“AspettandoNapoliModaDesign”

Sparaco
Sparaco

“AspettandoNapoliModaDesign” chiuderà lunedì 3 dicembre la tre giorni di luxuryideas alla Reggia di Caserta con una cena di galanella Sala della Gloria con il ricavato destinato in beneficenza alla onlus Azione Sorriso.

La protagonista sarà lei, Rosanna Marziale, chef stellatae patron del ristorante Le Colonne di Caserta. “Sarà una cena legata al territorio”, racconta Lady Mozzarella. “Mi piace far assaggiare le cose di casa nostra e le nostre eccellenze.

NapoliModaDesign ci ha coinvolto in questa cena di solidarietà, un tema che ci sta a cuore e per il quale siamo spesso presenti. Quando ci è stato chiesto, siamo stati subito pronti a rispondere. Il territorio è attento alla solidarietà, ma è attento anche a valorizzarsi.E tutte le persone che lavorano qui cercano di evidenziare ciò che di bello abbiamo”.
Ma Rosanna Marziale non sarà l’unica eccellenza gastronomica del territorio. Spazio per un giovane talento,il pasticciere Guido Sparacodi Castel Morrone. Sarà lui a preparare le dolci degustazioni per l’opening di domani sera. Guido è un giovane artigiano che vive la pasticceria da sempre.

Con il master della prestigiosa scuola di formazione professionale casertana Dolce&Salato ha avuto l’opportunità di conoscere diversi maestri di fama internazionale.

Sarà poi il più noto dei bartender casertani Giacomo Serao a proporre i suoi cocktail per un aperitivo straordinario la mattina di sabato primo dicembre per il vernissage.
Stupiranno le gustose proposte in chiave sushi e fusion che domenica 2 dicembre, a conclusione delle sfilate, proporrà il Ristorante Nippon di Caserta grazie allo chef sushiman Umberto Bove eallo chef della cucina Stefano Del Vecchio.

L’obiettivo di Nippon è mescolare la ormai avanzatissima e conosciuta cucina nipponica ai tradizionali gusti italiani, senza tralasciare chi vuole la classica cena a base di solo sushi e sashimi.Nipponè un posto dove due eccellenze mondiali come l’Italia e il Giappone si fondono nel gusto.

Il Ristorante Tre Farine di Caserta ha collaborato ad “AspettandoNapoliModaDesign” ospitando i casting e trattenendo a tavola gli organizzatori con i suoi raffinati piatti. La novità in campo enologico è stata la “Reale carta dei vini della Vigna del Ventaglio”, una carta nuova, un vero fiore all’occhiello per il ristorante, l’unico a convogliare in un’unica lista i vini legati alla storia della città di Caserta e all’intero comparto vitivinicolo delle Terre del Volturno.

I vini che entreranno alla Reggia saranno quelli della casa vinicola Michele Setaro, con un taurasi barricato e una falanghina. Sarà proposto anche l’elisir Seta Rossa, amaro di vino cotto servito in cialde di cioccolato. Quindi, i cocktail molecolari di Roberto Onorati sempre alla ricerca delle nuove tendenze nel mondo dl bere.E poi la “tortatropicana” montata al momentodal maestro pasticciere Mario Di Costanzo dell’azienda Di Costanzo Pasticceria di Napoli, alla terza generazione.

Vivi La Piazza

vivi la piazza
vivi la piazza

LA MACCHINA DEL TEMPO arriva in Piazza Europa inaugurata l’anno scorso nel comune di Campodarsego.
Venerdì 8 giugno, a partire dalle ore 21.00 grande spettacolo dedicato alla più bella musica dance degli anni 70 e 80 con la EVOLUTION BAND guidata dalle due fantastiche artiste Amy Ambros e Sofia Borgo.

La super band, formata dal manager Michele Siviero di URANIA Corporation e composta da musicisti professionisti, è la band ufficiale di Johnson Righeira, Tony Esposito e di molti altri artisti presenti nella stessa agenzia.

