“IL SENSO…DI ALEX”

Esce oggi (20 marzo) “IL SENSO…DI ALEX” (Sony Music): 15 grandi successi dell’indimenticato ALEX BARONI, reinterpretati da altrettanto grandi artisti della musica italiana. 13 amici che hanno così voluto rendere omaggio ad Alex, a 10 anni dalla sua scomparsa.

 

L’album contiene anche un fantastico duetto di Alex Baroni insieme a Renato Zero, “E il cielo mi prese con sé”, oltre che un inedito di Alex , “Arrivederci amore mio”.

 

Questa la tracklist de “IL SENSO….DI ALEX”: 1) Arrivederci amore mio – INEDITO cantato da Alex Baroni; 2) Ce la farò – Claudio Baglioni; 3) Viaggio – Giorgia, 4) Cambiare – Noemi; 5) E il cielo mi prese con sé – Renato Zero & Alex Baroni; 6) La voce della luna – Mario Biondi; 7) Voci di notte – Carmen Consoli; 8) Onde – Amii Stewart; 9) Scrivi qualcosa per me – Marco Mengoni; 10) Ultimamente – Michele Zarrillo; 11) Pavimento Liquido – Alex Britti; 12) Solo aper te – Luca Jurman; 13) Sei la mia canzone – Fabrizio Frizzi; 14) Parlo di te e di me – Gegè Telesforo; 15) Male che fa male – Gli amici di Alex

 

Così spiega il progetto il produttore Marco Rinalduzzi:

IL SENSO DI ALEX” è un pensiero.

Un pensiero che si è fatto strada nella mia mente col passare degli anni, constatando che

Il tempo passava e Alex non era mai stato ricordato come forse era dovuto.

Arrivati al decimo anniversario della sua scomparsa, anzi al nono perché questo lavoro è durato circa un anno, ho avuto il desiderio fortissimo di fare un omaggio, un tributo a quello che io reputo uno dei migliori interpreti degli ultimi 50 anni, non trascurando il fatto che è stato anche l’ autore dei testi di quasi tutte le sue canzoni.

Un tributo vero, si fa da artista ad artista ed allora ho cominciato a chiamare tanti artisti,

molti dei quali con affinità stilistiche ed altri semplicemente perché gli volevano bene.

Ho trovato la grande partecipazione di tutti quanti, grande rispetto e grande entusiasmo.

Tutti hanno scelto con me le canzoni e le hanno interpretate alla loro maniera.

Personalmente credo che ognuno di loro abbia fatto un lavoro straordinario, dando giustamente nuova veste a queste canzoni.

Non esiste un senso per la morte di una persona così giovane, ma credo che

“IL SENSO DI ALEX” dia una ragione al lavoro fatto da questo ragazzo nella sua vita troppo corta.

 

 

“Black Tarantella”

A trent’anni dall’album di debutto oggi, martedì 20 marzo, esce “Black Tarantella(Black Tarantella-CNI Music) distribuito da CNI,  il nuovo disco di un grande musicista, un artista che lega il ritmo del proprio cuore con il ritmo dell’universo: ENZO AVITABILE.

 

Il primo singolo estratto dall’album per la programmazione radiofonica è il brano “Suonn’ a Pastell’” cantato insieme a BOB GELDOF.

 

La sua voce ha la forza meticcia delle nostre radici, ci prende per mano e ci accompagna verso le porte del futuro, seguendo il filo nascosto ma tenace che unisce le storie degli uomini del Sud al resto del mondo. I grandi artisti sono come lui : vanno oltre e non accettano il limite dei confini. Da oggi la musica popolare non sarà più’ la stessa.

 

Black Tarantella” è un disco cosmopolita: 13 brani di cui 11 duetti con alcune delle voci più rappresentative del panorama italiano e internazionale come PINO DANIELE, RAIZ, FRANCESCO GUCCINI, DABY TOURÈ (compositore e pluristrumentista originario della Mauritania), ENRIQUE & SOLEA MORENTE (Enrique è stato uno dei massimi esponenti contemporanei del flamenco, Solea è sua figlia), IDIR (uno dei cantanti algerini più noti all’estero), BOB GELDOF, CO’ SANG, FRANCO BATTIATO, DAVID CROSBY, MAURO PAGANI e TOUMANI DIABATE’ . 

Questa la tracklist di “Black Tarantella”: “E Ancora Tiempo” feat PINO DANIELE; “Aizamm’ Na Mana” feat RAIZ; “Gerardo Nuvola ‘e Povere” feat FRANCESCO GUCCINI; “Mane e Mane” feat DABY TOURÈ; “Eli’ Eli’” feat ENRIQUE & SOLEA MORENTE; “Nun è Giusto” feat IDIR; “Suonn’ a Pastell’” feat BOB GELDOF; “Mai Cchiù” feat CO’ SANG; “A Nnomme ‘e Dio”; “No è No” feat FRANCO BATTIATO;  “E a Maronn’ Accumparett’ in Africa” feat DAVID CROSBY; “Nun Vulimm’ ‘a Luna”; “Soul Express” feat TOUMANI DIABATE’ e MAURO PAGANI.

