#FACCIAMOTAMTAM – appuntamento con Andrea Concas

Andrea Concas BANKSY Libro ChatBOT
Andrea Concas BANKSY Libro ChatBOT

Prosegue la programmazione digital del format #FACCIAMOTAMTAM, il palinsesto di approfondimento sui canali social del Teatro degliArcimboldi, concepito appositamente per rinnovare lo scambio e il dialogo con il pubblico.
Gianmario Longoni, direttore artistico del Teatro degli Arcimboldi, incontrerà mercoledì 9 dicembre alle ore 18.00, in diretta Instagram, l’Art EntrepreneurAndrea Concas, autore del librochatbot“Banksy. 100 domande 150 risposte”(edito da Mondadori),per un viaggio alla scoperta dello streetartist più famoso e “misterioso” al mondo.

Durante la diretta, Gianmario Longoni e Andrea Concas parleranno del grande Banksy, protagonista della mostra allestita al Teatro degli Arcimboldi “UNKNOWN Street Art Exhibition” (attualmente sospesa a causa delle normative anti-COVID) e analizzeranno le teorie sulla sua identità. Lo scrittore sarà a disposizione degli spettatori collegati da casa per soddisfare tutte le curiosità sull’argomento: Ma chi è davvero Banksy? Perché i suoi graffiti vengono rubati e venduti per milioni di dollari? A che età Banksy realizzò la sua prima opera? Qual è l’opera che si è autodistrutta subito dopo essere stata venduta? Insieme a quale famoso artista realizzò l’opera KeepitSpotless?”

#FACCIAMOTAMTAM propone incontri settimanali con dirette, approfondimenti, talk e contenuti speciali che saranno accessibili dai canali social del teatro. Ogni mercoledì un appuntamento con autori, artisti e maggiori esponenti del teatro, dell’arte e della musica per analizzare, approfondire, creare e far circolare nuove chiavi di lettura e di interpretazione del presente e nuove idee per il futuro.

News di Cesare Cremonini

CREMONINI_cover libro Let Them Talk
CREMONINI_cover libro Let Them Talk

Esattamente 21 anni fa, il 30 novembre 1999, usciva “…Squérez?”, il disco di debutto dei Lùnapop di Cesare Cremonini, tra i primi dieci album di tutti i tempi in Italia e riconosciuto da F.I.M.I. (Federazione Industria Musicale italiana) come il disco d’esordio di una band italiana più venduto di sempre.

L’album è stato saldamente al 1° posto della classifica italiana per 13 settimane consecutive (118 sono invece le settimane di permanenza nella classifica generale) entrando quindi nella Top5 dei dischi rimasti più a lungo in vetta.

Da “…Squérez?” sono stati tratti singoli come ”50 special”, “Un giorno migliore”, “Qualcosa di grande”, canzoni entrate nel patrimonio della musica italiana e che oggi, dopo 20 anni, sono ancora amate e cantate dal pubblico di tutte le generazioni.

“Sono felice di questa certificazione, spiega Cremonini, perché Squerez è un album che porterà per sempre un messaggio positivo. La forza della melodia e la voglia di emergere, sono invincibili. Fu un album sinceramente giovane e vero che scrissi quando ero adolescente. Il primo a dare voce a una generazione intera che aveva assorbito attraverso la musica i grandi cambiamenti positivi di quel periodo. Il successo oggi per me è essere di ispirazione per chi muove i primi passi nel mondo della musica”.

Cesare Cremonini nel frattempo pubblicherà il prossimo 1 dicembre “Let them talk” – Ogni canzone è una storia (Mondadori), un libro in cui la musica diviene, attraverso le sue parole, racconto delle sue canzoni e della sua vita, del passato ma anche del presente e del futuro, di una generazione e del suo modo di pensare, di Cremonini ma anche di tutti noi.

«(…) Faccio canzoni solo quando trovo un punto di incontro. Con vite devastate, vissute fino in fondo. Con gli uomini e le donne che hanno già amato, sofferto e dato. Anche se le mie canzoni restano sospese in un sentimento leggero, che tende alla gioia, è proprio in quelle vite che trovo l’interlocutore ideale, nel punto di contatto in cui siamo fragili. È lì che finiamo per somigliarci tutti. Così questo libro non cercherà di raccontare le mie diversità, ciò che mi rende unico per i dolori vissuti o per le fortune e i successi. Al contrario. Questo libro è nato, come tutte le mie canzoni, per far incontrare, e stringersi in un abbraccio, la mia storia con le storie di chi vi entra o ci passa accanto per caso. Le canzoni sono piene di metafore convincenti, ma quella che preferisco è già qui, la state leggendo. Anche Tu, come Me».

Cesare Cremoni racconta così lo spirito di questo libro, con un invito ai lettori ad abbandonarsi al suo mondo per riconoscervi, forse, anche il loro. Cremonini è stato, fino a questo libro, uno dei misteri meglio custoditi della musica italiana. Di lui conoscevamo soprattutto le canzoni, l’ironia e la riservatezza. Perciò Let them talk – Ogni canzone è una storia, è un piccolo miracolo.

“Io sono mio fratello”, di Giorgio Panariello

Copertina " Io sono mio fratello"
Copertina ” Io sono mio fratello”

È l’alba del 27 dicembre 2011 quando una chiamata stravolge completamente la vita di GIORGIO PANARIELLO. Suo fratello Franco, cinquant’anni appena compiuti, è morto la sera prima «tra le braccia gelide della strada che per troppo tempo era stata la sua compagna».

