Forum Conftrasporto a Cernobbio

Fontana Attilio
Fontana Attilio

“Il vero problema del nostro Paese e’ che ci sono troppe leggi tra loro contraddittorie e che si fanno la guerra l’una con l’altra. Bisogna superare questo scoglio se davvero vogliamo raggiungere una velocita’ che ci consenta di essere competitivi a livello internazionale”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana intervenendo al Forum Conftrasporto a Cernobbio.

A tal proposito, il governatore lombardo ritiene che “la strada per invertire la rotta sia quella dell’autonomia, grazie alla quale riusciremo a fare meglio il nostro lavoro rispetto a quanto avvenuto fino ad ora a livello statale”.

Il presidente Fontana ha infine evidenziato come la Lombardia sia “la regione che costa meno ai suoi cittadini rispetto al resto del Paese, paga prima i suoi fornitori, ha una sanita’ che funziona e meno dipendenti pubblici”.

“Lo sportello di Forum”

logo,lo sportello di forum
logo,lo sportello di forum

Record stagionale per “Lo sportello di Forum” su Retequattro: 10.08% di share (6.67% sul pubblico attivo) e 1.466.000 spettatori.

Ogni giorno il programma di Barbara Palombelli – in onda dalle 14.00 alle 15.30 – è il più visto del day-time di Retequattro, con una media di 1.166.000 spettatori e del 7.6% di share (+1.3% rispetto alla scorsa stagione).

Continuano gli ottimi ascolti, con un trend in costante crescita, per l’appuntamento di “Forum” su Canale 5: +12,2% rispetto alla primavera scorsa. Ogni mattina, dalle 11.00 alle 13.00, la trasmissione è seguita da una media di 1.638.000 spettatori, pari al 17.7% di share.

Riconoscimento delle Vie della Transumanza

Tratturo Giulianello
Tratturo Giulianello

Il Comune di Cori ha aderito nei giorni scorsi al protocollo d’intesa che propone al costituendo Forum per la Rete dei Cammini del Lazio di riconoscere ed inserire nel relativo catasto l’antica Via della Transumanza che ogni anno portava i pastori della zona a trasferire il proprio bestiame da Jenne ad Anzio, i due enti capofila del progetto di durata quinquennale elaborato ai sensi della legge regionale n. 2 del 10.03.2017 che punta alla promozione e valorizzazione della RCL.

Tale percorso ha rappresentato una delle più importanti strade del commercio fino all’epoca medievale. Oggi rileva, oltre che per il suo valore storico, perché interessa aree di elevato pregio ambientalistico: attraversando la tenuta di “Torrecchia Vecchia”, il Monumento Naturale “Lago di Giulianello”, la “Selva di Paliano” e il “Parco dei Monti Simbruini”, interseca due tratti della “Via Francigena del Sud” (Velletri−Fossanova e Casilina) e il “Cammino di San Benedetto”.

La convenzione contiene anche un accordo di collaborazione tra i vari comuni delle province di Roma, Latina e Frosinone interessati al fine di realizzare una serie di attività quali: verifica degli itinerari; monitoraggio ed elaborazione dei dati e delle informazioni di interesse turistico; manutenzione dei sentieri e ripristino della segnaletica; organizzazione e comunicazione di un’apposita offerta ricettiva. Anche il reperimento delle risorse dovrà avvenire in maniera sinergica.

Per il Sindaco Mauro De Lillis e l’Ass.re all’Ambiente Luca Zampi – “Alla luce della recente candidatura della transumanza a patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO, questo potrebbe essere uno strumento in più per garantire la tutela del territorio e delle sue tradizioni: per secoli il tratturo – o strada Doganale – è stato parte rilevante dell’economia rurale della nostra comunità.

L’obiettivo attuale è farlo ripartire in chiave moderna, collegandolo alle peculiarità paesaggistiche e alle eccellenze eno-gastronomiche locali, in stretta connessione con tutti gli altri”.

Capolavori del Mondo – incontri letterari

Biblioteca Srmani - sala del grechetto
Biblioteca Sormani – sala del grechetto

Nove giovedì nei nove Municipi della città, fino al 14 giugno, racconteranno quali scrittori antichi e moderni vengono letti e amati nelle culture diverse dalla nostra
Milano, 20 gennaio 2018 – Per favorire il dialogo interculturale e la conoscenza reciproca, il Comune di Milano ha invitato le associazioni delle comunità internazionali presenti in città, riunite nel Forum della Città Mondo, a presentare al pubblico i capolavori delle loro letterature: quali scrittori antichi e moderni vengono letti e amati nelle culture diverse dalla nostra, quali vengono studiati a scuola e quali hanno contribuito e contribuiscono a formare le coscienze di popoli lontani dal nostro?

Per rispondere a queste domande nasce “Capolavori dal mondo”, il programma di incontri letterari con nove appuntamenti, da febbraio a giugno, distribuiti sul territorio in altrettante sedi dei Municipi di Milano. L’ingresso a tutti gli incontri è libero fino a esaurimento posti.

Si comincia giovedì 1° febbraio alle ore 18 nella Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani con la presentazione di un grande classico della letteratura cinese, il romanzo del XVI secolo “Viaggio in Occidente” che con il suo popolarissimo eroe Scimmiotto ha influenzato anche il nostro immaginario moderno: molti ricorderanno il fumetto disegnato da Milo Manara nel 1976, e i più giovani penseranno invece al manga “Dragon Ball” che a questo classico è liberamente ispirato. Scimmiotto, impertinente e iconoclasta, fu elogiato da Mao come metafora del potere liberatorio della rivoluzione, e tuttora è onnipresente nei media cinesi. Le specialiste dell’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano, Alessandra Lavagnino e Simona Gallo, ce ne faranno conoscere molti aspetti poco noti. Come scriveva Italo Calvino, “Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire”.

