3.6 C
Milano
mercoledì, Novembre 30, 2022

“Cosa Vedere a Lecce”, al via il nuovo tour nel centro storico

Proseguono le attività di “Attraverso il Castello”, progetto di valorizzazione del Carlo V di Lecce. Dalla nuova mappa “Cosa Vedere a Lecce” nascono i gadget con le dieci illustrazioni pop delle principali attrazioni del capoluogo salentino e un nuovo tour nel centro storico dal Castello fino al Museo Castromediano.

Attraverso il castello, progetto di valorizzazione del Castello Carlo V di Lecce, nato dalla collaborazione tra la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi e Lecce e le associazioni di promozione sociale 34° Fuso e The Monuments People, cresce e propone nuove attività e iniziative.

Le dieci illustrazioni pop della mappa “Cosa Vedere a Lecce”, che segnala le principali attrazioni del capoluogo salentino, consigliate da Attraverso il Castello e create in collaborazione con Cosa Vedere srl, diventano cartoline, stampe e segnalibri disponibili nel corner allestito nella Libreria Liberrima in Corte dei Cicala a Lecce. Gadget da portare a casa come ricordo dell’esperienza del viaggio e della visita della città, unici e in linea con le nuove tendenze del graphic design contemporaneo, che forniscono una nuova immagine delle attrazioni turistico-culturali della città caratterizzando oggetti funzionali e accattivanti.

Il percorso della mappa, realizzata in italiano e in inglese con il sostegno di Marullo Costruzioni e Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo, distribuita da qualche settimana e già consegnata a oltre 100 strutture ricettive, adesso si trasforma anche in un nuovo “Tour Cosa Vedere a Lecce” disponibile ogni giorno su prenotazione alle 11:30 e alle 18:30 (info e prenotazioni 3278773894 – attraversoilcastello@gmail.com).

Dal Castello i partecipanti saranno condotti dalle guide di The Monuments people alla scoperta della millenaria storia di Lecce attraverso i principali monumenti e le sue piazze. Piazza Sant’Oronzo, con la sua panoramica trasversale della storia della città (dallo scavo dell’anfiteatro romano alle testimonianze superstiti del Rinascimento, dalla colonna di Sant’Oronzo alle architetture fasciste), sarà poi lo snodo per immergersi per le vie e per i vicoli che legano le tre antiche porte di accesso alla città. Sarà possibile quindi farsi sorprendere dall’esplosione decorativa del Barocco leccese nella facciata della Basilica di Santa Croce e, passando dalla Chiesa di Sant’Irene, affacciarsi fino alla scenografica Piazza Duomo con la Cattedrale e il campanile, l’Episcopio e il Seminario.

Il Museo Castromediano, il più antico di Puglia, chiuderà il percorso. Ulteriore novità l’adesione al circuito FAI che consentirà ai soci e alle socie del Fondo Ambiente Italiano la partecipazione al servizio di visita guidata di Attraverso il Castello alla tariffa ridotta di 6 euro (costo intero 8 euro).

Attraverso il Castello è un progetto che nasce con l’obiettivo di rendere il Castello Carlo V di Lecce, luogo di condivisione e incontro, punto di riferimento per l’intera comunità. Attraverso una serie di tour guidati, il visitatore viene condotto nei luoghi più suggestivi dell’antico maniero, in sale restaurate e attrezzate con sistemi multimediali ad hoc, alla scoperta dei contenuti storico-artistici del nostro patrimonio.

Si potranno così visitare e prigioni, la Cappella di Santa Barbara, il Museo della Cartapesta, il Camminamento di Ronda. I tour di visita guidata di Attraverso il Castello, della durata di circa un’ora, sono disponibili tutti i giorni, dal lunedì al giovedì (10:30, 11:30, 12:30 e 16, 17 in inglese, 18) e dal venerdì alla domenica (10:30, 11:30, 12:30 e 16, 17 in inglese, 18, 19 e 20). Non è necessaria la prenotazione. Basterà presentarsi almeno 10 minuti prima dell’orario di partenza nella piazza d’armi del Castello.

Costruito in età medievale a ridosso delle mura dell’abitato, il Castello subì numerose ristrutturazioni nel corso dei secoli successivi con interventi in età federiciana, angioina e aragonese. L’edificio, che ospitò Maria d’Enghien e Giovanni Antonio Orsini del Balzo, era circondato sui quattro lati da un profondo fossato. L’aspetto attuale è dovuto agli interventi voluti da Carlo V nella prima metà del Cinquecento e condotti dall’architetto Gian Giacomo d’Acaya.
Costo del servizio tour guidato intero – 8 euro
Ridotto Soci FAI – 6 euro
Ridotto under 18 (8-17 anni) e residenti a Lecce – 4 euro
Bambini (0-7 anni) – gratuito
Famiglia (due adulti + due under 18) – 20 euro
Gruppi organizzati (minimo 10 px) – 6 euro
Info e prenotazioni
3278773894 – attraversoilcastello@gmail.com
Facebook e Instagram @attraversoilcastello

www.attraversoilcastello.com

Per altre notizie relative al tema Turismo Dietro la Notizia

Articoli

Ordine dei Medici di Caserta: Carlo Manzi il nuovo presidente

È Carlo Manzi il nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta. L’elezione al termine del consiglio direttivo convocato dopo le dimissioni di Maria Erminia...

“Il marito invisibile” al Giuditta Pasta: quando la videocall diventa commedia

Nel fine settimana ritorna la prosa al Teatro Giuditta Pasta. Doppio appuntamento sabato 3 dicembre (ore 21.00) e domenica 4 dicembre (ore 15.30) con...

Esposta all’Università degli Studi di Milano la scultura di Diadji Diop

L’installazione artistica di Diadji Diop È esposta all’Università degli Studi di Milano, nel Cortile d’onore, la scultura realizzata dall’artista senegalese Diadji Diop per conto dell’Unione Europea e...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Ordine dei Medici di Caserta: Carlo Manzi il nuovo presidente

È Carlo Manzi il nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta. L’elezione al termine del consiglio direttivo convocato dopo le dimissioni di Maria Erminia...

“Il marito invisibile” al Giuditta Pasta: quando la videocall diventa commedia

Nel fine settimana ritorna la prosa al Teatro Giuditta Pasta. Doppio appuntamento sabato 3 dicembre (ore 21.00) e domenica 4 dicembre (ore 15.30) con...

Esposta all’Università degli Studi di Milano la scultura di Diadji Diop

L’installazione artistica di Diadji Diop È esposta all’Università degli Studi di Milano, nel Cortile d’onore, la scultura realizzata dall’artista senegalese Diadji Diop per conto dell’Unione Europea e...

#BiennaledelMosaico: Ravenna ospita il primo TikTok Day

I social network hanno cambiato il modo di relazionarsi e comunicare con gli altri, non solo nella vita quotidiana, ma anche nel mondo dell’arte....

A Palazzo Lombardia tornano i Presepi etnici dei Frati Cappuccini Missionari

Il tema della Natività interpretato da maestri artigiani di diversi Continenti per portare un messaggio universale di pace e fraternità. A Milano, a Palazzo...