Festival organistico della Marca Anconetana “Amici della musica Guido Michelli”

Foto G. De Nardo
Foto G. De Nardo

Gli Amici della Musica “Guido Michelli” tra le attività collaterali alla stagione concertistica, dedicano da anni una grande attenzione alla valorizzazione degli organi storici presenti nella nostra regione. Quest’anno, sotto la direzione artistica del maestro Luca Scandali,  questo interesse si è concretizzato  in una iniziativa più ampia e completa, il Festival Organistico della Marca Anconetana, che si svilupperà in quattro appuntamenti, in cui accanto alla musica si potranno scoprire parti del nostro ricco patrimonio artistico. Un doppio appuntamento apre il festival sabato 7 settembre a Mergo, dove, nella chiesa di San Lorenzo Martire è custodito un prezioso organo Vici del 1790: alle 17.30, Giulio De Nardo, classe 1994, trevigiano, studi e curriculum prestigiosi,  con un programma che va dalle “Consonanze stravaganti” composte alla fine del ‘500 da Giovanni De Maque, al Novecento di “Tarantella” di Planyavsky e “Durezze” di Estermann, mostrando l’evoluzione sonora e stilistica di uno strumento tanto affascinante e complesso.  Dopo un breve intervallo, alle 19.00, lo spagnolo Daniel Oyarzabal (1972), organista di solida fama internazionale, con un’ intensa attività artistica multidisciplinare, organista della Cattedrale di Getafe a Madrid e insegnante in Composizione della musica contemporanea presso la Scuola Universitaria di Arti e Spettacolo TAI-Universidad Rey Juan Carlos di Madrid. Il titolo del concerto è “Concert des Nations”, e infatti sarà un viaggio nell’Europa tra 1500 e 1700, con i grandi compositori, da Purcell a Scarlatti, passando da Alessandro Marcello trascritto da J. S. Bach, L. Couperin, e tanti altri.  Il Festival prosegue poi sabato 14 settembre, alle ore 21.00 con un celebre  organista, Jürgen Essl, che terrà un concerto sull’organo Fedeli (1736) custodito nella chiesa del SS. Sacramento di Polverigi, mentre l’evento conclusivo della manifestazione sarà il concerto di domenica 15 settembre alle ore 21.00, nel Duomo di San Ciriaco ad Ancona, dove si esibiranno Luca Scandali all’organo e un trio di archi composto da Alessandro Ciccolini, violino, Klodiana Babo, viola, e Alessandro Culiani, violoncello. Il Festival Organistico della Marca Anconetana è realizzato grazie al sostegno della Fondazione Cariverona.

Concerto Amici della Musica “Guido Michelli”

colafelice-jpg
colafelice-jpg

Arriva alla conclusione con due magnifiche opere, il ciclo dedicato ai cosiddetti “concerti viennesi” per pianoforte e orchestra di Wolfgang Amadeus Mozart, per la stagione concertistica Amici della Musica “Guido Michelli” in collaborazione con Form – Orchestra Filarmonica Marchigiana, venerdì 10 novembre, alle ore 21 al Teatro delle Muse. Chi l’ha seguito in questi due anni, ha visto, e rivedrà nel prossimo appuntamento, il direttore Alessandro Cadario sul podio e Francesco Antonioni nella doppia veste di compositore e voce narrante, sul palcoscenico.

Il solista, come sempre diverso, (nei casi passati, Miriam Prandi e Leonora Armellini), sarà Leonardo Colafelice, giovane e acclamatissimo pianista – “Sono molto emozionata di sentire un così favoloso pianista e musicista. Grazie per la tua Musica!” questo il pensiero di Martha Argerich su Colafelice – , con cui passeremo dal denso e drammatico do minore del concerto K 491, per chiudere con il luminoso do maggiore del celeberrimo K 467.

Come sempre aprirà la serata una commissione d’opera a Francesco Antonioni, Code K3-491 – prima esecuzione assoluta – , una “guida musicale all’ascolto”, in cui il compositore, nota voce di Radio 3, conduce il pubblico all’interno del mondo mozartiano attraverso, nel nostro ultimo caso, il K 491, in un affascinante dialogo antico/contemporaneo che sospende l’ascoltatore tra il Settecento ed oggi.

Sarà invece Johann Christian Bach, con la Sinfonia in re maggiore, op. 18 n. 4, ad aprire la seconda parte del concerto, una figura importantissima per Mozart che, ad otto anni, incontrò questo talentuosissimo compositore a Londra, e ammirò così tanto la sua musica da esserne influenzato in modo chiaro e persistente.

Gli ingressi – particolarmente agevolati per i minori di 19 anni – vanno da 4 a 35 euro, biglietteria Teatro delle Muse. Gratuiti, in numero predefinito, per gli studenti della Politecnica delle Marche.

LeMusiche LeAli

 

Si terrà venerdì 8 giugno alle ore 18 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana la proiezione del video LeMusiche LeAli, un progetto che ha riguardato la musica e i diritti umani, promosso dalla Provincia di Ancona con Regione Marche, Fondazione Teatro delle Muse, FORM, Amici della Musica “Guido Michelli”, Comune di Ancona. Il video, di Pier Giorgio Mangiarotti, è stato realizzato grazie al contributo del Rotary Club Ancona.

Il progetto ha ricevuto  “l’adesione del Presidente della Repubblica”.

Il video LeMusiche LeAli racconta l’esperienza di 189 studenti di musica dai 7 ai 18 anni provenienti da 9 comuni della provincia di Ancona, che hanno costituito un’orchestra ed un coro che si è formato nell’arco di alcuni mesi e si è alla fine esibito accanto alla FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, nel Concerto di Natale della Stagione Concertistica degli Amici della Musica “G. Michelli”, diretti da Paolo Marzocchi, al Teatro delle Muse nel dicembre 2011. Il progetto è stato curato da Annalisa Pavoni. I brani del concerto dei compositori Paolo Marzocchi e Toru Takemitsu, rimandavano al diritto all’acqua, il problema della sua accessibilità e il suo utilizzo responsabile, e, più in generale, al conseguente dovere di rispettare il nostro sistema naturale.

Il progetto ha coinvolto 14 istituzioni scolastiche del territorio provinciale – 7 Istituti Comprensivi con scuole medie ad indirizzo musicale, 4 scuole civiche di musica, 2 scuole superiori, l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B. Pergolesi” di Ancona -, due cori di voci bianche, 35 professori, che hanno preparato i ragazzi, e 340 genitori che li hanno accompagnati alle varie sessioni di prove in diversi teatri della provincia – La Fenice di Senigallia, Gentile di Fabriano, Muse di Ancona.

La proiezione del video LeMusiche LeAli sarà preceduta da una breve introduzione sul diritto all’acqua tenuta da Guido Barbieri, critico musicale de “la Repubblica”, scrittore, drammaturgo, direttore artistico degli Amici della Musica “Guido Michelli”.