Brasile 2014, SuperMario batte Malta

il rigore di Balotelli

Malta, 26 Marzo 2013 di Fiorenzo Di Costanzo. L’Italia di Prandelli si presenta sul campo della cenerentola del gruppo B valido per le qualificazioni per il mondiale brasiliano del 2014 con un 11 di partenza che presenta due blocchi, uno juventino (6 titolari) e uno milanista (5 titolari). Questa la formazione di partenza (4-3-1-2): Buffon; Abata, Barzagli, Bonucci, De Sciglio; Montolivo, Pirlo, Marchisio; Giaccherini; Balotelli, El Shaarawy. La formazione maltese, guidata dalla vecchia conoscenza del calcio italiano Pietro Ghedin, ha la sua punta di diamante in Mifsud, attaccante che vanta un discreto passato in diversi campionati europei, tra i quali il campionato tedesco e il campionato inglese. Questa la formazione del Malta (4-5-1): Haber; Camilleri, Caruana, Dimech, Muscat; Herrera, Briffa, Sciberras, Failla, Schembri; Mifsud.

L’inizio del match è molto bloccato, con il Malta che tenta di pressare gli Azzurri per non farsi schiacciarsi ma senza grossi risultati: al 7° minuto El Shaarawy si avventa su una palla vagante e viene atterrato dall’intervento irruento di Dimech in piena area di rigore obbligando l’arbitro ad assegnare agli Azzurri la massima punizione. Dal dischetto di rigore si presenta Balotelli che con grande freddezza spiazza il portiere Huber e sblocca così il risultato. Il Malta sembra aver subito il colpo ed El Shaarawy con un bel desto a giro sfiora il gol del 2 a 0. Tuttavia gli Azzurri sembrano distratti dal vantaggio ottenuto così precocemente e compiono parecchi errori nell’impostazione del gioco e proprio su un errore del centrocampo italiano Malta si proietta nella nostra area di rigore con Schembri che cerca e trova il contatto con Buffon: è rigore per i “Cavallieri di St John”. Dal dischetto si presenta Mifsud, goleador ogni epoca con 36 reti in 90 presenza, ma si fa ipnotizzare da Buffon che respinge il tiro e salva il vantaggio. Malta riprende coraggio e sfiora ancora il gol con Mifsud che prende palla sulla nostra trequarti, mette a sedere Bonucci e lascia partire una parabola che supera un immobile Buffon ma che va a sbattere contro la traversa.

L’Italia fatica ad imprimere il ritmo voluto alla gara e non crea grosse occasioni da gol, tentando la conclusione solo dalla distanza, prima con Montolivo e poi con Balotelli. Il Malta invece si rende pericoloso con una punizione dalla medio distanza di Failla: la conclusione è forte e rimbalza a pochi metri da Buffon che non rischia la presa e respinge in calcio d’angolo.

La prima metà del match si chiude con il raddoppio italiano: De Sciglio arriva fin sulla linea di fondo e serve Balotelli che apre bene il “piattone” e riesce ad insaccare sul secondo palo la rete del 2 a 0.

L’inizio della ripresa degli Azzurri segue il copione del primo tempo, con l’incapacità di creare azioni pericolose e concedendo qualcosa di troppo ai maltesi: al 52° minuto Muscat, dal limite dell’area, calcio di poco a lato del palo. Al 53° minuto l’Italia finalmente imbastisce una bella manovra: Balotelli lancia lungo per Abate che trova in area di rigore Giaccherini: lo stop dello juventino non è felice e deve quindi affrettare la conclusione, sulla quale è ottimo il riflesso di Huber che riesce a salvarsi in calcio d’angolo. È l’ultima emozione del match e nell’ultima mezz’ora di gara ricordiamo solo gli ingressi in gara di Candreva, Cerci e Gilardino per Giaccherini, El Shaarawy e Balotelli.

 

Malta 0 – Italia 2: Balotelli 8′ p.t. (rig); Balotelli 45′ p.t.

 

Classifica Girone B: Italia 13 punti (5 partite); Bulgaria 10 pt (6); Rep. Ceca 8 pt (5); Danimarca 6 pt (5); Armenia 3 pt (4); Malta 0 (5).