Trenord: Open Day del nuovo treno Caravaggio

Caravaggio Trenord
Caravaggio Trenord

Un viaggio “regalo” a bordo del nuovo treno Caravaggio in occasione delle festività natalizie: sabato 21 dicembre Trenord propone un Open Day del convoglio, che circolerà sulla linea S11 tra Milano Porta Garibaldi e Como San Giovanni per consentire ai passeggeri di sperimentare in anteprima l’esperienza di viaggio offerta dal nuovo mezzo, che entrerà in servizio sulla linea nella seconda metà di gennaio 2020.

Per l’occasione, sarà possibile viaggiare gratuitamente sulle corse effettuate dal Caravaggio e su tutti gli altri treni in circolazione sulla linea S11, grazie a un biglietto speciale gratuito distribuito il giorno stesso dell’evento a bordo del treno o in prossimità degli accessi ai vagoni; in carrozza saranno proposte animazioni per grandi e bambini.

Il programma dell’Open Day
Caravaggio fischierà la partenza della sua prima corsa alle ore 10.09 dalla stazione di Milano Porta Garibaldi. Il convoglio prevede fermate a Milano Greco Pirelli, Sesto San Giovanni, Monza, Lissone-Muggiò, Desio, Seregno, Camnago-Lentate, Carimate, Cantù-Cermenate, Cucciago, Albate Camerlata, e arrivo a destinazione a Como San Giovanni alle ore 11.11.
Il treno ripartirà poi da Como San Giovanni alle ore 11.49 con destinazione Milano Porta Garibaldi alle ore 12.51; nel pomeriggio è poi prevista una nuova corsa di andata e ritorno sempre sulla tratta Milano Porta Garibaldi-Como San Giovanni, con le medesime fermate. Le corse interessate saranno:
25034: Milano Porta Garibaldi 10.09-Como San Giovanni 11.11
25043: Como San Giovanni 11.49-Milano Porta Garibaldi 12.51
25050: Milano Porta Garibaldi 14.09-Como San Giovanni 15.11
25059: Como San Giovanni 15.49-Milano Porta Garibaldi 16.51

Dalla stazione di origine e da tutte le fermate successive i passeggeri potranno salire a bordo gratuitamente; all’ingresso riceveranno il biglietto speciale – valido per un adulto ed eventuali ragazzi accompagnati di età inferiore ai 14 anni – per effettuare il viaggio a bordo del nuovo treno Caravaggio ma anche per viaggiare su tutti i treni in circolazione sulla Linea S11 nella giornata del 21 dicembre.

Durante il viaggio i passeggeri a bordo del nuovo Caravaggio potranno scoprire il design innovativo degli interni e le nuove funzioni tecnologiche disponibili in tutte le carrozze e per il divertimento dei più piccoli saranno proposte divertenti animazioni. Grandi e piccini potranno inoltre ricevere delle foto istantanee in omaggio da conservare come ricordo della giornata o scattarsi foto da condividere su Instagram (@trenord_discoverytrain #nuovotrenonuoviviaggi #caravaggio).

Al termine delle corse, dalle ore 17 alle ore 18 sarà poi possibile visitare comodamente il treno Caravaggio che sosterà sul binario 5 della stazione di Milano Porta Garibaldi.

L’immissione in servizio
Dopo l’anteprima di sabato 21 dicembre, il treno Caravaggio rientrerà in deposito per consentire il completamento della formazione di macchinisti e capitreno che vi presteranno servizio. Il nuovo convoglio entrerà in circolazione sulla linea S11 dalla seconda metà di gennaio 2020.

Entro la fine di gennaio 2020 sarà in servizio sulla linea anche il nuovo secondo treno Caravaggio, che in queste settimane dalle officine Hitachi ha raggiunto l’impianto Trenord di Milano Fiorenza, dove sarà sottoposto ai test necessari.

Il treno Caravaggio
Prodotto in Italia nello stabilimento pistoiese di Hitachi Rail Italy, Caravaggio si presenta con una livrea dai colori vivaci – verde e blu su uno sfondo bianco.

Convoglio a doppio piano ad alta capacità – 629 i posti a sedere complessivi per la composizione a cinque carrozze – Caravaggio è strutturato in un ambiente unico, senza porte né settori divisori, e si caratterizza per finestrini molto ampi. Completamente accessibile, il treno è dotato di sistemi di illuminazione e di climatizzazione, di informazione e videosorveglianza di ultima generazione. A disposizione dei passeggeri sono prese elettriche e USB per la ricarica dei dispositivi mobili, Wi-Fi, aree polifunzionali per il deposito di passeggini e biciclette con possibilità di ricarica per le bici elettriche.

Oltre a consentire un viaggio confortevole, Caravaggio è un convoglio sostenibile: grazie al nuovo treno si ottiene una riduzione del 30% dell’utilizzo di energia elettrica e un continuo monitoraggio dei consumi.

Caravaggio è il primo di 176 nuovi convogli acquistati da FNM e Ferrovienord grazie al finanziamento di 1,6 miliardi garantito da Regione Lombardia. I nuovi treni consentiranno progressivamente di cambiare volto alla flotta del servizio ferroviario lombardo.

