Teatro Carcano Milano: “Il secondo figlio di Dio”

simone cristicchi
simone cristicchi

Dopo il grande successo di Magazzino 18 (200 repliche e decine di migliaia di spettatori), Simone Cristicchi, diretto ancora una volta da Antonio Calenda, torna a stupire il pubblico con una storia poco frequentata, ma di grande fascino.

IL SECONDO FIGLIO DI DIO – Vita, morte e miracoli di David Lazzaretti racconta la grande avventura di un mistico,l’utopia di un visionario di fine Ottocento, capace di unire fede e comunità, religione e giustizia sociale.

In cima a una montagna, davanti a una folla adorante di quattromila persone, un uomo si proclama la reincarnazione di Gesù Cristo. È il luglio del 1878. L’inizio di una rivoluzione possibile, che avrebbe potuto cambiare il corso della Storia. Protagonista di questa vicenda incredibile ma realmente accaduta, David Lazzaretti, detto il “Cristo dell’Amiata”.

Tra canzoni inedite e recitazione, il narratore protagonista ricostruisce la parabola di Lazzaretti, da barocciaio a profeta, personaggio discusso, citato e studiato da Gramsci, Tolstoj, Pascoli, Lombroso e Padre Balducci; il suo sogno, rivoluzionario per i tempi, culminato nella realizzazione della “Società delle Famiglie Cristiane”: una società più giusta, fondata sull’istruzione, la solidarietà e l’uguaglianza, una sorta diproto-socialismo ispirato alle comunità cristiane primitive.

 Il cant’attore Cristicchi racconta l’”ultimo eretico” Lazzaretti, e quel piccolo lembo di Toscana (Arcidosso e il Monte Amiata) che diventa lo scenario di una storia che mai uguale fu agitata sulla faccia della terra, ponendoci una domanda più grande, universale, che riguarda ognuno di noi: la “divinità” è un’umanità all’ennesima potenza?

Con l’ausilio di video-proiezioni e di una scenografia in continua mutazione, quella terra così aspra e bella, “terra matrigna e madre”, diventa coprotagonista della straordinaria vicenda di David Lazzaretti, il secondo figlio di Dio. Una storia che se non te la raccontano, non la sai. La storia di un’idea. La storia di un sogno.

Al Teatro Carcano di Milano
da giovedì 24 novembre a domenica 4 dicembre 2016

ORARIda martedì a giovedì e sabato ore 20,30 – venerdì ore 19,30- domenica ore 16,00

PREZZI euro 34,00/25,00 – Riduzioni per over 65 e under 26

INFO E PRENOTAZIONI 02 55181377 – 02 55181362 – PER SCUOLE E GRUPPI gruppi@teatrocarcano.com

PREVENDITE ONLINE ticketone.it – happyticket.it – vivaticket.it

TEATRO CARCANO – corso di Porta Romana, 63 – 20122 Milano

info@teatrocarcano.com www.teatrocarcano.com

Stefano Bollani in concerto a “Natale nelle Grotte”

Natale nelle Grotte_Stefano Bollani_ph_Valentina Cenni

Continuano gli appuntamenti musicali con “NATALE NELLE GROTTE”, uno degli eventi più suggestivi legati al Natale mai organizzati, che si tiene dal 1° dicembre 2015 al 12 gennaio 2016 nell’incredibile contesto delle Grotte di Castellana.

VENERDÌ 8 gennaio il maestro STEFANO BOLLANI porterà in scena nel cuore della terra “ARRIVANO GLI ALIENI”, uno spettacolo imprevedibile in cui l’artista si cimenta per la prima volta anche come cantante e autore di testi.

 Ne LA GRAVE, la prima delle caverne che si incontrano immergendosi nel complesso di cavità sotterranee, location ideale per esibizioni dal vivo con la sua acustica che permette di realizzare performance musicali particolarissime, si sono esibiti altri tre nomi di primo piano della musica italiana: Eugenio Finardi, Claudio Baglioni e Simone Cristicchi.

 «Per “Natale nelle Grotte” – racconta Eugenio Finardi, direttore artistico della manifestazione – ho formato un cast eccezionale, con l’intento di coinvolgere artisti accomunati dalla capacità di condurre il pubblico verso un’esplorazione esistenziale e pronti a esibirsi in un luogo che richiede a sua volta di essere scoperto ed esplorato.  Stefano Bollani, con la sua sconfinata conoscenza pianistica di matrice jazz e la versatilità della sua evoluzione recente coinvolge e scuote corde cerebrali di solito sopite»

 I concerti dei quattro artisti sono stati solo quattro degli appuntamenti musicali di un fitto calendario, sotto la direzione artistica dello stesso EUGENIO FINARDI, artistici e religiosi, con la direzione artistica di PINO SAVINO (direttore artistico delle Grotte di Castellana S.r.l.), che coinvolgeranno le Grotte di Castellana per oltre un mese.

