Venezia: Scuola per Librai

Seminario di Perfezionamento
Seminario di Perfezionamento

Venerdì 31 gennaio, a Venezia,
Giornata Conclusiva del XXXVII Seminario di Perfezionamento
della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

Giornata Conclusiva del XXXVII Seminario di Perfezionamento
della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri.
Tra gli ospiti interverranno James Daunt, Amitav Ghosh,

Ricardo Franco Levi, Arnaud Nourry, Angelo Tantazzi.
Verranno inoltre presentati i dati AIE del mercato del libro e della lettura 2019.

Domani, venerdì 31 gennaio, a Venezia, presso la Fondazione Giorgio Cini nell’Isola di San Giorgio Maggiore, si concluderà il XXXVII Seminario di Perfezionamento della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri con il tradizionale appuntamento che avrà come titolo “Le grandi sfide”, curato da Achille Mauri e coordinato da Stefano Mauri e Giovanna Zucconi.

Aprirà i lavori Angelo Tantazzi (Prometeia) con un intervento sulle Proiezioni per il 2020: dove va la spesa delle famiglie italiane?, cui farà seguito Ricardo Franco Levi (Associazione Italiana Editori) con alcune riflessioni su Il mercato del libro in Italia.

Si proseguirà con le consegne del quattordicesimo Premio per Librai Luciano e Silvana Mauri a Giorgio Pignotti della Libreria Rinascita di Ascoli Piceno, e della prima Borsa di Lavoro Nick Perren a Irene Quercioli della Libreria Rinascita di Empoli.

Seguiranno gli inteventi di James Daunt (Waterstones e Barnes & Noble) Il libraio dei due mondi e di Arnaud Nourry (Hachette Livre Editoria libraria: una visione per il futuro).

Entrambi parteciperanno alla successiva tavola rotonda moderata da Stefano Mauri, Alberto Ottieri e Giovanna Zucconi.

A seguire è atteso l’intervento dello scrittore, giornalista e antropologo indiano Amitav Ghosh Imparare dal passato: i libri e il loro futuro in un’epoca di catastrofe.

Chiuderà il Seminario il Presidente della Scuola Achille Mauri.

Il Seminario della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri è un importante appuntamento in cui l’editoria italiana e internazionale si confrontano sul presente e sul futuro del libro ed è organizzato dalla Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri in collaborazione con Messaggerie Libri e Messaggerie Italiane, l’Associazione Librai Italiani, l’Associazione Italiana Editori e il Centro per il Libro e la Lettura.

I lavori del Seminario prevedono l’intervento, a fianco dei manager delle principali catene librarie europee e dei vertici dell’editoria italiana, di figure professionali e di personalità di altri settori con l’obiettivo di ampliare con i loro contributi l’orizzonte del dibattito.

L’intento è quello di ridefinire attraverso strumenti di analisi e conoscitivi sempre più aggiornati la figura professionale del libraio, favorendo così la continuità di un percorso formativo che nel rispetto dell’identità originaria gli consenta di riconoscere e anticipare i nuovi ritmi della produzione e della circolazione del libro. Per essere librai non basta essere delle persone colte o degli abili commercianti o dei manager accorti, essere librai significa soprattutto avere la capacità di trasmettere la curiosità e la sensibilità per un mondo fatto di storie che rimandano ad altre storie senza soluzione di continuità. Il libraio, il bravo libraio dev’essere una sintesi virtuosa di tutte queste qualità e la Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri fornisce a chi ha scelto questo mestiere gli strumenti tecnici, organizzativi e conoscitivi per muoversi con consapevolezza in un settore che oggi, forse più di altri, è in continua trasformazione.

Dal 1984 la Scuola (primo esempio in Italia) ha organizzato 318 corsi, per un totale di 3.597 ore di lezione, a cui hanno partecipato 6.008 allievi e 2.043 librerie. È un importante momento di confronto sulle dinamiche dell’universo librario e promuove una discussione estesa a tutti gli aspetti che coinvolgono l’attività della libreria: gestione, organizzazione, distribuzione, commercializzazione e promozione. Un laboratorio dunque in cui sia possibile progettare, discutere, conoscere le dinamiche di quel mondo così complesso ma sempre vitale che ha al suo centro il libro.

Fondazione Umberto e Elisabetta Mauri – Scuola per Librai

Corso Sempione 4, 20154 Milano – tel. +39 02 794867

www.scuolalibraiuem.it

Facebook: Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri

Italo: Tutte le novità della stagione invernale

Treno Italo
Treno Italo

Al via la nuova stagione invernale di Italo. Saranno ben 18 i servizi giornalieri che Italo introdurrà a partire dal cambio orario invernale(15 dicembre 2019) e nel corso dei prossimi mesi. 18 nuovi servizi che porteranno a 116 i viaggi giornalieri della flotta di Italo.

