“Leaf in a Hurricane”

Roberta Finocchiaro_foto di Lisa Mac_b
Roberta Finocchiaro_foto di Lisa Mac_b

Da venerdì 7 dicembre, è in radio, disponibile negli store digitali e su tutte le piattaforme streaming “Leaf in a Hurricane  il nuovo singolo di Roberta Finocchiaro che anticipa il nuovo album di inediti “Something True”, in uscita venerdì 14 dicembre. Sempre da ieri è disponibile, sui canali ufficiali dell’artista, il video del brano girato a New York dal regista Marco Napoli

“Leaf in a Hurricane” è stato registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee), così come l’intero album di inediti da cui il brano è estratto. Prodotto da David LaBruyere e Stephen Chopek, rispettivamente bassista e batterista che hanno accompagnato in tour e negli studi di registrazione John Mayer, e da Simona Virlinzi della Tillie Records

«Leaf In a Hurricane è stato scritto dopo un viaggio in Irlanda – racconta Roberta – e racchiude le sensazioni di una musicista che suona viaggiando. Racconta le ansie, la distanza da casa ma anche la bellezza di sentirsi una foglia in un uragano, ritrovarsi in posti nuovi, innamorarsi e condividere la propria musica».

1968 – Capital Revolution, il doppio cd

Capital_revolution
Capital_revolution

E’ in vendita in tutti i negozi di dischi e in esclusiva su iTunes la nuova compilation firmata da Radio Capital e Universal Music “1968 – Capital Revolution”, un doppio cd con le canzoni che hanno cambiato il mondo.

Grazie a Universal e dopo una ricerca di titoli particolarmente significativi, Radio Capital presenta questa doppia raccolta che propone il meglio della produzione musicale del 1968 e dintorni. All’interno le presentazioni firmate da due storiche voci della radio: Luca De Gennaro e Paolo Mixo.

LA MUSICA, elemento sempre più apprezzato dal pubblico radiofonico, è e sarà sempre un valore fondamentale nella programmazione di Radio Capital. Una colonna sonora costante di alta qualità, con le canzoni che hanno fatto storia fino alle nuove scoperte.

Una squadra di conduttori autorevole e riconosciuta ha in mano le redini degli spazi più musicali, mantenendo un occhio di riguardo alle informazioni, alle curiosità, alle storie delle canzoni in onda.

Biagio Antonacci: prevendita biglietti per il nuovo tour 2017/2018.

BIAGIO_def
BIAGIO_def

Il 10 Novembre uscirà, su etichetta IRIS/SONY MUSIC ITALIA, il nuovo album di inediti del cantautore a più di tre anni di distanza dal successo del multiplatino “L’amore comporta”.

E dopo le uniche speciali date evento di Milano e Roma (5 sold-out) dello scorso Settembre, Biagio Antonacci debutterà il 15 Dicembre dal Nelson Mandela Forum di Firenze, con un nuovissimo tour live che lo accompagneràin giro per tutta Italia.

I biglietti per il tour, prodotto e organizzato da F&P Group, in collaborazione con IRIS S.r.l., sono disponibili in prevendita dal 18 aprile, online sul sito di TicketOne (www.ticketone.it) e in tutti i punti vendita autorizzati.
RTL 102.5 è radio partner del tour.

All’Obihall di Firenze: La regina dell’urban soul, MacyY Gray in concerto

macy gray
macy gray

Esordio boom segnato dal best-seller “I try”, un Grammy Award (e altre cinque nomination), collaborazioni con il gotha della musica internazionale, qualche passo nel mondo del cinema e adesso un disco che la riporta al primo amore, il jazz.

Voce sporca alla Billie Holiday, icona di quell’urban soul affacciato sul nuovo millennio, Macy Gray approda martedì 14 marzo all’Obihall di Firenze a pochi mesi dall’uscita di “Stripped”, album nel segno una fusion di straordinaria qualità.

Ottime premesse, a partire della band che l’ha affiancata: musicisti di lungo corso come Daryl Johns al contrabbasso, Russell Malone alla chitarra, Ari Hoenig alla batteria e Wallace Roney alla tromba. Registrato in presa diretta, quasi come un live, “Stripped” segna anche l’esordio per la Chesky Records, etichetta di culto specializzata in produzioni di alta qualità con tecniche binaurali.

Dieci tracce felpate che scivolano tra brani originali – “Annabelle” – cover intriganti – tra le altre “Redemption song” di Bob Marley e “Nothing else matters” dei Metallica – e rivisitazioni di suoi successi, a partire dall’inevitabile “I Try”.

Brani che ascolteremo insieme ad altri capisaldi del suo repertorio e a “White man”, il singolo rilasciato in questi giorni che anticipa il prossimo album, in lavorazione: una canzone potente che punta il dito sulle complicate relazioni razziali che ancora oggi segnano la società americana.

Il futuro del Tennis in scena a Milano

ATP-next-gen-finals
ATP-next-gen-finals

Chi prenderà il posto dei Fab Four ATP? Tra i più promettenti eredi al trono dei tennisti ci sarà sicuramente, ancora, chi è passato per Milano.

