Turisti non per caso

Turisti non per caso

Racconto di un’esperienza di turismo responsabile in Burkina Faso

di e con Maneul Ferreira e Elena Lolli

direzione musicale di Mauro Buttafava

8 aprile 2013, di Elisa Zini – Eccellente performance per la compagnia teatrale “Alma Rosè” che nel Centro Culturale Ariberto, in via Daniele Crespi n° 9, sabato 6 e domenica 7 aprile 2013 ha intrattenuto il suo affezionato pubblico con un nuovo spettacolo. Con la presenza di musica dal vivo, diretta e interpretata dal bravissimo polistrumentista Mauro Buttafava, Elena Lolli e Manuel Ferreira raccontano la loro esperienza di turismo responsabile in Burkina Faso.

Il Burkina Faso, “Paese degli uomini integri”, nasce come Repubblica presidenziale nell’agosto del 1984. Paese situato a sud del Sahara, all’interno di una grande regione detta Sahel, in grado di accogliere più di sessanta etnie diverse in modo pacifico e rispettoso.

Da più di venti anni Coop Lombardia, Coop Liguria insieme con l’Unione Namanegzanga dei Gruppi di Villaggio di Tanlili, con la preziosa consulenza tecnico scientifica dell’Università degli Studi di Milano,  hanno iniziato un importante progetto di cooperazione, “Produrre senza distruggere”, che ha permesso agli abitanti dei Villaggi di Tanlili di raggiungere l’autosufficienza alimentare mettendo in atto opere di difesa del suolo, un vero e proprio presidio per la difesa della biodiversità.

La compagnia teatrale Alma Rosè racconta, con la consueta maestria, la personale esperienza in Burkina Faso avuta in collaborazione con l’associazione “Mowgli”, tour operator di turismo responsabile. Un gioco di colori, suoni, odori pervade il teatro. Recitazione, musica e immagini trasportano lo spettatore in una terra lontana piena di contraddizioni, povera ma felice. Sul palco i musicisti, due leggii, le calde voci di Elena e Manuel e tante immagini scattate con il cuore, da condividere. C’è anche un violino che vibra in perfetta armonia con i numerosi strumenti africani presenti sul palco.

Un’ esperienza in un Africa vera, vicino alla gente: un viaggio responsabile dove le distanze si annullano realmente e dove gli sguardi e i sorrisi valgono più di mille parole.

Canto per la Città

Alma Rosé e Fondazione Ivo De Carneri:

una serata di teatro e beneficenza

Il Giro della Città – VII edizione

ultima data 2011

In scena il “Canto per la Città”, spettacolo sulle persone e le realtà che rendono viva Milano, per promuovere e sostenere i progetti di cooperazione sanitaria della Fondazione De Carneri per lo sviluppo sostenibile dei Paesi Beneficiari

La Compagnia teatrale Alma Rosé gira Milano e provincia con i suoi spettacoli, porta il teatro in luoghi nuovi, scardinando i tragitti abituali e invitando il pubblico a vivere la città in modo nuovo.

Insieme alle numerose associazioni e alle persone che a Milano si adoperano nella cultura o nel sociale la Compagnia lavora per proporre idee, emozioni, incontri, dibattiti e per svelare la faccia meno conosciuta e più amabile della città.

Canto per la Città

Voglio cantare. Voglio cantare a tutte quelle persone che amano Milano andando contromano in bicicletta, cambiando le regole che amano Milano come una madre ama il figlio più difficile, come un amante ama una compagna piena di difetti.

di Manuel Ferreira e Elena Lolli

con Manuel Ferreira

progetto musicale Mauro Buttafava

 

Venerdì 28 ottobre | ore 21.00

Teatro Rosetum – Via Pisanello, 1 – Milano

Ingresso: è gradito un contributo a partire da 10 €

Info: 02-28900393 | info@fondazionedecarneri.it

Un canto che è una dichiarazione d’amore, di un amore difficile ma non impossibile. Milano. Un rapporto che sembra arrivato agli sgoccioli. Ma dove è che batte ancora il cuore della città? Cominciando da piazza del Duomo, cantiamo storie di persone comuni e nello stesso tempo avventurieri di una metropoli spenta che non si danno per vinti. Sono storie di visionari che inventano nuove risposte, di ostinati che vogliono creare qui il proprio habitat e non andarsene, di cittadini responsabili che si preoccupano di gettare semi e aprire piste per chi verrà dopo.

