Vincitore Premio Cairo 2019

Namsal Siedlecki vince il Premio Cairo 2019
Namsal Siedlecki vince il Premio Cairo 2019

Namsal Siedlecki vince il Premio Cairo 2019 con l’opera Teste (Trevis Maponos): tre elementi, rame elettrodepositato, cm 30x12x21 ciascuno.

La giuria ha così motivato la scelta: “L’edizione 2019 è stata caratterizzata dalla partecipazione di dieci artisti italiani e, per la prima volta, da dieci artisti di differenti nazionalità che operano in Italia. E in tale occasione la memoria di miti antichi si fonde plasticamente con riti di consumo contemporanei, facendo della scultura un rinnovato processo alchemico.”

Namsal Siedlecki, nato nel 1986 a Greenfield (Usa), vive e lavora a Seggiano (GR). Unendo passato e presente, la ricerca di Namsal Siedlecki riflette sulla vita e sulla morte attraverso la trasformazione della materia. Le sue opere, sculture e installazioni, riprendono i segreti millenari dai quali l’uomo ha tratto insegnamento osservando la natura e si rifanno a tecniche e materiali antichi come la galvanizzazione in rame. Lavorando con forme organiche, ex voto e oggetti più recenti, l’artista rielabora in chiave contemporanea luoghi e tempi tra loro distanti. Siedlecki ha doppia cittadinanza, vive in Italia e al momento lavora nei pressi di Grosseto. Oltre ad aver partecipato a numerose mostre in spazi pubblici e privati, nel 2015 ha vinto il Premio Moroso e il Cy Twombly Italian Affiliated Fellow in Visual arts presso l’American Academy di Roma; quest’anno, invece, si è aggiudicato il Club Gamec Prize della Galleria D’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo.