Spirit de Milan: “Cantapittori”, Andrea Mingardi- Ivan Cattaneo

mingardi
mingardi

Nuovo appuntamento con i Rock Files Live! di LifeGate Radio in programma mercoledì 29 gennaio allo Spirit de Milan (via Bovisasca, 59 – ingresso libero, iscrizione sul form).

Ospiti di Ezio Guaitamacchi per la serata “Cantapittori”, due artisti che fanno parte della storia della musica italiana, personaggi poliedrici e versatili, accomunati da una grande passione per la pittura.

Dalle 22:30 Andrea Mingardi presenta “Ho Visto Cose Che…”, il vinile del suo ultimo disco ricco di qualità, sentimento e valori universali in cui mescola jazz, soul, rock, blues e ballad. Sul palco anche Ivan Cattaneo, che mostrerà la sua inconfondibile verve e il suo talento di performer attraverso una selezione dei suoi successi degli anni ’80.

Sarà sempre lo Spirit de Milan a far da cornice agli artisti di Rock Files Live!, con la sua atmosfera sincera della vecchia Milano, tra musica, canzoni e dialetto: quella jazz degli anni del proibizionismo americano o l’atmosfera del Derby dove nasceva il cabaret a Milano.

Un locale capace di offrire ogni sera un’esperienza unica e diversa, dalle serate Ye Ye anni settanta alla milonga classica in stile Buenos Aires, tutto tra buon cibo e cocktail di altissimo livello.

Parole e musica dei protagonisti verranno registrate e riproposte in onda su LifeGate Radio (in FM in Lombardia, Piemonte e Liguria) online e in anteprima on demand su Spreaker, Spotify e sulle altre piattaforme di streaming.

Montefiori Cocktail: “Tabù” nuovo singolo

montefiori
montefiori

Esce venerdì nelle radio un nuovo singolo “Tabù” interpretato dal duo Montefiori Cocktail (che ha realizzato anche il video del brano), estratto dal doppio album intitolato  ‘UN TIPO ATIPICO #tributoivancattaneo’, dedicato al quarantennale di carriera di Ivan Cattaneo.

“Tabu’ “ racconta Ivan Cattaneo “nasce come richiesta di una sigla musicale per un programma che andava in onda credo su Rai 2, nel 1978,  presentato da Stefania Casini  che era appena arrivata da New York,  reduce dalle sue collaborazioni con Andy Warhol e factory varie. Tabu’ era un riff musicale che avevo in testa, l’ho proposto a Roberto Colombo e lui, tutto entusiasta, si mise all’ opera sbizzarrendosi a più non posso con fiati trombe e moog, ispirandosi liberamente a Frank Zappa, artista amato da entrambi. Il tutto realizzato per l’etichetta ‘Ultima spiaggia’ di Nanni Ricordi, di cui facevo parte. Ricordo che la sigla di apertura del programma appunto era la mia canzone  e come video c’erano le montagne russe come  simbolo del precipitarsi nelle trasgressioni piu vertiginose ! “

I Montefiori Cocktail, attualmente al lavoro su un album di temi originali cinematici, raccontano: “Non conoscevamo la produzione di Ivan, a parte la splendida ‘Polisex’ e i suoi lavori di cover anni ’60, quindi per noi è stata una graditissima sorpresa. ‘Tabù’ ci è stata proposta ed è il brano che più ci si addice per la struttura a mò di sigla, semplice e accattivante, mantenendo e avvalorando l’originalità del brano.  All’apparenza Ivan può sembrare distante dal nostro mondo, invece abbiamo trovato molte affinità con il suo”.

 ‘UN TIPO ATIPICO #tributoivancattaneo’ è stato ideato e prodotto da Salvatore De Falco e parte del ricavato dalle vendite è destinato ai progetti di Amnesty International.

Garbo canta Ivan Cattaneo

garbo-ivan cattaneo

Ivan Cattaneo,  nel 1982, descriveva con queste parole il brano: “‘Scarabocchio’ è uno scarabocchio di canzone, un graffio di matita blu elettrico; è il gesso che scarabocchia sulla lavagna il nome dei cattivi che non avranno diritto alla loro dose di rock’n roll. E’ uno scarabocchio, uno scacciacani, uno scarabeo, uno scazzottare, uno scherzo scaltro insomma: è il mio rock’n roll!”

Oggi, più di 30 anni dopo, Garbo, collega e soprattutto amico di Ivan, presenta la sua versione del brano contenuta nel doppio album intitolato  ‘UN TIPO ATIPICO #tributoivancattaneo’, dedicato al quarantennale di carriera di Cattaneo, pubblicato dalla  neonata etichetta SOTER e distribuito da Believe Digital.

“Tanti anni fa eravamo in pochi a proporre anche al grande pubblico progetti artistici musicali “diversi” da ciò che generalmente il mercato globale di questo paese viveva e consumava” racconta Garbo “Proprio per questo motivo, mentre si viaggiava tra vari appuntamenti promozionali tra Tv, manifestazioni concerti, ecc., capitava tra “noi”, artisti di altra natura, di incontrarci e con piacere stabilire tra noi un rapporto di tacita complicità.

Quasi a stabilire un’ideale manifesto e difesa di una realtà musicale alternativa che non era certo così digeribile e protetta come quella nazional-popolare, prodotto primario e fondamentale della discografia importante e commerciale. Proprio tra questi incontri conobbi nei primissimi anni ’80 Ivan Cattaneo e nacque così reciproca simpatia e stima suppongo.

Nel corso di questi lunghi anni ci siamo incontrati molto spesso, in varie circostanze professionali e condividendo anche palchi da concerto. Ivan cominciò la sua carriera, attraversando una decina d’anni creando e sperimentando in dischi di assoluta ricerca lirica e musicale che portava innovazione e aria di cambiamento. Questi lavori iniziali oggi sono al nuovo popolo del mondo musicale sconosciuti e credo che questo grande bagaglio artistico non vada perso ma diffuso perchè la memoria storica è cultura per il futuro.

A parte la mia stima personale nei confronti di questi lavori e di Ivan, quelli che ho descritto sono i motivi per cui ho aderito con piacere a questo bel tributo con il brano “SCARABOCCHIO” di un artista altamente innovativo e di un amico”.

Un bellissimo omaggio, un regalo di un grande artista in uscita ad aprile 2016 per festeggiare i suoi 35 anni di carriera (1981 – 2016). Il doppio album si intitolerà “GARBO LIVING 2015” e sarà la versione ‘live’ del suo album ‘Fine’ realizzato con Luca Urbani, conterrà brani della sua carriera e vedrà il coinvolgimento di vari artisti tra i quali Alberto Stylòo.