Sicurezza: Guardie Ecologiche Volontarie

Gev
Gev

Da oggi 21 Novembre fino al prossimo 10 gennaio, è aperto il bando per diventare Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) e scegliere così di dedicare parte del tempo libero al bene della città. Per iscriversi basta andare sul sito del Comune di Milano a questo link.

Le Gev attualmente in servizio a Milano sono 196 e il loro contributo è consistente: 31mila ore di servizio nel 2017, di cui circa il 70% nella vigilanza diretta sul territorio. Nel corso dell’ultimo anno sono state fatte circa 790 relazioni di servizio e nell’attività di educazione ambientale sono stati coinvolti oltre 8.800 ragazzi delle scuole primarie con interventi sui temi dell’acqua, aria, verde, rifiuti, energia e risparmio energetico.

C’è tempo fino al prossimo 10 gennaio per iscriversi al corso di formazione per aspiranti Gev. L’impegno richiesto è serio, anche perché, dopo un corso teorico e pratico di circa sessanta ore e dopo aver superato un esame di fronte alla Commissione Regionale, si diventa pubblici ufficiali con funzioni di Polizia Amministrativa, potendo accertare e sanzionare gli abusi di propria competenza, che riguardano principalmente il regolamento del verde. Il corso di 26 lezioni in aula si svolgerà presso la Scuola del Corpo della Polizia Locale in via Boeri 7 a Milano.

Alle Guardie ecologiche volontarie è richiesto un minimo di 14 ore mensili di attività dedicata in maggior parte alla vigilanza e controllo del verde pubblico per prevenire, segnalare o accertare fatti e comportamenti errati nei parchi cittadini. Dotati di una sede in ogni Municipio, le Gev hanno a disposizione tutti gli strumenti tecnici di lavoro, tra cui auto, biciclette e smartphone da usare in servizio e avranno anche la possibilità di avere un abbonamento annuale ATM pagato al 70% dal Comune.

“Innanzitutto voglio ringraziare – ha detto la vicesindaco Anna Scavuzzo – tutte le guardie ecologiche volontarie del Comune di Milano che quotidianamente mettono a disposizione il loro tempo per il bene collettivo: difendere e tutelare il verde, farlo apprezzare e rispettare e spiegarne il valore ai più giovani. Un impegno serio e importante che serve alla città: per questo lavoriamo per aumentare il numero di Gev che operano nei nostri parchi e promuovere questo prezioso servizio che migliora il benessere e la vivibilità delle nostre aree verdi”.

Mce – Mostra Convegno Expocomfort in Fiera Milano

MCE
MCE

I risultati che Milano sta conseguendo in termini di riqualificazione energetica e perseguimento progressivo degli obiettivi preposti dall’Unione Europea per l’abbattimento delle emissioni di CO2 sono frutto della sinergia avviata tra istituzioni, imprese e cittadini.

Questo è il messaggio principale presentato dall’amministrazione comunale di Milano in occasione dell’evento “Obiettivo 2050: Milano Carbon neutral. Oltre il Paes le strategie per la riduzione della CO2″, tenutosi ieri presso MCE – Mostra Convegno Expocomfort in Fiera Milano.

Secondo Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente del Comune di Milano, i contributi economici ai cittadini e non solo i divieti sono una delle leve che l’amministrazione deve mettere in campo per spingere verso la sostenibilità ambientale e la riduzione delle emissioni.

La divulgazione, lo sviluppo della consapevolezza e della conoscenza degli strumenti a disposizione del cittadino diventa strategico per la riuscita delle politiche adottate. Lo Sportello energia del Comune e iniziative come MCE in Città sono esempi fondamentali ed efficaci che vanno in questa direzione.

Il Comune di Milano mette al bando le caldaie alimentate a gasolio a partire dal 1° ottobre 2023, per questo pochi giorni fa sono stati messi a bilancio 30 milioni di euro, 10 in più dei 20 previsti inizialmente, per finanziare un contributo ai privati per l’efficientamento energetico, e incentivare il cambio di impianti obsoleti e inquinanti o l’isolamento termico degli edifici senza dover anticipare costi ma anzi usufruire fin da subito del risparmio che i nuovi sistemi consentono.