Fra questi ci saranno 10 ulteriori servizi No Stop fra le città di Roma e Milano, portando il totale di questi collegamenti diretti a 32, ossia un treno No Stop ogni 30 minuti nelle ore di punta. I nuovi servizi introdotti riguardano tutto l’arco della giornata: a partire dalle 6.30 del mattino (collegamento che da Roma permetterà di arrivare a Milano per l’inizio della giornata lavorativa), passando per il primo pomeriggio (un treno in partenza alle 14.15 da Milano Centrale ed uno alle 15.05 da Roma Termini) arrivando fino a sera con una nuova partenza da Termini alle 20.05.Roma e Milano, inclusi i No Stop, saranno servite fra loro da ben 64 servizi quotidiani.

Per il capoluogo lombardo però le novità non finiscono qui, ci saranno 4 nuovi servizi anche con il Nord Est: 2 partenze in direzione Venezia (7.35 e 19.35) ed altre 2 che da Venezia raggiungeranno Milano Centrale (partenza da Venezia Santa Lucia alle 7.57 ed alle 18.57), portando a 18 i viaggi al giorno fra le due città, meta di numerosi uomini d’affari oltre che di tanti turisti (anche internazionali) che ogni giorno utilizzano Italo per visitare le bellezze dei due capoluoghi. Per Venezia non finiscono qui le sorprese, infatti ci saranno 2 nuovi collegamenti anche con Roma, salendo così a 22 i viaggi giornalieri fra le 2 città, portando a 40 i servizi Italo che ogni giorno collegano la città lagunare col resto del network.

Roma, interessata dai 10 nuovi No Stop conMilano, dai 2 nuovi servizi conVenezia, arriverà a ben 97 collegamenti al giorno anche grazie alle 2 nuove corse da e per Verona (partenza alle 8.25 da Roma Termini ed alle 16.20 da Verona).

Altra città fortemente interessata dalle novità di questo nuovo orario è Bologna. Il capoluogo dell’Emilia Romagna sarà servito da 13 nuovi servizi No Stop Milano – Bologna – Roma. Questi collegamenti, operativi entro marzo 2020, offriranno maggiori soluzioni ai viaggiatori bolognesi per raggiungere Milano o la Capitale nelle diverse ore del giorno. Basti pensare che saliranno a 49 i servizi fra Milano e Bolognae a81 quelli fra Roma e Bologna, tratta ormai servita da Italo con un treno ogni 15 minuti.

C’è poi la città di Napoli, meta quotidiana di business travelers e turisti. Ci saranno 6 nuovi collegamenti No Stop fra Milano e la città partenopea (partenze da Milano 9.15, 12.15 e 14.15, partenze da Napoli 11.35, 14.35 e 18.35), portando a 44 i collegamenti quotidiani fra le due destinazioni, di cui 8 di questi saranno prolungati su Salerno.

Napoli sarà maggiormente servita anche con Torino, grazie all’introduzione di 10 nuovi viaggi (a partire dalle 5.20 del mattino e lungo l’intero arco della giornata); Torinosempre verso il Sud vedrà crescere i collegamenti conSalerno, grazie al raddoppio dell’offerta: da 4 a 8 servizi quotidiani.

Un ulteriore consolidamento e rafforzamento di Italo sul territorio con l’aumentodelle frequenze grazie all’ingresso in flotta graduale degli Italo EVOe delle città collegate: da settembre infatti Udine, Pordenone, Conegliano e Treviso sono servite da Italo ed in meno di 3 mesi stanno già riscontrando forti consensi fra i viaggiatori.

Processo di crescita contraddistinto sempre dalla qualità dei servizi offerti da Italo, concepiti per rendere più agevole il viaggio dei passeggeri come la nuova procedura di registrazione al Wi-Fi e l’implementazione del servizio di ristorazione al posto, oltre che dall’ampliamento della squadra Italo. E’ da febbraio 2019 che la società ha avviato un piano triennale di assunzioni per un totale di più di 500 nuovi ingressi, volti a rinforzare il team di Italo e dando grandi possibilità di crescita interna a tutti i dipendenti.

Venezia: questione Grandi Navi

andrea merola-venezia grandi navi
andrea merola-venezia grandi navi

È stato inoltrato a tutti i partecipanti del tavolo che sta studiando le soluzioni tecniche per portare le grandi navi fuori da San Marco, il sollecito per l’invio della documentazione chiesta dal Mit entro lo scorso 18 agosto e, attualmente, giunta solo da alcuni soggetti.

Il sollecito, a firma dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale, è stato inoltrato in vista del prossimo incontro del tavolo tecnico, previsto per il 22 agosto, e riguarda le sintesi delle azioni da intraprendere, ciascuno per il proprio campo di competenza, per usare da subito gli attracchi diffusi, come le banchine Fusina e Lombardia.

