7.4 C
Milano
domenica, Gennaio 29, 2023

Una nuova immagine per il Teatro alla Scala

Dall’idea di grafica editoriale a quella di immagine coordinata: lo studio Tomo Tomo
firma il progetto per tutti i materiali scaligeri tranne le locandine storiche a partire dalla Stagione 2022-2023

A partire dalla Stagione 2022-2023, che sarà presentata nel corso di una conferenza stampa lunedì 6 giugno, il Teatro alla Scala si presenta al pubblico con un progetto grafico rinnovato a cura dello studio milanese Tomo Tomo.

Una grafica coordinata per il Teatro alla Scala

Lo sviluppo e la moltiplicazione dei canali e dei supporti di comunicazione ha reso più che mai necessario un progetto con una forte impronta unitaria che renda i materiali prodotti dal Teatro immediatamente riconoscibili riconducendoli a un disegno comune, passando da un concetto di grafica editoriale a uno di immagine coordinata.

Per la prima volta quindi la Scala ha chiesto agli studi grafici e alle agenzie che hanno partecipato alla gara un progetto di immagine coordinata che includesse i programmi di sala delle Stagioni d’Opera, Balletto, Concerti, delle iniziative per i bambini e dei progetti speciali, l’advertising per le campagne abbonamenti, i poster dei singoli spettacoli, la nuova veste del Magazine, i contenuti web e social incluse le newsletter, l’impostazione dei contenuti video, la carta intestata e gli altri materiali istituzionali, nonché le linee guida per il nuovo sito web del Teatro che è a sua volta oggetto di gara in queste settimane.
Resteranno ovviamente immutate le locandine storiche del Teatro alla Scala con il fregio a cornice su carta color crema.

Lo studio Tomo Tomo e il progetto

Il progetto vincitore è stato presentato da Tomo Tomo, studio di design della comunicazione con sede a Milano creato da Davide Di Gennaro e Luca Pitoni, che collaborano come docenti con il Politecnico di Milano, l’ISIA di Urbino e l’Università di San Marino.

Lo studio è specializzato in editoria, identità visive e strumenti digitali, principalmente in ambito culturale e ha tra i principali committenti la Fondazione Renzo Piano, Mondadori, RTI, Iperborea, la Biennale di Venezia, il Sole24Ore, il Museo Maxxi, il Quotidiano Nazionale. Per questo progetto lo studio si è avvalso della collaborazione di Kevin Pedron, designer e tipografo indipendente specializzato in identità culturali e docente al Politecnico di Milano e IULM.

Caratteristica del progetto, che ha colpito per le sue qualità di semplicità, chiarezza e rigore, è aver immaginato una veste grafica capace di rappresentare la tradizione scaligera riprendendone alcuni segni distintivi, dal ricorrere del tema della cornice alla pluralità dei caratteri, ma anche la storica capacità del Teatro di rinnovarsi in simbiosi con la città, e in particolare con una città che si è affermata tra le capitali internazionali della grafica e del design.

Il font principale scelto da Tomo Tomo è il “Parmigiano”, una variante del classicissimo Bodoni creato a Parma nel 1798 e quindi di soli vent’anni più recente dell’edificio del Piermarini ma ancora capace di rappresentare l’idea di eleganza italiana nel mondo. L’impaginazione, la costruzione degli spazi e l’uso dei colori (che rispettano la palette tradizionale scaligera: rosso, oro, panna, nero e molto bianco) appartengono a pieno titolo al linguaggio della grafica contemporanea e rinnovano un terreno di dialogo con il panorama culturale cittadino.

www.teatroallascala.org

Per altre notizie relative al tema Teatri Dietro la Notizia

Articoli

Diritti. Dal Comune di Milano direttive in materia di identificazione e iscrizione anagrafica detenuti

Il Comune di Milano, primo a farlo in Italia, emana direttive in materia di identificazione e iscrizione anagrafica di detenuti ed ex detenuti, fondamentali...

Flavio Briatore questa sera a “Zona Bianca”

Oggi, in prima serata su Retequattro, nuovo appuntamento con “Zona Bianca”, il talk d’approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi. Con l’imprenditore Flavio Briatore, spazio a un approfondimento sulla progressiva eliminazione del reddito di...

“Parigi: un amore travolgente”. Diario introspettivo di un giovane scrittore

Un inno all’amore, ma anche alla musica, alla filosofia e all’arte in generale, è il libro del giovane Stefano Chiesa, dal titolo “Parigi: un...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Diritti. Dal Comune di Milano direttive in materia di identificazione e iscrizione anagrafica detenuti

Il Comune di Milano, primo a farlo in Italia, emana direttive in materia di identificazione e iscrizione anagrafica di detenuti ed ex detenuti, fondamentali...

Flavio Briatore questa sera a “Zona Bianca”

Oggi, in prima serata su Retequattro, nuovo appuntamento con “Zona Bianca”, il talk d’approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi. Con l’imprenditore Flavio Briatore, spazio a un approfondimento sulla progressiva eliminazione del reddito di...

“Parigi: un amore travolgente”. Diario introspettivo di un giovane scrittore

Un inno all’amore, ma anche alla musica, alla filosofia e all’arte in generale, è il libro del giovane Stefano Chiesa, dal titolo “Parigi: un...

“With me”: il singolo di Sergio Melone al suo debutto

É  uscito venerdì 27 gennaio 2023 il singolo di debutto di Sergio Melone, dal titolo "With me". Il brano mette a nudo il cantautore (già noto per...

Confartigianato e Miss Italia insieme per promuovere la bellezza dei talenti made in Italy

Il Presidente di Confartigianato, Marco Granelli, e la Patron di Miss Italia, Patrizia Mirigliani, hanno avviato oggi una collaborazione finalizzata ad esaltare valori e...