Fashion Week

cosenza fashion week
cosenza fashion week

Gran finale di Altamoda alla seconda edizione di Cosenza , evento ideato e organizzato da Giada Falcone.
Anche quest’anno quattro giorni dedicati alla moda con sfilate, workshop, eventi culturali, dibattiti e open day.

Una città che ha risposto bene ad un format originale e innovativo e che ha ospitato tanti giovani stilisti emergenti e i big dell’alta moda.

Special Guest assoluto Anton Giulio Grande che ha ricevuto da Cosenza Fashion Week e dall’amministrazione comunale nella persona del sindaco Mario Occhiuto, il Telesio d’Argento per i suoi primi 20 anni di carriera.

Un testimonial d’eccezione, un esempio di quanto al sud si può fare moda e diventare noti sul panorama nazionale.

In passerella abiti sensuali ed eleganti, veli e trasparenze, una collezione di alta moda, quella di Anton Giulio Grande, lo stilista amato dalle star della tv.

Grande attesa anche per la stilista Sladana Krstic che é riuscita ad incantare il pubblico di Cosenza per la seconda volta con la sua nuova collezione.
Abiti da favola, fantasie e tessuti originali per la stilista croata che ha partecipato anche ad Altaroma con lo staff della Cosenza Fashion week lo scorso gennaio 2018.

Intanto Cosenza Fashion Week si candida a diventare uno degli eventi moda più importanti del Sud Italia anche per la sua partecipazione, con una sezione off a gennaio 2018, all’Interno del calendario ufficiale di AltaRoma.

Un bilancio positivo per l’edizione a Cosenza tenutasi dal 24 al 27 maggio, che ha incantato tutti in termini di visibilità, numeri e prospettive.

Un progetto ambizioso- come ha affermato Giada Falcone- ma che guarda al futuro, per dire che anche al sud si può fare moda concretamente.

Open Club Day

Open club day
Open club day

I Live Club di tutta Europa aprono le porte e si fanno scoprire a un nuovo pubblico: vicinato, enti locali, scuole ed università
80 locali aderenti di 10 Paesi e oltre 8000 i visitatori attesi per questa prima edizione
Ogni locale gestirà in autonomia il proprio open day: visite guidate, workshop, live act, incontri con lo staff, introduzione alle diverse professioni e alle attività che rendono possibile un concerto live.

L’iniziativa è promossa per l’Italia da KeepOn LIVE con il coordinamento europeo di Live DMA, il circuito internazionale di locali di musica dal vivo, che nel 2015 ha contato 381.000 performance, coinvolgendo 56 milioni di persone.
Qua il link con la mappa di tutti i live club partecipanti: http://openclubday.com
#openclubday

Si terrà il 3 febbraio 2018 in tutta Europa la prima edizione dell’Open Club Day, una giornata durante la quale oltre 80 live club di 10 Paesi apriranno contemporaneamente in tutta Europa le porte al pubblico fuori dagli orari di normale esibizione artistica, per svelare il dietro le quinte di un concerto dal vivo, del delicato meccanismo, del lavoro e delle professioni che ne consentono la realizzazione.

Un evento che stima di coinvolgere oltre 8000 visitatori non tradizionali: scuole, università, istituzioni e cittadini comuni avranno la possibilità di “vivere” un live club, luogo di espressione di creatività, cultura e inclusione sociale. Ogni locale potrà gestire in autonomia il proprio open day.

Saranno previste visite guidate nei backstage, workshop, live act, incontri con lo staff, introduzione alle diverse professioni coinvolte.

L’Open Club Day intende accendere i riflettori sul lavoro quotidiano di un live club e sensibilizzare pubblico, operatori culturali, autorità e politici, nel tentativo di cancellare gli stereotipi e i pregiudizi che gravano sulla musica dal vivo e sulla vita musicale notturna.

Il settore per altro nel 2015 (fonte: Live DMA) ha coinvolto in Europa oltre 56 milioni di persone, che hanno assistito a più di 381.000 performance organizzate da quasi 50.000 locali.

http://openclubday.com – www.live-dma.eu/openclubday
https://www.facebook.com/openclubday/

Bollate: II Open day dello Sportello Europa Giovani

Europa giovani – 2° OPEN DAY
Europa giovani – 2° OPEN DAY

Proseguono, con l’Open day del 28 febbraio, gli incontri periodici promossi dallo Sportello Europa Giovani per i cittadini bollatesi. Durante la giornata aperta, anche l’inaugurazione dello Sportello consulenza CV e il primo corso sulla compilazione del curriculum vitae.

L’iniziativa del 28 febbraio, organizzata dall’Assessorato alle Politiche giovanili, Europa, lavoro, prevede l’apertura dello Sportello dalle ore 10 alle 18 con lo staff a disposizione per illustrare tutti i servizi: la ricerca lavorativa e i corsi gratuiti sul territorio e in tutta Italia; le opportunità lavorative, di studio e carriera nell’Unione Europea e nelle istituzioni comunitarie; le informazioni sull’Europa e sulle tematiche europee; le opportunità legate alla mobilità professionale europea (Erasmus plus, SVE, scambi europei, ecc.); le informazioni e la consulenza sul curriculum vitae Europass e sul portafoglio Europass; la divulgazione delle future attività e iniziative dello Spazio Unico contiguo allo Sportello Europa Giovani.

