“Beyond Special Edition” di Mario Biondi

Senza titolo-1
Da venerdì 20 novembre, sarà disponibile nei negozi tradizionali e negli store digitali “Beyond Special Edition” (Sony Music) di MARIO BIONDI, l’edizione speciale del disco d’oro “Beyond” con in più 5 storici brani dei Commodores rivisitati, a coronamento di un 2015 di grandi successi per l’artista con 25 date all’estero e concerti in tutta Italia.

Nel CD extra “Mario Biondi vs Commodores” ci saranno i brani dei Commodores reinterpretati “Three Times a Lady”, “Easy”, “Brick House”, “Lady (You Bring Me Up)” e “Nightshift”, primo singolo estratto e attualmente in radio. Mario Biondi si confronta così con la band funk/soul della Motown Records, interpretando con il suo timbro inconfondibile il sound di un gruppo che definisce “Beyond”, ovvero “oltre”.

L’album “Beyond” (Sony Music), entrato direttamente al numero 1 della classifica degli album più venduti, contiene 13 straordinari brani che spaziano tra sonorità soul e funky, tra cui i singoli “Love Is A Temple” e “I Chose You”. Un album dal sound internazionale, nel quale lo stile di Mario Biondi si sperimenta in nuove sonorità. Una produzione curata nel minimo dettaglio con musicisti d’eccellenza tra i quali i Dap-Kings, gruppo musicale funk/soul di Brooklyn, band di Sharon Jones che ha suonato anche con Amy Winehouse e altri artisti internazionali. Tra gli autori dei brani Bernard Butler, ex chitarrista degli Suede, e D.D.Bridgewater.

Al via dal 28 novembre la terza parte del “BEYOND TOUR” (prodotto e organizzato da F&P Group) che porterà l’artista in concerto nei teatri di tutta Italia.
Queste le date confermate:
il 28 novembre al Pala Mazzola di Taranto, l’1 dicembre al Teatro delle Muse di Ancona, il 2 dicembre al Teatro Regio di Parma, il 7 dicembre al MART di Rovereto (TN), il 9 dicembre al Teatro Europauditorium di Bologna, il 10 dicembre al Teatro Galleria di Legnano (MI), il 12 dicembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il 14 dicembre al Teatro Colosseo di Torino, il 16 dicembre al Parco Archeologico dell’Anfiteatro Romano di Santa Maria Capua Vetere (CE) – NUOVA DATA -, il 17 dicembre al Teatro Verdi di Montecatini (PT), il 19 dicembre al Teatro Ponchielli di Cremona, il 21 dicembre al Teatro Rossetti di Trieste, il 22 dicembre al Teatro Pro Loco di Borgosesia (VC), il 23 dicembre al Teatro Carlo Felice di Genova, il 28 dicembre all’Obihall di Firenze, il 29 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 30 dicembre al Pala Florio di Bari.

I biglietti sono acquistabili su www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per informazioni www.fepgroup.it).

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del “BEYOND TOUR”.

Sul palco con Mario Biondi la sua band, che lo accompagna per tutto il “Beyond tour”, composta da: Alessandro Lugli alla batteria, Federico Malaman al basso, Massimo Greco alle tastiere e programmazione, David Florio alle chitarre, Marco Scipione al sax e Fabio Buonarota alla tromba.

 

Continua anche il tour europeo di Mario Biondi con nuove date per marzo 2016! Questi tutti i prossimi appuntamenti all’estero (Ponderosa Music and Art): il 3 dicembre a Montecarlo (MC), il 5 dicembre a Newcastle (UK), il 6 marzo ad Atene (GR), l’8 marzo a Stettino (PL), il 9 e il 10 marzo a Belgrado (SRB) e il 16 marzo a Vilnius (LT).

 
www.mariobiondi.com – www.youtube.com/user/mariobiondiofficial

www.facebook.com/mariobiondiufficiale – twitter.com/mariobiondi

 

Mario Biondi “Beyond Tour” – nuova data aggiunta

Mario Biondi_da.fa
Dopo la certificazione oro di “Beyond” e lo straordinario successo dei live in Italia e all’estero degli scorsi mesi, MARIO BIONDI torna in concerto nei teatri di tutta Italia con la terza parte del “BEYOND TOUR” a cui si aggiunge una nuova imperdibile data: il 30 dicembre al Pala Florio di Bari.

