“Io sono l’abisso” libro di Donato Carrisi

Nuovo libro di Donato Carrisi
Nuovo libro di Donato Carrisi 

In libreria da lunedì 23 novembre
“Io sono l’Abisso” di Donato Carrisi

«L’uomo che puliva osservò il piccolo tesoro di rifiuti accumulato nelle ultime sei
settimane, proveniente dal villino al civico 23. Aveva selezionato con grande
attenzione quegli oggetti, scartando il resto, partendo da un semplice assunto
imparato nel corso degli anni.
La spazzatura di una persona racconta la sua vera storia perché, a differenza delle
persone, la spazzatura non mente.
Si poteva imparare tanto da ciò che la gente gettava via e, in fondo, quello era
anche il suo modo di relazionarsi con gli altri esseri umani, non con tutti, però, gli
interessavano unicamente i suoi simili, le persone sole.»

La responsabilità collettiva del Male, la violenza domestica e sulle donne, il disagio sociale nella provincia italiana: dopo il successo de La casa delle voci, con il suo nuovo romanzo Donato Carrisi ci porta alle radici del Male della nostra società.
Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s’intravede all’orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e
argento. L’uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non
prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano
via che si celano i più profondi segreti. E lui sa interpretarli. E sa come usarli. L’uomo che pulisce vive
seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l’eccezione di rare ma memorabili serate speciali.

Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall’incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui che ha scelto di essere invisibile, un’ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Ma c’è un’altra cosa che l’uomo che pulisce non può sapere: là fuori c’è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l’oscura fama che la accompagna. E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C’è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Milano Serravalle approva il bilancio 2019

logo
logo

Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. ha approvato il bilancio 2019. L’esercizio si chiude con un valore della produzione pari a 249 milioni di euro. Il margine operativo lordo si attesta a 146 milioni di euro, con un’incidenza sul valore della produzione del 59%. L’utile netto si consolida a 57,8 milioni di euro.

Nel corso del 2019, la Società ha destinato risorse per oltre 60 milioni per manutenzioni e interventi al corpo autostradale, nonché per investimenti destinati alla riqualifica e al miglioramento degli standard qualitativi delle infrastrutture gestite.

Ringraziando il Consiglio di Amministrazione, il management e il personale della Società, il Presidente di Milano Serravalle, Maura Carta, e l’Amministratore Delegato, Andrea Mentasti, hanno espresso soddisfazione per i positivi risultati, raggiunti senza peraltro procedere nel 2019 e nel 2020 agli adeguamenti tariffari autorizzati in sede ministeriale, e confermano l’impegno per superare le difficoltà che nei primi mesi di quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19, hanno investito l’intero settore.

“La consapevolezza” – nuovo album di Stefano Ardenghi

Stefano Ardenghi
Stefano Ardenghi

Esce venerdì 18 ottobre LA CONSAPEVOLEZZA il nuovo album di STEFANO ARDENGHI.  Dieci tracce d’autore che partono da una situazione personale per arrivare ad un senso comune, più collettivo.

La consapevolezza passa attraverso il superamento di crisi presenti nei rapporti umani e nella società; in ogni canzone non c’è la certezza di averla ma si è nella costante ricerca anche quando si pensa di averla acquisita (come la sabbia apparentemente afferrata in copertina). Un percorso musicale resiliente fra sé e gli altri, scavando in profondità con la leggerezza del pop.

Sempre venerdì 18, arriva in radio anche il nuovo singolo RESTARE INDIFFERENTI. L’altra faccia della rete; ad una curiosità morbosa per cose futili si contrappone spesso disinteresse verso i grandi dilemmi del mondo (terrorismo, immigrazione, violenza e povertà).

Accanto ad una legittima indignazione su certi temi non corrisponde quasi mai una vera presa di posizione che sfoci in un’effettiva reazione reale e collettiva, “drogati” solamente del proprio io, in un mare mediatico dove tutto è indistinto, senza più valore. Il testo è di Stefano Ardenghi su musica di Luca Di Nozzi e sarà accompagnato da un video presto online.