Antonio Ingroia. Io so

in libreria dal 29 novembre

ANTONIO INGROIA. IO SO

di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza

Antonio Ingroia, Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza presentano il libro venerdì 30 novembre a Roma

presso il Teatro Ambra alla Garbatella alle ore 18.

Con Alberto Belloni, Gabriella Stramaccioni e Marco Travaglio. Introduce Lorenzo Fazio. Coordina Santo Della Volpe. Letture di Enrico Ianniello

Chiarelettere Reverse, pp. 176, euro 12,90

http://www.chiarelettere.it/

 

“Ai lettori dico di non fidarsi delle ricostruzioni distorte delle indagini sulla trattativa. Sarà un processo foriero di tensioni: guardate ai fatti, non alle versioni delle parti in causa. E lo stesso chiedo ai giornalisti. Una parte del paese non vuole la verità sulle stragi, e mi stupirei del contrario: non la voleva vent’anni fa, non la vuole adesso.”

 

“C’è una verità indicibile nelle stanze del potere, un potere non conoscibile dai cittadini che si nasconde, che si sottrae a ogni forma di controllo. La ragion di Stato rischia di diventare un ombrello difensivo sotto il quale proteggere la parte oscura del potere, il suo volto osceno, e la storia occulta dei patti inconfessabili, compresi quella tra Stato e mafia.”

Antonio Ingroia

 

“Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.”

Giovanni 8, 32

SCHEDA

Le stragi e le bombe del ’92-93, la nascita della Seconda Repubblica, la corruzione come sistema, l’attacco alla Costituzione e alla magistratura, la debolezza della sinistra, le indagini sulla trattativa, il conflitto con il Quirinale. Antonio Ingroia, procuratore aggiunto della Procura di Palermo, racconta vent’anni di berlusconismo e la difficoltà di ricostruire la verità sui rapporti tra mafia e Stato.

Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, cronisti giudiziari, hanno lavorato per “L’Ora” di Palermo, oggi scrivono per “il Fatto Quotidiano” e “MicroMega”. Insieme hanno pubblicato per Editori Riuniti RITA BORSELLINO. LA SFIDA SICILIANA, e IL GIOCO GRANDE. IPOTESI SU PROVENZANO; per Chiarelettere L’AGENDA ROSSA DI PAOLO BORSELLINO, PROFONDO NERO, L’AGENDA NERA DELLA SECONDA REPUBBLICA.