Autogrill e IMQ: insieme per la sicurezza

Drone-8
Drone-8

Autogrill e IMQ: insieme per la sicurezza

Autogrill Italia S.p.A. prima società italiana del settore a ricevere l’attestato IMQ Covid-19 Restriction per l’adeguata ed efficace implementazione delle norme anti-Covid negli ambienti di lavoro

Milano, 23 giugno 2020 – Autogrill S.p.A., primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia, ha ottenuto l’attestato IMQ Covid-19 Restriction per Autogrill Italia S.p.A. La certificazione è frutto dello schema messo a punto da IMQ, organismo leader nella valutazione della conformità, volto a monitorare e verificare la corretta applicazione delle misure attivate per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Autogrill Italia S.p.A. ha implementato tutte le misure di sicurezza per operatori e clienti richieste sin dalla fase 1 dell’emergenza sanitaria poiché, in quanto servizio pubblico, è stata chiamata a garantire la continuità di servizio sulla propria rete di punti vendita e di ristoro.

“In questi mesi la nostra priorità è stata quella di creare un ambiente sicuro per tutti i collaboratori e i clienti. Per farlo abbiamo adeguato l’impostazione dei vari punti vendita, avviando misure di sicurezza che superano quelle richieste dall’attuale normativa” ha dichiarato Andrea Cipolloni CEO Europe, Autogrill Europe S.p.A. “Per essere certi di avere raggiunto livelli adeguati di sicurezza e poter dare ai nostri operatori e clienti evidenza dell’impegno profuso e dell’idoneità delle procedure messe in atto, abbiamo chiesto ad una terza parte qualificata, individuata in IMQ, di verificare la corretta applicazione delle norme in questione nonché il continuo monitoraggio del loro rispetto, e siamo felici di annunciare di aver ottenuto da IMQ la specifica attestazione”.

Le verifiche condotte da parte degli esperti di IMQ a validazione dei protocolli di sicurezza messi in essere da Autogrill sono state condotte su un campione di punti vendita rappresentativi delle diverse realtà presenti sul territorio nazionale – come aree di servizio, aeroporti, stazioni ferroviarie, centri commerciali, ma anche punti vendita carburante Nuova Sidap Srl – prendendo in considerazione anche la loro collocazione geografica.

Per ciascuno dei contesti esaminati sono state individuate le zone potenzialmente a rischio e incrociate con i protocolli di sicurezza adottati nonché con i requisiti richiesti dallo specifico Protocollo IMQ, ispirato al Protocollo condiviso tra le Parti sociali in data 14 marzo 2020, come successivamente modificato.

Oltre alla verifica sui punti vendita, IMQ ha poi ispezionato le misure adottate nella sede centrale di Autogrill a Rozzano (Mi), che – dopo un periodo di chiusura – ha riaperto le porte applicando misure anti-Covid aggiuntive a quanto previsto da legge, con la volontà di garantire il totale presidio della sicurezza.

“Siamo orgogliosi di aver supportato Autogrill nella forte volontà di rassicurare, oltre ai clienti, i propri collaboratori, garantendo un ritorno sereno al lavoro” ha dichiarato Antonella Scaglia CEO del Gruppo IMQ. “L’attestazione IMQ è testimonianza di trasparenza e di un grande senso di responsabilità nei confronti della collettività perché dimostra come la società non solo si sia adoperata per porre in essere tutte le misure di sicurezza necessarie, ma abbia voluto farle verificare da un organismo al di sopra delle parti”.

Il Gruppo Autogrill

Il Gruppo Autogrill è il primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia. È presente in 31 paesi di 4 continenti, opera in circa 1.000 location (tra cui 147 aeroporti) e gestisce 4.000 punti vendita. Autogrill può contare su oltre 60.000 collaboratori e serve ogni anno 1 miliardo di viaggiatori. Nel 2019 il Gruppo Autogrill ha conseguito ricavi per circa 5 miliardi di euro.

IMQ

IMQ è una società del Gruppo IMQ, una delle più importanti realtà italiane nel settore della valutazione della conformità (certificazione, prove, verifiche, ispezioni). Forte della sinergia tra le società che lo compongono, dell’autorevolezza acquisita in quasi 70 anni di esperienza, della completezza dei servizi offerti, il Gruppo IMQ si pone infatti come punto di riferimento e partner delle aziende che hanno come obiettivo la sicurezza, la qualità e la crescita sostenibile.

