Natale 2019: a Singapore torna Christmas on A Great Street

Natale 2019 a Singapore
Natale 2019 a Singapore

I regali più belli e preziosi che si possono ricevere a Natale sono sicuramente i momenti di felicità condivisi con le persone care. Ecco perché quest’anno la Orchard Road Business Association (ORBA) di Singapore ha scelto, come tema per A Great Street 2019, le famose illuminazioni natalizie della Città del Leone, il tema “Il regalo più grande”, con l’obiettivo di diffondere i valori dell’amore, della pace e della gioia in occasione del Natale 2019. Saranno organizzate anche attività divertenti collaterali ed esperienze per grandi e piccoli, per regalare momenti di condivisione e collezionare indimenticabili ricordi per visitatori e locali.

Light-Up Ceremony
I festeggiamenti partiranno dal 16 novembre 2019 per concludersi il 1° gennaio 2020. Come da tradizione, anche quest’anno verrà organizzata la famosa Light-Up Ceremony presso la Ngee Ann City Civic Plaza, proprio sabato 16 novembre.

Orchard Road
Orchard Road, adorna di luci colorate e scintillanti, accoglierà i visitatori con tanti piccoli Babbo Natale che pendono dagli alberi e dagli archi luccicanti. Quest’anno le decorazioni natalizie sono state pensate per offrire un’esperienza coinvolgente ai passanti che camminano lungo le vie di Singapore: Tanglin, Orchard e Somerset saranno adornate in base a differenti temi per stupire e lasciare tutti a bocca aperta di fronte alle scintillanti decorazioni tra cui Babbo Natale, palline natalizie, scatole regalo o fiocchi di neve. Inoltre, la novità di quest’anno è uno splendente arco di benvenuto all’incrocio tra Tanglin e Grange Road e più di trenta biglietti di auguri alti tre metri lungo Orchard Road. Per la prima volta, le decorazioni per le strade si estenderanno anche verso Grange Road e Orchard Link e, nel suo trentaseiesimo anno, la firma Christmas on A Great Street includerà anche pezzi unici interattivi sui marciapiedi di Orchard Road; i visitatori potranno posare con un gigante Babbo Natale che cavalca la sua renna o camminare attraverso un tunnel alto quattro metri adornato da grandi simboli natalizi.

Il Great Christmas Village
Il Great Christmas Village, uno dei momenti clou dei festeggiamenti, ritorna per il terzo anno con un concept rinnovato: visto il grande successo della precedente edizione, quest’anno l’evento sarà sviluppato su tre diverse location: * SCAPE, Grange Road Car Park e Shaw House Urban Plaza. Il Great Christmas Village si svolgerà dal 23 novembre al 26 dicembre 2019 e ospiterà oltre 30 giostre e attrazioni che lasceranno affascinati grandi e piccoli: i villaggi di Natale presso * SCAPE e Shaw House Urban Plaza ospiteranno giostre per famiglie e una nave pirata. Nel Great Christmas Village al Grange Road Car Park, i giovani potranno divertirsi con corse emozionanti come autoscontri e attrazioni adrenaliniche.
Un’altra delle novità di quest’anno sono i due pop-up tematici nel Great Christmas Village e 14 food trucks, dove si potrà gustare il meglio dello street food singaporiano. I più piccoli potranno immergersi in un mondo di giocattoli Hasbro presso Mini TOYBOX, che presenterà marchi famosi come NERF, My Little Pony e MONOPOLY. Ma non finisce qui, il Great Christmas Village ospiterà anche spettacoli serali di cantanti quali Estelle Fly, Shye e Charlene Su, che accompagneranno con un concerto il conto alla rovescia della Vigilia di Natale. Infine, per gli amanti dello shopping, grandi marchi internazionali e locali come Bvlgari, Chomel, IRVINS Salted Egg, SingTel e Vivo apriranno negozi pop-up per offrire esperienze di shopping esperienziali ai visitatori attraverso prodotti esclusivi, display interattivi e attività speciali.
I crediti per il Great Christmas Village saranno già in vendita online con interessanti promozioni, dal 22 ottobre 2019, mentre quando inizieranno i festeggiamenti, saranno venduti agli sportelli delle tre sedi.

DOMANI LA PROVA OLIMPICA INDIVIDUALE DI FIORETTO FEMMINILE

Elisa Di Francisca

LONDRA2012 – Il primo giorno dell’edizione numero 30 dei Giochi Olimpici vedrà alzarsi il sipario sulle prove olimpiche di scherma. All’ExCel di Londra, il programma olimpico prevede la prova individuale di fioretto femminile. L’Italia affida le proprie speranze a Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca ed Arianna Errigo, rispettivamente numero 1, 3 e 4 del ranking mondiale. Nel pomeriggio di ieri (26 luglio) si è svolto il sorteggio del tabellone di gara, dove il software informatico ha stabilito le teste di serie: Valentina Vezzali sarà testa di serie numero 2 ed esordirà nel turno delle 32, alle ore 13.20, contro la vincente tra la giapponese Nishioka e Po Li, portacolori di Singapore.

