“TROVATORE” al TEATRO ROMANO DI VILLA CLERICI

 

L’Opera verrà eseguita in edizione integrale cosi come è stata scritta in origine. Musicalmente non ci sarà nessuna “interpretazione o lettura arbitraria”, ma verrà rispettato  il solco tracciato dagli autori o dai grandi direttori ed interpreti. La vera novità saranno le voci, pilastro dell’opera lirica. Voci di giovani artisti da affiancare ai più esperti veterani.

Questo soprattutto per onorare il nome che abbiamo assunto non casualmente: Carro di Tespi. Questa istituzione, dell’allora ministero della cultura, si assunse il compito di diffondere capillarmente in tutta Italia, ed in particolare là dove non esistevano i teatri operistici, l’arte italiana del bel e del buon canto. Da qui il nostro impegno a riproporre l’Opera al grande pubblico, senza stravaganti manipolazioni affinché la gente possa apprezzarne ogni sfaccettatura. Contemporaneamente, affidiamo l’interpretazione a quelle nuove generazioni di artisti che affollano le anticamere dei teatri italiani pieni di speranza.

IL CARRO DI TESPI

L’associazione di promozione culturale ” Il Carro di Tespi” nasce anni fa su iniziativa del tenore Luigi Frattola, il quale mette a frutto una ventennale esperienza maturata nei teatri di tutto il mondo con l’obiettivo di riportare il Teatro dell’Opera in quella provincia italiana che da tempo ne è orfana. Assumendo la presidenza del Carro di Tespi, iniziativa che tra le due guerre portò in tutta Italia storici spettacoli musicali, Luigi Frattola ha rilanciato la figura dell’ impresario teatrale che realizza un’azione capillare per promuovere la cultura musicale nel territorio della Provincia  di Piacenza attraverso una proficua collaborazione con i Comuni, l’Amministrazione Provinciale, le aziende piacentine ed altri enti.                                                                                                                          

Da alcuni anni l’associazione interpreta il proprio ruolo nell’organizzazione di spettacoli lirico-teatrali che suscitano un interesse di pubblico ed un apprezzamento critico sempre crescente, anche in altre province: Brescia, Cremona, Milano dove negli ultimi tempi sono stati messi in scena titoli come: “Nabucco”, “Aida”, “Trovatore”, ” Rigoletto”,  “Traviata”, “ Tosca”, “Madama Butterfly”, ” Cavalleria Rusticana” ,” Pagliacci”, e per la Musica Sacra: “Messa di requiem” di Verdi, ” Messa d’incoronazione” di Mozart, ” Petite Messe Solennelle” di Rossini. Ogni allestimento prevede una grande orchestra, un coro professionale e artisti lirici i quali, benché giovani, hanno invidiabili curricula per la loro attività sia in Italia sia all’estero.

INTERNATIONAL OPERA AWARDS 2012

Si è svolta stamattina, al Circolo della Stampa di Milano, la conferenza stampa di presentazione di quello che sarà l’evento più importante del nostro cartellone estivo, la I EDIZIONE DEGLI INTERNATIONAL OPERA AWARDS 2012 (OSCAR DELLA LIRICA).

 

Il 2 agosto alle ore 21.15 il Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago diventerà infatti magnifico scenario di questa serata di grande spettacolo, presentata dal giornalista e conduttore Alfonso Signorini, con la consegna del più prestigioso riconoscimento ai protagonisti della lirica mondiale.

 

Presenti in conferenza stampa stamattina, il presentatore Alfonso Signorini, Giorgio Pasqua e Alfredo Troisi, rispettivamente Presidente e Segretario Generale della Fondazione Verona per l’Arena che promuove la serata, dichiarano quanto segue:

 

“Sono molto contento di essere stato chiamato per condurre questa importante iniziativa di alto livello perchè sono un melomane incallito e perchè il mondo del melodramma è più vivo che mai – dichiara Signorini – racconta emozioni, sentimenti e fa vibrare corde che non hanno età. Questo mondo ha bisogno di richiamare i giovani. Celebreremo a Torre del Lago le stelle del melodramma. Il successo non mancherà.”

 

“A Torre del Lago – precisa Pasqua – dove si svolge uno dei più importanti Festival Lirici a livello mondiale, verrà celebrata la 1^ edizione degli International Opera Awards. L’evento vuole promuovere la lirica nel mondo, premiandone i più importanti protagonisti.”

 

“La serata – continua Troisi – si svilupperà attraverso segmenti di spettacolo di assoluto livello artistico. E’ un evento unico nel suo genere che   vedrà la partecipazione di esponenti non  solo della musica lirica ma anche del teatro e della danza. In sintesi sarà un grande spettacolo in grado di esaltare la musica lirica attraverso i suoi principali protagonisti.”