Le valutazioni, analisi e considerazioni delle azioni da intraprendere – che erano attese per lo scorso 18 agosto – sono essenziali alla effettiva e puntuale attuazione della richiesta da parte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, e per una appropriata e conveniente pianificazione della eventuale riorganizzazione infrastrutturale delle banchine individuate.

Data l’importanza del prossimo incontro del gruppo di lavoro, finalizzato all’individuazione e alla definizione condivisa di soluzioni alternative sostenibili, strutturali e adeguate per consentire l’ormeggio e l’operatività delle navi da crociera per la stagione in corso, è stato fissato un nuovo termine per l’invio dei contributi da parte di tutti i soggetti interessati entro le ore 12 di domani, martedì 20 agosto.

Al tavolo partecipano, oltre al Mit, Autorità portuale e Capitaneria di porto di Venezia, la Guardia di Finanza, la Polizia di frontiera, l’Agenzia del Demanio, Venezia Terminal Passeggeri Spa, Terminal intermodale Venezia Spa, Terminal rinfuse Venezia Spa, Venice Ro Port Mos S.C.p.A. e le compagnie croceristiche interessate.

“Temporary Atelier”

temporary atelier
temporary atelier

Velluti, rasi, lamé. Panier settecenteschi e domini di seta. Parrucche di fiori, acconciature di piume delicate, maschere preziose.
Trasformarsi in una dama ritratta dal Longhi o nella Salomé simbolista per una notte o per un giorno intero.

Camminare per le calli di Venezia come ai tempi della Serenissima; ballare alla luce di mille candele riflesse nei cristalli del corpetto, annuendo maliziose sotto la maschera. Sedurre la dama del cuore con una preziosa marsina bordata di pizzo e un elegante tricorno.

La scelta del costume per il Carnevale di Venezia, la vestizione, il trucco, possono trasformarsi in una meravigliosa avventura grazie al “TEMPORARY ATELIER”, un servizio creato ad hoc dalla SARTORIA TEATRALE ARRIGO.

Fornitore dei più prestigiosi palcoscenici internazionali, dal Teatro alla Scala al teatro La Fenice di Venezia al Liceu di Barcellona e il Metropolitan di New York, partner di importanti produzioni televisive e pubblicitarie, durante le settimane del Carnevale di Venezia la Sartoria Teatrale Arrigo apre un “Temporary Atelier”dal 19 febbraio al 5 marzo nei saloni di Palazzo Tiepolo Passi, splendida residenza affacciata sul Canal Grande, tuttora abitata dai proprietari.

Per pochi, magici giorni, le consolle, gli armadi e le etagères del palazzo si popolano di costumi, cappelli, gioielli, accessori, parrucche e nastri.

“Music’s Too Sad Without You” – Live Version

FOTO JACK SAVORETTI
FOTO JACK SAVORETTI

Esce oggi su tutte le piattaforme digitali e in streming “Music’s Too Sad Without You” – Live Version, registrato durante lo speciale live di Jack Savoretti al Teatro della Fenice di Venezia, insieme alla grande artista internazionale Kylie Minogue. Il brano anticipa il nuovo progetto discografico dell’artista anglo-italiano “Singing To Strangers” (BMG) in uscita il 22 marzo 2019.

Dopo il successo di “Sleep no More” e del tour che lo ha visto protagonista nei principali teatri d’Italia Jack Savoretti torna con un nuovo disco prodotto da Cam Blackwood (George Ezra), e interamente registrato in Italia.
Savoretti ha inciso le tracce del disco insieme alla sua band: i chitarristi Pedro Vito e Sam Lewis, il bassista Sam Davies, il batterista Jesper Lind e il direttore musicale Nikolai Torp.

Ad aprile 2019 partirà il suo nuovo Tour che farà tappa in Italia con 3 date curate da Vivo Concerti. Il primo appuntamento a Padova il 16 aprile, a seguire Milano 17 aprile e Roma 18 aprile. Il tour proseguirà per tutta Europa toccando Olanda, Germania, Svizzera, Polonia, Inghilterra e Irlanda. Il tour si concluderà con una data evento il 31 maggio 2019 alla Wembley Arena di Londra.

I biglietti saranno disponibili a partire da venerdì 23 novembre alle ore 10:00 su www.ticketone.it e presso i punti vendita Ticketone da lunedì 26 novembre.
“Singing To Strangers” segna una linea di demarcazione nel percorso artistico di Jack Savoretti. Un progetto che viene alla luce da una nuova consapevolezza dello stesso artista, un passaggio alla maturità che trova spazio in questi nuovi brani.

TRACKLIST

Standard CD & Vinyl Tracklisting:
1. Candlelight
2. Love Is On The Line
3. Dying For Your Love
4. Better Off Without Me
5. What More Can I Do
6. Singing To Strangers (Interlude)
7. Youth And Love
8. Touchy Situation
9. Greatest Mistake
10. Things I Thought I’d Never Do
11. Going Home
12. Music’s Too Sad Without You (Live In Venice)