MTS Musical The School: bando per gli esami di ammissione

Chapeau web foto M-Gatto
Chapeau web foto M-Gatto

Aperti i bandi per gli esami di ammissione al prossimo anno accademico:
SABATO 3 FEBBRAIO 2018, ORE 10.00
DOMENICA 4 MARZO 2018, ORE 10.00
ISCRIZIONE GRATUITA OBBLIGATORIA ON LINE SUL SITO WWW.MUSICALMTS.IT

MTS – MUSICAL! THE SCHOOL è l’UNICA ACCADEMIA ITALIANA sede ufficiale degli esami di DIPLOMA EUROPEO WEST LONDON UNIVERSITY (LCM) titolo riconosciuto in ITALIA, EUROPA, USA e valido quale LAUREA BREVE in Gran Bretagna.
Il percorso didattico si sviluppa in due anni accademici più un terzo anno facoltativo denominato MTS MASTER con indirizzo formativo differenziato.

ACCADEMIA BIENNALE MTS – MUSICAL! THE SCHOOL
La Commissione d’esame sarà presieduta dal direttore artistico SIMONE NARDINI, e dal corpo docenti MTS – MUSICAL! THE SCHOOL.
Per essere ammessi a MTS, i candidati e le candidate dovranno superare un’audizione che ha lo scopo di valutare le potenzialità e l’attitudine all’apprendimento e al palcoscenico. L’audizione sarà impostata come una tipica giornata di lezione all’interno della quale si svolgeranno le seguenti prove:
-Prima prova: LEZIONE DI DANZA CLASSICA (anche per chi è alla prima esperienza)
-Seconda prova: LEZIONE DI DANZA JAZZ (anche per chi è alla prima esperienza)
-Terza prova: CANTO (presentare due canzoni tratte da repertorio musical da eseguire con base su CD a traccia unica o su iPod)
– Quarta Prova: RECITAZIONE (preparare un breve monologo da recitare a memoria tratto esclusivamente da testi teatrali)
Invitiamo i candidati a presentarsi il giorno dell’audizione con curriculum vitae di una sola pagina corredato da una fotografia B/N 13 x 18. E’ richiesto abbigliamento idoneo per le prove di danza. Scadenza del bando 02/02/2018.

Info e iscrizioni www.musicalmts.it – info@musicalmts.it
Tel. 331.79.020.40 operativo dalle h. 10,00 alle h. 13,45 dal lunedì al sabato
www.facebook.com/MtsMusicalTheSchool/ INSTAGRAM mtsmusicaltheschool

Servizio Bike sharing

Granelli Marco
Granelli Marco

Sono 85 i Comuni della Città Metropolitana che hanno aderito all’accordo per l’estensione del servizio di biciclette in condivisione a stallo libero e domani sarà pubblicato il bando per consentire agli operatori di partecipare alla selezione.

“Siamo felici che il numero dei Comuni aderenti al servizio sia così alto – dichiarano Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano e Siria Trezzi consigliera delegata alla Mobilità della Città Metropolitana, intervenuti oggi a un incontro fra gli aderenti che si è tenuto a Palazzo Isimbardi –. Il bike sharing a flusso libero è il primo servizio di trasporto pubblico omogeneo in tutta l’area metropolitana, ci sembra un buon auspicio per il futuro. I cittadini dei piccoli, medi e grandi comuni sono oggi più vicini fra loro. Insieme abbiamo dato un ulteriore contributo per rendere più facile muoversi dentro e fuori dalle città e integrare capillarmente la rete di trasporto pubblico”.

L’ampliamento dell’attuale flotta di biciclette nell’area metropolitana sarà progressivamente di ulteriori 12.000 veicoli rispetto a quelli già presenti sul territorio di Milano. Le nuove biciclette avranno il doppio logo, del Comune di Milano e della Città metropolitana. Il servizio consentirà alle biciclette di muoversi liberamente nei territori dei Comuni che aderiscono. Sarà compito dei gestori monitorare e riequilibrare la localizzazione della flotta affinché mediamente 12.000 biciclette stiano a Milano e 12.000 nel resto dell’area metropolitana.

Il bando che sarà pubblicato domani sul sito del Comune di Milano avrà scadenza mensile e la prima è prevista per il 31 dicembre. Successivamente verrà siglato un accordo operativo tra i Comuni e la Città metropolitana. Si prevede l’affidamento ai gestori che si saranno aggiudicati questi lotti entro la seconda metà di gennaio e le prime nuove biciclette saranno disponibili da inizio febbraio.