 Con “BEYOND TOUR” (prodotto e organizzato da F&P Group) Mario Biondi presenterà tra novembre e dicembre l’ultimo disco di inediti “Beyond”, e i suoi più grandi successi, in un imperdibile viaggio in musica, tra sonorità soul e funky.
Queste le date confermate:
il 28 novembre al Pala Mazzola di Taranto, l’1 dicembre al Teatro delle Muse di Ancona, il 2 dicembre al Teatro Regio di Parma, il 7 dicembre al MART di Rovereto (TN), il 9 dicembre al Teatro Europauditorium di Bologna, il 10 dicembre al Teatro Galleria di Legnano (MI), il 12 dicembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il 14 dicembre al Teatro Colosseo di Torino, il 17 dicembre al Teatro Verdi di Montecatini (PT), il 19 dicembre al Teatro Ponchielli di Cremona, il 21 dicembre al Teatro Rossetti di Trieste, il 22 dicembre al Teatro Pro Loco di Borgosesia (VC), il 23 dicembre al Teatro Carlo Felice di Genova, il 28 dicembre all’Obihall di Firenze, il 29 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 30 dicembre al Pala Florio di Bari.

I biglietti sono acquistabili su www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per informazioni www.fepgroup.it).

 Sul palco con Mario Biondi la sua band, che lo accompagna per tutto il “Beyond tour”, composta da: Alessandro Lugli alla batteria, Federico Malaman al basso, Massimo Greco alle tastiere e programmazione, David Florio alle chitarre, Marco Scipione al sax e Fabio Buonarota alla tromba.

 RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del “BEYOND TOUR”.

È in radio il nuovo singolo di MARIO BIONDI “Nightshift”, reinterpretazione del brano dei Commodores, band della scena black statunitense capitanata dal re del pop Lionel Richie. “Nightshift” anticipa “Beyond Special Edition”, l’edizione speciale del disco d’oro “Beyond” che uscirà il 20 novembre a coronamento di un anno di grandi successi e conterrà 5 storici brani dei Commodores rivisitati.

Oltre a “Nightshift”, nel CD extra “Mario Biondi vs Commodores” ci saranno i grandi successi dei Commodores “Three Times a Lady”, “Easy”, “Brick House” e “Lady (You Bring Me Up)”.  Mario Biondi si confronta così con la della band funk/soul della Motown Records, i cui componenti originari erano Lionel Richie, William King, Thomas McClary, Ronald LaPread, Walter Orange e Milan Williams, interpretando con il suo timbro inconfondibile il sound di un gruppo che definisce “Beyond”, ovvero “oltre”.

 L’album “Beyond” (Sony Music), entrato direttamente al numero 1 della classifica degli album più venduti, contiene 13 straordinari brani che spaziano tra sonorità soul e funky, tra cui i singoli “Love Is A Temple” e “I Chose You”. Un album dal sound internazionale, nel quale lo stile di Mario Biondi si sperimenta in nuove sonorità.
Una produzione curata nel minimo dettaglio con musicisti d’eccellenza tra i quali i Dap-Kings, gruppo musicale funk/soul di Brooklyn, band di Sharon Jones che ha suonato anche con Amy Winehouse e altri artisti internazionali. Tra gli autori dei brani Bernard Butler, ex chitarrista degli Suede, e D.D.Bridgewater.

www.mariobiondi.com – www.youtube.com/user/mariobiondiofficial

www.facebook.com/mariobiondiufficiale – twitter.com/mariobiondi

FESTIVAL TEATRO CANZONE GIORGIO GABER 2012

Il Festival Teatro Canzone Giorgio Gaber, in programma nella suggestiva cornice della Cittadella del Carnevale di Viareggio, il 21 e il 22 luglio prossimi, alle ore 20.45, si apre quest’anno all’insegna di grandi novità.

In apertura delle manifestazioni per il decennale della scomparsa di Gaber, Patti Smith sarà ospite d’eccezione la sera del 21 luglio. In tour in Italia dal 14 al 26 luglio per presentare dal vivo il suo ultimo album Banga’, (pubblicato lo scorso 5 giugno per Sony Music), Patti Smith sarà ospite alla Cittadella del Carnevale e dedicherà una performance unica ed irripetibile ad un Artista, Gaber, che non ha mai conosciuto direttamente ma con il quale ha sicuramente condiviso qualche decennio di storia della musica, oltre che l’ideale di un pensiero ‘libero’.