Questo è il nostro canto per loro che sono come infinite lucine che si accendono nel buio. Come una boccata di ossigeno in quest’aria pesante.

Presentazione del partner: La Fondazione Ivo de Carneri Onlus, nata nel 1994, realizza progetti di cooperazione in ambito sanitario a favore delle comunità più povere nel mondo. Organizzazione non governativa, promuove la ricerca, la formazione e lo sviluppo di piani sanitari per le malattie parassitarie e della povertà. www.fondazionedecarneri.it

Per informazioni: Marta Lavagnoli | comunicazione@almarose.it | Tel. 02.36577560

Canto per la Città

Il teatro di Alma Rosé per l’iniziativa “Condividere il Cuore” del Consorzio CGM

Il Giro della Città – VII edizio

In scena il “Canto per la Città”, spettacolo sulle persone e le realtà che rendono viva Milano, per festeggiare “Condividere il Cuore”: il cuore delle cooperative sociali incontra il cuore della città

La Compagnia teatrale Alma Rosé gira Milano e provincia con i suoi spettacoli, porta il teatro in luoghi nuovi, scardinando i tragitti abituali e invitando il pubblico a vivere la città in modo nuovo.

Insieme alle numerose associazioni e alle persone che a Milano si adoperano nella cultura o nel sociale la Compagnia lavora per proporre idee, emozioni, incontri, dibattiti e per svelare la faccia meno conosciuta e più amabile della città

Canto per la Città

Voglio cantare. Voglio cantare a tutte quelle persone che amano Milano andando contromano in bicicletta, cambiando le regole che amano Milano come una madre ama il figlio più difficile, come un amante ama una compagna piena di difetti.

Venerdì 7 ottobre | ore 21.00

Teatro Rosetum – Via Pisanello, 1  – Milano

Ingresso libero

Alma Rosè: mapu terra

 

“Mapu Terra” di Alma Rosé

in scena al Carroponte

Il Giro della Città – VII edizione

Prosegue il Giro della Città di Alma Rosé al Carroponte di Sesto San Giovanni con il quarto appuntamento teatrale all’interno della rassegna di musica e teatro organizzata da Arci Milano in collaborazione col Comune di Sesto San Giovanni.

Quest’anno infatti il Giro della Città, l’itinerario che la Compagnia teatrale Alma Rosé traccia dentro il territorio metropolitano portando i suoi spettacoli in luoghi della cultura e del sociale, si incrocia con la rassegna estiva del Carroponte, uno dei luoghi post-industriali più suggestivi della Sesto operaia, a due passi da Milano.

 

MAPU TERRA

di Manuel Ferreira e Elena Lolli

con Manuel Ferreira e Elena Lolli

Inchiesta giornalistica Angelo Miotto

Progetto Musicale Mauro Buttafava

Dalla Patagonia a Milano, un viaggio alla ricerca della propria terra

Nel 2003 una coppia mapuche, Atilio e Rosa Curinanco, vengono sfratati dalla propria terra dal gruppo Benetton, proprietario di circa un milione di ettari in Patagonia. Partiamo dal caso Curinanco-Benetton per parlare del diritto alla terra e interrogarci sulla nostra, fatta di asfalto.

mercoledì 7 settembre – ore 21.30

ARCI MILANO – Carroponte – Via Granelli, 1 – Sesto San Giovanni (MI)

Ingresso 10 €

Info: 392.3244674 | info@carroponte.org

I prossimi appuntamenti al Carroponte con Arci Milano e Alma Rosé: 12 settembre “Fabricas” (recupero data causa maltempo).

Il Giro della Città continua fino ad ottobre attraversando Milano e portando gli spettacoli della Compagnia nelle Università milanesi, negli spazi Coop, visita la Coop. Sociale La Cordata, la Fondazione De Carneri e altre realtà socialmente e culturalmente vivaci.

