17.1 C
Milano
domenica, Settembre 25, 2022

Piero Sidoti, intervistato dopo l’uscita di Amore (fino a prova contraria)

Scritto dallo stesso Piero Sidoti, “Amore [fino a prova contraria] è un album che ha come comune denominatore i sentimenti e le emozioni, dove si cantano storie d’amore imperfette, sbagliate e splendide, ma soprattutto storie d’amore umane.

“Amore”, umanità…che piacere sentire queste parole. Quanta cultura e filosofia c’è in questo album?

!Penso che la filosofia possa aiutare a vivere meglio e ad accettarsi nei propri errori e nelle proprie miserie. L’amore umano oscilla spesso tra divinità e mestizia. Trovo che noi siamo esseri imperfetti in cerca di una perfezione che è una chimera che non otterremo mai perché la perfezione è qualcosa che non appartiene esattamente al vitale.

La vita stessa nasce da una imperfezione, ovvero da una distribuzione non omogenea di materia, e quindi l’armonia assoluta è qualcosa che non può appartenere totalmente alla vita. Il vero eroismo umano non penso sia inanellare una serie di improbabili successi ma penso si annidi nell’accettazione delle proprie miserie, nel sapere dare il meglio di se per cercare una perfezione che non si otterrà mai.

L’eroismo e la felicità umana forse sta nel vivere questa sfida impossibile non come un qualcosa di frustrante ma di molto gratificante ed avvincente. Trovo che dalla tensione che si genera dall’imperfezione umana verso una perfezione mai raggiunta, si accende e si consuma tutta la drammaturgia della nostra vita.

La copertina del disco sintetizza proprio questo concetto, vi è il David di Michelangelo che rappresenta appunto la perfezione e il mio volto che invece rappresenta la caducità e l’imperfezione dell’essere umano”

Le storie d’amore nascono, finiscono, possono essere anche sbagliate ma… c’è sempre un denominatore comune?

“Nel disco ci sono sedici storie d’amore o sedici puntate di un unica storia d’amore vista sotto diverse forme e con diverse lenti e dimensioni oppure sono sedici storie di amore viste sotto un unica lente ed un unica dimensione.

Sono tutte storie d’amore e di amori imperfetti sbagliati ma amori umani e come tali hanno il denominatore comune di essere splendide. Perché penso che l’unica cosa che rende unici gli esseri viventi, la vera forza, la vera ricchezza, l’arma segreta sia provare sentimenti”

Cantautore, cinema e teatro… dove troviamo più Piero Sidoti?

“Io nasco come cantautore poi è come se le emozioni, i personaggi e i protagonisti delle mie canzoni mi chiedessero di essere agiti anche al di fuori del perimetro dei tre minuti della canzone e, con grande gioia, mi trovo a cimentarmi anche in contesti attoriali non convenzionali dove il teatro e la canzone si intersecano e riecheggiano l’uno nell’altro.

Il teatro canzone è una soluzione che spesso mi appartiene e la sfida è sempre quella di fare coesistere queste due forme in maniera sinergica facendo in modo che l’una esalti l’altra non che una azzoppi l’altra o una sia la stampella dell’altra.

In questo ultimo spettacolo che ho fatto, che ha lo stesso titolo del disco “Amore [fino a prova contraria]”, penso o quantomeno spero che vi sia questa sinergia che amplifica le emozioni.

Lo spettacolo è una fiaba raccontata, evocata, suonata e cantata, dove la narrazione, le musiche e le canzoni si dissolvono, si intersecano e riecheggiano fra loro. E’ qui che ho scoperto che i brani del mio disco avevano da sempre la loro casa.

Questo spettacolo è una fiaba  e si narra la storia di Sasso e Corda, un bambino e una bambina che, come ogni pomeriggio, s’incontrano ai giardini pubblici e come sempre ascoltano una storia cantata da “Bepi il Matto”, uno strano personaggio che vive su una panchina dei giardini.

Si narra la possibilità di raggiungere un mondo dove la paura non esiste, imboccando un passaggio segreto. La destinazione si trova dietro la luna, in un luogo magico, dove non ci sono le caratteristiche che appesantiscono la nostra vita sulla Terra: non c’è gravità, non c’è paura, c’è leggerezza e si può giocare con il tempo. Sasso e Corda capiscono così di avere una missione…”i bambini faranno la rivoluzione”.

Posso dire comunque che ancora più che una fiaba è un viaggio meditativo per conoscere, prendere consapevolezza e accogliere tutto il nostro mondo interiore, senza forzature, accettando anche le nostre parti più oscure, senza identificarsi con esse e imparando così a lasciare e lasciarsi andare. Navigare consapevolmente dentro il nostro flusso vitale verso quello che ci fa stare bene”

Piero Sidoti

Altre interviste su Dietro la Notizia

Piero_Sidoti_ph_Rebecca_Serafini
Piero_Sidoti_ph_Rebecca_Serafini

 

Articoli

In Lombardia approvato il programma per il contrasto alla violenza nei confronti delle donne

Resta alta l'attenzione della Regione Lombardia verso il fenomeno della violenza alle donne. Un fenomeno preoccupante e in costante aumento, anche a causa delle...

“Glove” al Festival delle Migrazioni a Torino martedì 27 settembre

Nato dal lavoro sul territorio con i giovani immigrati di seconda generazione della zona Aurora di Torino nord, Glove è una deviazione, un altro...

Sebastian Vettel: ospite a “Maschiacci”, il podcast ideato e condotto da Francesca Michielin

Prosegue a tutta velocità il successo di Maschiacci, il podcast ideato e condotto dalla cantautrice Francesca Michielin, che in ogni episodio intervista donne e...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

In Lombardia approvato il programma per il contrasto alla violenza nei confronti delle donne

Resta alta l'attenzione della Regione Lombardia verso il fenomeno della violenza alle donne. Un fenomeno preoccupante e in costante aumento, anche a causa delle...

“Glove” al Festival delle Migrazioni a Torino martedì 27 settembre

Nato dal lavoro sul territorio con i giovani immigrati di seconda generazione della zona Aurora di Torino nord, Glove è una deviazione, un altro...

Sebastian Vettel: ospite a “Maschiacci”, il podcast ideato e condotto da Francesca Michielin

Prosegue a tutta velocità il successo di Maschiacci, il podcast ideato e condotto dalla cantautrice Francesca Michielin, che in ogni episodio intervista donne e...

L’Arrampicata italiana assegna a Bergamo la Coppa Italia Lead

L’Orobia Climbing di Curno (BG) ospita nella bergamasca la quarta ed ultima prova della Coppa Italia Lead, la specialità dell’arrampicata sportiva con corda dal...

Diversi gli argomenti affrontati dalla Summer School di Motore Sanità

La nona edizione della Summer School di Motore Sanità dal titolo “Il PNRR tra economia di guerra ed innovazione dirompente” si è conclusa portando a casa risultati...