo con “TIM” anche a distanza di un anno dalla sua scomparsa.

Questo disco di AVICII è, come ci ha sempre abituati, fresco e originale, e aggiunge un tassello all’eredità artistica di uno dei più amati e rispettati protagonisti della musica contemporanea.

SPIN Magazine, nella cover story che gli ha dedicato, scriveva: “TIM sottolinea la maestria di AVICII nel creare melodie indimenticabili ed effervescenti, che riflettono le idee e la struttura delle canzoni. È la quintessenza di AVICII e un’evoluzione intelligente della musica pop e dance”.

Ron live con due imperdibili concerti

Ron_foto di Riccardo Ambrosio_
Ron_foto di Riccardo Ambrosio_

RON torna live con due imperdibili concerti: il 6 maggio al Teatro dal Verme di Milano e il 7 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Sinopoli).
Le prevendite saranno disponibili da venerdì 26 gennaio (ore 16.00) su Ticketone.it e da lunedì 29 gennaio (ore 16.00) nei punti vendita abituali.

L’artista sarà in gara al 68° Festival di Sanremo con “ALMENO PENSAMI”, brano inedito del grande LUCIO DALLA, che gli è stato assegnato personalmente dal Direttore Artistico Claudio Baglioni attraverso gli eredi che lo hanno custodito in questi anni e ne hanno autorizzato la pubblicazione al Festival.

“ALMENO PENSAMI” è una canzone d’amore ricca di suggestioni che farà rivivere sul palco dell’Ariston la poetica e l’anima musicale del cantautore bolognese attraverso l’interpretazione del suo storico collega e amico. Da “Il gigante e la bambina” ad “Attenti al lupo” passando per “Piazza Grande”, questi sono solo alcuni dei più grandi successi della musica italiana che testimoniano l’importante sodalizio artistico tra Ron e Lucio.

Ron: in gara al 68° Festival di Sanremo con “Almeno pensami”

RON
RON

RON sarà in gara al 68° Festival di Sanremo con “ALMENO PENSAMI”, brano inedito del grande LUCIO DALLA, che gli è stato assegnato personalmente dal Direttore Artistico Claudio Baglioni attraverso gli eredi che lo hanno custodito in questi anni e ne hanno autorizzato la pubblicazione al Festival.

Quando Baglioni, tramite Marcello Balestra, ci ha contattato per avere Lucio al Festival con un suo brano inedito – racconta Daniele Caracchi di PressingLine storica etichetta di Lucio Dalla – il nostro primo pensiero positivo è stato quello di poter festeggiare il suo 75° compleanno a Sanremo, tutti assieme, noi e i suoi amici di sempre. Quindi pensate quando ci è stato proposto Ron quale sia stata la nostra gioia, perché nessuno meglio di Lui può interpretare una delle ultime opere scritte da Lucio. Sicuramente questo brano non poteva essere in mani migliori.

“ALMENO PENSAMI” è una canzone d’amore ricca di suggestioni che farà rivivere sul palco dell’Ariston la poetica e l’anima musicale del cantautore bolognese attraverso l’interpretazione del suo storico collega e amico. Da “Il gigante e la bambina” ad “Attenti al lupo” passando per “Piazza Grande”, questi sono solo alcuni dei più grandi successi della musica italiana che testimoniano l’importante sodalizio artistico tra Ron e Lucio.

«L’invito da parte di Claudio Baglioni a cantare un brano inedito di Lucio Dalla a Sanremo mi ha profondamente colpito… non sapevo dell’esistenza di questa canzone – racconta Ron in merito alla sua partecipazione a Sanremo – È strano, nuovo e bello poter cantare un brano di un grande amico che non è più con noi, anche se per me Lucio non se n’è mai andato veramente. E mi affascina l’idea di poter interpretare qualcosa di suo, rimasto nascosto fino ad oggi, e di essere il portavoce di questo meraviglioso ricordo e omaggio. Ringrazio Claudio per questa opportunità unica e gli eredi di Lucio, grazie ai quali possiamo godere ancora tutti di nuove parole e musica di Lucio.
Sarò a Sanremo dunque, con emozione, con la leggerezza e l’intensità che questo brano mi ha comunicato appena ho avuto la fortuna di ascoltarlo. E sono onorato di poter nuovamente condividere questa esperienza sul palco dell’Ariston con Lucio, come 46 anni fa… con “Piazza Grande”».

Questa sarà l’ottava volta in gara al Festival di Sanremo per RON che ha fatto il suo esordio sul palco dell’Ariston a soli 16 anni in coppia con Nada e ha vinto il Festival nel 1996 in coppia con Tosca con il brano “Vorrei incontrarti fra cent’anni”. La sua carriera come autore comincia nel 1972, quando scrive insieme a Dalla la musica di “Piazza Grande”, presentata poi a Sanremo da Lucio. Restano indimenticabili alcune sue canzoni tra le quali “Non abbiam bisogno di parole”, “Anima”, “Joe Temerario”, “Una città per cantare”, “Vorrei incontrarti fra cent’anni”, “Attenti al Lupo”.