Dopo una lunga storia di relazioni tra il capoluogo lombardo e il grande tennis, fatta di iniziative pionieristiche – le prime cinque edizioni degli Internazionali d’Italia si sono giocate qui dal 1930 al 1939 –, una tradizione di tennis giovanile – dalla coppa Lambertenghi under 12, il torneo Avvenire under 16 del 1965 e il trofeo Bonfiglio under 18 – e una collezione di tornei vinti da alcuni tra i giocatori più importanti del panorama internazionale – tra i quali Panatta, Barazzutti, Codesh, Fibac, Lendel, Courier, Ivanisevich, Borg, Cash, Edberg, Monfis, Del Potro, Quinzi, per arrivare a Zverev che ha trionfato nel Bonfiglio nel 2013 – Milano torna scenario delle grandi competizioni mondiali.

Il capoluogo lombardo, infatti, per 5 anni sarà scenario del nuovo torneo ‘NEXT GEN FINALS’ per il quale l’ATP lancerà nel 2017 una classifica dedicata (‘Race to Milan’) che culminerà con il grande evento finale da tenersi dal 7 all’11 novembre. Si tratta di un torneo analogo nella formula al Masters maschile, ma riservato ai giocatori nati a partire dal 1996, quindi Under 21. L’evento è stato presentato oggi a Palazzo Marino tra gli altri dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

“Il nuovo torneo Next Gen ATP Finals  – ha spiegato Sala – sarà un evento eccezionale, mondiale e innovativo. Per i prossimi 5 anni, i migliori giovani tennisti Under 21 di tutto il mondo giocheranno la gara top della loro categoria a Milano. Siamo molto soddisfatti che tra le importanti città che si sono candidate a ospitare questo appuntamento di così alto livello, l’ATP abbia scelto proprio la nostra. È un ulteriore riconoscimento di valore, che ci rende fieri, perché lo sport è un elemento fondamentale dell’attrattività internazionale di Milano”.

Dal palco di Sala dell’Orologio sono poi intervenuti l’assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente dell’ATP Chris Kermode, il presidente della FIT Angelo Binaghi, e i giocatori ATP Karen Khachanov e Matteo Berrettini.

“Siamo lieti di portare questo nuovo evento di prestigio mondiale a Milano, in Italia – ha detto il presidente ATP, Chris Kermode -. La prossima generazione di giocatori sta prendendo uno slancio enorme e l’evento sarà una preziosa occasione per le stelle del futuro che potranno mostrare il loro talento davanti a un palcoscenico mondiale. Abbiamo ricevuto il forte interesse di un certo numero di città in tutto il mondo e siamo lieti di collaborare con la Federazione Italiana Tennis in questa nuova avventura. Sono certo della risposta positiva di una città dalle grandissime potenzialità come Milano. Per l’ATP si tratta di evento cruciale”.

“È un riconoscimento delle nostre capacità organizzative – ha sottolineato il presidente della FIT, Angelo Binaghi -. Ospitare le stelle che già oggi vivono di luce propria, ma che domani saranno i leader del circuito risponde poi perfettamente alla filosofia della nostra Federazione: rivolgersi in primo luogo ai giovani e ai giovanissimi, a coloro che già oggi si appassionano per i campioni che in un futuro ormai prossimo diventeranno i primi protagonisti del circus. Inoltre, con l’Expo Milano è stata città leader nel presentare le risorse su cui la terra di domani potrà contare: ora è pronta a essere vetrina delle risorse su cui potrà contare il tennis del futuro”.

Per Milano è, dunque, un ritorno in grande stile, una città dove il tennis del circuito maggiore ATP manca dal 2005. La Lombardia è la regione guida del tennis italiano, quella con più circoli e più tesserati, e dunque che la scelta di Milano per uno spettacolo di questo livello colma un vuoto durato troppi anni.

Il capoluogo lombardo, che ha riscoperto la propria vocazione turistica grazie al traino dell’EXPO, ha superato la concorrenza di città importanti come Miami, Los Angeles e soprattutto Città del Capo (Sudafrica), tutte interessate al progetto e che avevano avanzato la propria candidatura.

Milano è una città di respiro internazionale, al centro dell’Europa e facilmente raggiungibile grazie ai suoi due aeroporti (Malpensa e Linate) e quindi di sicuro prestigio per una rassegna che vedrà in campo i migliori talenti del tennis giovanile mondiale.

 

Si giocherà nella settimana precedente alle ATP World Tour Finals di Londra, dal 7 all’11 novembre 2017. Sarà il polo fieristico di Milano-Rho, a un passo dalla zona Expo, la sede della prima edizione del torneo. Vi prenderanno parte i migliori sette Under 21 della classifica ATP, più una wild card. La formula del torneo sarà la stessa delle ATP World Tour Finals di Londra, torneo di fine stagione riservato ai migliori otto giocatori della stagione: round robin con due gironi da quattro e semifinali incrociate tra i primi due classificati di ciascun raggruppamento. In palio c’è un montepremi finale che ammonta a 1 milione e 250mila dollari.

Per l’ATP, il torneo sarà l’occasione per sperimentare una serie di innovazioni regolamentari che saranno annunciate nei prossimi mesi, al fine di garantire la continua crescita di popolarità del tennis professionistico maschile. L’evento servirà dunque da trampolino di lancio per l’innovazione nel tennis: l’obiettivo è rendere questo sport sempre più attraente per attirare le generazione future dei fan. E Milano è pronta per questo.

 

In ultimo, per chi proprio non potesse assicurarsi un posto in tribuna per lo spettacolo del torneo, sono pronti i diritti domestici di Next Gen, di proprietà della FIT, che li cederà a SuperTennis. Gli appassionati potranno dunque seguire i match gratuitamente sul canale 64 del digitale terrestre, in HD sulla piattaforma satellitare SKY canale 224 e sul numero 30 di Tivùsat, oltre che in simulcast streaming su