Irene Grandi, “Devi volerti bene”

Irene Grandi

Irene Grandi 05_Ph. Marco Lanza
Irene Grandi 05_Ph. Marco Lanza

Esce oggi venerdì 19 giugno “Devi volerti bene”

Il nuovo singolo e video

Il 22 luglio 2020 live alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma

Irene Grandi torna con un nuovo singolo e video, “Devi volerti bene” (Cose da Grandi/Artist First), disponibile da oggi, venerdì 19 giugno: una canzone che chiude il cerchio aperto al Festival di Sanremo con “Finalmente io”, brano scritto per lei da Vasco Rossi (insieme a Roberto Casini, Gaetano Curreri e Andrea Righi) che affrontava gli errori, i limiti, le mancanze, guidando una riscossa, attraverso l’invito a fare ciò che sentiamo giusto per noi, alla consapevolezza.

Link al videoclip di “Devi volerti bene” su YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=rPNYyLCiiW4

Ma non è l’unica novità, anche Irene Grandi torna sul palco e lo farà il 22 luglio con un live unico all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in Cavea.

In “Devi volerti bene” (brano che la stessa Irene ha firmato con Curreri, Romitelli, Casini e Pulli) la ricerca del bene dentro e fuori di noi diventa un imperativo di rinascita.

“devi volerti bene / anche quando non ti senti mai abbastanza / prova a dirtelo tu / prova a dirtelo in faccia / devi volerti bene / prima di volerne tu dagli altri / e per volerti bene / non è mai troppo tardi”

Irene parla del tema di questo brano in termini sinceri e profondi, come ogni cosa che ha affrontato nella sua venticinquennale carriera di rocker:

“‘Devi volerti bene’. Me l’ha detto anche in questi giorni una mia amica. Ma perché è così difficile volersi davvero bene? Quante volte ci consumiamo dietro a qualche desiderio che non ci rende davvero felici? E quante volte ciò che scegliamo o decidiamo non va verso il nostro vero bene?
In questo strano periodo in cui a causa del Covid-19 ci siamo dovuti tutti fermare mettendo in discussione molti aspetti della nostra vita, abbiamo avuto anche modo di fermarci a riflettere su noi stessi e i nostri affetti, le nostre abitudini, il nostro lavoro, i nostri sogni e le nostre risorse interiori. Ne stiamo uscendo un po’ pestati ma anche più consapevoli di ciò che è importante, come l’amicizia, la solidarietà, la condivisione, la coscienza di essere tutti collegati e che ognuno di noi può fare delle scelte più responsabili per costruire un nuovo percorso.
Partendo da questi pensieri si deve lavorare ad una rinascita, un progetto di futuro più sostenibile, con idee che rimettano al centro l’uomo e l’ambiente. Credo che tutto ciò sia “volersi bene”; quel bene personale che coincide con quello comune e con il desiderio di costruire un mondo migliore.”

“Devi volerti bene” e “Finalmente io” sono stati inseriti nella tracklist della speciale edizione del doppio album “Grandissimo” uscita lo scorso 14 febbraio. Grandissimo (2019 – Cose da Grandi / Artist First) rappresenta i primi 25 anni di questa straordinaria artista, la sua anima plurale – rockettara ma anche cantautrice e interprete raffinata – in sedici brani di cui quattro inediti, sei hit riarrangiate live e sei classici riproposti nelle collaborazioni in duetto con Sananda Maitreya (Terence Trent D’arby), Loredana Bertè, Levante, Fiorella Mannoia, Carmen Consoli, Stefano Bollani.

www.irenegrandi.it
www.facebook.com/IreneGrandiOfficial
www.instagram.com/irenegrandiofficial

“Più Amore” su Rai1 a “L’Attesa”

Curreri-Biondi-Amara
Curreri-Biondi-Amara

Gaetano Curreri, Mario Biondi e Amara saranno ospiti de “L’Attesa”, un pomeriggio di festa e musica in onda il 24 dicembre alle 15.40 su Rai 1 condotto da Paolo Belli e Gloria Guida per vivere insieme l’incanto della vigilia. Nel corso della trasmissione i tre artisti presenteranno per la prima volta live il brano “Più Amore” (Sony Music Italia), donato da Gaetano Curreri ad Antoniano per sostenere la campagna solidale “OPERAZIONE PANE”, grazie alla quale, nel 2020, sarà possibile mettere in tavola 160mila pasti caldi in 15 mense francescane in Italia e in Siria e aiutare tante persone che vivono in situazioni di povertà estrema.