Il bando resterà attivo fino al raggiungimento delle 12.000 biciclette richieste. Ogni mese verranno raccolte le manifestazioni di interesse da parte dei gestori che dovranno prevedere una flotta composta minimo da 1.000 e massimo da 3.000 biciclette al fine di garantire una pluralità di gestori del servizio. Fra le altre condizioni che saranno esposte nel bando gli operatori dovranno garantire la tracciabilità dei veicoli e, nel rispetto della privacy dei soggetti iscritti al servizio, il monitoraggio dei percorsi nonché il recupero di ogni veicolo lasciato in modo inopportuno entro 48 dalla segnalazione da parte del Comune di Milano, di Città Metropolitana o dei Comuni aderenti.

Già da metà dicembre invece sarà consentito agli attuali operatori, Mobike e Ofo, di allargare il servizio oltre i confini di Milano nella Città Metropolitana senza però che sia ampliata la flotta.

Per fornire il servizio nella Città Metropolitana i gestori dovranno versare al Comune di Milano 15 euro per ogni bicicletta per l’utilizzo del suolo, la manutenzione delle aree pubbliche e l’implementazione del sistema di monitoraggio e controllo del servizio che i tecnici del Comune di Milano effettueranno anche per l’area metropolitana. Inoltre, per un valore di altri 15 euro a veicolo, i gestori dovranno realizzare, nell’area metropolitana, servizi a favore della ciclabilità come posa di rastrelliere, attività di comunicazione, indirizzamento e segnalazione al cittadino, opere che saranno coordinate da Città Metropolitana. Infine sarà attivato un deposito cauzionale del valore di un euro per ogni bicicletta a carico dei gestori che verrà utilizzato per eventuali operazioni di recupero e custodia delle biciclette da parte delle amministrazioni pubbliche.

SOS Il Telefono Azzurro Onlus: Progetto “Dico No al bullismo”

telefono-azzurro-tirocinio
telefono-azzurro-tirocinio

SOS Il Telefono Azzurro Onlus seleziona 36 giovani volontari, tra i 18 e i 28 anni, all’interno del Piano Servizio Civile Nazionale 2017 con il progetto “Dico No al bullismo” per le sedi di Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino.

Il Progetto “Dico no al bullismo”, in linea con la funzione pedagogica del Servizio Civile Nazionale e con la mission dell’Associazione, ha l’obiettivo di coinvolgere un numero sempre crescente di giovani alla partecipazione attiva e alla riflessione sul tema dei diritti dell’infanzia attraverso metodi innovativi e di partecipazione.
In particolar modo, l’iniziativa ha l’obiettivo di prevenire l’influenza del fenomeno del bullismo nelle scuole dei territori coinvolti, di promuovere nei giovani la capacità di comprendere e gestire le potenzialità e i pericoli della Rete e di rafforzare il dialogo familiare purtroppo sempre più in calo.

I volontari che verranno selezionati all’interno del Piano di Servizio Civile Nazionale 2017, saranno chiamati ad affiancare e supportare tutte le figure professionali dell’Ente nella realizzazione di attività di sensibilizzazione e di formazione sulle tematiche sopracitate, al fine di maturare momenti di autonomia gestionale e organizzativa.

Il servizio Civile prevede un impegno di 30 ore distribuite su 5 giorni a settimana, il riconoscimento di un contributo mensile di € 433,80 e la partecipazione di un percorso formativo, al termine del quale verrà rilasciato un attestato di partecipazione con l’indicazione delle attività svolte durante l’anno e le competenze acquisite.

Le candidature dovranno essere consegnate entro le ore 14 di lunedì 20 Novembre 2017 attraverso le modalità e con la documentazione indicate sul sito www.azzurro.it alla sezione Azzurro Blog, mentre maggiori informazioni potranno essere richieste agli indirizzi email serviziocivile@azzuro.it e coordinamentovolontari@azzurro.it o chiamando il numero 059/7872612.

Gli interessati potranno inviare la propria candidatura:
• Tramite raccomandata a/r indirizzata a SOS Il Telefono Azzurro Onlus, Via Emilia Est 421, 41100 Modena
• Tramite PEC a ernesto.caffo@pec.azzurro.it, oggetto della mail: “Domanda di partecipazione al Servizio Civile – Bando 2017”
• Consegnandola a mano presso le sedi di Telefono Azzurro a Roma, Milano, Firenze, Torino, Napoli e Palermo negli orari indicati nel sito dell’Associazione.