A nove anni da quella tragica notte, PANARIELLO per la prima volta si racconta mettendo nero su bianco la storia che forse ha segnato maggiormente la sua vita, quella del rapporto con suo fratello; lo fa in un libro intenso, autentico e personale dal titolo “IO SONO MIO FRATELLO” (Mondadori), in libreria e negli store digitali da oggi, martedì 3 novembre, e già ai vertici delle classifiche di vendita degli store digitali in pre-order.

«Crescere senza affetto è come stare senza un tetto sopra la testa, non ci si sente mai protetti, difesi, mai a casa. È stata solo una questione di culo. Potevo nascere un anno dopo di lui e mio fratello sarei stato io. E invece è toccato a lui sentirsi addosso un anno di meno, un anno di troppo. Se la mia vita si stava incanalando sui binari giusti, quella di Franco a un certo punto ha deragliato».

Da sempre Giorgio custodisce questa storia che corre come un filo nascosto nella sua vita e ora, nell’anno in cui ha compiuto 60 anni, ha deciso di aprirsi e di immortalare sulla carta tutti quei frammenti di vissuto che lo hanno reso l’uomo che è oggi, attraverso un racconto schietto e a tratti pungente. “IO SONO MIO FRATELLO” è un libro che, grazie all’onestà e all’accuratezza dei sentimenti, riesce a muovere le corde più profonde delle nostre emozioni.

GIORGIO PANARIELLO (Firenze, 1960) è attore di teatro, cinema e tv. Per Mondadori ha pubblicato Non ti lascerò mai solo, Guardami negli occhi, So che ci sarai sempre e Adesso tu.

Giordana Angi incontra il pubblico

giordana_angi_foto_jamie_robert_othieno_jro
giordana_angi_foto_jamie_robert_othieno_jro

La cantautrice italo-francese GIORDANA ANGI – vincitrice del premio della Critica ad Amici 2019, con tre dischi d’Oro all’attivo, prima donna ad arrivare in vetta alla classifica album nel 2019, coautrice di 4 brani dell’ultimo album di Tiziano Ferro – incontra il pubblico in occasione dell’uscita di “VOGLIO ESSERE TUA” (Sanremo Edition) in due appuntamenti speciali: domani, mercoledì 12 febbraio, alla Mondadori di Milano (Piazza Duomo – ore 17.00) e giovedì 13 febbraio alla Discoteca Laziale di Roma (ore 17.00 – Via Giovanni Giolitti, 263).

Disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, “Voglio essere tua” (Sanremo Edition), prodotto da Carlo Avarello per Virgin Records, oltre al brano sanremese “Come mia madre”, contiene 3 nuove canzoni: “Seconda Pelle”, co-scritta per l’album di Tiziano Ferro e presentata qui in una personalissima versione, “La Tua Eredità”, intensa ballata inedita e “Désolé” brano uptempo con sonorità moderne, cantato in francese.

Rinnovato anche il packaging del disco che, nella prima tiratura, è disponibile in versione Deluxe EcolBook con libretto di 24 pagine che include tutti i testi delle canzoni.

Questa la tracklist di “Voglio essere tua” (Sanremo Edition): “Come mia madre”, “Oltre mare” con Alberto Urso, “Stringimi più forte”, “Le 4 Milano”, “Seconda pelle”, “La tua eredità”, “Voglio essere tua”, “Ti vorrei adesso”, “Lola”, “Sempre pronti a giudicare”, “Désolé”, “Paura di morire non ne ho”, “400 proiettili” e “14 encore”.

È attualmente online  il video di “Come mia madre”. Diretto da Priscilla Santinelli, il video è un racconto per immagini ricco di grandi emozioni che arrivano dritte al cuore. Scene di vita quotidiana che descrivono l’essenza del rapporto tra madri e figli.

Un amore universale, fatto di presenza, di piccoli e grandi gesti che sono alla base di un legame inscindibile, che dovrebbe superare ogni ostacolo e difficoltà e non scalfirsi mai.

Tony Maiello in tour negli Store

Tony Maiello foto
Tony Maiello foto

Giovedì 10 maggio a La Feltrinelli RED di Milano (Viale Sabotino 28 – ore 19.00) prima tappa del tour negli store di Tony Maiello: incontrerà il pubblico e presenterà live alcuni brani di “Spettacolo” ,nuovo album che è stato anticipato dal brano omonimo, attualmente in rotazione radiofonica, e dal videoclip, disponibile su YouTube: https://youtu.be/8VboIUitgiY .

Il giorno dopo, venerdì 11 maggio, Maiello sarà alla Mondadori di Napoli (via Luca Giordano, ore 18.30) e il 12 maggio alla Mondadori di Salerno in Corso vittorio Emanuele (ore 17.00).

“Ogni vita è uno spettacolo. Ogni spettacolo ha le sue pause, i suoi momenti felici e quelli meno, tra la linearità dei discorsi e i colpi di scena – racconta il cantautore -. Sta a noi capire da che parte stare. A volte spettatori, a volte registi e poche volte protagonisti. Decidiamo e subiamo il corso degli eventi. Per quanto mi riguarda, ho passato gli ultimi anni dietro le quinte, cercando e scrivendo la mia parte migliore. Questo album è la nuova colonna sonora della mia vita, uno spettacolo che va in scena da 29 anni. Buon ascolto!”