Un anno di Disegni

copertina libro
copertina libro

«Per me le strip di satira politica e di costume sono come i bagni di latte d’asina per Messalina: mantengono la pelle fresca e insieme alla pelle pure il cervello.»

Sono anni che Stefano Disegni racconta l’Italia che cambia. E, ovviamente, lo fa a modo suo, con l’inseparabile matita satirica e pungente, prendendo in giro vizi e virtù del nostro Paese. Un Paese in continua evoluzione, dove forse trovare punti di riferimento è diventato impossibile. Quindi, l’unica cosa che ci resta da fare è ridere dei nostri problemi e delle nostre piccole e grandi debolezze.

I temi sono tanti, persino troppi, e l’autore li passa in rassegna davvero tutti: l’immigrazione, il degrado delle città (tra rifiuti e criminalità), la disoccupazione, i vaccini, le nuove tendenze e le mode, la deriva populista della politica (tra contratti di governo e premier sconosciuti), le nuove tecnologie che ci rendono la vita più comoda, serena e felice (felice?)…

Un anno di Disegni raccoglie le strip pubblicate, settimana dopo settimana sul nuovo 7, per rivivere dodici mesi in cui è successo di tutto. Avvenimenti e comportamenti di fronte ai quali, talvolta, è facile sentirsi come quegli alieni che, pagina dopo pagina, guardano allibiti ciò che accade nel mondo bizzarro chiamato Italia.

Controllo e Sicurezza dell’Acqua

da sn - Arrara Santagostino Lonati
da sn – Arrara Santagostino Lonati

A Cornaredo, Bareggio, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Settimo Milanese, Vanzago, acqua sicura, controllata 24 ore su 24 con tecnologie all’avanguardia, secondo standard qualitativi eccellenti.

Per tutti gli abitanti del sistema acquedottistico del Sempione, che comprende i 6 comuni a nord di Milano, arriva il Water Safety Plan (WSP), il rivoluzionario sistema di analisi dell’acqua che prevede più controlli, più prelievi, più parametri nell’intera filiera idro-potabile, da quando l’acqua entra nell’acquedotto fino al punto di erogazione finale, il rubinetto.

Presto obbligatorio in ogni Stato dell’UE, il WSP è stato adottato per la prima volta in Italia a marzo del 2017 da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano che, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, prevede di implementarlo, entro il 2020, in tutti i comuni dell’hinterland milanese.

La presentazione del Piano di Sicurezza dell’Acqua è avvenuta oggi alle 10.00 a Cornaredo, presso la Scuola Secondaria di primo grado” Muratori” in Via L. da Vinci, alla presenza del Sindaco Yuri Santagostino e di Gruppo CAP nella persona di Davide Chiuch, Direttore Settore Acquedotto e Pierluigi Arrara, Presidente Amiacque. Ospiti inoltre Giancarlo Lonati, Sindaco di Bareggio.

“Portare ai cittadini del milanese acqua buona, sicura e garantita è l’attività quotidiana che assolviamo da 90 anni. Ogni anno arrivano ben 278 milioni di metri cubi a 2,5 milioni di cittadini. Implementare il Piano di Sicurezza dell’Acqua, che abbiamo adottato per primi in Italia, rappresenta il modello di controllo dell’acqua potabile che garantisce i più alti standard di qualità, grazie a monitoraggi, specifici per le caratteristiche della nostra falda e del nostro territorio”, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato Gruppo CAP.

“Un investimento continuo in innovazione tecnologica, ricerca e sviluppo che trae il massimo risultato dalla collaborazione con il territorio, amminstrazioni e cittadini, grazie ai quali, entro il 2020 adotteremo il Water Safety Plan in tutti i comuni dell’area metropolitana di Milano”.

“Sapere che controllo, garanzia e qualità dell’acqua entrano ogni giorno nelle case dei nostri cittadini rappresenta un risultato importante che rende la gestione dell’acqua pubblica, uno dei punti di riferimento delle amministrazioni locali, ha dichiarato il Sindaco Santagonstino. Partendo da questo importante presupposto il nostro compito sarà quello di lavorare sul rapporto di fiducia che la comunità ha nei confronti dell’acqua del rubinetto. La rivoluzione tecnologica all’avanguardia del WSP deve incidere positivamente sul valore dell’acqua pubblica e su una cultura basata sul consumo responsabile di questa preziosa risorsa”.

La sfida di Gruppo CAP prevede più controlli, più parametri analizzati, ma anche più punti di prelievo, ovvero il monitoraggio costante della qualità dell’acqua anche attraverso controlli a campione sul punto di utenza finale. E sono proprio le mense scolastiche, i luoghi deputati ai controlli in tempo reale, per assicurare il benessere dei giovani studenti.

Nell’area territoriale del Sempione, saranno ben 36 le strutture scolastiche del territorio a servire acqua di rete nelle mense: 9 a Cornaredo, 10 a Settimo Milanese, 6 a Bareggio, 5 a Pogliano Milanese, 3 a Pregnana Milanese, 3 a Vanzago

Mostra fotografica di Sabrina van den Heuvel

mostra fotografica
mostra fotografica

Dal 16 marzo al 18 aprile 2018 sarà visibile Corpus Dei, mostra fotografica di Sabrina van den Heuvel, che prende vita dal personale “Gran Tour” della giovane artista nel nostro Paese, tra alcuni luoghi emblematici della classicità rivisitati in chiave contemporanea, grazie alle ultime tecnologie della fotografia e all’utilizzo di soggetti non convenzionali.