 

Entusiasta anche Alberto Veronesi, direttore artistico Festival Piccini che ospita l’evento, conclude così:

 

“Gli Opera Awards vedranno la loro prima vera edizione quest’anno, nel corso del Festival Pucciniano, con la prestigiosa orchestra del Festival Puccini diretta da Elisabetta Maschio, dove ci sarà la consegna dei più importanti riconoscimenti ai più grandi protagonisti dei palcoscenici internazionali della stagione 2010-2011. Regista della serata evento, sarà Giovanna Nocetti.”

 

Ideato da Alfredo Troisi, (con l’adesione del Presidente della Repubblica e il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione, della Regione Toscana, della Provincia di Lucca e del Comune di Viareggio) l’INTERNATIONAL OPERA AWARDS nasce per valorizzare e per contribuire al rilancio della musica Lirica, alla diffusione dell’arte del Canto e dell’Opera che è innanzitutto disciplina di vita e di cultura, scuola di sacrificio e di impegno, di studio e dedizione costanti.

L’Opera, quale Patrimonio Culturale dell’Umanità, unione di antico e moderno, passato e futuro, ha profonde radici nella storia italiana ed europea e insieme rinnova intatto il suo fascino, nell’offrirsi a nuove interpretazioni, alla curiosità dei giovani talenti, alle capacità registiche e scenografiche e soprattutto alle nuove voci.

 

Le categorie interessate sono le seguenti: tenore, soprano, mezzosoprano, basso, baritono, direttore d’orchestra, regista, scenografo. Una giuria di eccellenza composta da esperti e critici d’opera sceglierà i vincitori delle otto categorie interessate. Per la serata finale sono previsti segmenti di spettacolo di grande rilievo artistico che coinvolgeranno non solo esponenti della musica lirica, ma anche del teatro e della danza.

La formazione delle terne è avvenuta sotto il controllo e la certificazione del notaio Massimo Cavallina Semplici di Firenze. In precedenza si erano riuniti, sempre a Firenze, i massimi rappresentanti delle Fondazioni e Associazioni della Musica Lirica e Sinfonica, membri della CONFLIRICA, per lo spoglio delle schede contenenti le segnalazioni, pervenute dagli organismi nazionali e internazionali operanti nel mondo della lirica dei candidati agli INTERNATIONAL OPERA AWARDS 2012 (OSCAR DELLA LIRICA), della stagione operistica 2010-2011.

“La Traviata”

L’Associazione Spettacolo Cultura di Genova, considerato il successo di pubblico e di critica ottenuto con la “Cavalleria Rusticana”, ha deciso di realizzare, il 26 maggio 2012, alle ore 20,00, al Teatro Verdi di Sestri Ponente, un’altra opera molto popolare ed amata, “La Traviata”  di Giuseppe Verdi.

Il Teatro Verdi di Sestri Ponente, attivo dal lontano 1899, ristrutturato una prima volta nel 1955 ed una seconda volta nel 2003, quando è stato messo a norma, ha ospitato in passato compagnie drammatiche ed operistiche di spicco. A tutt’oggi alterna ad una scelta accurata di pellicole cinematografiche, spettacoli di prosa, concerti e attività operistica di grande qualità.

Questa “Traviata”, diretta dal M° Giovanni Battista Bergamo (che è anche direttore dell’eccellente coro Quadrivium),  presenta due caratteristiche di grande rilievo.  I ruoli di Violetta e di Alfredo sono stati affidati a due cittadini ungheresi, cantanti bravissimi,  in carriera: Monika Fischl e Daniel Vadasz. Si realizza così il grande sogno dell’Associazione Spettacolo e Cultura, quello di cooperare con uno stato estero e promuovere, nel caso specifico,  i contatti bilaterali tra Italia  e Ungheria.

La seconda peculiarità riguarda invece la scelta dell’Orchestra, momento fondamentale per la riuscita di un’opera. L’Associazione ha nuovamente privilegiato l’Associazione Volontari per la Musica di Chiavari e alla sua Nuova Orchestra Sinfonica di Chiavari, diretta appunto dal M° G.B. Bergamo, affidando a quest’ultima il compito di accompagnare e sostenere i cantanti. Si tratta di

un’ Orchestra Sinfonica tutta ligure, la sola, come tale, operante nel Levante Ligure, costituita da professionisti provenienti dalle maggiori orchestre nazionali e dai conservatori liguri che sono veramente eccellenti. Un’Orchestra dunque, espressione dell’eccellenza che sa e può dare il nostro territorio.

