“ForzaBergamo” la fiaba dedicata a Bergamo

Bg_Hope_RGB
Bg_Hope_RGB

“C’era una volta, una città di nome Bg. Era una città famosa perché i suoi abitanti si alzavano all’alba ed erano grandi lavoratori. Avevano una parlata che pochi capivano, dicevano pota in ogni frase, e non erano fra le persone più aperte del mondo ma, una volta conquistati, li avevi accanto per la vita…”

Inizia così la fiaba dal titolo “FORZA BERGAMO” scritta per dare forza e coraggio a tante persone, bambini, adulti e malati, costretti in un letto d’ospedale.

L’autrice è Marcella Panseri, una bergamasca che scrive “Fiabe su misura per adulti e bambini” – www.fiabeperdire.com
(GiZeta, uno stampatore di Nembro (BG), ha scelto di stampare gratuitamente questa fiaba e distribuirla al suo comune colpito).

“Oggi più che mai ognuno può mettere i suoi doni a servizio e a conforto della nostra città. Questa fiaba, per adulti, ma anche per i bimbi, è dedicata a tutti quelli che sono in ospedale ed è per tutti noi, cittadini”. Marcella Panseri

Questa fiaba si rivolge a tutti i bambini e adulti con la dolcezza e la gentilezza che solo un mondo fatato può donarci.

Teatro Nuovo di Milano: “Cinderella Il Musical”

Cinderella Musical
Cinderella Musical

Dopo il successo dello scorso anno, con oltre 3.000 spettatori in 7 repliche, Cinderella il Musical approda quest’anno sul palcoscenico del Teatro Nuovo di Milano. Lo spettacolo sarà in scena dal 16 al 27 dicembre per un totale di sette repliche, tra matinèe, pomeridiani e serali. Lo spettacolo vede in scena più di 20 performer tra cui alcuni volti già noti nel panorama del musical nazionale.

La fiaba delle fiabe, non c’è bambina o bambino che non conosca la storia della piccola Cenerella che passa il suo tempo tra il camino, la cenere e gli animali del bosco. E’ una fiaba con pochi personaggi e pochi luoghi ma con il filo portante di una donna del più umile livello sociale, una serva, che diventa una Principessa.

In poche parole la realizzazione di un sogno non solo dei più piccoli, affascinati da incantesimi e magie, ma di ogni individuo che aspetta l’occasione che lo farà svoltare a miglior vita.

La fiaba di Cenerentola è quindi una specie di messaggio in bottiglia destinato a galleggiare ed essere indistruttibile sugli oceani tempestosi dell’evoluzione per poter approdare di volta in volta su spiagge preparate ed adatte a riceverlo ed ospitarlo.

Basta pensare alla nuova era della tv che ci propone programmi-reality dove in palio c’è il coronamento del sogno della propria vita: diventare un cantante di successo, uno chef pluri- stellato o un originale creatore di moda. Il sogno degli altri diventa così l’occasione di sperare ancora in una propria possibilità di riuscita anche seduti davanti a un televisore, ma con il cassetto pieno di desideri e progetti da realizzare.

Al PiccoloTeatro Studio Melato, va in scena Hansel e Gretel

Hansel e Gretel_
Hansel e Gretel_

La Carlo Colla & Figli, dopo aver affrontato negli anni scorsi la commedia classica (La famiglia dell’antiquario di Carlo Goldoni e Il medico duo malgrado di Molière) e la grande opera lirica italiana (Turandot) torna a uno dei temi classici del suo repertorio, la fiaba.

La vicenda di Hansel e Gretel è, nella storia della letteratura, una delle più terribili e sconcertanti: la fame, il bisogno, una matrigna che vuole liberarsi dei figli, una strega nel bosco che cattura i bambini e li mette all’ingrasso controllandone la rotondità giorno per giorno prima di arrostirli e mangiarli.
Il tutto fra un casolare, un bosco e una casa di marzapane pronta a trasformarsi in un antro spaventoso. E tanti dolci!
Tutti questi elementi, tipici di una iniziazione, non potevano che suscitare la curiosità del marionettista che ben sa come trasformare ogni elemento per soddisfare l’idea della metafora e del simbolo.

AlPiccolo Teatro Studio Melato
via Rivoli, 6 – Milano
Da mercoledì 27 dicembre 2017 a domenica 7 gennaio 2018
mercoledì 27 dicembre, ore 20.30
da giovedì 28 dicembre 2017 a domenica 7 gennaio 2018, ore 16
lunedì 1 gennaio, riposo

 

Teatro Nuovo di Ferrara: “Il Principe Ranocchio”, il musical

Il Principe Ranocchio
Il Principe Ranocchio

Domenica 12 Febbraio alle ore 17 il musical della Compagnia BIT IL PRINCIPE RANOCCHIO sarà sul palco del Teatro Nuovo di Ferrara – UNICA DATA IN REGIONE – per incantare grandi e piccoli con una delle fiabe più belle di tutti i tempi.