A seguire i SISMICA, duo padovano di grande talento artistico e musicale, offriranno agli spettatori uno show tutto da ascoltare, da vedere e da ballare al ritmo del reaggetton e delle hit del momento.

Sabato 9 giugno sempre in Piazza Europa dalle ore 21.00 divertimento allo stato puro con i “LEVEL 80”, band italiana di musica pop rock anni 80, per rivivere le atmosfere più graffianti di quei mitici anni.

Durante le serate, stand, street food e gastronomia locale con i commercianti di Campodarsego che faranno degustare le loro specialità.

L’evento ad ingresso gratuito sarà presentato dalla poliedrica show-girl Amy Ambros ed è organizzato dal Comune di Campodarsego con la consulenza artistica di Urania Corporation.

Teatro Carcano: “Ho finalmente capito l’Europa”

Ho-Finalmente-Capito-La-Europa-Philippe-Daverio
Ho-Finalmente-Capito-La-Europa-Philippe-Daverio

’Europa dei sensi è l’unica che ha senso.
Si discute molto in questo periodo su che cosa sia l’Europa e se convenga rimanere europei o tornare ad essere locali. Su questa linea del procedere o del recedere si confrontano partiti politici e opinioni popolari. E ben si capisce l’ansia che percorre il continente se si pensa che la questione verte principalmente su temi monetari e di bilancio, dove sembra talvolta che alcuni facciano la parte del leone e gli altri della pecorella sacrificale.

Ben diversa invece è l’intera faccenda se si affronta il tema Europa dal punto di vista dei popoli che la compongono e della cultura antropologica che li unisce, li differenzia o li integra.
Su questo aspetto, ben più fondamentale, vertono le quattro conferenze-spettacolo di Philippe Daverio in cartellone al Teatro Carcano. Argomento, l’infinito bagaglio comune degli europei, dalla gastronomia alla storia delle arti visive e della musica, dalla filosofia alle scienze.
Dopo l’excursus sulla genesi dell’Europa del 23 ottobre, lunedì 27 novembre sarà la volta dell’Europa della musica e della arti.

Al Teatro Carcano di Milano
lunedì 27 novembre 2017 ore 20,30

Alba proclamata “Città Creativa per la Gastronomia”

Alba premiata città della gastronomia
Alba  città  creativa per la gastronomia

Alba è stata proclamata ufficialmente dall’UNESCO, “Città Creativa per la Gastronomia”. Un riconoscimento che rafforza la vocazione internazionale della città. Grazie a questa nomina Alba potrà incrementare la visibilità e la reputazione internazionale, ampliare potenzialità e target del suo patrimonio culturale enogastronomico e pianificare azioni di potenziamento e sviluppo delle attività di Cooperazione Internazionale, insieme ad altri territori dall’identità culturale affine.

La città ha basato la sua candidatura a Creative Cities sulla consapevolezza dell’importanza strategica che il reparto enogastronomico della città di Alba, ma anche del territorio circostante di Langhe e Roero, riveste sia in campo economico, sia in campo culturale.

Una vocazione non solo millenaria, ma innovativa e pulsante, che coinvolge il settore agroalimentare, meccanico, industriale, dell’artigianato, della ristorazione e – oggi più che mai – del turismo enogastronomico, che ha eletto le Langhe e il Roero a meta prestigiosa del buon cibo e del buon vino.

Cosa vuol dire fare parte del network? Significa entrare in un circuito d’eccellenza, “certificato” UNESCO, di città e soggetti pubblici e privati che individuano in questa impostazione condivisa un’occasione di scambio, sviluppo e soprattutto di internazionalizzazione, con impatto diretto su: turismo e visibilità, imprese e categorie di settore, formazione/educazione. Le città del circuito infatti si impegnano a condividere best practices, sviluppare partneship e progetti comuni.