Ufficio stampa Alma Rosé: Marta Lavagnoli | comunicazione@almarose.it | Tel. 02.36577560

 

 

 

Concerto tra gli orti

Manuel Ferreira

OLINDA – Festival “Da vicino nessuno è normale”

Ex O. P. Paolo Pini via Ippocrate, 45 – Milano

Milano, 3 luglio 2011 – Zini Elisa – Grande successo per il nuovo spettacolo Concerto tra gli orti della compagnia teatrale Alma Rosè. Nella splendida cornice del Giardino degli aromi, all’interno del parco dell’ex Paolo Pini, Elena Lolli e Manuel Ferreira hanno incantato il pubblico con la consueta eleganza, dolcezza e maestria di chi ama il teatro come vera forma d’arte.

Elena e Manuel non erano soli sul palco: ad accompagnarli una suadente melodia suonata dal vivo da tre valenti musicisti: Mauro Buttafava, compositore e polistrumentista di Artemista, Marco Fior, trombettista e dottore in Jazz fresco di laurea e Gianmaria Stelzer. Quando la musica si fonde alla voce, agli sguardi, ai racconti, nasce una vera e propria magia che avvolge, accerchia e porta lontano. Non poteva essere migliore il debutto del nuovo spettacolo, Concerto tra gli orti, nato dopo aver ascoltato molte storie di vita metropolitana, a Milano. Storie di solidarietà, socialità, nate attorno ad orti, giardini, dove la gente può incontrarsi, ricreare quel legame atavico da troppo tempo perduto con la Madre Terra. Veri e propri orti botanici che nascono spontaneamente come risposte a bisogni profondi della città, dove si coltivano piante aromatiche, rosmarino, maggiorana, alloro, lavanda, salvia, timo rosso ma anche ortaggi e frutta. Luoghi dove si ritorna ad una vita piena di colori, inebrianti profumi, dove la fatica viene ricompensata con grandi doni. Come l’amore nato e raccontato abilmente dal bravissimo Manuel Ferreira che dopo aver conosciuto i protagonisti della sua storia li porta in teatro raccontandoli con divertimento e ironia, commuovendo il pubblico presente. Grande affiatamento nel teatro di Alma Rosè dove l’arte trasuda in ogni alito di vento, in ogni sguardo, in ogni respiro: musica e recitazione eccezionalmente fusi in un ensemble che convince fin dai primi istanti. Il palco è spoglio: due leggii per i due attori e i tre musicisti a completare la visione. Tante storie unite da un sottile filo quelle raccontate da Elena e Manuel, da Milano all’Argentina con proiezioni suggestive proiettate sulla fiancata di una roulotte bianca.

Un elogio alla bellissima voce di Elena Lolli che in questo spettacolo trova piena espressione in una melodia che rimane nel cuore. Teatro colto e originale nella sua semplicità quello di Alma Rosè amato e apprezzato da un pubblico affezionatissimo che lo segue con dedizione. Grandi applausi a ringraziare, quasi a non voler far andar via, Elena, Manuel, Mauro, Marco e Gianmaria che hanno regalato a tutti una serata davvero speciale.

A completare la serata una gustosissima zuppa di verdure cucinata dallo chef Rodolfo Condoluci, di Mensasana, simpaticissimo cuoco che ha donato a tutti i presenti un piatto di orzo e verdure rigorosamente coltivate negli orti del Giardino degli aromi (servizio in piatti di carta biodegradabile come segno di rispetto per la terra e la natura che ci circonda).

In occasione dei 20 anni del commercio equo e solidale a Milano, Chico Mendez, che ha sostenuto lo spettacolo, ha donando a tutti i presenti un assaggio di un ottimo cioccolato di Modica equo e solidale “ A Ccioccolata Quetzal” da assaggiare.

 

OLINDA – festival “Da vicino nessuno è normale” – Ex O. P. Paolo Pini via Ippocrate, 45 – 20161 Milano – Per informazioni: 02-66200646 | olinda@olinda.org