Elisa Di Francisca è invece la numero 4 del tabellone e salirà per la prima volta sulla pedana olimpica anche lei alle 13.20, nel turno delle 32, contro la vincente dell’assalto tra la libanese Shaito e l’egiziana Shaimaa El Gammal.

La prima azzurra in pedana sarà la testa di serie numero 3, Arianna Errigo, alle 11.50, nel turno delle 32, che sarà chiamata ad affrontare una tra l’egiziana Eman El Gammal e la venezuelana Johana Fuenmayor Choles.

“Sappiamo bene che molte luci saranno puntate su di noi – dice il Commissario tecnico del fioretto azzurro, Stefano Cerioni – ma il ruolo di favoriti è quello che recitiamo sempre in tutte le prove di Coppa del Mondo ed in tutte le competizioni internazionali, come Mondiali ed Europei”. Niente paura, dunque, nè pressione eccessiva ma anzi “tranquillità e consapevolezza. Anche perchè – prosegue Cerioni – abbiamo preparato nel migliore dei modi questa competizione olimpica. Il sorteggio del tabellone ha escluso incontri tra le ragazze se non, eventualmente, in zona medaglia. Questo è un vantaggio che dobbiamo essere bravi a sfruttare”.

Dello stesso avviso anche Elisa Di Francisca. “Ammetto che l’emozione c’è – dice senza remore la campionessa del Mondo 2010 e vicecampionessa mondiale 2011 -. E’ la mia prima Olimpiade ed arrivando al Villaggio Olimpico, ti sembra di essere catapultata in una realtà fantastica. Ma non c’è tempo per distrarsi, perché la gara è alle porte. Sicuramente ci sarà un po’ di tensione, ma sono tranquilla perché so che ho fatto tutto quanto era necessario per arrivare pronta a questo appuntamento che, per me, è storico!”.

Esordio olimpico ed immancabili emozioni anche per Arianna Errigo. “E’ un susseguirsi di sensazioni molto belle e positive – ammette la 24enne azzurra -. E’ la mia prima volta in un’Olimpiade, quindi è normale, credo, provare emozioni molto particolari. L’unica cosa che mi auguro per la gara di domani – dice – è di divertirmi. Per me questo è stato sempre importante nella mia attività schermistica e spero possa essere così anche in questa gara olimpica individuale”.

Valentina Vezzali invece è alla sua quinta Olimpiade “eppure – assicura – nonostante questo ogni volta è una emozione unica e molto particolare. La mia concentrazione è ovviamente sulla gara di sabato, ma non posso non pensare a quanto sarà emozionante portare la bandiera nella cerimonia inaugurale. Ovviamente però sarà una parentesi, sebbene dall’altissimo valore simbolico. Il mio obiettivo è sempre stata la gara olimpica ed ho lavorato in questi anni per arrivare su queste pedane. Adesso ci siamo e siamo chiamate non solo a dimostrare il nostro valore ma anche a mettere a frutto i sacrifici, sperando di rappresentare l’Italia sempre al meglio”.

 

GIOCHI OLIMPICI LONDRA2012 – FIORETTO FEMMINILE – Prova individuale – 28 Luglio

Tabellone dei 32:

Di Francisca (ITA) – (Shaito(Lib) – El Gammal S. (Egy)) – ore 13.20

Errigo (ITA) – (El Gammal E. (Egy) – Fuenmayor Choles (Ven)) – ore 11.50

Vezzali (ITA) – (Nishioka (Jpn) – Po Li (Sin))  – ore 13.20

Respinto ricorso per Susanna Cicali

 

Susanna Cicali

Il board della federazione internazionale canoa ha respinto l’istanza di ricorso presentata dall’Italia contro la squalifica di Susanna Cicali ai mondiali di maratona che si sono svolti il mese scorso a Singapore.

La canoista fiorentina aveva conquistato la medaglia d’oro nella gara riservata alle under 23, ma uno dei giudici aveva ritenuto che in una fase di sorpasso avesse danneggiato la spagnola Eva Barrios che la precedeva e che s’è poi aggiudicata il titolo. Contro la squalifica la delegazione azzurra a Singapore aveva immediatamente presentato appello alla giuria che lo aveva respinto e la federazione, con il suo presidente Luciano Buonfiglio, aveva deciso di insistere anche con il ricorso alla federazione internazionale. Il board a Barcellona ha ritenuto che l’istanza non presentasse elementi di novità rispetto a quelli tecnici già esaminati dalla giuria di Singapore e l’ha respinta. ‘’Più o meno ce lo aspettavamo – ha spiegato Buonfiglio –, ma abbiamo comunque ritenuto importante manifestare anche in quella sede la nostra contrarietà perché anche se io faccio parte della federazione internazionale ritengo comunque e sempre preminente difendere gli interessi degli atleti della federazione italiana. E Susanna da questa esperienza avrà sicuramente imparato qualcosa che le servirà per essere ancora più competitiva e per rifarsi l’anno prossimo ai mondiali di Roma’’.
A Singapore la maratona azzurra ha comunque conquistato l’argento nel K1 senior femminile con la triestina Anna Alberti.

