Osimo, Capotosti 50.47 al trofeo Marche 9,14

Ancona, 15 giugno 2014. Nel dodicesimo Trofeo Marche 9,14 di Osimo (Ancona), meeting nazionale dedicato alle corse ad ostacoli, anche quest’anno il risultato principale arriva dai 400hs maschili. Vittoria per Leonardo Capotosti (Fiamme Gialle) con il tempo di 50”47 che vale la miglior prestazione italiana dell’anno. Il 25enne ternano sfiora inoltre il record della manifestazione, da lui stabilito dodici mesi fa con 50”38. Alle sue spalle si piazza lo junior Francesco Proietti (Atl. Studentesca CaRiRi) in 52”40, per avvicinare il recente personal best di 52”23 ottenuto con il secondo posto nella rassegna tricolore di categoria. La riunione, unica nel suo genere, prende il nome dalla distanza (di 9,14 metri) tra le dieci barriere dei 110 ostacoli che vedono il successo del marchigiano John Mark Nalocca, carabiniere di Centobuchi, con 14”25 (0.0) in batteria e 14”30 (+0.1) in finale. Tra le donne sui 100hs si impone nettamente la veneta Giulia Tessaro (Fiamme Oro) in 13”67 (0.0), non troppo lontana dal primato personale di 13”59, dopo aver realizzato nella batteria il crono di 13”75 (0.0) in un pomeriggio spesso caratterizzato dall’assenza di vento. Secondo posto ad Alessandra Feudatari (Atl. Brescia 1950), 14”26 in finale preceduto da un 14”25.Sfida combattuta nella distanza piana al femminile, con la trentina Martina Giovanetti (Forestale) che si aggiudica i 100 metri in 12”06 (0.0) per un solo centesimo nei confronti dell’atleta di casa Valentina Natalucci (Team Atletica Marche), 12”07 dopo aver fatto segnare il miglior tempo delle batterie in 12”12 (-0.2) contro il 12”20 (0.0) della Giovanetti. In campo maschile invece Maurizio Checcucci (Fiamme Oro), primatista italiano della 4×100, conquista il successo con 10”79 (0.0) che fa seguito al 10”85 della batteria (0.0) davanti a Marco Vescovi e Lorenzo Angelini, entrambi dell’Atletica Avis Macerata e finiti nell’ordine con lo stesso tempo di 11”04. Si fa notare poi l’allievo Nicolò Bellini (Aru Terni), capace di migliorarsi con 56”61 sui 400hs per inserirsi al settimo posto nelle liste italiane dell’anno per la categoria under 18. Nei 110 ostacoli juniores, come nella passata stagione, vince il romagnolo Alessandro Faragona (La Fratellanza 1874 Modena) con 15”00 (0.0) su Leonardo Bizzoni (Atl. Studentesca CaRiRi), secondo in 15”16 ma autore di un 14”93 (0.0) in batteria, e sul marchigiano Vittorio Santori (Collection Atl. Sambenedettese), al personal best con 15”19. Sui 400 ostacoli donne, primo posto della junior Sara Gigli (Atl. Recanati) in 1’07”24, con le vittorie nelle altre gare under 18 per Caterina Santoni (Tam) in 1’25”68 sui 400hs, Simone Sabbatini (Tam) con 15”89 (0.0) nei 110hs e Margherita Pettarin (Cus Trieste) che chiude in 16”71 (0.0) sui 100hs, dopo aver corso in 16”42 nella batteria vinta da Rebecca Dondoni (Collection Atl. Sambenedettese) con 15”69 (0.0).Il Trofeo Marche 9,14 premia, sia al maschile che al femminile, il Team Atletica Marche: la società nata dalla collaborazione tra l’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, la Sacen Corridonia e l’Atletica Osimo (fondata nel 1964 e che quindi festeggia il cinquantenario), club organizzatore della manifestazione nata nel 1978 e ripresa nel 2006 su iniziativa di Gino Falcetta, con l’impegno del Comune e del sodalizio locale del presidente Adriano Malatini. Presente per l’occasione Simone Pugnaloni, neosindaco di Osimo, insieme a Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale Fidal Marche. Assegnato poi uno speciale riconoscimento agli atleti che hanno partecipato a più edizioni del Trofeo Marche 9,14: al maschile Leonardo Capotosti e John Mark Nalocca, tra le donne Alessandra Feudatari. In mattinata, sulla pista della Vescovara, è andato in scena il 10° Meeting Giovanile “Città di Osimo”. Con classifiche combinate per somma dei tempi ottenuti su gara piana e ad ostacoli, vittorie nel Grand Prix tra i ragazzi per Andrea Magnoni (Sport Dlf Ancona) e Livia Moretti (Atl. Chiaravalle), nei cadetti di Lorenzo Spoglia e Teresa Buda, ambedue della Project Ultraman Pescara. Successo nella classifica generale a squadre per l’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, prima anche tra i ragazzi, mentre le altre graduatorie parziali hanno visto il predominio di Atletica Chiaravalle (ragazze), Atletica Gran Sasso Teramo (cadetti) e Project Ultraman Pescara (cadette).