Una selezione di scatti fotografici, realizzati in occasione della recente residenza di Sabrina presso l’Istituto Olandese, che traggono ispirazione dagli armoniosi paesaggi delle colline di Firenze e Roma, dalle bellezze artistiche, archeologiche e naturali che l’artista ha ammirato nelle due città, ma anche a Tivoli, dalle opere di Michelangelo e Caravaggio che l’hanno profondamente affascinata.

Fotografie sorprendenti che, come l’ultima mostra di Sabrina “Van Gogh Black & White”, tenutasi lo scorso anno alla Eduard Planting Gallery di Amsterdam, lasciano emergere emozioni forti, tra cui estasi, felicità e desiderio, e combinano arte visiva, moda e poesia in un significato unico e profondo.

Corpus Dei
Opere di Sabrina van den Heuvel
Inaugurazione giovedì 15 marzo ore 17.30
16 marzo – 18 aprile 2018
Orario: dal lunedì al venerdì 9.00/13.00 e 14.00/17.30
Ingresso libero
Istituto Universitario Olandese di Storia dell’Arte
Firenze, Viale Torricelli 5

Obihall Firenze : “In…Tolleranza Zero”

Pucci jpg
Pucci jpg

Dopo 70 sold out, Andrea Pucci torna a teatro con “IN…TOLLERANZA ZERO”, spettacolo in cui il comico, sostenuto musicalmente dalla Zurawski live Band, rende esilarante la fatica del vivere a 50 anni.

A un anno esatto dall’ultimo pienone, l’appuntamento con il pubblico fiorentino è fissato per venerdì 9 febbraio all’Obihall (ore 21 – biglietti posti numerati da 23 a 34 euro – prevendite www.boxol.it e www.ticketone.it – info tel. 055.6504112 – www.obihall.it)

L’interagire con moderne e incomprensibili mode, nuove tecnologie, l’educazione dei figli e le loro devastanti e dispendiose attività extrascolastiche, rende tutti INTOLLERANTI.

Pucci, appesantito dagli acciacchi del mezzo secolo, sarà costretto a rivoluzionare la sua vita con esami clinici, esercizi fisici e ad un nuovo tipo di alimentazione per rimanere in forma e vitale. Racconterà l’affrontare un mondo dove sono diventati indispensabili strumenti che fino a poco tempo fa erano inutili e ridicoli.

L’attore comico italiano con i ritmi più incalzanti e l’energia a “ciclo continuo”, evita la satira politica preferendo quella di costume. La quotidianità è l’argomento centrale:

“Non tollero quando vai in pizzeria a prendere le pizze da portare a casa agli amici: sei lì da solo e ordini 3 margherite, 2 quattro stagioni, 1 coi funghi e 3 Napoli e il pizzaiolo ti fa: Da portare via? – No, le mangio qua tutte io! Guardi, da bere solo un bicchiere d’acqua!”.

“Non tollero quando vai in aeroporto, al banco del check-in consegni due biglietti e l’impiegata ti fa: Siete in due? – No siamo in 38, adesso arriva il pullman.

“IN….TOLLERANZA ZERO” Andrea Pucci sfonda le assurde porte che bisogna superare ogni giorno per tornare a casa sani e salvi a colpi di un “in…tolleranza” dalla comicità energica e devastante. Regia di Dino Pecorella.

Radio Italia: 30 anni consecutivi di dirette da Sanremo

Foto 1 Volanti Vercio Danna
Foto 1 Volanti Vercio Danna

Radio Italia si prepara a festeggiare il traguardo dei 30 anni consecutivi di dirette da Sanremo! Dal 6 al 10 Febbraio trasmetterà in contemporanea radio e video da “Fuori Sanremo by Lancôme”, location allestita presso il Grand Hotel De Londres, per seguire la 68ma edizione Festival della Canzone Italiana, la più importante kermesse canora nazionale.

Gli studi sono stati inaugurati Domenica 4 Febbraio con un esclusivo party, in collaborazione con Real Time e realtime.it e Vanity Fair, che ha visto la presenza di tutti i protagonisti del Festival 2018. Presente anche il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri che ha riconosciuto a Mario Volanti un’onoreficenza della Città di Sanremo per i suoi 30 anni di dirette radiofoniche per il Festival.

Mario Volanti, Editore e Presidente Radio Italia: “E’ con grande soddisfazione che raggiungiamo quest’anno il traguardo di trent’anni di dirette dal Festival di Sanremo. La prima trasmissione fu nel 1988: eravamo all’Hotel Lolli, le tecnologie a disposizione erano quelle di 30 anni fa: sembra semplice oggi fare un collegamento, ma allora era veramente qualcosa di complicato.

Aver tagliato questo ulteriore traguardo è sicuramente emozionante e ci fa guardare indietro con orgoglio, pensando a tutta la strada che è stata percorsa in tutti questi anni. Grazie a chi ha fatto il primo collegamento e grazie a chi è al lavoro per seguire quest’ultima edizione del Festival: un evento che celebra la musica italiana e che è nel DNA di Radio Italia”.