Alberti: una splendida annata

Canoa

SINGAPORE – Prima di cominciare davvero i festeggiamenti per l’argento conquistato da Anna Alberti hanno aspettato che venissero pubblicate le classifiche ufficiali. L’interessata per prima. Troppo forti ancora nella squadra azzurra la delusione e la rabbia per la squalifica piombata ieri su Susanna Cicali dopo la vittoria nel K1 U23.
‘’Effettivamente – ammette la ventiquattrenne atleta triestina – anch’io avevo in testa quel dubbio dopo quello che è successo ieri. Ora naturalmente sono felicissima. E’ il coronamento di un’annata che per me sembrava nata male, con la mancata qualificazione per la squadra azzurra nelle selezioni della velocità e che invece s’è rivelata ottima quando ho deciso di puntare sulla maratona. Devo dire che neppure io mi aspettavo che andasse così bene, con l’oro in Coppa del Mondo, quello agli europei e oggi con questo splendido argento. Ero preoccupata di misurarmi con avversarie a questo livello in K1 soprattutto perché le  conoscevo poco. Invece è andato tutto nel migliore dei modi. Sono riuscita a gestire la mia gara senza sprecare energie per riacciuffare l’ungherese Csay, che se ne è andata in fuga al secondo dei sei giri e ha vinto l’oro, ma controllando piuttosto il gruppo delle altre sulle quali ero riuscita ad avvantaggiarmi. I problemi maggiori me li hanno dati il caldo assurdo e le onde provocate in alcuni tratti dai battelli che passavano
tranquillamente al largo del campo gara. Un brutto neo dell’organizzazione’’.
  ‘’Una gara splendida – commenta soddisfatto il tecnico degli azzurri Marco Lipizer -, un risultato che mi ha fatto riappacificare con il mondo.
Ieri ero furioso, ho dovuto accettare la decisione della giuria ma resto convinto che sia stata sbagliata. Comunque abbiamo dimostrato che la squadra è cresciuta tantissimo in un anno, con elementi che hanno confermato il loro valore anche in un contesto di elite come questo. Lo dimostrano i risultati di oggi, con il quarto posto di Riccardo Strigini e Carlo Tacchini nel C2 junior e i quinti di Agata Fantini e Federica Nolè nel K2 junior femminile e
di Alexandru Galeotti e Carlo Gravina nel K2 junior maschile. Tra l’altro Galeotti è stato anche poco bene durante la gara, ma ha tenuto duro per arrivare tra i primi’’.       
  Entusiasta il presidente della Fick Luciano Buonfiglio: ‘’Non è l’oro che avevamo meritato ieri, ma comunque un argento preziosissimo perché arriva nella categoria maggiore e, accompagnato dai risultati più che confortanti degli altri azzurri, conferma che nella specialità l’Italia della canoa è ai primi posti nel mondo’’. Tra l’altro sarà Roma, l’anno prossimo a organizzare sul Tevere i mondiali 2012 di maratona. ‘’Qui – promette
Buonfiglio – gareggiamo in un contesto di alta spettacolarità, con sullo sfondo la sky line avveniristica di Singapore e praticamente sotto il circuito della formula 1. Ma sono sicuro che a Roma sapremo mostrare quello che valiamo in un contesto diverso ma altrettanto spettacolare’’.
  Domani giornata conclusiva per i mondiali. Anna Alberti e Susanna Cicali stanno decidendo in queste ore, insieme con Marco Lipizer se sono in condizioni di partecipare alla gara del K2 senior donne a cui sono iscritte.

Mondiale di canoa maratona

Mondiale di canoa maratona

ROMA, 20 OTTOBRE – Prime medaglie in palio domani a Singapore per la 19/a edizione del mondiale di canoa maratona che si disputa nel Marina Reservoir, il bacino di acqua dolce creato nel 2008 con la costruzione di una diga che ha chiuso una parte della baia su cui si affaccia il centro della città.
Nella giornata di apertura sono in programma le gare individuali junior e under 23, maschili e femminili. Per gli azzurri saranno impegnati Lorenzo Zeni e Carlo Gravina nel K1 junior, Agata Fantini nel K1 junior donne, Riccardo Strigini nel C1 junior, Matteo Graziani nel K1 U23 e Susanna Cicali nel K1 U23 donne.
Sabato il mondiale proseguirà con K2 junior (Gravina-Galeotti), K2 junior donne (Fantini-Federica Nolè), C2 junior (Strigini-Carlo Tacchini) e le individuali senior in cui per l’Italia gareggia soltanto la campionessa europea Anna Alberti  nel K1 donne. Domenica conclusione con K2 senior donne (Alberti-Cicali) e C2 e K2 senior.
Le fasi più spettacolari delle gare, quelle di trasbordo in cui gli atleti dovranno scendere dalle barche e trasportarle correndo lungo un percorso a terra prima di rimetterle in acqua e proseguire, saranno concentrate sulla Marina Floating Platform,  una grande piattaforma galleggiante (120×83) su cui sono sistemate anche le tribune e che lo scorso anno ha ospitato le cerimonie di apertura e chiusura degli Youth Olympic Games.