Il secondo incontro avrà luogo giovedì 22 febbraio, sempre alle ore 18, nel Municipio 6 presso la Casa delle Arti – Spazio Alda Merini di via Magolfa e vedrà come protagonista la poesia con un classico in lingua berbera: l’opera di Si Mohand (1849-1905) sarà presentata da Vermondo Brugnatelli, che ne ha curato la prima traduzione in italiano, con letture in lingua originale e canti moderni a cura dell’Associazione culturale Berbera.

Il terzo incontro è una serata speciale dedicata a Gabriel García Márquez per celebrare i 50 anni dalla prima traduzione in italiano di “Cent’anni di Solitudine”: giovedì 1 marzo dalle ore 18 alle 21 all’Auditorium “Cerri” di via Valvassori Peroni (Municipio 3) le associazioni dei colombiani presenti in Italia evocheranno il Macondo di Gabo con letture collettive, una conferenza che esplora i rapporti tra la musica popolare colombiana e la prosa del romanzo e un concerto tenuto da un gruppo musicale venuto appositamente dalla regione di Baranquilla in Colombia.

La rassegna proseguirà con i capolavori di Egitto (Mahfuz, 15 marzo Biblioteca Fra Cristoforo, Municipio 5), Cile (Neruda, 19 aprile Casa della Memoria, Municipio 9), Brasile (Vinícius de Moraes, 3 maggio Villa Scheibler, Municipio 8), poi un altro evento speciale, giovedì 17 maggio, al Mercato Comunale di viale Monza 54 (Municipio 2), intitolato “Diwan Mediterraneo” (letture di poesie arabe, italiane e spagnole che illustrano la circolazione degli influssi culturali nelle letterature dei paesi del Mediterraneo). Si concluderà poi con l’India (il Ramayana, 31 maggio Biblioteca Sicilia, Municipio 7) e con un incontro dedicato alle voci femminili dell’Africa subsahariana (14 giugno alla Cascina Casottello, Municipio 4).

Milano-Pesaro: la speranza di un anno migliore

EA7-Pesaro
EA7-Pesaro

Assago, 02/01/2017

Milano vince con il contagocce.

La speranza per il nuovo anno è che sia per l’Olimpia, migliore rispetto a quello precedente, caratterizzato da sconfitte molto amare sia in Campionato che Eurolega.

L’Olimpia dovrà ritornare in forma come all’inizio della stagione per riconquistare la fiducia dei suoi tifosi, questa sera al Forum, davvero pochi.

Inizio partita  in salita per  l’EA7 e buono per Pesaro che realizza velocemente due canestri su due.

Tra i giocatori milanesi c’è poca intesa, per questo sono numerosissime le palle perse.

Il nervosismo si percepisce dalla difficoltà nell’effettuare dei canestri molto facili, faticando anche a rimbalzo.

Si direbbe che l’Olimpia non abbia neanche attaccato la spina questa sera e i numeri lo dimostrano: alla fine del primo quarto: 16 -23.

Il secondo quarto ricomincia con 5 punti consecutivi per l’Olimpia e questo costringe coach Bucchi a chiamare time-out.

In questo periodo i milanesi sembrano riprendersi leggermente ma Pesaro non molla e le triple continuano ad arrivare.

Un canestro, più palla recuperata seguita da un altro canestro tutto a opera del capitano Cinciarini mandano in delirio il Forum.

Segue un fallo antisportivo contro Pesaro che porta a una momentanea parità 32-32.

Importante la presenza del giovane Simone Fontecchio che si dimostra lucido e concentrato (10 punti totali).

Pian piano l’attacco milanese ritrova la giusta marcia raggiungendo un modesto e momentaneo +5.

Nel complesso la squadra sembra avere raggiunto momentaneamente la stabilità e il quarto si conclude 50-47 con un parziale di 34-24.

Fin dai pochi secondi del terzo quarto si denota l’energia e concentrazione di Pesaro che non ha paura di sfidare la capolista.

Il match infatti si accende, entrambe le squadre vogliono dimostrare la loro superiorità in campo e aumenta l’intensità offensiva.

L’Olimpia dopo 6 minuti raggiunge il massimo vantaggio di +11 e cerca di allontanarsi da Pesaro.

Il quarto si conclude 75-65.

L’ultimo periodo si apre con numerosi pasticci in attacco e diverse palle perse da parte dell’Olimpia, occasione importante per Pesaro che cerca di recuperare i 10 punti di svantaggio raggiungendo il -4.

Ora per l’Olimpia la situazione si complica. Non può permettersi di perdere la sfida a 4 minuti dalla fine del match.

Pesaro stringe i denti, ce la mette tutta per recuperare, rimane concentrata e determinata a portare a casa una grande vittoria.

Milano suda freddo, a 5 secondi dalla fine della partita si rischiano i tempi supplementari ma, dopo diversi tiri liberi per entrambe le squadre, il match finisce 88-84.

Una vittoria amara.

La partita sarebbe dovuta finire molto prima, con molti più punti di scarto viste le differenti qualità delle due squadre che premiano Milano.

Tuttavia, visto il periodo nero che l’Olimpia sta attraversando, per il momento ci si accontenta della prima vittoria dell’anno sperando che sia la prima di una lunga serie.

Eleonora Gazzotti