 www.grottedicastellana.it     –     https://www.facebook.com/castellanacaves

https://www.youtube.com/channel/UCAaxqT9dPFb_KiAgb0m3oxw

Simone Cristicchi : “Viaggi e Storie di un Fabbricante di canzoni”

Natale nelle Grotte_Simone Cristicchi_ph_ Massimo Battista

Continuano gli appuntamenti musicali con “NATALE NELLE GROTTE”, uno degli eventi più suggestivi legati al Natale mai organizzati, che si tiene dal 1° dicembre 2015 al 12 gennaio 2016 nell’incredibile contesto delle Grotte di Castellana.

Domenica 3 gennaio il cantautore SIMONE CRISTICCHI porterà in scena nel cuore della terra “VIAGGI E STORIE DI UN FABBRICANTE DI CANZONI”, un viaggio nel repertorio quasi sconfinato di un artista inimitabile.

 Ne LA GRAVE, la prima delle caverne che si incontrano immergendosi nel complesso di cavità sotterranee, location ideale per esibizioni dal vivo con la sua acustica che permette di realizzare performance musicali particolarissime, oltre a Eugenio Finardi, Claudio Baglioni e Simone Cristicchi, si esibirà un ultimo nome di primo piano della musica italiana: STEFANO BOLLANI (8 gennaio) con l’imprevedibile “ARRIVANO GLI ALIENI”, in cui il maestro si cimenta per la prima volta anche come cantante e autore di testi.

 «Per “Natale nelle Grotte” – racconta Eugenio Finardi, direttore artistico della manifestazione – ho formato un cast eccezionale, con l’intento di coinvolgere artisti accomunati dalla capacità di condurre il pubblico verso un’esplorazione esistenziale e pronti a esibirsi in un luogo che richiede a sua volta di essere scoperto ed esplorato.  Simone Cristicchi, con lo spettacolo “Viaggi e Storie di un Fabbricante di Canzoni”, riporta alla luce le radici della nostra storia, con spettacoli sempre toccanti e suggestivi, coraggiosi sotto il profilo musicale e narrativo»

 I concerti dei quattro artisti fanno parte di un fitto calendario di appuntamenti musicali, sotto la direzione artistica dello stesso EUGENIO FINARDI, artistici e religiosi, con la direzione artistica di PINO SAVINO (direttore artistico delle Grotte di Castellana S.r.l.), che coinvolgeranno le Grotte di Castellana per oltre un mese.

 www.grottedicastellana.it     –     https://www.facebook.com/castellanacaves

 

 


 

 

UN SORRISO PER L’EMILIA

Events Comunicazione, in collaborazione con la Fondazione Tiziano Motti, con il patrocinio del Comune  di Quattro Castella, organizza un concerto di beneficienza gratuito per le vittime del terremoto in Emilia.

Sabato 30 giugno a Roncolo di Quattro Castella (RE), si svolgerà un’intera giornata all’insegna della cultura, musica e divertimento per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. Si inizia dalle 10.00 con Motoraduno auto d’epoca, il castello gonfiabile, la Pista minimoto, il Toro meccanico e lo Stand Gadgets, alle 12.00 ci sarà l’apertura dello stand ristorazione, per arrivare alle 17,00 quando si alterneranno sul palco numerosi artisti della scena musicale. 

Ad aprire il concerto, presentato da Enzo Iacchetti ci sarà Omar Pedrini, a seguire Andrea Mingardi, Simone Cristicchi, Danilo Sacco, Mondo Marcio, Povia, FreeBoys, DNR, La Dolce Vita, Freakout, Luca Anceschi, W.A.V.E., Tiziano Motti, Ally, Silvio Sacchi, Iva Zanicchi, Gabriella Culletta, Daniele Ronda e Orange Juice 999. Inoltre Show di Danza curato dalla scuola Progetto Danza. Al termine della serata si svolgerà un’affascinante spettacolo pirotecnico.

La mobilitazione per contribuire alla raccolta fondi per le vittime del terremoto nei comuni emiliani convoglierà a Roncolo il 30 giugno, una marea di artisti che suoneranno dal pomeriggio alla tarda sera. La maratona musicale inizierà alle 17 con l’intento di raccogliere fondi per le vittime del terremoto. Sono tantissimi i nomi noti della musica che hanno deciso di non mancare al concerto benefico che radunerà giovani e meno giovani ai piedi delle nostre colline. Gli artisti che avevano in concomitanza date musicali in altre città italiane stanno comunque garantendo la propria presenza, in serata o nelle ore pomeridiane, al fine di  contribuire a questa iniziativa pro vittime del terremoto.