Dieci gli ospiti anche in questa edizione: artisti, mai intervenuti prima, che con la loro disponibilità e sensibilità stanno preparando un loro personale omaggio a Gaber, cercando tra le canzoni più nascoste, quelle meno rappresentate negli ultimi anni.

Samuele Bersani, Mario Biondi, Gigi D’Alessio, Dente, Nada, Noemi, Pacifico, Max Pezzali, Leonardo Pieraccioni e Syria compongono un cast rappresentativo di una moltitudine di generi, attraendo ogni tipo di pubblico verso l’opera di Gaber.

Ed anche grazie alla significativa interazione tra  loro e Rocco Papaleo, il risultato finale sarà un vero e proprio spettacolo “gaberiano”, confezionato e pensato esclusivamente per quel palcoscenico.

Per  la prima volta, infatti, le serate saranno presentate da Rocco Papaleo, in veste non di solo presentatore, ma accompagnato dalla band di cinque elementi con cui sta riscuotendo successo in giro per l’Italia. Papaleo era stato al Festival nel 2004 dove aveva “preteso” di essere inserito negli Artisti del Teatro Canzone (la speciale sezione che negli anni passati il Festival dedicava ai giovani esordienti) e assumerà il ruolo del padrone di casa, ricevendo il testimone da Enzo Iacchetti, affettuosissimo padrone di casa per le precedenti edizioni.

Rocco è il mio più degno successore. Gli ho dato il benvenuto nel 2004 e sono davvero felice che sia proprio lui oggi a sostituirmi. Certo, non tifa Inter, ma nonostante questo, Gaber lo apprezzerebbe moltissimo!“, ha commentato Enzo Iacchetti. “Rocco è una persona seria e colta, degna di quel palco, che onorerà Gaber come merita. Per questa edizione non potrò essere presente, ma avrò le mie spie! Lascio a Rocco una mia creatura, ma non certo il mio amore per Gaber.”

Ad affiancare Papaleo sul palco, nel ruolo di volto della Fondazione, lo storico autore del Festival, Massimo Bernardini, conduttore di Tv Talk , biografo e amico personale di Giorgio Gaber.

Autori della manifestazione saranno Raffaello Fusaro, storico collaboratore di Papaleo, e Alessandra Scotti, già nota a Viareggio per aver curato con Dalia Gaber la serata del Memorial in ricordo della strage del 29 giugno.

A sottolineare le affinità artistiche e umane tra Gaber e Dalla, applaudito ospite al Festival del 2009, Marco Alemanno e la Fondazione Gaber dedicheranno un proprio momento di riflessione. 

Il Festival continua nella sua nobile missione: mantenere vivo, attraverso la testimonianza di grandi nomi dello spettacolo, e anche attraverso la discussione, il dibattito, la polemica, il valore universale dell’opera che Gaber ci ha lasciato, costante punto di riferimento per la grande cultura, la nostra politica, lo spettacolo italiano e il nostro personale pensiero.

“IL SENSO…DI ALEX”

Esce oggi (20 marzo) “IL SENSO…DI ALEX” (Sony Music): 15 grandi successi dell’indimenticato ALEX BARONI, reinterpretati da altrettanto grandi artisti della musica italiana. 13 amici che hanno così voluto rendere omaggio ad Alex, a 10 anni dalla sua scomparsa.

 

L’album contiene anche un fantastico duetto di Alex Baroni insieme a Renato Zero, “E il cielo mi prese con sé”, oltre che un inedito di Alex , “Arrivederci amore mio”.

 

Questa la tracklist de “IL SENSO….DI ALEX”: 1) Arrivederci amore mio – INEDITO cantato da Alex Baroni; 2) Ce la farò – Claudio Baglioni; 3) Viaggio – Giorgia, 4) Cambiare – Noemi; 5) E il cielo mi prese con sé – Renato Zero & Alex Baroni; 6) La voce della luna – Mario Biondi; 7) Voci di notte – Carmen Consoli; 8) Onde – Amii Stewart; 9) Scrivi qualcosa per me – Marco Mengoni; 10) Ultimamente – Michele Zarrillo; 11) Pavimento Liquido – Alex Britti; 12) Solo aper te – Luca Jurman; 13) Sei la mia canzone – Fabrizio Frizzi; 14) Parlo di te e di me – Gegè Telesforo; 15) Male che fa male – Gli amici di Alex

 

Così spiega il progetto il produttore Marco Rinalduzzi:

IL SENSO DI ALEX” è un pensiero.