Il Gruppo IMQ è attualmente composto da da IMQ Group S.r.l. (holding), IMQ S.p.A., CSI S.p.A., IMQ CSI Deutschland GmbH (Germania), IMQ Iberica S.L. (Spagna), IMQ Tecnocrea S.L. (Spagna), IMQ Polska Sp.zo.o. (Polonia), IMQ Certification (Shanghai) Co. Ltd. (Cina), IMQ Turkey (Turchia), IMQ Gulf FZCo (Emirati Arabi Uniti). www.imq.it

 

Camionisti VS Automobilisti – il sondaggio DKV

cars and lorries on highway
27984202 – cars and lorries on highway

In strada, come nella giungla, molto spesso vige la regola del più forte – e grande. Il rapporto tra mezzi leggeri (auto) e mezzi pesanti non è sempre facile: non sono rari i battibecchi (più o meno accesi) tra automobilisti e camionisti, ma non bisogna fare l’errore di cadere in stereotipi che non rappresentato più la realtà.

DKV Euro Service ha condotto in Italia un sondaggio sui camionisti per comprendere meglio il rapporto tra queste due categorie di guidatori, sfatando alcuni miti e confermandone altri.
Gran parte degli intervistati (48%) dimostra molto rispetto nei confronti dei più piccoli, dichiarando di prestare molta attenzione per evitare di causare incidenti, più pericolosi per le auto che per il camion. Il 23% si sentirebbe più sicuro se sulle strade ci fossero solo mezzi pesanti, mentre il 12% ne ignora proprio l’esistenza.

La maggioranza dei camionisti (59%) pensa che gli automobilisti siano spesso irrispettosi nei confronti di chi al volante ci lavora, ma un buon 29% ritiene che la convivenza si difficile ma comunque gestibile con il rispetto delle regole da parte di tutti. Solo il 6% vede questa convivenza “obbligata”. E come si sentono invece considerati da chi guida le auto? Il 52% si sente considerato ancora come un energumeno maleducato e primitivo, il 35% crede di intimorire per via della stazza del mezzo, mentre solo il 10% pensa che gli automobilisti abbiano rispetto per chi fa un lavoro così duro.

DKV ha chiesto ai trucker quale sia la prima cosa che viene in mente allo “sfanalare” di un’auto: il 42% pensa subito che sia una segnalazione di anomalia del camion, il 22% a una lamentela, mentre il 20% si fa autocritica cercando di capire se ha compiuto una scorrettezza senza volerlo. Solo il 16% resta fedele allo stereotipo, rimandando il confronto (più o meno animato) al successivo autogrill.

La smentita più grande al mito del camionista, invece, si ha quando si parla di gentil sesso: vero è che il 22% la segnala subito ai colleghi e il 20% le considera ancora un pericolo al volante, ma quasi la metà dei camionisti (48%) ritiene che guidino meglio di certi uomini!

Dal sondaggio realizzato da DKV, emerge quindi che la figura del camionista non è più “ruvida” come nell’immaginario di una volta: promotori del rispetto del codice stradale, corretti con tutti i guidatori senza distinzione di “taglia” e disposti a condividere la strada anche con i più piccoli!

DKV Euro Service
Da più di 80 anni DKV Euro Service è uno dei principali fornitori di servizi nel settore della logistica e dei trasporti. Dall’approvvigionamento in viaggio senza contanti in più di 60.000 punti di accettazione multimarca al conteggio del pedaggio fino al rimborso IVA, DKV offre svariate prestazioni utili per ottimizzare e controllare i parchi veicolari in tutta Europa. DKV fa parte del DKV MOBILITY SERVICES GROUP che conta 870 collaboratori, è presente in 42 paesi e nel 2016 ha conseguito un fatturato di 6,3 miliardi di Euro. Attualmente conta più di 140.000 clienti con 2,7 milioni di DKV CARD e On Board Units in uso. Nel 2017 la DKV CARD è stata premiata come “best brand” per la tredicesima volta consecutiva nella categoria carte di rifornimento e servizi.