Post lockdown cala il costo delle tariffe di telefonia mobile

Carta  Prepagata
Carta Prepagata

L’emergenza sanitaria dei mesi scorsi ha determinato un repentino cambiamento delle abitudini degli italiani, che si sono ritrovati senza preavviso a dover rispettare una serie di misure restrittive della propria libertà al fine di prevenire il contagio da Covid-19.

Basti considerare che con i provvedimenti adottati dal Governo tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo, non solo è stata disposta la chiusura forzata delle attività produttive non essenziali, ma è stato altresì imposto a tutte le persone un limite agli spostamenti dalla propria abitazione.

Pertanto, la popolazione si è ritrovata a vivere intere giornate all’interno della propria casa, potendo comunicare con il mondo esterno esclusivamente tramite l’ausilio di dispositivi elettronici, come smartphone e pc, che di conseguenza sono divenuti essenziali.

Prendendo in considerazione il solo settore della telefonia mobile, da una recente indagine è emerso che al termine della quarantena risultano mutate le esigenze dei clienti, che richiedono spesso di poter fruire di più Giga.

Nonostante ciò, e probabilmente per venire incontro alle esigenze dell’utenza, i prezzi delle offerte sono diventati leggermente più competitivi rispetto agli anni scorsi.

In particolar modo, si evince che mentre nel 2019 le tariffe lanciate dagli operatori tradizionali e da quelli virtuali avevano in media un costo mensile di circa euro 11,68 per offrire 2.406 minuti, 38,46 Giga e 1937 sms, nel mese di marzo 2020 il prezzo si aggira sugli 11,55 euro/mensili per 2350 minuti, 43,46 Giga e 2055 sms.

Ciò posto, però, già nel mese di giugno 2020 questa situazione è cambiata: infatti, si assiste ad un incremento del 3,5% dei Giga e del 3,4% dei minuti compresi nelle tariffe telefoniche, a fronte di un ulteriore ribasso della spesa, che arriva intorno agli 11,12 euro.

Se invece si prendono in considerazione soltanto le offerte degli operatori tradizionali (Vodafone, Iliad, Tim e Windtre), emerge che tra i mesi di marzo e giugno 2020, da un lato, aumentano del 2,2% i minuti ed addirittura del 6,8% i Giga offerti e, dall’altro, cala del 22,3% il numero di sms gratuiti spendibili e del 4,8% i prezzi medi delle promozioni disponibili sul mercato.

Talvolta, per poter usufruire di piani tariffari più convenienti sia dal punto di vista economico che operativo, è richiesto che l’utente associ il proprio abbonamento ad una carta di credito, su cui addebitare il canone mensile precedentemente concordato con il gestore telefonico.

Proprio per questa ragione, può essere utile per chiunque dotarsi di questa tipologia di carta  di pagamento, scegliendo il prodotto più in linea con le proprie esigenze. Tra le più diffuse sul mercato vi sono le credit card Illimity e American Express (per ulteriori approfondimenti sulle diverse carte di pagamento: http://www.cartedipagamento.com).