Milano: sicurezza stradale

autovelox
autovelox

Saranno attivati giovedì 28 dicembre gli impianti di controllo della velocità di via dei Missaglia (limite già esistente di 50 chilometri orari) e via Parri (70 km/h), entrambi in direzione centro. Sulle due strade sono già presenti gli autovelox per i veicoli diretti verso la periferia.

Si tratta degli ultimi impianti accesi dopo le cinque attivazioni avvenute a partire dallo scorso novembre: l’autovelox di via Palmanova, strada con limite di velocità di 70 km/h, i due apparecchi di via Virgilio Ferrari (70 km/h), e di viale Fulvio Testi (50 km/h), uno per ciascuna delle due direzioni centro e periferia.
Tutte le installazioni sono sempre accompagnate da una segnaletica orizzontale e verticale molto evidente agli automobilisti – più di quanto richiesto dalla normativa – per indicare la presenza dell’apparecchio e consentire di adeguare la velocità ai limiti consentiti.

“Vogliamo che le strade siano sempre più sicure – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente -. L’autovelox è un forte deterrente che viene installato dove spesso i limiti non vengono rispettati. Controllare la velocità serve a diminuire il numero e la gravità degli incidenti”.

Sicurezza stradale

sicurezza stradale
sicurezza stradale

È stato affidato l’incarico ad Amat, l’Agenzia per la mobilità, ambiente e territorio del Comune, per il supporto tecnico per la nuova gara per la fornitura di varchi e telecamere per il controllo a distanza di accessi, velocità e semafori finalizzato alla sicurezza stradale.

Lo scorso settembre era stato approvato lo stanziamento per l’acquisto di telecamere per la sicurezza stradale e il controllo a distanza. Oggi viene affidato ad Amat il coordinamento dello studio tipologico per la progettazione delle opere civili e tecnologiche dei varchi elettronici suddivisi fra quelli dedicati al controllo degli accessi nelle Ztl, il controllo dei superamenti di velocità e dei passaggi con il semaforo rosso e quindi la definizione delle linee guida e delle prescrizioni generali relative alla sicurezza.

Un lavoro che servirà a definire il bando di gara per l’acquisto e la posa delle telecamere nel corso 2018. Il progetto prevede la posa e l’attivazione graduale di dieci nuovi autovelox, venti telecamere per il controllo semafori rossi, venti varchi per nuove zone a traffico limitato, aree pedonali e corsie preferenziali riservate a mezzi di trasporto pubblico Atm.

Attualmente sono presenti sul territorio comunale 16 autovelox, dei quali gli ultimi quattro in attivazione nelle prossime settimane e 20 telecamere per controlli semafori rossi, prevalentemente lungo la circonvallazione 90-91 e gli assi di ingresso in città.

Strade provinciali, attivati tre nuovi misuratori della velocità

Milano, 20 Luglio 2012 – Per garantire una migliore sicurezza stradale e ridurre il numero degli incidenti, causati molto spesso dalla velocità e dall’imprudenza degli automobilisti, la Provincia di Milano rende noto che, a partire da martedì 24 Luglio, saranno attivati tre ulteriori impianti misuratori della velocità:

 

1) Strada provinciale 30, Binasco-Vermezzo, Km 9+792, direzione Binasco – Comune Rosate, limite 70 Km/h

 

2) Strada provinciale 30, Binasco-Vermezzo, Km 10+097, direzione Vermezzo – Comune Rosate, limite 70 Km/h

 

3) Strada provinciale 203, Gaggiano-Binasco, km 6+032, direzione Binasco – Comune Noviglio, limite 70 Km/h

 

La scelta di utilizzare gli «autovelox», come già annunciato nella nota diffusa in occasione dell’attivazione dei primi impianti misuratori di velocità, è mirata alla sollecitazione di comportamenti virtuosi da parte degli automobilisti che, grazie a una guida molte volte spericolata, non si rendono conto dei rischi prodotti per sé e per gli altri.

La Sicurezza Stradale è un tema che riguarda tutti i cittadini, dal pedone all’automobilista, dal ciclista al motociclista. Parlare di Sicurezza Stradale vuol dire avere come obiettivo la riduzione del numero di morti e feriti come conseguenza degli incidenti della circolazione stradale.

L’Oms ci ricorda, infatti, che ogni anno nel mondo oltre un milione di persone muore in un incidente stradale e un numero compreso tra 20 e 50 milioni di persone resta ferito. Senza dimenticare che gli incidenti causati alla circolazione stradale sono la principale causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

È proprio ai giovani, del resto, che la Provincia di Milano rivolge il proprio messaggio con l’intento di accentuare un atteggiamento di maggiore prudenza e senso civico alla guida dell’auto come capitato, negli ultimi anni, con diverse iniziative di comunicazione.