Durante la giornata verrà anche presentata un’importante iniziativa che partitrà lo stesso 28 febbraio. Si tratta dello Sportello Consulenza CV, aperto su appuntamento, dove ci si potrà rivolgere per sistemare il proprio curriculum vitae, compilarlo in formato europeo (Europass), predisporre l’autocertificazione lingue Europass e conoscere gli altri strumenti che compongono il «portafoglio Europass».

Spazio anche agli approfondimenti con il primo di quattro appuntamenti (gratuiti) su un altro dei temi chiave dello Sportello Europa giovani: la compilazione del curriculum vitae. L’incontro, realizzato in collaborazione con Sportello Stage, si terrà dalle ore 9.30 alle ore 12.30 presso lo Spazio Unico in Piazza A. Moro 1 (ex banca), dove si trova attualmente lo Sportello Europa Giovani.

Nel corso dell’incontro verranno approfondite le tematiche inerenti la stesura del cv e la ricerca del lavoro, con un particolare focus sul marketing di sé stessi nel mercato lavorativo. Durante i successivi appuntamenti, calendarizzati mensilmente, verranno anche effettuate simulazioni di colloqui di gruppo e individuali.

Sempre il 28 febbraio, verrà anche inaugurato il punto bookcrossing dello Sportello, luogo di scambio dei libri e di presentazione dei futuri appuntamenti dello Sportello Europa Giovani, come l’iniziativa per la Festa delle Donne, l’Open Day di marzo con il nuovo incontro, i prossimi appuntamenti sul tema dell’orientamento al lavoro e gli altri incontri sull’Europa. Verranno anche presentati l’avvio del nuovo corso di lingue gratuito e gli appuntamenti/incontri con i giovani imprenditori.

Prosegue ancora il sondaggio…
E ancora possibile compilare il sondaggio rivolto ai giovani under 35 del territorio, pensato per monitorare gli interessi dei giovani del nostro territorio.
Il modulo è disponibile presso lo Sportello Polifunzionale, la Biblioteca comunale di Bollate centro e presso lo Sportello Europa Giovani.

Può essere scaricato dal sito «Europa giovani» del Comune di Bollate. Una volta compilato, il sondaggio può essere restituito via email all’indirizzo: europa@comune.bollate.mi.it, o consegnato nei punti di raccolta in Biblioteca centrale o allo Sportello polifunzionale del Comune di Bollate.

MASTER IN COMUNICAZIONE MUSICALE

Sono aperte le iscrizioni per la dodicesima edizione del Master in Comunicazione Musicale, il primo corso universitario post-laurea dedicato al mondo dell’industria della musica e dei media, che anche quest’anno conferma la sua collaudata formula: artisti – tra tutti Omar Pedrini e Cristiano Godano dei Marlene Kuntz –, operatori del settore e docenti universitari salgono in cattedra per formare a 360° i professionisti della musica di domani.


Nei suoi dodici anni di storia il Master in Comunicazione musicale. Media, Industria, mercato digitale ha formato una nuova generazione di addetti stampa, discografici, promoter di musica dal vivo e operatori dei media musicali.
Quasi 100.000 persone hanno visto su YouTube i video del master, dal web documentario dedicato alle professioni della musica ai video tratti dalle lezioni, mentre su Slideshare le slide delle lezioni sono state consultate 10.000 volte.
Il 4 luglio alle ore 17.00 all’interno dell’Open Day dedicato ai Master dell’Università Cattolica di Milano, presso la  sede di Largo Gemelli 1, verrà presentata l’edizione 2012/2013 del master, alla  presenza del responsabile del corso Gianni Sibilla.

Il termine per la presentazione delle domande di ammissione a questa dodicesima edizione è il 15 ottobre 2012. Le selezioni si svolgeranno il 24 e 25 ottobre, mentre le lezioni avranno inizio il 12 novembre presso la sede di Milano dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in orario pomeridiano.
Il Master in Comunicazione musicale. Media, Industria, mercato digitale, promosso dall’Alta Scuola in Media e Comunicazione dell’Università Cattolica di Milano, è stato il primo corso universitario in Italia  rivolto a laureati di tutte le facoltà e/o diplomati in Conservatorio, specificatamente dedicato all’industria della musica pop e al suo rapporto con il mondo della comunicazione. In dodici anni sono stati selezionati oltre 250 studenti tra le quasi 1000 domande di ammissione ricevute, per un totale di oltre 4000 ore di lezione in aula tra incontri con gli operatori del settore, laboratori sulle professioni della musica, lezioni su discografia, media, musica live, marketing, fino alle nuove frontiere della distribuzione digitale e del mobile. La validità del corso ha permesso negli anni di portare le percentuali di placement tra il 66% e il 90%, a soli sei mesi dal termine delle lezioni, attraverso l’organizzazione di 250 stage tra etichette discografiche, media musicali, uffici stampa e promoter.