La canzone “Più Amore”, oltre che da Gaetano Curreri, è interpretata da Mario Biondi, Amara e i bimbi del Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni: il risultato è uno straordinario brano corale che racconta i valori francescani di accoglienza, ascolto, fraternità e amore verso il prossimo, il tutto arricchito dall’elaborazione musicale del Maestro Peppe Vessicchio.

“L’Attesa” ospiterà anche alcuni brani dell’edizione appena trascorsa dello Zecchino d’Oro, accompagnati dal Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni, e qualche classico natalizio.
In collegamento da Betlemme con Valentina Bisti (Tg1), Milad Fatouleh – interprete del 47° Zecchino d’Oro – assieme ai piccoli Céline, Bishara e a un piccolo coro di ragazzi delle scuole di Betlemme canterà il brano “Una stella a Betlemme”, mentre con il Coro da studio invece interpreterà “Santa Notte”.

In compagnia di Paolo Belli e Gloria Guida anche la mattina del 25 dicembre, alle 9.35 su Rai1 con “Lo Zecchino di Natale”, per passare la mattina di Natale in musica con tanti amici dell’Antoniano. Ci proietterà nel 2020, anno del centenario della nascita di Gianni Rodari, la lettura di Lorenzo Brachetti, e ovviamente non mancherà la musica: le canzoni dello Zecchino d’Oro con i solisti della 62ª edizione, il Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni e la piccola Marta Viola che ci porterà la sua “La voce della Terra” dal Junior Eurovision Song Contest 2019.
Direttamente dal mondo del web, in studio Lasabrigamer, con cui andremo alla scoperta delle novità dall’Antoniano, e The Pozzoli’s Family che presenteranno insieme al Piccolo Coro “Il Bambino di Gesso”, tratta dal loro spettacolo “A-live! Perché sopravvivere ai figli è una cosa da ridere!”.

Si ballerà e si canterà con gli ospiti musicali della puntata: i Buffycats di “44 Gatti”, con i cartoni in onda su Rai Yoyo e lo spettacolo in tour, e una rappresentanza del musical “School of rock”; presente anche il Coro Le “Verdi Note” dell’Antoniano che ci regalerà un’interpretazione del brano “Il Cerchio della Vita” insieme all’”Orchestra Senza Spine”.

Ci sarà anche spazio per la solidarietà. A Natale Antoniano onlus, oltre alla rete di mense francescane di Operazione Pane, sosterrà anche una realtà francescana in Palestina, a Betlemme: la Casa del fanciullo, offrendo aiuto a tutti i ragazzi in difficoltà accolti nella struttura. In particolare Operazione Pane aiuterà i ragazzi con l’erogazione di pasti caldi. Per informazioni e per offrire un contributo: www.operazionepane.it.

Sanremo 2016 ai nastri di partenza: Vasco tifa Stadio e lancia il suo clippino

Vasco Rossi tifa per gli Stadio, quest’anno in gara al Festival con la ballad “Un giorno mi dirai”,  e posta uno dei suoi  “clippini”  abusivi sulla sua pagina facebook con il suo personale  messaggio di in bocca al lupo per la loro avventura sanremese :

“In bocca al lupo ai 4 Stadii.., degli Stadio  capitanati da Gaetano Curreri”

Il 12 febbraio il nuovo e 15esimo lavoro di studio per una delle rare band pop rock sempre al passo con i tempi,  attenti ai cambiamenti pur rimanendo sempre gli stessi.

Miss Nostalgia_COVER MUSICA VIDEO
“Miss Nostalgia”, il brano che dà anche il titolo all’album, ritrae  perfettamente lo stato d’animo di Gaetano Curreri che elegge a “miss” la nostalgia, sentimento che ci accompagna spesso nella vita e dalle diverse sfaccettature. E oggi la vede come “una bella donna, ancora molto attraente…Ma non ci si può voltare indietro per inseguirla, perché bisogna andare  avanti, verso nuove conquiste”.