Sinéad O’Connor

Sinéad O’Connor – How About I Be Me

Festival Villa Arconati

2 luglio – 24 luglio 2013

3 luglio 2013, di Elisa ZiniSinéad O’Connor approda per la prima volta al Festival di Villa Arconati, unica data estiva del suo ultimo tour, regalando al pubblico una serata indimenticabile.

“How are you?” chiede appena salita sul palco accolta da un lungo applauso, “sono felice di essere qui”. Voce calda, vibrante, potente e tanta voglia di comunicare contraddistinguono la cantautrice irlandese, nata a Dublino l’8 dicembre del 1966.

Sinéad nasce in una famiglia numerosa dove la musica diventa presto una forma d’arte: suo fratello, Joseph O’Connor è uno scrittore di successo. Sinéad Marie Bernadette O’Connor ha caratterizzato la musica internazionale degli anni ottanta e novanta con la sua forte personalità, l’anticonformismo e un look fuori dal comune.

La passione per la musica arriva presto e già a 14 anni entra a far parte di un gruppo irlandese, In Tua Nua, debuttando come cantautrice con il brano Take my hand che diventa un successo nel 1984. Con il singolo Nothing Compares 2U, una struggente ballata romantica, nel 1990 Sinéad conquista i vertici delle classifiche mondiali.

La cornice di Villa Arconati accoglie magnificamente la cantautrice irlandese. Sei i musicisti sul palco: percussioni, tastiere, chitarra acustica, chitarra elettrica e basso elettrico danno vita ad una magica suggestione, raffinata, a tratti malinconica. Musica folk e pop che fanno assaporare i profumi d’Irlanda con forza e dolcezza. Due coriste sul palco con in braccio chitarra acustica ed elettrica accompagnano la performance di Sinéad. Un brano viene eseguito dalla O’Connor interamente a cappella: un’atmosfera incantata e un pubblico seduto, rispettoso, che la assapora, nota dopo nota. Un arpeggio scatena il pubblico che riconosce da subito le note della celebre ballata Nothing Compares 2U.

Sinéad O’Connor propone un omaggio al passato presentado il suo ultimo bellissimo album How About I Be Me, in un concerto che resterà nel cuore.

SARA’ IL “CONTE” AD APRIRE LA VILLA

La XXIV edizione del Festival di Villa Arconati, sarà aperta da PAOLO CONTE, grande artigiano/astigiano che nella sua provincia ha coltivato i suoi sogni e le sue visioni musicali e, sin dai primi allori della sua carriera, in quest’ altra provincia, quella che allora circondava Villa Arconati a Castellazzo di Bollate, è passato a raccontarli, contribuendo a trasformare l’omonimo Festival, allora alla sua prima edizione in una delle più importanti manifestazioni musicali internazionali, prima ancora che milanese. Il “Conte”, infatti, è considerato dal pubblico una sorta di padrino, avendolo inaugurato nel 1988. 

Ora torna per la quinta volta, dopo otto anni e, ancora una volta, inaugurerà la nuova stagione 2012 con un passaggio del suo tour europeo, reduce dalle date tedesche di Monaco, Francoforte e Vienna.

PAOLO CONTE sarà accompagnato da un organico poderoso e infaticabile, una vera orchestra di 10 elementi, composta da: NUNZIO BARBIERI (Guitar – Electric Guitar); LUCIO CALIENDO (Oboe – Bassoon – Percussions – Keyboard); CLAUDIO CHIARA (Alto Sax – Tenor Sax – Baritone Sax – Flute – Accordeon – Bass – Keyboard); DANIELE DALL’OMO (Guitar); DANIELE DI GREGORIO (Drums – Percussions – Marimba – Piano); LUCA ENIPEO (Guitar); MASSIMO PIZIANTI (Accordeon – Bandoneon – Clarinet – Baritone Sax – Piano – Keyboard); PIERGIORGIO ROSSO (Violin); JINO TOUCHE (Double Bass – Electric Guitar); LUCA VELOTTI (Soprano Sax – Tenor Sax – Contralto Sax – Bariton Sax – Clarinet).

Oltre al valore storico e affettivo che rappresenta il suo ritorno a Villa Arconati, ancora più forte è il motivo artistico che lo distingue, quella sua suggestiva capacità di fondere musica, suoni, fonemi, parole e immagini poetiche in un unico linguaggio universale, apprezzato e inteso internazionalmente, che fa della provincia, qualunque essa sia, uno dei tanti indispensabili, centri del mondo.