Produzione inedita e interamente italiana candidata agli ultimi Oscar Italiani del Musical, in 2 anni IL PRINCIPE RANOCCHIO ha saputo divertire ed emozionare oltre 50.000 spettatori in tutta Italia.

Liberamente tratto dalla fiaba dei Fratelli Grimm, originale nel testo, nelle musiche e nella caratterizzazione dei personaggi, fin dalla prima scena lo spettacolo condurrà piccoli e grandi in un mondo magico e divertente, sapendo farli commuovere, divertire e riflettere sul valore della diversità.

Il principe Frog, trasformato in un brutto ranocchio da un sortilegio della Strega Baswelia e costretto a vivere in uno stagno insieme al suo eccentrico amico Gerard – servo astuto e agile consigliere, anch’egli vittima dell’incantesimo di Baswelia – farà un incontro straordinario, quello con la bella Lilian, un’insolita principessa che alla routine e alle ricchezze del castello preferisce la libertà degli spazi aperti e della natura.

L’incantesimo svanirà solo se Frog riuscirà a farsi baciare da una fanciulla; per questo motivo, il ranocchio tenterà in tutti i modi di conquistare l’amore di Lilian, ma per farlo dovrà riuscire a farsi amare e accettare per ciò che è veramente. Intanto la strega Baswelia, venuta a conoscenza dell’incontro tra Frog e Lilian, farà di tutto per impedire che il loro amore si realizzi e che l’incantesimo di Frog si spezzi.

“La luna e l’alieno” nuovo singolo di Marco Martinelli

Foto Marco Martinelli
Foto Marco Martinelli

“La luna e l’alieno” (Suoni dall’Italia) è il nuovo singolo di Marco Martinelli, in rotazione radiofonica e in digital download a partire da venerdì 6 maggio: una fiaba, una storia di speranza, un’efficace metafora di come l’amore possa far arrivare a mete impensabili o credute irraggiungibili.

“Il brano tratta dell’amore in modo ampio – racconta Marco Martinelli –  con un respiro pieno che pone l’accento sull’aspetto sociale e personale del sentimento e il diritto ad amare in modo universale e indiscriminato. Estende il concetto del sentimento al di fuori del semplice senso di ciò che è socialmente definito ‘normale’, sostenendo che siamo tutti alieni.

Chi è il vero alieno? Tutto è relativo: basta cambiare punto di vista. È anche la fiaba per coloro che non vogliono mettere freni alla propria vita, che vogliono raggiungere il loro obiettivo con la forza del coraggio, della speranza e dell’amore. Io mi sento un po’ Alieno e voi?”

L’autore del brano, Maurizio Bernacchia, spiega che: “La luna e l’alieno” nasce dall’idea di raccontare l’amore come un eterno incontro fra diversità che trovano affinità, che si completano, si osservano, si rincorrono, giocano, sognano, innamorano. Chissà perché.

Ma per fortuna succede da sempre e per sempre, donando una forza insospettabile e la capacità di volare, almeno con la fantasia. Perché l’amore è il motore dell’universo, anche se troppo spesso chi non ama addita chi lo fa come diverso, alieno. Forse perché non ha mai guardato la luna con gli occhi dei poeti e degli innamorati”

Marco Martinelli è nato a Lucca 25 anni fa, laureato in Biotecnologie Agro-Industriali e un Master in Molecular And Industrial Biotechnology con lode presso la Scuola Superiore SantʼAnna di Pisa, vincitore del prestigioso Concorso Nazionale “Ingegner Giuseppe Pedriali” dedicato ai ricercatori, per aver messo a punto, con la sua tesi di laurea, un nuovo modo di produzione dei cannabinoidi, i principi attivi della Cannabis sativa, da lievito. Si divide nella vita tra arte, management e scienza.

Già conosciuto al pubblico per aver preso parte a due programmi televisivi su reti nazionali: “The Apprentice”, seconda edizione, dove ha messo in mostra le sue qualità creative e le sue attitudini manageriali e “Forte Forte Forte”, dove Marco si è dimostrato un talento preparato, dotato di comunicativa e simpatia, oltre che di capacità canore e di performer a tuttotondo, abile ad intrattenere e muoversi con disinvoltura sulla scena, classificandosi al terzo posto.

Già presente sul mercato discografico digitale per la “Suoni dall’Italia” da poco più di un anno con quattro inediti, di cui tre accompagnati da video, e con la cover di “Amore bello”, di Claudio Baglioni e Antonio Coggio.
Il suo primo album, sia digitale che fisico, è in fase di registrazione ed uscirà nei prossimi mesi: sarà prodotto artisticamente da Antonio Coggio e i brani saranno firmati da validi autori come Mariella Nava, Carlo Mazzoni, Bruno Zambrini, Maurizio Fabrizio e tante altre firme interessanti tra cui Maurizio Bernacchia e Pautrizio Baù, autori di questo nuovo singolo “La luna e l’alieno”.

Per informazioni: www.marco-martinelli.it