A proposito di cooperazione internazionale, l’Associazione Volontari per la Musica ha un’ampia esperienza artistica all’estero. Per il 2012, come per l’anno precedente, ha inviato in tournée all’estero di alcuni rappresentanti e collaboratori della Nuova Orchestra Sinfonica di Chiavari consentendo così a giovani direttori, strumentisti  e cantanti di vivere un’esperienza musicale e culturale in paesi lontani. Questa esperienza di internazionalizzazione si è aperta con due concerti di un giovane direttore ligure a Caracas. La giovane violinista (appena diciassettenne) Masha Diatchenko, italianissima, diplomatasi a soli dodici ani con il M° Massimo Coco presso il Consevatorio di Genova, si concreterà nel prossimo mese di luglio a Lima (Peru’) e quindi a Caracas (Venezuela). Sono inoltre in corso dei contatti per inviare altri giovani in terre lontane, laddove l’emigrazione ligure è stata fortissima – come per esempio in Peru’ – e dove il nome della Liguria non circolava da molti anni.

RIGOLETTO AL TEATRO SAN BABILA

DAL 3 AL 6 MAGGIO 2012

“ASSOCIAZIONE CULTURALE TEATRO SAN BABILA”

Presenta

“RIGOLETTO”

Il duca di Mantova  si vanta dei suoi numerosi amori con i propri convitati e lascia il banchetto con la contessa di Ceprano. 

Rigoletto, il deforme buffone di corte, sbeffeggia il marito della donna, deridendolo dinnanzi a tutti.

Il buffone, però, è oggetto di un pettegolezzo: il pungente e sarcastico gobbo avrebbe un’amante. La festa è al culmine quando irrompe il conte di Monterone che rimprovera il padrone di casa per aver sedotto la sua giovane figlia. Mentre viene trascinato via,si rivolge al Duca e a Rigoletto, che si era fatto beffe di lui,maledicendoli.

Gilda la bella e giovane figlia segreta di Rigoletto,incontra il padre nel cortile del castello e il Duca, nascosto dietro un albero, scopre la parentela tra i due.Nel frattempo alcuni cortigiani,coperti in volto, si avvicinano alla casa del buffone con l’intenzione di rapire la ragazza, credendola la sua amante, ma si imbattono proprio in Rigoletto e gli fanno credere di voler rapire la contessa di Ceprano, anche il buffone chiede una maschera e gliene fanno indossare una che gli copre gli occhi. Saliti sul terrazzo, rapiscono Gilda che, nel tragitto, riesce a divincolarsi, a togliersi il bavaglio e chiedere aiuto a suo padre.

Il Duca,dal racconto fattogli, comprende che la giovane rapita è Gilda ed è nascosta a palazzo e si precipita, quindi, ad incontrarla. Rigoletto, scoperte le intenzioni del Duca, vorrebbe raggiungere il luogo dove è prigioniera la figlia per difenderla, ma i cortigiani lo ostacolano. 

Irrompe Gilda, frastornata dal rapimento e dall’incontro con colui che credeva essere uno studente, poi rivelatosi il duca di Mantova e,piangendo,confessa al padre di aver avuto con lui un incontro amoroso. Rimasti soli Rigoletto riesce a consolare la figlia, ma decide di assoldare un sicario per uccidere il suo Signore, che si trova nella locanda. Giunto alla locanda Rigoletto trova Gilda gravemente ferita che gli confessa il suo sacrificio e, spirando, gli chiede perdono.

L’Orchestra Sinfolario è stata fondata nel 2001 sotto la direzione artistica del Maestro Roberto Gianola e si è esibita nei maggiori teari del Nord Italia (Teatro Fraschini di Pavia,Teatro Sociale di Como,Teatro Vittoriale di Gardone Riviera, Teatro Dal Verme di Milano, Teatro Derby di Milano,…) e del mondo (Friburgo,Basilea,Barhein,…).

CONCERTI ACCADEMIA CANTANTI LIRICI

Giovedì 19 aprile alle 17, presso il Ridotto dei Palchi del Teatro alla Scala, i cantanti solisti dell’Accademia saranno gli interpreti di un intenso programma liederistico, accompagnati al pianoforte dagli allievi del corso per maestri collaboratori.

Na Hyun Yeo, Letitia Vitelaru, Jaeyoon Jung e Mikheil Kiria, con Marco Borroni, Claudia Foresi e Paolo Troian, esploreranno il repertorio della musica vocale da camera da Mozart a Rachmaninov, toccando i più noti compositori di questo genere: Schubert, Schumann, Brahms.

 

Il concerto sarà replicato sabato 21, alle 16.

 

Per i giovani allievi si tratta dell’ultimo impegno con “I concerti dell’Accademia” ospitati al Ridotto prima del loro ritorno sul palcoscenico del Piermarini: il 3 giugno li attende il tradizionale concerto istituzionale con l’Orchestra dell’Accademia per la direzione di Marco Angius.

INGRESSO GRATUITO

previo ritiro di un biglietto di ingresso presso la Biglietteria Centrale del Teatro alla Scala – Duomo, dalle ore 12 alle 18 a partire da una settimana prima del concerto. A partire da un’ora prima dell’inizio dell’evento i biglietti ancora eventualmente disponibili potranno essere ritirati presso la Biglietteria Serale, via Filodrammatici 2.