Un pensiero che si è fatto strada nella mia mente col passare degli anni, constatando che

Il tempo passava e Alex non era mai stato ricordato come forse era dovuto.

Arrivati al decimo anniversario della sua scomparsa, anzi al nono perché questo lavoro è durato circa un anno, ho avuto il desiderio fortissimo di fare un omaggio, un tributo a quello che io reputo uno dei migliori interpreti degli ultimi 50 anni, non trascurando il fatto che è stato anche l’ autore dei testi di quasi tutte le sue canzoni.

Un tributo vero, si fa da artista ad artista ed allora ho cominciato a chiamare tanti artisti,

molti dei quali con affinità stilistiche ed altri semplicemente perché gli volevano bene.

Ho trovato la grande partecipazione di tutti quanti, grande rispetto e grande entusiasmo.

Tutti hanno scelto con me le canzoni e le hanno interpretate alla loro maniera.

Personalmente credo che ognuno di loro abbia fatto un lavoro straordinario, dando giustamente nuova veste a queste canzoni.

Non esiste un senso per la morte di una persona così giovane, ma credo che

“IL SENSO DI ALEX” dia una ragione al lavoro fatto da questo ragazzo nella sua vita troppo corta.

 

 

Ensemble Symphony Orchestra

Maestro Loprieno, orchestra ESO

In tour con :

Sting, Mario Biondi, Francesco Renga, Morgan, Giovanardi

Un’estate ricca di impegni quella della Ensemble Symphony Orchestra, diretta dal Maestro Giacomo Loprieno, che affiancherà ancora una volta i grandi nomi della musica italiana ed internazionale sui palchi dei tour estivi. Da sempre l’Ensemble Symphony Orchestra si contraddistingue per la capacità di affiancare artisti pop e di fondere la struttura e la natura classica dell’orchestra con i parametri e le esigenze della musica contemporanea pop – rock italiana.

L’organico della Ensemble Symphony Orchestra è formato da 54 elementi della grande orchestra sinfonica con l’aggiunta di una nutrita sezione ritmica, del pianoforte e da varie sezioni di sassofoni.

ESO nasce come un’orchestra sinfonica, che nel corso degli anni si è cimentata sotto bacchette prestigiose e al fianco di solisti di fama mondiale- spiega il Maestro Loprieno. – Partendo dallaformazione classica ESO ora attraversa i più  diversi generi: jazz, gospel, blues, pop vivendo una sorta di viaggio ideale nel tempo e negli stili musicali. La contaminazione dei linguaggi è così diventata la caratteristica peculiare che la differenzia e la contraddistingue. Lo spettatore assiste ad un incessante gioco di contrasti fra strumenti e tecniche che ora si piegano, ora si scontrano, altre, invece, idealmente siintrecciano”.

Questi i tour in cui l’Ensemble Symphony Orchestra sarà impegnata nei mesi estivi : il “ Mario Biondi Tour 2011”, il “Francesco Renga Tour 2011”, “Con- certo” di Morgan, “Mauro Ermanno Giovanardi tour2011” di Giovanardi e i concerti italiani di Sting che si terranno il 30 luglio a Roma al Parco della Musica e il 31 luglio a Brescia in Piazza della Loggia.

La Ensemble Symphony Orchestra nasce in seno all’ Orchestra Sinfonica di Massa e Carrara grazie alla fusione delle esperienze classiche e liriche di alcuni tra i migliori strumentisti italiani provenienti da  importanti teatri nazionali quali il Carlo Felice di Genova, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra della Toscana, la Fondazione Toscanini di Parma e molti altri.

Grazie al coinvolgimento in molti progetti al fianco di solisti del jazz, del pop, del gospel, l’Ensemble Symphony Orchestra dimostra una straordinaria versatilità e conoscenza dei linguaggi e delle strutture diverse da quelli classici, oltre che una notevole esperienza nellive amplificato.

Giovanni Allevi, Francesco Renga, Morgan, Stefano Bollani, Enrico Rava, Paolo Silvestri, Rossana Casale, Maurizio Giammarco, Maurizio Colonna, Renato Serio, Ron, Luis Bacalov, Enzo Favata, Mimmo Locasciulli, Oscar Williams, Mario Biondi, Ermanno Giovanardi, sono solo alcuni degli artisti con cui la Ensemble SymphonyOrchestra ha collaborato.

 www.eso.orchestramassacarrara.it