Mi Milano prêt-à-porter

Mi Milano prêt-à-porter

Milano-tokyo: andata e ritorno

Triplicato lo spazio dedicato ai giovani nell’edizione di settembre della manifestazione milanese.

Da Milano al Giappone: sono due gli espositori di MI Milano Prêt-à-porter, la manifestazione internazionale di Fiera Milano che presenta le collezioni prêt-à-porter donna e accessori per la Primavera/Estate 2012 (fieramilanocity, 23-26 settembre 2011), presenti in questi giorni a IFF – International Fashion Fair di Tokyo (20-22 luglio). La manifestazione giapponese propone circa 750 espositori e stima 27mila visitatori. Grazie ad un accordo internazionale messo in atto da Mi Milano Prêt-à-porter, la manifestazione milanese ha scelto di essere di supporto ai giovani talenti italiani esportando su mercati strategici alcuni giovani promesse tra i propri espositori. A Maiden Art di Maristella Colombo e a Mauro Gasperi spetta quindi l’onore di tenere alta la bandiera del Made in Italy

Maiden-Art è un marchio di gioielli e accessori con sede a Milano. Le creazioni targate Maiden-Art si caratterizzano per ricerca, innovazione e ironia e sono totalmente fatte a mano da artigiani italiani utilizzando materiali d’eccellenza. Mauro Gasperi porta invece la sua collezione donna dalla quale emerge la sua abilità a scolpire e realizzare forme e silhouette su nuovi materiali attraverso la continua ricerca e sperimentando moderne tecniche di realizzazione.

MI Milano Prêt-à-porter conferma la sua linea di scouting e supporto della creatività made in Italy under 30. Dopo il successo riscosso nelle ultime edizioni, la manifestazione presenta a settembre nell’area HotHouse 30 talenti creativi (contro i 12 dell’edizione di settembre 2010), dove la ricerca stilistica e intellettuale caratterizza ogni singola collezione. Così come prosegue Collisions, cioè Rotte di Collisione, che vede la collaborazione di giovani designers con aziende storiche del Made in Italy per sviluppare delle capsule collection. Un progetto che sta dando dei frutti eccellenti se si pensa che Marta Forghieri e Rolando Rocchetti, che hanno partecipato alla passata edizione del progetto, hanno firmato delle collaborazioni l’una con l’italiana Beatrice B. by Plissè, l’altro con la maison francese Jil Sander.

Creatività under 30 anche per l’ immagine della campagna dell’edizione di settembre di MI Milano Prêt-à-porter. La creatività è firmata infatti dal giovanissimo illustratore Giovanni Dionisi e dall’art director Alessandro Jumbo Manfredini di Annus Mirabilis. Il segno grafico, l’illustrazione e il lettering, elementi storici e fondanti dello stile e dell’editoria della moda italiana tornano ad essere protagonisti, sottolineando il legame con la tradizione e lo slancio verso il futuro della manifestazione milanese. Mentre disegno a mano ed elaborazione grafica sostituiscono il cut and paste di immagini scelto per la passata edizione mettendo in risalto il desiderio della moda contemporanea di legare l’estetica dei primi del Novecento e la psichedelia degli anni Settanta attraverso link che conducono a nuove soluzioni di stile.