 

Hanno collaborato a questo disco i musicisti: Massaud Shaari (setar), Gianluca Di Fenza (chitarra napoletana ed elettrica), Mario Rapa (Batteria), Carlo Avitabile (batteria), Paolo Palmieri (basso), Luca Rossi (tamburo e cornice); La Scorribanda composta da Antonio Bocchino e Simmaco Delle Curti (sax alto), Vincenzo Arricale (sax tenore), Marco Bifani (sax baritono), Carmine Pascarella, Michele Pascrella e Daniele Falzarano (tromba), Lorenzo Ruggiero (trombone), Pasquale Napolitano (flicorno baritono) e Felice Ruggiero (basso tuba); i Bottari , gruppo musicale campano che utilizza le botti, i tini e le falci come strumenti musicali a percussione. Il loro suono riproduce ritmi arcaici processionali, quelli che accompagnavano i canti tradizionali legati all’antica coltura della canapa. Ne fanno parte: Carmine Romano, Donato Vendemmia,  Pasquale Piccirillo, Salvatore Guida, Francesco Stellato, Luigi Natale e Massimo Piccirillo.

 

                                                 www.enzoavitabile.it –  www.cnimusic.it

The Coast of Utopia

 

the coast of utopia

 

The Coast of Utopia

rappresentata in numerose città tra le quali Londra, New York, Mosca e Tokyo: negli Stati Uniti ha vinto il

maggior numero di Oscar teatrali mai assegnati.

Su progetto di Michela Cescon e Marco Tullio Giordana il capolavoro di Tom Stoppard debutta ora in Italia,

prodotto da Fondazione Teatro Stabile di Torino, Teatro di Roma, Zachar Produzioni di Michela Cescon, con

la regia di Marco Tullio Giordana, nella traduzione firmata da Marco Perisse e dallo stesso regista.

La trilogia ripercorre trentacinque anni di storia russa (1833-1868); i protagonisti sono l’anarchico Michail

Bakunin, il rivoluzionario scrittore e filosofo Aleksandr Herzen, il critico letterario Vissarion Belinskij e lo

scrittore Ivan Turgenev. Stoppard racconta i loro sogni utopici e le loro storie private, le loro passioni, gli

innamoramenti, le delusioni, i dolori, con una levità e una profondità che ha fatto paragonare l’opera alle

grandi commedie di

Čechov. La storia intreccia un grande fallimento ideologico con gli altrettanto grandifallimenti personali. Un susseguirsi di emozioni, colpi di scena, battute fulminanti, dialoghi ironici e anche

momenti struggenti, sempre con un ritmo vivacissimo e incalzante. È una comunità in viaggio quella

raccontata da Stoppard: l’azione comincia nella campagna russa, continuando a Mosca, per poi seguire i

protagonisti nel loro esilio europeo tra Parigi, Londra e l’Italia.

Una messa in scena impegnativa, che il regista Marco Tullio Giordana condivide con una compagnia di

trentuno attori, supportata da un considerevole staff tecnico-artistico, in un progetto che coinvolge circa

settanta persone. Dopo tre mesi di lavorazione e di prove la

trilogia debutterà in prima nazionale al TeatroCarignano di Torino dal 20 marzo al 1 aprile, e poi al Teatro Argentina di Roma dal 10 al 29 aprile.

Calendario rappresentazioni

Torino, Teatro Carignano 20 marzo – 1 aprile 2012

Prima nazionale 20/3 – 21/3 – 27/3 – 28/3

Viaggio durata

:  

22/3 – 23/3 – 29/3 – 30/3

Naufragio durata: Atto I 52` | Atto II 52`

24/3 – 25/3 – 31/3 – 1/4

Salvataggio durata: Atto I 54` | Atto II 1h 20`

Info

: www.teatrostabiletorino.itRoma, Teatro Argentina 10 – 29 aprile 2012

dal 10/4 al 15/4

Viaggio durata

:  

dal 17/4 al 22/4

Naufragio durata: Atto I 52` | Atto II 52`

dal 24/4 al 29/4

Salvataggiodurata: Atto I 54` | Atto II 1h 20`

Info

: www.teatrodiroma.net

Atto I 54` | Atto II 1h 10`

Atto I 54` | Atto II 1h 10`

di Tom Stoppard è una trilogia (Viaggio-Naufragio-Salvataggio) scritta nel 2002 e