“Sono davvero orgogliosa di questo riconoscimento – commenta l’assessore alla Cultura ed al Turismo della Regione Piemonte Antonella Parigi – dimostra quanto l’enogastronomia abbia, in particolare nel nostro territorio, un profondo valore culturale, capace di dare identità ai luoghi. Un principio particolarmente forte ad Alba che, con questo riconoscimento UNESCO, ha confermato di saper fare del valore aggiunto culturale un tratto sempre più distintivo e allo stesso tempo capace di portare sviluppo economico e sociale sul territorio”.

MUSICA, TEATRO, PITTURA, GASTRONOMIA AL BELLAGIO FESTIVAL

Dopo lo straordinario successo del concerto di debutto della Bellagio Festival Orchestra, il 7 luglio al Castello di Carimate, il Festival di Bellagio e del Lago di Como riprende la lunga maratona estiva di concerti ed eventi culturali.

 

Questa settimana il cartellone del Festival prevede tre concerti presso la Biblioteca Comunale di Bellagio e diversi appuntamenti a Olginate, Valmadrera e Verderio.

 

Mercoledì 11 luglio, alle ore 21, nella Biblioteca Comunale di Bellagio, per il ciclo “Syndrome de Stendhal – Musica e Arti Visive” il Duo Laura Barger – Giacomo Baldelli (pianoforte e chitarra) proporrà un concerto con proiezioni dal titolo “Visions Fugitives” con musiche del novecento e contemporanee (ingresso libero).

 

Giovedì 12 luglio, alle ore 21, presso la Chiesa di San Rocco di Olginate, l’arpista Alessandra Trentin proporrà un recital con musiche francesi del Settecento, dal titolo “L’Arpa della Regina Maria Antonietta” (ingresso libero).

 

Alessandra Trentin sarà ospite anche a Bellagio per il ciclo “Soirèes Musicales – La Grande Musica Classica” con un programma classico dedicato alla produzione per arpa italiana e francese, venerdì 13 luglio alle ore 21 (ingresso libero).

 

Venerdì 13 luglio sarà poi la sera della Cena Rossiniana a Valmadrera, dove le ricette del più estroso chef/musicista della storia, l’ironico e geniale Gioacchino Rossini, e le musiche dello stesso autore intervallate da letture di Stendhal (tratte dall’opera “Vita di Rossini”), accompagneranno il pubblico in un edonistico viaggio, elegante e ironico, tra suoni e sapori di un tipico salotto ottocentesco. Una produzione Bellagio Festival Orchestra, in collaborazione con Milano Teatro Scuola Paolo Grassi e Centro Stendhaliano della Biblioteca Comunale Centrale di Milano. Costo di cena e concerto: Euro 35,00. Informazioni e prenotazioni: Ristorante La Filanda di Valmadrera, Via Mons. Giulio Parmigiani 4, Tel. 0341.583081.

 

Sabato 14 luglio il Festival di Bellagio e del Lago di Como farà tappa a Verderio. Un evento voluto congiuntamente dalle amministrazioni di Verderio Superiore e Verderio Inferiore, che presenterà alle ore 21, presso la suggestiva Cascina Bergamina, il concerto “Arie d’Opera e da Camera” a cura del soprano Maddalena Rocca e dell’arpista Rosanna Bagnis (ingresso libero).

 

Domenica 15 luglio la settimana si conclude con un concerto per il ciclo “Bellagio Contemporanea – tra Musica e Parola”, dove il duo Guido Boselli e Marco Bonetti, violoncello e sax, eseguirà musiche di J.S.Bach e composizioni di autori italiani contemporanei dedicate ad opere letterarie di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Italo Calvino; concerto “La Morte del Principe”, alle ore 17, presso la Biblioteca Comunale di Bellagio (ingresso libero).

 

 

Informazioni e recapiti:

www.bellagiofestival.com